sabato 10 dicembre 2011

Minzolini: la partitocrazia ed il confino giornalistico


Minzolini: la partitocrazia ed il confino giornalistico

Firenze, 10 dicembre 2011. Augusto Minzolini, attuale direttore del Tg1, martedi' sara' sollevato dal proprio incarico. La notizia e' stata riportata da tutti i maggiori quotidiani nazionali. Un provvedimento, da tanti sperato, che lascia sbigottiti per l'ipocrisia e la tempistica tipiche della cultura partitocratica che imperniano la Tv pubblica.
Pare, infatti, che il direttore generale della Rai, Lorenza Lei, voglia far valere una legge, la n. 97 del 2001, che, tra le varie ipotesi, nel caso di accusa per peculato, consente di trasferire (a parita' di mansioni e retribuzione) un dipendente di un ente pubblico o a partecipazione pubblica (il caso della Rai). Sembra che all'ormai ex direttore del telegiornale verra' offerto il ruolo d'inviato in qualche sede estera. Con tutti i benefit che quella posizione comporta. Ivi compresi i rimborsi spese. Insomma, a metterla sul ridicolo, per uno accusato di aver distratto soldi dalle carte di credito aziendali la misura sa piu' di promozione che di punizione.
Ironia a parte, se quanto trapelato fosse vero si tratterebbe di una misura dal sapore di confino. Minzolini e' indagato da mesi anche per altre vicende e solamente adesso si provvede a sostituirlo. Per carita', come dicevano gli antichi dura lex sed lex; l'articolo della legge in questione opera obbligatoriamente al momento del rinvio a giudizio; proprio per cio' e' andata bene al direttore del Tg che non sia stato posto in aspettativa retribuita. Certo sarebbe stato piu' coraggioso da parte dei vertici dell'azienda di servizio pubblico rimuovere il direttore della principale testata giornalistica ben prima e per i clamorosi fallimenti pervenuti durante la sua direzione. Cosi', pero', si sarebbe contravvenuti al diktat della partitocrazia italiana che, nella piu' rinomata logica di lottizzazione della Tv di Stato, aveva riservato a Minzolini il ruolo di speaker della maggioranza governativa. Maggioranza che ora e', in parte, diversa e quindi necessita d
 i un
nuovo strillone di regime. Se la Rai fosse stata un'azienda privata (come vorrebbe un referendum del 1995, vinto dagli elettori), magari concessionaria del servizio pubblico, non si sarebbe dovuti ricorrere a questo sotterfugio giuridico per rimpiazzare un direttore: questo sarebbe stato cambiato molto prima per risultati scadenti o, meglio ancora, la scelta, fin dal principio, sarebbe stata differente.

Alessandro Gallucci, legale Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it  Email: aduc@aduc.it
Ufficio stampa: Tel.055290606





MASSIMO FEDERICI 2012 - ...E' NELLE NOSTRE MANI ! - Giovedì 15 dicembre ore 21 Sala Dante

La Spezia,lì 10 Diucembre 2011
 
Carissime Amiche ed Amici,
GIOVEDI' 15 DICEMBRE alle ore 21 in SALA DANTE, il Sindaco Massimo FEDERICI, farà il punto su questi cinque anni di governo della Spezia e illustrerà le prospettive per i prossimi anni in previsione delle elezioni amministrative del 2012.
Sarei davvero lieto della Tua partecipazione ed alla fine poter scambiare anche qualche opinione sui progetti per il nostro futuro.Ti aspettiamo.
Maurizio FERRAIOLI

 
http://www.facebook.com/#!/events/278608732185010/
 

Sigis Vinylism il "Signore dei Vinili" rappresenta "Le voci dell'arte" per la chiusura della 54 Biennale di Venezia a Torino

54a Biennale di Venezia, padiglione Italia
Per il 150° dell'Unità d'Italia- L'Arte non è Cosa Nostra
A cura di Vittorio Sgarbi
Palazzo delle Esposizioni-Sala Nervi
Torino
17 dicembre- 30 gennaio 2012

L' evento è promosso dal Padiglione Italia 54° esposizione internazionale d'arte della Biennale di Venezia per il 150° dell'Unità d'Italia

Da sabato 17 dicembre a lunedì 30 gennaio 2012, la prestigiosa Sala Nervi del Palazzo delle esposizioni di Torino, Corso Massimo D'Azeglio, 15 ospiterà il Padiglione Italia, 54° Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia, per il 150° dell'Unità d'Italia a cura di Vittorio Sgarbi.

Il giorno dell'Inaugurazione, 17 dicembre alle ore 19,00 saranno presenti tutte le autorita' che porteranno il saluto delle istituzioni dopo l'intervento del direttore del Padiglione Italia on. Vittorio Sgarbi che nella giornata di domenica terrà alle ore 11,30 una conferenza stampa alla Sala Nervi sede della Biennale.

Un apposito comitato tecnico scientifico composto da scrittori, poeti, registi, scienziati e uomini di pensiero e una commissione di studio ha raccolto e valutato il lavoro di migliaia di artisti, al fine di individuare e scegliere quelli più rappresentativi e interessanti. Gli Artisti e le opere qui esposte sono stati selezionati dalla commissione presieduta dal prof. Vittorio Sgarbi che ha voluto quest'evento d'importanza internazionale con l'obiettivo di valorizzare il gran patrimonio culturale italiano.

Le Voci dell'arte - Sigis Vinylism 2011

L'opera con la quale Sigis Vinylism è stato invitato a partecipare alla 54 Biennale di Venezia per la celebrazione del 150° anno dell'Unità d'Italia è intitolata: "Le voci dell'arte" e vuole rendere omaggio a tutti quegli artisti che con la volontà delle proprie idee e opere, ricerche, studio e sacrificio, hanno lottato per l'Italia e la sua unità, ne hanno ritratto i volti e i fatti storici, i paesaggi e i costumi, gli interessi intellettuali e le questioni politiche, documentando un'epoca a noi ormai lontana, ma in cui ogni giorno hanno creduto e confidato di poter contribuire anche con il proprio apporto artistico, a far evolvere e migliorare un mondo in cui, ancora, le distanze tra le geografie della penisola italiana non erano dettate solo dal numero dei chilometri da percorrere per raggiungere altri luoghi, bensì anche da marcatissime differenze regionali e non solo. Le voci dell'arte, manifesta di quante voci d'artista, molte delle quali forse anche silenti, siano in realtà presenti sul vessillo tricolore della nazione Italia, di quanto l'Arte italiana sia da sempre un modello per il mondo intero e quanto, in sede di rivolte, moti, battaglie e guerre, sia sempre stato importantissimo il compito dell'artista e dell'arte, degli intellettuali e della cultura, dei mecenati, poi collezionisti, e di ciascuna singola figura professionalmente coinvolta nell'ambito dei beni artistici e culturali. Voci. Di un popolo, quello italiano, che da sempre porta in se' la greve e meravigliosa eredità di una tradizione artistica per cui si è sempre distinta, di un'eredità culturale di cui ciascun italiano ha il dovere di sentirsi fiero, sempre e comunque, di cui ogni italiano deve sentirsi ambasciatore per esportare la tradizione del buon gusto, delle tecniche e delle discipline artistiche e del sentire tutto italiano, poiché sono foriere di eccellenza e civiltà. Come non ricordare il senso di alcune righe scritte da Benedetto Croce sul suo Breviario di estetica in cui sosteneva che solo dalle più grandi differenze può nascere un'unità... ergo solo la sinergia delle tante differenze regionali italiane, unite, rendono possibile udir fonemi e poi parole... voci... proferite dalle tante bocche di Sigis Vinylism, apposte su di un supporto a formar la bandiera italiana: verde, bianca e rossa. Ecco che quelle innumerevoli e diverse "bocche dell'arte", fluiscono in coro e la melodia è quella di un canto polifonico e armonico, ritmato dal suono della lingua di Dante, Petrarca e Boccaccio, abbellito dal decoro delle tante cadenze dialettali. E la musica? Si, ora c'è! È silenziosa eppur squillante! È quella di Sigis Vinylism ed è scritta su di un unico, grande spartito: il suolo italiano.

Renata Panizzieri

www.sigis-vinylism.com
info@sigis-vinylism.com
PR e Ufficio Stampa: RP Art Project
Dott.ssa Renata Panizzieri
Storica dell'Arte – Giornalista – International Project Manager
Mail to: artgate51@hotmail.it
mobile: 333 93 16 080

54° Biennale di Venezia, Padiglione Italia "l'Arte non è Cosa Nostra"
a cura di Vittorio Sgarbi
17 Dicembre 2011 – 30 Gennaio 2012
Inaugurazione sabato 17 dicembre 2011 ore 19

Palazzo delle Esposizioni – Sala Nervi

Torino, Corso Massimo D'Azeglio 15

venerdì 9 dicembre 2011

Natale passa ... ma io resto.


Il problema dell’abbandono degli animali si cura in estate ma si previene a Natale.
In vista del Natale e' piu' facile cedere alla tentazione di regalare un animale, magari un cane. Ma un cane regalato a Natale si trasforma troppo spesso in un abbandono nella prossima estate. O in un incidente autostradale.

E che sia un cane o qualsiasi altro animale, ci si dimentica spesso che insieme alla gioia ed alla compagnia, si sta regalando anche impegno quotidiano e una certa dose di sacrifici.
Siete sicuri che le persone alle quali avete pensato di regalare un animale ne siano consapevoli e che siano disposte - e nella possibilita' - di cambiare la loro vita? Senza dimenticare che quasi sempre il destinatario del regalo non e' nemmeno la persona che dovra' prendersene cura …

Ed e' proprio in questo periodo che i trafficanti di animali fanno gli affari piu' lucrosi. Animali che vengono importati a prezzi stracciati da Pesi stranieri, strappati ai genitori dopo pochissime settimane di vita, e rivenduti da noi a prezzi esorbitanti - malati e traumatizzati - dopo viaggi da incubo.

Per questo eBauBlock lancia la campagna "Natale passa ... ma io resto"

 con l’intento di sensibilizzare tutti coloro che stanno pensando di regalare un animale. Perche' il regalo sia davvero tale sia per chi lo riceve sia per l’animale.
E per ricordare i tanti altri modi per far entrare un animale in famiglia, come un donazione ai canili o ai gattili,  alle varie associazioni di tutela degli animali, adottando un animale a distanza.

Se amate gli animali, contribuite a diffondere questo messaggio. Il logo e' scaricabile gratuitamente anche qui.

Lo Staff di eBauBlock

www.eBauBlock.it




"DA CHE PARTE È LA NOTTE". ANTEPRIMA ACTION MOVIE

Giovedì 15 dicembre alle ore 18 verrà presentato l'Action Movie "DA CHE PARTE È LA NOTTE", in Anteprima Nazionale, alla sala Anica in Viale Regina Margherita, 286.

Il film, della durata di 35 minuti, fa riferimento a delitti contro il territorio, alla lotta clandestina tra animali e all'educazione ambientale.

Il film di Stefano Arquilla, prodotto da Giovanni Del Principe e Angelo Arquilla per la OteFilm, ha come interpreti Maxi Gigliucci, Daniela Martani, Massimiliano Buzzanca e Erika Kamese


L'appuntamento è a ingresso gratuito, previa prenotazione e fino ad esaurimento posti. Organizzazione artistica 4Sale: tel. 06 95219458 - 348 171235i9 email: otefilm@yahoo.it










FERRAIOLI(Italia Dei Diritti-LIGURIA): ISTITUTO SANTI “CHE SIA UN NATALE PER TUTTI”

La Spezia,lì 09 Dicembre 2011
 
Spettabile Redazione,
di seguito Vi invio una nota stampa.
Nel ringraziarVi per la Vostra gentile attenzione,
colgo l'occasione per salutarVi cordialmente.
Maurizio Ferraioli
Tel.329-8256232
 
NOTA STAMPA

FERRAIOLI(Italia Dei Diritti-LIGURIA): ISTITUTO SANTI-LA SPEZIA "CHE SIA UN NATALE PER TUTTI"

 

La recente sentenza del Consiglio di Stato ribadisce quanto affermato dall'A.S.L. 5° ma non pone certo in serenità i lavoratori dell'Istituto e soprattutto le famiglie dei disabili ospitati ed assistiti. In una società civile e moderna l'assistenza ai disabili e conseguenzialmente l'alleviare alle famiglie l'enorme carico a cui la stessa le sottopone è un dovere ed un imperativo che deve esulare dalle necessità di bilancio. La civiltà, la conquista della cosiddetta civiltà si può effettivamente ritenere acquisita se non ci dimentichiamo di coloro che hanno maggiormente bisogno e il solo fatto che una simile situazione abbia avuto bisogno di arbitri giudiziari e non abbia trovato soluzioni, anche mediatorie, è una sconfitta per tutti e ciò deve fare riflettere. E' fin troppo semplice effettuare tagli sulla pelle degli altri perchè in questo caso si parla proprio di "pelle" ma il buonsenso deve riunire tutti gli attori della vicenda, in primis i gestori delle risorse, e pur ottimizzando i costi, opera purtroppo indispensabile in questi tempi continuare a garantire un servizio indispensabile per la società della nostra amata città. Auspico che il clima Natalizio di bontà e le capacità degli amministratori facciano trovare sotto l'albero le risorse indispensabili affinchè il "Santi" continui a vivere concedendo la dignità che meritano agli assistiti ed alle loro famiglie. L'Italia dei Diritti si continuerà a battersi per questo con la sua funzione di "Grillo parlante" nella speranza di svegliare le coscienze sopite di alcuni amministratori.

FERRAIOLI(Italia Dei Diritti-LIGURIA): ISTITUTO SANTI “CHE SIA UN NATALE PER TUTTI”

La Spezia,lì 09 Dicembre 2011
 
Spettabile Redazione,
di seguito Vi invio una nota stampa.
Nel ringraziarVi per la Vostra gentile attenzione,
colgo l'occasione per salutarVi cordialmente.
Maurizio Ferraioli
Tel.329-8256232
 
NOTA STAMPA

FERRAIOLI(Italia Dei Diritti-LIGURIA): ISTITUTO SANTI-LA SPEZIA "CHE SIA UN NATALE PER TUTTI"

 

La recente sentenza del Consiglio di Stato ribadisce quanto affermato dall'A.S.L. 5° ma non pone certo in serenità i lavoratori dell'Istituto e soprattutto le famiglie dei disabili ospitati ed assistiti. In una società civile e moderna l'assistenza ai disabili e conseguenzialmente l'alleviare alle famiglie l'enorme carico a cui la stessa le sottopone è un dovere ed un imperativo che deve esulare dalle necessità di bilancio. La civiltà, la conquista della cosiddetta civiltà si può effettivamente ritenere acquisita se non ci dimentichiamo di coloro che hanno maggiormente bisogno e il solo fatto che una simile situazione abbia avuto bisogno di arbitri giudiziari e non abbia trovato soluzioni, anche mediatorie, è una sconfitta per tutti e ciò deve fare riflettere. E' fin troppo semplice effettuare tagli sulla pelle degli altri perchè in questo caso si parla proprio di "pelle" ma il buonsenso deve riunire tutti gli attori della vicenda, in primis i gestori delle risorse, e pur ottimizzando i costi, opera purtroppo indispensabile in questi tempi continuare a garantire un servizio indispensabile per la società della nostra amata città. Auspico che il clima Natalizio di bontà e le capacità degli amministratori facciano trovare sotto l'albero le risorse indispensabili affinchè il "Santi" continui a vivere concedendo la dignità che meritano agli assistiti ed alle loro famiglie. L'Italia dei Diritti si continuerà a battere per questo con la sua funzione di "Grillo parlante" nella speranza di svegliare le coscienze sopite di alcuni amministratori.

Affissioni di grande formato, una garanzia per la migliore visibilità del brand

Action marketing: in una parola, visibilità a tutto campo. Le strategie pubblicitarie devono tenere conto di un'intensa attività "outdoor", che consenta all'azienda di far conoscere al meglio i propri prodotti ed il proprio brand. Volantini, brochure, depliants favoriscono un contatto diretto con i potenziali clienti, ma sono le affissioni di grande formato a rappresentare la migliore opportunità (in termini di grandezza e di efficacia comunicativa) di visibilità nei contesti urbani. Cartellonistica da strada, manifesti, grandi poster, pensiline alla fermata dei bus e impianti speciali appositamente studiati per esigenze particolari di promozione sono dei veri e propri elementi di arredo delle nostre città, in grado di sorprendere molti potenziali clienti e di catturare la loro attenzione immediata.

Nell'intraprendere una campagna di advertising, quindi, un'azienda deve tenere conto di questi importanti elementi e affidarsi ad una società esperta nel settore, che magari disponga di un ricco network di gestione di spazi pubblicitari nelle principali città italiane, come Roma, Milano, Palermo, Napoli, Catania, Torino, Reggio Calabria, capace di soddisfare le esigenze di monitoraggio, controllo e mantenimento della brand image aziendale in tutto il territorio nazionale.

In particolare, le ultime analisi di settore hanno confermato che i messaggi pubblicitari di maggiore impatto ed efficacia sono quelli veicolati mediante affissioni di grande formato. Non si tratta esclusivamente di grandi manifesti e cartelloni a modulo fisso, ma anche di una vasta gamma di prodotti dinamici, come trotter, carrelli mobili, stampe su autobus o automezzi pubblici. Sono medi e grandi impianti che devono tenere conto anche dell'impatto ambientale e dell'unità di immagine proposta, sulla base di studi di fattibilità di affissioni per diverse posizioni strategiche segnalate dalle stesse aziende. La promozione a diffusione dinamica offre inoltre l'opportunità di aumentare la visibilità e la notorietà dell'immagine proposta dal committente, che ha la necessità di fare affidamento su una diffusione capillare sul territorio, sulla certificazione di qualità dei servizi ed ambientale, e sulla garanzia di professionalità nel settore.

Traslochi a Milano? Affidati a Gruppo Valente

Se devi cambiare casa affidati allo specialista dei traslochi a Milano, troverai competenza, professionalità e una qualità del servizio che non ha paragoni. Lo spostamento dei mobili non sarà più un problema, sia se si tratta di privati sia di Aziende. Per queste ultime vi è il servizio di gestione del magazzino: ricezione delle materie prime, dei semilavorati o dei ricambi e controllo di rispondenza qualitativa e quantitativa;  smistamento e magazzinaggio, con gestione completa, sia materiale che documentale, del magazzino e degli ordini; trasmissione dei dati in tempo reale al sistema informativo del cliente. Noleggiamo a Milano e hinterland piattaforme elevatrici, autogrù di ogni portata per arrivare fino al 15° piano nella massima sicurezza e in ogni condizione climatica ed ambientale. Le nostre piattaforme aeree completano la gamma di automezzi ed attrezzature sempre all'avanguardia, dal piccolo furgone al grande articolato, muletti idraulici, autoscale ed autogrù, per soddisfare ogni esigenza operativa.

Gruppo Valente - Milano
















La regina del Burlesque Grace Hall per Paspartù di Massimiliano Bruno


Sul palco di Paspartù arriva la diva del Burlesque Grace Hall

Il 15 dicembre Grace Hall, regina indiscussa del Burlesque made in
Italy, sarà una delle protagoniste della terza stagione di Paspartu'
(@paspartu2011), la fortunata jam session teatrale ideata nel 2009 da
Massimiliano Bruno e Sergio Zecca.

Dal 6 al 23 dicembre, infatti il Nuovo Teatro Colosseo di Roma (via Capo
d'Africa 29A), sarà la sede di spettacoli teatrali, corti, musica live, letture,
improvvisazioni e ora anche del miglior Burlesque che solo Grace Hall
sa proporre, grazie alle sue performance canore che la rendono davvero
unica e coinvolgente.

Hanno partecipato alle passate edizioni di Paspartu', Paola Cortellesi,
Paola Minaccioni, Claudio Santamaria, Lucia Ocone, Alessandro
Mannarino, Rocco Papaleo, Francesco Pannofino, Paolo Calabresi,
Francesco Montanari, Rodolfo Lagana', Corrado Fortuna, Luca Angeletti,
Thomas Trabacchi.

Una kermesse veramente imperdibile dove regneranno per tre settimane
cast innovativi, musiche e testi imperdibili.
Per informazioni contattare:

Ufficio Stampa Grace Hall

Beatrice Pazi:

beatrice@beatricepazi.it

Tel +39 349 5534768

Cesana e Syncronia.com: il design di qualità a portata di click

Cesana da più di quarant'anni si dedica esclusivamente alla ricerca di nuovi valori, formali e funzionali, per le cabine doccia. E' punto di riferimento del mercato e precorre ogni evoluzione di questa categoria di prodotto, pensa prima degli altri e ama immaginare il futuro.

Tre sono le linee di prodotto che raccolgono le oltre 7.000 proposte Cesana: Linea Verde, una collezione di 'pezzi unici', Linea Blu, l'innovazione come valore e infine la Linea Rossa, la funzionalità come soluzione.

Da oggi è possibile scaricare gratuitamente i modelli 3D e i cataloghi dei prodotti Cesana su Syncronia.com, il nuovo sito d'incontro per progettisti, architetti ed interior designer.

I modelli sono compatibili con tutti i software di progettazione architettonica e le textures dei materiali comprendono anche tutte le mappe necessarie per il rendering.

Su Syncronia.com è inoltre possibile pubblicare i propri progetti ed entrare in comunicazione diretta con nuovi clienti, interagire con loro e con i produttori.

Accedi ora ai tuoi strumenti su http://syncronia.com

giovedì 8 dicembre 2011

Ristrutturazione casa e aziende

La ristrutturazione della tua casa o di una azienda non è mai stato così semplice! Pensa, basta un minimo di buona volontà e tanto impegno e in poco tempo puoi ottenere i giusti consigli su come ristrutturare la casa in mondo semplice e questo grazie ai consigli di alcuni esperti del campo immobiliare. Gli anni passano, e mantenere la tua casa in condizioni ottimali è molto difficile e quando arriva il momento bisogna effettuare una ristrutturazione a tutti i costi. Anche se non se un esperto e vuoi applicare la ristrutturazione ad ogni stanza della casa, ma vuoi farlo senza spendere enormi quantità di denaro, allora puoi farlo scoprendo la soluzione più adatta a te che ti aiuterà a scegliere la ristrutturazione più economica. Molte persone non ci pensano due volte e quando sentono che arriva aria di ristrutturazione, automaticamente vendono casa. Certamente è una scelta poco raccomandata in quanto potresti guadagnarci molto di più ristrutturandola e poi vendendola. Infatti, chi se ne intende cerca sempre appartamenti scontati o da ristruttura e di conseguenza ne fanno il proprio business sapendo che con una ristrutturazione possono guadagnarci molto di più del valore attuale!

Scoprendo la soluzione che ti fa risparmiare tanti soldi, puoi comprare materiali economici e creare tu il tuo business! Come? Ovviamente ristrutturando il tua amata casa. Conoscere il prezzo dei materiali è fondamentale perché ti consente di fare la scelta giusta per ogni acquisto senza andare allo sbaraglio e commettere l'errore più grande della tua vita. Fai quindi acquisti in sicurezza e se ritieni più opportuno affidarti a un partner di fiducia per effettuare la ristrutturazione della tua casa, allora scegli meticolosamente l'azienda che ti offre la migliore offerta che abbia come rapporto qualità-prezzo.

Come notare se c'è da effettuare una ristrutturazione della tua casa? Il fatto che la tua casa sia da ristrutturare non vuol dire che lo sia totalmente. Se possiedi una villa, un rudere o un rustico e noti che alla base delle mura ci sono delle crepe che filtrano verso terra, vuol dire che il terreno sottostante di parte della casa sta pian piano cedendo e in quel caso è meglio far intervenire un geologo per far studiare lo stato del terreno e fare in modo che ripari il danno. Il costo dell'intervento è minimo perché ci sono sofisticate tecnologie basate su una resina che agisce in profondata grazie a una perforazione che si effettua prima nel terreno con una macchina e poi facendo incanalare la resina nel foro riesce facilmente a riparare al danno. Se invece il tuo problema è più in superficie come ad esempio impianti di riscaldamento, infissi, pavimentazioni e rubinetteria, allora qui saliamo sui prezzi. Ovviamente, come già detto prima, si può cercare di risparmiare sui materiali affidandoci a persone che già hanno lavorato per una ristrutturazione di una casa, così che la tua spesa sarà minima. Per saperne di più visita http://www.ristrutturazionecase.org

 

mercoledì 7 dicembre 2011

Marche e Umbria: nasce il Centro Heta per la cura dei DCA

Quando il disagio psichico diventa DCA, è necessario potersi rivolgere a
un centro specializzato in grado di affrontare anche le problematiche più
complesse.
Per questo, nelle Marche e in Umbria, è nato il Centro Heta.


Al via Heta, il nuovo Centro interregionale specializzato nella cura del
disagio psichico e dei disturbi alimentari con sede principale ad Ancona
e seconda sede a Campello sul Clitunno, anche centro di riferimento per le
Marche e l'Umbria della Federazione Italiana Disturbi Alimentari (FIDA),
di cui è membro fondatore. Un'equipe composta da psicoanalisti, psicologi,
nutrizionista, neurologo, neuropsichiatra e pediatra opererà per aiutare
le persone con problematiche relative ai disturbi alimentari a recuperare
un rapporto sereno e positivo con il cibo e con se stessi.
Il Centro prende il nome dalla lettera dell'alfabeto greco, la heta
appunto, scomparsa dalla fonetica greca così come alcuni valori e
contenuti stanno venendo meno nella società contemporanea, causando disagi
emotivi, disturbi comportamentali o vere e proprie patologie.
Abbiamo chiesto a Giuliana Capannelli, Presidente dell'Associazione Heta
- di cui il Centro è struttura operativa - e Responsabile Regionale FIDA,
di spiegare la missione e le attività della nuova struttura.

Dottoressa Capannelli, come è nato e quali sono le finalità del Centro Heta?
Il Centro nasce dall'esperienza di psicologi psicoanalisti e medici che,
lavorando da anni nel campo dei disturbi del comportamento alimentare,
hanno voluto creare un'equipe multidisciplinare che rispondesse in maniera
concreta ed efficace alle reali esigenze dei soggetti con disagio psichico
e disturbi alimentari. Il Centro si prefigge di colmare la notevole
distanza che attualmente separa quelli che sono gli orientamenti ideali di
intervento nei confronti dei DCA, ampiamente esposti nelle linee guida
nazionali, dalle reali possibilità di presa in carico di questi pazienti a
livello regionale.
L'equipe si propone di operare nel rispetto della soggettività di ciascun
paziente, sviluppando metodologie di intervento innovative finalizzate
non solo al superamento del problema nutrizionale o fisico, ma soprattutto
della problematica che sta alla base del disagio. Solo così è possibile
favorire una reale modificazione della posizione del paziente rispetto al
sintomo che eviti o riduca il rischio di ricadute.

A chi si rivolge il Centro?
A tutte le persone affette da disturbi del comportamento alimentare, nelle
diverse manifestazioni in cui il sintomo può presentarsi: anoressia,
bulimia, obesità, disturbi da alimentazione incontrollata, fame nervosa,
vigoressia (o complesso di Adone, ossessiva attenzione alla propria forma
fisica e allo sviluppo muscolare), ortoressia (ossessione maniacale per i
cibi sani), anoressia atletica, ecc. Il Centro, inoltre, accoglie le
richieste di intervento che giungono da genitori e familiari, spesso il
primo tramite per accedere a un percorso terapeutico quando i soggetti
affetti da DCA sono bambini o persone che negano la patologia.
Come vengono strutturate le attività di intervento dell'equipe
multidisciplinare?
Il presupposto fondamentale che sta alla base della nostra modalità di
intervento è che non esistono dei protocolli standard per articolare la
terapia, ma che ogni persona va ascoltata e compresa nella sua
specificità. Per questo le attività del centro sono molteplici e calibrate
sulle esigenze del singolo paziente. I percorsi terapeutici possono essere
individuali o di gruppo e prevedono interventi di tipo psicologico oltre
che nutrizionale e, quando necessario, la consulenza di altri specialisti.
Prevediamo anche uno spazio di ascolto e assistenza per i genitori del
paziente.
Vengono programmati, inoltre, dei laboratori terapeutici strutturati con
l'obiettivo di approdare – utilizzando risorse differenti - a soluzioni
efficaci nei casi in cui è necessario agire indirettamente sul sintomo, o
la richiesta di aiuto è debole. Il primo laboratorio verrà attivato a
gennaio e riguarderà l'obesità infantile; ne seguiranno altri relativi
all'intervento nella prima infanzia, all'obesità adulta, ai ragazzi con
problemi di anoressia e bulimia.

Come nasce la scelta di specializzare le attività del centro con
interventi rivolti all'infanzia?
La proficua collaborazione intrapresa da tre anni con il Reparto di
Neuropsichiatria Infantile dell'Ospedale Salesi di Ancona e con la
Fondazione Salesi che ha reso possibile la realizzazione del progetto
Libellula (un programma di intervento pomeridiano per bambini e ragazzi
con anoressia e bulimia che afferivano al reparto in regime ambulatoriale
o di ricovero) ha favorito il consolidamento dell'esperienza nel campo
delle patologie alimentari riferite all'infanzia. Inoltre, è importante
ricordare che i sintomi relativi ai disordini alimentari si manifestano,
purtroppo, sempre più precocemente e che risulta necessario intervenire
prima possibile per impedire una cronicizzazione della problematica.

Il centro si occupa anche di altre tipologie di disagio psichico?
Sì, ci occupiamo anche della cura dei cosiddetti "disturbi della
contemporaneità": depressione, attacchi di panico, dipendenze, crisi
adolescenziali, problemi di coppia.
Inoltre, l'équipe del Centro struttura interventi specifici nell'ambito
della diagnosi e della riabilitazione neuropsicologica.

Si chiamano disturbi del comportamento alimentare, ma non sono malattie
dell'appetito.
Sono, piuttosto, soluzioni patologiche a difficoltà affettive e
relazionali. Per questo, nella maggioranza dei casi vanno affrontati – e
curati – con interventi che integrino aspetti clinici, nutrizionali,
psichiatrici-psicologici, neurologici, endocrini. Un vero e proprio
approccio multidisciplinare, quello adottato da Heta, che produca effetti
terapeutici efficaci e non parziali.


Ufficio
Stampa

www.centroheta.it

Centro Heta,
P.zza A. Diaz, 2
60123 Ancona
Tel/.fax 071 31868

Idee arredamento per la casa

Siamo sempre alla ricerca di idee arredamento per rendere la nostra casa bella ed accogliente.
Il carattere dell'ambiente in cui viviamo è fortemente determinato dalla scelta dei vari complementi d'arredo che lo arricchiscono e lo decorano. Sono i piccoli oggetti, quelli che vengono chiamati "complementi d'arredo" che fanno la differenza. Tanti piccoli oggetti, dalle funzioni e dall'estetica più disparate che insieme fanno del vostro appartamento un ambiente vivo, animato e di carattere, che parla di voi.
Complementi e accessori che a volte ben si accostano al mobilio della vostra casa, confondendosi per nuances e linee nell'ambiente circostante, mentre altre volte si pongono in netto contrasto, anche volutamente, per emergere tra gli altri elementi d'arredo e non sfuggire in secondo piano.
Tanti articoli da disporre nei vari ambienti della casa per contenere, servire, esporre o semplicemente decorare, secondo il proprio gusto.
Puri oggetti di design, studiati nei minimi dettagli, dalle dimensioni e dal costo contenuti, alla portata di tutti. Singoli articoli che si possono facilmente inserire nella stanza per arricchire, decorare, sdrammatizzare e dare un pizzico di sale all'ambiente domestico.
Tra tavolini da fumo, contenitori, mensole, specchi, appendiabiti, carrelli ci sono quelli che fanno per voi, in una moltitudine di articoli desiderabili per completare i vostri spazi.

Tuffati in un sogno!

È online www.culliganpiscine.com: il nuovo sito Culligan Piscine.

Culligan rafforza la propria presenza sul mercato piscine con una nuova business unit dedicata, e come trampolino di lancio ha creato un nuovo sito con una veste grafica chiara e leggera, creata per invogliare il visitatore a navigare nelle acque delle splendide piscine Culligan.

 

Il video e la galleria fotografica racchiudono solo alcune delle numerose piscine installate dall’azienda: immagini di forte impatto visivo che entrano inevitabilmente in empatia con il navigatore, suscitando in lui grandi emozioni e portandolo a sognare a occhi aperti. Da qui deriva lo slogan “Tuffati in un sogno”, pensato per dare spazio all’immaginazione… e perché i sogni, a volte, possono diventare realtà.

 

Navigando nel sito è possibile trovare anche informazioni utili che spiegano in dettaglio le varie tipologie di piscine, i relativi accessori e le tecnologie disponibili.

Una vetrina che si affaccia sul mondo presentando il giusto mix tra informazioni, notizie e curiosità, grazie a un sistema di navigazione dinamico, semplice e intuitivo.

Sul sito sono presenti news dell’azienda, che raccontano esperienze e progetti importanti realizzati nel settore piscine.

Nella pagina dei contatti si può ricercare la filiale Culligan più vicina, ed è disponibile un modulo per richiedere informazioni e preventivi personalizzati e un numero verde per chi volesse chiamare direttamente la sede dell’azienda, che si trova a Cadriano (BO), ed è attiva sul mercato da 51 anni, con 12 sedi di proprietà e 50 strutture indipendenti con contratto di rivendita e assistenza dislocate sul territorio nazionale.

Per informazioni

Culligan Piscine

Cadriano di Granarolo dell’Emilia (BO)

Tel. 051.6017111

www.culliganpiscine.com

Numero Verde 800-540166

 

 

 

 

Agrisphera – Agriculture Reloaded. Innovativo Marketplace per il settore Agroalimentare

15-16 DICEMBRE 2011

LUISS GUIDO CARLI, AULA MAGNA FACOLTA' DI GIURISPRUDENZA - via Parenzo 11, Roma

PROGRAMMA

Giovedì 15 dicembre 2011

Moderatore: Claudio Antonelli - Giornalista, Responsabile della pagine economiche del quotidiano Libero

Ore 09,30 – 10,00

Accredito partecipanti

Ore 10,00 - 11,00

APERTURA LAVORI

Andrea Varnier - Direttore generale di Lingotto Fiere - GL events Italia

AGRISPHERA: IL FUTURO È NELLE NOSTRE MANI

Giustiniano La Vecchia - Corporate Relations Manager Agrisphera

L'AGRICOLTURA PER IL SOSTEGNO ALL'ECONOMIA

Sebastiano Fogliato - Commissione Agricoltura Camera dei Deputati

INNOVAZIONE E INTERNAZIONALIZZAZIONE

Ore 11,00 - 12,00

LE BIOTECNOLOGIE PER LO SVILUPPO DEL SETTORE AGRO-ALIMENTARE: APPLICAZIONI PER LA

DIFESA DELLE COLTURE E PER LA SICUREZZA ALIMENTARE

Maria Lodovica Gullino - Presidente della Società Internazionale di Patologia Vegetale, Direttrice di

Agroinnova, Università di Torino

Ore 12,00 - 12,40

NUOVE TECNOLOGIE DELL'AGROALIMENTARE

Tamar Ziv - Ministro Consigliere degli Affari Economici e Scientifici Ambasciata d'Israele in Italia

Ore 13,00 - 14,00

PRANZO E NETWORKING – Sala Verde

Ore 14,00 - 15,00

LA STRUTTURA LEGALE DELL'INVESTIMENTO ALL'ESTERO:

QUADRO DI RIFERIMENTO E CONSIGLI PRATICI

Mario Ferrari - Diritto commerciale e societario

Ore 15,00 - 15,15

DONNE E GIOVANI IN MOVIMENTO NEL MERCATO AGROALIMENTARE

Giustiniano La Vecchia - Corporate Relations Manager Agrisphera

15,15 - 16,00

DONNE CREANO IMPRESA: IL SETTORE AGROALIMENTARE IN BRASILE SOSTENUTO DALLE DONNE

Cláudia Angélica Vasques Silva - Prima Segretaria Rappresentanza del Brasile presso la FAO

Ore 16,00 - 16,30

THINK DIFFERENT: UN MUST PER "COMPETERE NEL FUTURO" IN MERCATI SEMPRE PIU'

GLOBALI E COMPETITIVI

Luigi Spiga - Business Strategy Innovator

Ore 16,30 - 17,30

BREVE STORIA DELLA FAME

S.E. Mario Arvelo - Ambasciatore della Repubblica Dominicana presso la FAO

Venerdì 16 dicembre 2011

Moderatore: Claudio Antonelli - Giornalista, Responsabile della pagine economiche del quotidiano Libero

Ore 09,30 – 10,00

Accredito partecipanti

POLITICHE DI SOSTEGNO PER IL SETTORE AGROALIMENTARE

Ore 10,00 - 11,00

AGRICOLTURA, SVILUPPO ECONOMICO E LA NUOVA PAC

Giuseppe Politi - Presidente della Confederazione Italiana Agricoltori (CIA)

LA RIFORMA DELLA POLITICA AGRICOLA COMUNITARIA (PAC)

Rappresentante di Coldiretti e Confagricoltura

SCENARI FUTURI NELL'ECONOMIA AGROALIMENTARE

Ore 11,00 - 12,00

VERSO UNA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DEL SETTORE AGROALIMENTARE NEI PAESI EMERGENTI

S.E. Miguel Ruiz Cabañas Izquierdo - Ambasciatore del Messico in Italia. Rappresentante permanente della

FAO, FIDA, PMA e UNIDROIT

Gustavo Oscar Infante - Ministro Rappresentante permanente della Repubblica Argentina presso la FAO,

FIDA e PMA

Ore 12,00 - 13,00

SCENARI FUTURI NELL'ECONOMIA AGROALIMENTARE

Jacques Attalì - Economista, scrittore e Presidente di Planet Finance

0re 13,00 - 13,30

CLOSING REMARKS

Giustiniano La Vecchia - Corporate Relations Manager Agrisphera

 

Un viaggio d’affari comodo e conveniente, con il noleggio auto a Milano Linate

È uno degli aeroporti con i voli più puntuali d'Europa secondo l'Association of European Airlines, e anche uno dei più attenti all'ambiente, se è vero che insieme a Malpensa è stato tra le prime strutture a raggiungere il massimo livello di efficienza nella riduzione delle emissioni di CO2 in base al programma Airport Carbon Accreditation. Parliamo dello scalo di Linate, uno degli aeroporti più frequentati per il gran numero di viaggiatori in partenza e in arrivo a Milano. Se si viaggia frequentemente per affari a Milano, la scelta più comoda e vantaggiosa per muoversi dall'aeroporto "più virtuoso" verso la città è quella proposta da Maggiore, la principale compagnia italiana di noleggio veicoli di tutte le marche, sia a lungo che a breve termine. L'agenzia per il noleggio auto a Milano Linate si trova al piano arrivi dell'aeroporto, ed è aperta tutti i giorni dalle sette del mattino fino a mezzanotte. I viaggiatori troveranno qui il mezzo più adatto ad ogni esigenza di trasporto: dalla berlina, al Suv, al minivan fino alle vetture di alta rappresentanza, anche con opzione conducente.

Ovviamente non mancano le offerte, anche molto vantaggiose, rivolte ai viaggiatori. Ad esempio i possessori di carta d'imbarco Alitalia potranno godere di sconti esclusivi sulle tariffe di noleggio giornaliere, settimanali e per il weekend. Basterà presentare, in agenzia, la carta d'imbarco di un volo Alitalia atterrato entro le 24 ore precedenti il noleggio, per accedere alle tariffe scontate. Inoltre, sempre grazie ad un accordo tra Maggiore e Alitalia, per i soci MilleMiglia c'è l'opportunità di aumentare le Miglia in accredito. Per ogni noleggio auto per uso privato i viaggiatori riceveranno 500 Miglia standard e lo sconto dell'8 per cento sulle migliori tariffe disponibili al momento della prenotazione, che può essere effettuata anche online.

E inoltre, per chi usufruisce del servizio noleggio auto da Milano Linate, c'è ovviamente la possibilità di riconsegnare l'auto in un'altra delle agenzie Maggiore presenti a Milano.

Comunicato stampa: Le Gru

Le Gru


Le piu grande gru  Le piu grande gru mobili   I gru sono solitamente impressionanti. Ma questi hanno l'aspetto di un giocattolo oltre al piu grande gru mobile nel mondo: il  Liebherr LTM 11200-9.1 che e sia il piu forte e capace di  sollevare fino a 1.200 toni (circa 12 balene blu adolti allo  stesso tempo), il gru ha il suo motore con 6 cilindri a 240kw  (oltre il principale motore a 9 assi, con una cappacita di 500kW). Non dimenticate di prendere un impulso prima di uscire con  Liebherr LTM 11200-9.1 nella strada.  Questo ha la lunghezza di 26.4 metri e con il stilus puo avere  l'altezza massima di 186 metri. Questa macchina puo impressionare qualunque persona. Una volta assamblato, con tutti i compinenti, la macchina puo pessare non meno di 600 tonnellate.  L'azienda tedesca Liebherr e stata responsabile per la costruzi- one di questo modello 11200-9.1 LTM solamente con sei unita.  Dubai, una delle UAE, Germania, Olanda e Spagna sono state le  prime destinazioni per queste macchine gigante.  Il piu grande gru a torre   Questo torre gigante e il piu posente del cantiere navale di  Ciotat. E stato costruito da Kruppin in 1968-69 in Ardelt  (Germania) con due uscite di 500 e 650 tonnelle. Questo ha una colonna cilindrica a 4.5 metri il diametro e che finisce con  un cono allungato usato come un fulcro per la freccia. La sua  altezza e di 56 metri e pesa 988 tonnellate.  Quando il gru a torre e stato costruito, e piegato ai testi.  Un uomo si trovava nella parte superiore del gru e un altro  nella cabina di pilotaggio. Quando la gru ha piegato, la  carozza e andata avanti e l'uomo che era sopra e finito giu e la carozza ha passato sopra di lui e quel che era nella cabina non poteva fare oltre che tornare giallo. Qualche giorno dopo, i lavoratori hanno teleonato il gru perche il primo ministro  gli stava visitando. Questo ha domandato perche il gru era piegato. I lavoratori hanno detto che era in costruzione.  Loro hanno tagliato il tubo piegato. Per rimuovere la fraccia  hanno dovuto chiamare il piu grande gru di ruote pneumatiche  nel mondo. La riparazione e stata fatta utilizzando una striscia di acciaio imbullonata al montaggio di cilindri.  La piu grande gru su congoli   Nel 2010 Terex dimostra una certa energia. Il produttore americano ha annunciato recentamente che "la piu grande gru su cingoli",  Twin Terex one e stato a lavorare su un loto gigantesco CC 8800-1 in Cina. Nel gennaio 2010, il primo generatore dell'energia  nucleare nel mondo e stato sollevato da un CC Terex 8800-1  Twin nella prima fase di questo progetto trovato in Shandong  Haiyang. Zongyuan Construction e la compagnia che ha utilisato  la gru di Terex. La operazione e stata quella di sollevare il generatore modulo CA 20, che misura 21X14X21 metri e pesa 1046  tonnelle e poi positionarlo su un muro di fondazione con un  altezza di 10 m, dentro il laboratorio del reattore nucleare Auxiliary. Per fare questo, il terex CC 8800-1 ha usato una  configurazione SSL e uno stelo principale di 69 m. 

Grazie mille!


Buona gironata!

Monica

Natale a tutto Bingo!




Quest'anno i regali li porta Sisal Bingo: un fantastico concorso e un nuovo palinsesto


Natale: tempo di festa, di pranzi e cene trascorsi con i propri cari e, soprattutto, di regali da scartare! Quest'anno per gli appassionati del bingo sotto l'albero ci sarà un dono in più: il concorso di Sisal Bingo "Natale a tutto Bingo".

Dall'1 al 28 dicembre 2011 giocando su Sisal Bingo nelle sale Paris Cafè, Bhotel e Music Hall si parteciperà all'iniziativa che mette in palio favolosi premi settimanali e dei Super premi finali. Ogni settimana saranno infatti assegnate 6 gift card Mediaworld e Saturn del valore di 250 euro ad altrettanti vincitori, estratti tra tutti coloro che avranno effettuato una spesa minima di 10 euro. Per ogni 10 euro di spesa verrà riconosciuto un tagliando di partecipazione per cui più si gioca, più probabilità si avranno di vincere.

Spendendo almeno 20 euro nel mese di concorso si parteciperà all'estrazione dei favolosi superpremi finali:
•    il primo classificato potrà sedersi al volante della fiammante Fiat 500 Twin air,
•    il secondo estratto si aggiudicherà un computer Sony Vaio serie SE,
•    mentre il terzo classificato potrà divertirsi con le molteplici funzioni dello nuovissimo smartphone Samsung Galaxy Note.

Tutto questo semplicemente giocando su Sisal Bingo che, per l'occasione, vestirà il palinsesto a tema con un nuovo chat game, avvincenti partite speciali e promozioni dedicate per accogliere i nuovi giocatori!

Un programma dinamico ed emozionante che accoglierà numerose iniziative:

Bingo Low Cost: continuano le offerte speciali nella sala Jolly Jackpot durante le partite "Gli Elfetti" a 0,01 € e "Pupazzo di Neve" a 0,05 €, mentre nella Music Hall arrivano le partite "Jingle Bells" con il costo cartella a soli 0,05 €!

Calendario dell'Avvento: dal 1 Dicembre un divertente chat game natalizio rallegrerà la community e, proprio come il calendario, sorprenderà gli utenti in qualsiasi momento della giornata. Ogni giorno saranno messi in palio 10 euro di bonus e per la risposta esatta di potrà vincere un bonus a "sorpresa" fino a un massimo di 5 euro!

Quest'anno Babbo Natale potrà riposare perché ai regali ci pensa Sisal Bingo: non resta quindi che giocare e tentare la fortuna: le occasioni sono dietro l'angolo anzi… sotto l'albero!

Buona fortuna con Sisal Bingo!




martedì 6 dicembre 2011

La legge quadro sulle aree protette compie 20 anni


Comunicato Stampa                                                                                                                                   Milano, 6 dicembre 2011

 

LA LEGGE QUADRO SULLE AREE PROTETTE COMPIE 20 ANNI
Ma per quanto ancora il Bel Paese avrà assicurato il suo giardino?

 

In Lombardia le risorse sempre più ridotte destinate ai parchi, la loro progressiva marginalizzazione nella gestione delle risorse territoriali e le crescenti debolezze e contraddizioni del sistema di aree protette oscurano la lungimiranza lombarda dimostrata nei decenni scorsi e contribuiscono a minacciare i livelli di biodiversità e di benessere per le comunità locali in una delle regioni più disordinatamente urbanizzate d'Italia

 

Sono trascorsi 20 anni dalla prima legge nazionale sulle aree protette: per alcuni, il documento che ha di fatto rappresentato uno spartiacque normativo in materia di Parchi dovrebbe essere aggiornato … ma è davvero la 394/91 ad avere bisogno  di un "restyling"o è  piuttosto il nostro modo di pensare alle aree protette oggi?

 

A guardare i numeri, il "sistema dei parchi" in Italia sembrerebbe godere di buona salute: sono 871 le Aree Naturali protette riconosciute, un puzzle al quale concorrono tessere grandi e piccole (24  Parchi Nazionali, 27 Aree Marine protette, 147 Riserve Naturali Statali, 134 Parchi Naturali Regionali, 365 Riserve Naturali Regionali, 171 altre aree protette regionali) che complessivamente presidiano oltre un milione e mezzo di ettari, il 5 % circa del territorio nazionale. Un mosaico di tessere verdi al quale hanno contribuito tutte le Regioni, in primis la Lombardia, che con la legge 86/83 sulle aree protette anticipava di ben 8 anni la Legge Quadro, aprendo le porte al riconoscimento delle oltre duecento aree protette attuali.

 

L'allora lungimirante Regione Lombardia ha fatto senza dubbio da apripista a tutta una serie di esperienze innovative: citiamo i  PLIS  - Parchi Locali di Interesse Sovracomunale – caso eccezionale di aree protette istituite direttamente dalle amministrazioni locali.  Un modello che, dal punto di vista teorico, continua ad essere interessante ma che si scontra con una realtà caratterizzata da insufficienti risorse economiche e strumenti  di valorizzazione e dialogo con i territori.

 

Altro caso è quello dei Parchi Naturali lombardi che, a seguito delle regole minime introdotte dalla Legge Nazionale sono stati trasformati dalla Regione in Parchi Regionali – sottraendoli di fatto alle disposizioni nazionali. Ad oggi non sono state ancora effettuate la gran parte delle riperimetrazioni dei parchi naturali che dovrebbero tutelare il patrimonio lombardo di biodiversità in un territorio tra i più aggrediti e antropizzati d'Italia.

 

E non possiamo non vedere anche una importante contraddizione di fondo del sistema lombardo, che da una parte sembra rifarsi al concetto di Parco inteso come un territorio incontaminato in cui bandire l'elemento antropico (riserva indiana della biodiversità) e dunque da limitare alle sempre più ridotte superfici ancora caratterizzate da forti gradienti di naturalità in pianura ed alle vette disabitate in montagna, ma dall'altra – ospitando le uniche riserve di superfici ancora libere – è sempre più interessato da profonde trasformazioni legate a nuove inutili autostrade, impianti di trasporto di energia o nuove lottizzazioni risultato di una diffusa e disordinata urbanizzazione del territorio circostante.

 

Ancora, i Parchi riconosciuti appaiono – almeno sulla carta - come arterie verdi che attraversano la regione in direzione nord-sud in corrispondenza degli ambiti fluviali più importanti.

All'appello manca però l'arteria principale: il Parco del Po, a tutela del più importante fiume italiano. Non esiste ad oggi alcuna forma di tutela all'altezza di quello che rappresenta l'ultimo ed il principale corridoio ecologico della Pianura Padana in direzione ovest-est, un fiume di importanza internazionale che attraversa le 6 regioni più antropizzate del Paese (poco meno di 16.000.000 di abitanti) nonché le più industrializzate (37% dell'industria italiana, 40% del PIL, 46% dei posti di lavoro, 55% della zootecnia, 35% della produzione agricola, 48% del consumo nazionale di energia elettrica). Un fiume che a distanza di 20 anni non è ancora stato riconosciuto come "Il Corridoio ecologico regionale", in un contesto in cui il paesaggio viene divorato dalle città a dei ritmi che rischiano  di precludere definitivamente la possibilità di dotare il nostro territorio di un adeguato sistema di infrastrutture naturali di collegamento, senza le quali le popolazioni di specie isolate andranno inesorabilmente incontro all'estinzione.

 

Secondo l'Associazione Pro Natura è giunta l'ora di assumersi una responsabilità importante in materia di tutela del territorio, della biodiversità e della qualità della vita delle comunità innanzi tutto sgombrando il campo da equivoci circa il senso attuale dei parchi: isole di natura e di vincoli da difendere dall'uomo e circondate da disordine ed assenza di regole o laboratori di sostenibilità utili a mettere a punto strategie complesse di gestione territoriale che tengano conto di molteplici obiettivi sotto il profilo naturalistico, paesaggistico, culturale, economico e di benessere delle comunità locali da esportare a tutto il territorio?

 

Questa seconda ipotesi deve costituire la chiara impostazione per le aree protette nei prossimi venti anni, altrimenti i parchi di oggi costituiranno nella realtà solo la sempre più precaria riserva di aree per le speculazioni di domani.

 

Ma per consegnare ai Parchi l'importante ruolo di laboratori dei modelli futuri di territorializzazione occorrono coerenti risorse economiche, strumenti di pianificazione e di confronto con il territorio, e soprattutto un riconoscimento chiaro e non sottoposto alle strumentalizzazioni della politica.

 

Questo ci aspettiamo per il "compleanno" della legge quadro delle aree protette, una nuova assunzione di responsabilità nei confronti delle generazioni future, consapevoli del fatto che dalla funzionalità ecosistemica dipende anche la nostra economia e il nostro benessere.



--
Lidia Crivellaro
 
Coordinatrice Area Mobilità Ciclabile, Cambiamenti Climatici ed Energia ,Valle del Ticino
Coordinator for Cycling mobility, Climate change and Energy, Ticino Valley

Cellulare Mobile +39 333.98.333.82
E-mail l.crivellaro@associazionepronatura.it 
Skype lidia.crivellaro
Uomo e Territorio
PRO NATURA 

Sede legale Registered office
Via Elba 14
20144 Milano - I
E-mail segreteria@associazionepronatura.it 
Sito web www.associazionepronatura.it
___________________________________





--
--
Lidia Crivellaro
 
Coordinatrice Area Mobilità Ciclabile, Cambiamenti Climatici ed Energia ,Valle del Ticino
Coordinator for Cycling mobility, Climate change and Energy, Ticino Valley

Cellulare Mobile +39 333.98.333.82
E-mail l.crivellaro@associazionepronatura.it 
Skype lidia.crivellaro
Uomo e Territorio
PRO NATURA 

Sede legale Registered office
Via Elba 14
20144 Milano - I
E-mail segreteria@associazionepronatura.it 
Sito web www.associazionepronatura.it
___________________________________


Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota