sabato 29 ottobre 2011

UNIONE SINDACLE DI BASE: SCIOPERO GENERALE 2 DICEMBRE 2011

SCIOPERO GENERALE 2 DICEMBRE 2011   INFO:  www.usb.it   

 
28/10/2011

USB, SLAI COBAS, CIB-UNICOBAS e SNATER hanno indetto lo Sciopero generale di tutte le categorie pubbliche e private per intera giornata del 2 dicembre 2011

> Contro le manovre del governo e le politiche dell'unione europea, che vogliono tutelare le banche e la finanza e far pagare la crisi ai lavoratori ed alle fasce di popolazione più disagiate;

 

> Contro il patto sociale e l'attacco ai diritti dei lavoratori;

 

> Contro le ultime decisioni del governo contenute nel documento inviato alla Comunità Europea e da essa approvato, che prevedono la conferma delle precedenti manovre del governo italiano di luglio ed agosto 2011 ed ulteriori misure su licenziamenti, privatizzazioni e peggioramento delle condizioni di lavoro del personale del pubblico impiego e della scuola (anche con l'accorpamento selvaggio degli istituti), compresa la riduzione del personale, la cassa-integrazione, la mobilità obbligatoria e la possibilità di licenziare;

 

> Contro l'accordo del 28 giugno 2011 tra Cgil, Cisl, Uil e Confindustria, ratificato il 21 settembre scorso, che ha aperto la strada all'art. 8 della manovra del governo e alla cancellazione dei contratti nazionali.

venerdì 28 ottobre 2011

Orologi Personalizzati presenta le offerte dedicate alle aziende per il Natale 2011

Un orologio non passa mai inosservato. Con questo concetto Orologi Personalizzati, azienda specializzata nella creazione e nella personalizzazione di orologi aziendali, lancia sul mercato una serie di offerte dedicate ad aziende e professionisti.

Un orologio personalizzato diventa una grande idea regalo. Rappresenta un regalo speciale per dipendenti e collaboratori. Un'espressione di riconoscimento per clienti e fornitori. Un segno di attenzione per tutti coloro a cui si vuole dimostrare stima e affetto.

Nella gamma Orologi Personalizzati, visibile sul sito www.orologipersonalizzati.com,  si trovano orologi da polso classici e modelli nuovi e irresistibili, adatti a tutte le realtà aziendali, realizzati con grande cura e forte impatto visivo. L'offerta è molto ampia, i prezzi vantaggiosi e le possibilità di personalizzazioni pressoché infinite: dal logo aziendale alla scelta di sfondi e immagini, dall'inserimento di frasi alla composizione grafica più esagerata, dalla dedica allo slogan pubblicitario. Anche per pochi pezzi.

In occasione del prossimo Natale, Orologi Personalizzati propone ad aziende e professionisti una collezione di orologi esclusivi con offerte d'acquisto a condizioni vantaggiose. Offre inoltre la possibilità di richiedere anche un solo campione con la propria personalizzazione, ad un prezzo speciale.

Orologi Personalizzati è contattabile al numero 0549 908558 o via mail  a   progetti@orologipersonalizzati.com.

Gli orologi personalizzati sono realizzabili anche per minimi quantitativi, sono perfetti per ogni tipo di budget, danno la massima libertà di scelta, sono prodotti sempre attuali, e hanno prezzi alla portata di tutti i budget aziendali.  www.orologipersonalizzati.com

 

Lorena Casadei

Marketing e comunicazione

Tel.  +39 348 1234726   

Tel.  +39 339 3439542 

Skype  lorena.casadei.marketings 

*  casadei@marketings.it 

www.marketings.it 

  

FederFauna, nuove opportunita' per chi lavora con gli animali.



FederFauna, nuove opportunita' per chi lavora con gli animali.


E' stato firmato ieri un protocollo d'intesa tra FederFauna, Confederazione Europea delle Associazioni di allevatori, commercianti e detentori di animali, e Simplenet srl, soggetto attuatore delle iniziative di riqualificazione professionale promosse dal Fondo Interprofessionale "Fonditalia".

FederFauna, che tra le proprie finalita' ha quella di promuovere la qualificazione professionale degli Associati, offre cosi' una nuova opportunita' alle imprese che operano con gli animali.

Simplenet mettera' a disposizione di FederFauna e delle aziende aderenti le proprie competenze in tema di gestione delle attivita' formative e di relativa rendicontazione secondo le regole dettate da Fonditalia.

Pertanto, gia' da oggi, le due organizzazioni hanno iniziato a definire congiuntamente le modalita' ottimali per promuovere l'adesione al fondo Fonditalia.

E' gia' possibile richiedere informazioni sulle concrete modalita' operative del progetto, inviando una mail all'indirizzo info@federfauna.org

Arriva Halloween. Attenzione alla liquirizia



Arriva Halloween. Attenzione alla liquirizia

Roma, 28 Ottobre 2011. Che c'entra Halloween con la liquirizia? C'entra, perche' la festa di Halloween e' collegata ad un aumento del consumo dei "dolcetti", ovvero di caramelle alla liquirizia, il che puo' portare problemi alla salute, tanto che la Food and Drug Administration (Fda) americana ha lanciato l'allarme sui rischi da eccessivo consumo di caramelle alla liquirizia. Gli effetti sono aritmia cardiaca, spossatezza ed edemi. Visto che abbiamo importato la "festa" dagli Stati Uniti e quindi le relative modalita', con consumo di caramelle alla liquirizia, sarebbe opportuno seguire anche i consigli americani, altrimenti si rischia di finire al pronto soccorso. Dose massima? 50 grammi.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it – Email: aduc@aduc.it
Ufficio stampa: Tel.055290606


Alice Olimpia Attanasio "Handle with care"

L'evento è curato da Paolo De Grandis e si tiene dal 28 Ottobre al 27 Novembre 2011 presso la Giudecca 795 Art Gallery, Venezia.

 

 

Dal 28 Ottobre al 27 Novembre 2011

Ingresso libero

Orari di apertura: da Martedì a Domenica dalle 10.30 alle 18. Chiuso Lunedì, e il 15-16 Novembre.

Sede: Giudecca 795 Art Gallery

Giudecca 795, Fondamenta S. Biagio, Venezia

Infotel: (+39) 340 8798327. Web: www.giudecca795.com

Come raggiungerci: linee Actv 4.1, 4.2 e 2, fermata Palanca. A 100 m da Hotel Hilton Stucky

 

 

“Handle with care” questo è il titolo della nuova mostra personale di Alice Olimpia Attanasio presso la Giudecca 795 Art Gallery, sull'isola della Giudecca a Venezia, nel cinquecentesco Palazzo Foscari. La galleria fondata nel 2007 da Rosalba Giorcelli e Gianluca Belli è punto di riferimento per collezionisti, artisti affermati ed emergenti.

La mostra, curata da Paolo De Grandis, presenta gli ultimi risultati espressivi di Alice Olimpia Attanasio, giovane talento che si è da poco imposta nel panorama artistico nazionale con numerose mostre personali (Blanchaert Gallery, Galleria San Lorenzo, Maelstrom art gallery) e collettive. Vincitrice di uno dei Premi Speciali Giudecca 795 Art Gallery al Premio Arte Laguna 2011, ha preso inoltre parte ad OPEN, Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni.

Alice Attanasio è sensibile al mondo e a ciò che la circonda, la sua arte è linguaggio di se stessa, della propria individualità; è una esteta dell’immagine, sperimenta l’uso di materiali, note sono le sue installazioni realizzate con caramelle, crea e dà vita all’opera attraverso la fantasia e la perfezione di chi ama la bellezza, la presenza della donna e degli stessi luoghi che le appartengono come essere della natura. In questa occasione l’indagine espressiva si sofferma sul concetto di fertilità quale fonte salvifica in una società corrotta e degradata. Le quattro fotografie di grande formato ritraggono donne incinte sorprese nella silente drammaticità quotidiana: la malata, la prostituta, l’operaia, la terremotata, divengono qui nuove icone per il necessario riscatto sociale. Sono scatti che vivono costantemente all’interno di una fase figurativa surreale e onirica, linguaggio che accompagna il percorso espressivo dell’artista sin dagli esordi. Come il cuore, muscolo vitale, fil rouge in continua evoluzione e qui racchiuso in una teca sintetica, quale simbolo del ventre materno.

Quello di Alice Olimpia Attanasio è un mondo di favole dove l’incontro delle sensazioni interiori con una realtà efficace e sofferta reagisce ai moti dell’anima con il potere delle sensazioni visive, favole non raccontate ma appena sussurrate nelle quali l’artista mette al bando la sterilità degli effetti speciali, perché la favola non ha bisogno di essi. La sua è sincerità espressiva, stillicidio di pensieri, poesia moderna.

Come l’opera epilogo della mostra in cui l’artista estrae scatti montati e ripetuti in loop dove lei stessa è ritratta mentre occupa una fila di sedie. L’immagine replicata e desemiotizzata azzera ogni traccia di senso compiuto, aprendo la narrazione a una dimensione astratta, diluita lungo un movimento a spirale. L’attesa, come il file in fase di progressione senza fine. Crisi di identità degli esseri umani che vivono una vita priva di scopo e di significato e dunque: “Aspettiamo Godot”.

 

 

 

Ufficio stampa:

Arte Communications

T. +39 0415264546 F. +39 0412769056

info@artecommunications.com

pressoffice@artecommunications.com

www.artecommunications.com

CULTURAL EVENTS SINCE 1984

 

 

NOVEMBRE IN POESIA CON I TRE FINALISTI DEL 51° PREMIO NAZIONALE DI POESIA FRASCATI "ANTONIO SECCARECCIA"

Frascati - Proseguono nel mese di novembre e con ampio interesse di pubblico le manifestazioni per il 51° Premio Nazionale di Poesia Frascati "Antonio Seccareccia", in intesa tra l'Associazione Frascati Poesia, l'Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Frascati, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per i Beni Librari e gli Istituti, Fondazione Roma Terzo Settore, Regione Lazio, Provincia di Roma, Comune di Galluccio, Comunità Montana 'Monte S. Croce', Consorzio Tutela Denominazione Frascati, Cantine Telaro. Al via gli incontri con i tre finalisti del 2011. Martedì 8 novembre, alle ore 16.00, Daniela Attanasio con "Il ritorno all'isola" (Nino Aragno Editore), a cura dello scrittore e saggista Domenico Adriano. Daniela Attanasio, poetessa e curatrice culturale, è nata a Roma ed ha pubblicato quattro libri di poesia: "La cura delle cose" (Empiria), "Sotto il sole" (Empiria), "Del mio e dell'altrui amore" (Empiria), "Il ritorno all'isola" (Aragno). Sue poesie sono presenti nell' "Almanacco dello Specchio", Mondadori. Dal 2007 cura la rassegna di poesia e teatro "Teramopoesia". Collabora, come critica, con numerosi quotidiani e riviste letterarie. Le sono stati assegnati i seguenti riconoscimenti: Premio Dario Bellezza, Premio Unione Scrittori Italiani, Premio Camaiore. Lunedì 14 novembre, ore 17.30 "Gabriele e le lucciole", favole di Matilde Ventura (Arduino Sacco Editore), a cura di Arnaldo Colasanti, presso il Fondo Librario Giulio Ferroni in Via di Villa Borghese. Mercoledì 16 novembre, alle ore 16.00, Anna Cascella Luciani con "Tutte le poesie 1973-2009" (Gaffi Editore in Roma), a cura del critico letterario Arnaldo Colasanti. Anna Cascella Luciani è nata a Roma nel 1941, ha studiato a Pescara e poi è tornata a vivere nella capitale. Dagli anni '70, sue poesie sono apparse in numerose riviste ed antologie tra le quali "Nuovi Argomenti", "Salvo Imprevisti", "Poesia ed altre". Le sue poesie sono state tradotte anche in Spagna, Germania, Scozia e Quebec. Per la Rete Tre di Radio RAI ha scritto il dramma "Bolero" e ha recensito narrativa e poesia per la letteratura inglese e americana. Sue raccolte di liriche: "Tesoro da nulla 1983-1989" (All'Insegna del Pesce d'Oro), "I colori di Gatsby. Lettura di Fitzgerald" (Lithos), "Tutte le poesie 1973-2009" (Gaffi Editore in Roma). Con "Piccoli campi" ha vinto il Premio Sandro Penna e il Premio speciale Procida-Elsa Morante. Giovedì 24 novembre, alle ore 16.00, Milo De Angelis con "Quell'andarsene nel buio dei cortili" (Mondadori), a cura del docente dell'Università degli Studi di Roma 'Tor Vergata' Andrea Gareffi . Milo De Angelis è tra le voci più significative della poesia italiana contemporanea. Vive a Milano dove insegna in un carcere. La sua prima raccolta di poesie risale al 1976 ("Somiglianze"). Scrittore di racconti e saggi, è stato anche traduttore dal francese di Racine, Baudelaire, Maeterlinck, Blanchot, Drieu La Rochelle, e dal greco e dal latino di Eschilo, Virgilio, Lucrezio, Claudiano e dell'Antologia Palatina. Ha diretto la rivista di poesia «Niebo» e la collana omonima delle edizioni "La Vita Felice", per la quale ha presentato altri poeti contemporanei. Ha partecipato e partecipa, inoltre, alle giurie di diversi premi letterari nazionali. Con "Tema dell'addio" ha vinto il Premio Viareggio2005. La premiazione, infine, è prevista per sabato 3 dicembre, alle ore 18.00 unitamente al Premio Frascati Giovani, al Premio Frascati Saggistica ed al Premio Speciale 2011. Tutti gli appuntamenti si svolgeranno nell'Auditorium Scuderie Aldobrandini, Piazza Marconi, 3. Per informazioni: Associazione Frascati Poesia, tel. 06.9420288; email: frascatipoesia@comune.frascati.rm.it  www.frascatipoesia.it


--
Il messaggio e' stato analizzato alla ricerca di virus o
contenuti pericolosi dall' Antivirus del Comune di Frascati
ed e' risultato non infetto.

giovedì 27 ottobre 2011

Ponte d' autunno, "scontato" farlo



Comunicato stampa

 

Da oggi al 6 novembre: sagre, mostre, concerti e la 1° edizione di "BenvenOlio"

Ponte di Ognissanti: è "scontato" farlo

in 200 strutture del Salento con la Formula 30-20-10

7 resort, 20 masserie, 22 hotel, 101 b&b, 45 ristoranti e 17 botteghe artigiane

in cui si può dormire con 30, mangiare con 20 e acquistare con 10 euro

 

 

Sono oltre 200 le strutture in tutto il Salento che hanno aderito all'operazione "Formula 30-20-10" creata appositamente per destagionalizzare il turismo nella penisola salentina. Sono prescisamente 150 strutture ospitanti, raggruppate in tre categorie (a Lecce, sulle coste e nell'entroterra) in cui si potrà dormire con 30, 25 e 20 euro a notte per persona, 45 ristoranti e trattorie in cui si potrà mangiare pietanze e prodotti tipici con 20 euro (anche a base di pesce) e, infine, 17 negozi e botteghe che offriranno pezzi di artigianato e prodotti enogastronomici locali a 5, 10, 15 euro.

 

Da oggi e fino a domenica 6 novembre 2011, compreso il ponte di ognissanti, a Lecce e nel Salento ci sarà infatti la settimana (lunga) dedicata ai turisti. Viene riproposta l'originalissima "Formula 30-20-10" che tanto successo ha avuto nelle passate edizioni e con cui diventa conveniente e stimolante visitare la città barocca per eccellenza (Lecce) e conoscere un territorio affascinante e con un irresistibile appeal, partecipando, nel frattempo, ad alcuni degli eventi più belli ed interessanti di questo autunno.

 

Sul sito dell'operazione (www.repubblicasalentina.it/302010) si può conoscere e consultare l'intera gamma delle offerte previste dalla Formula 30-20-10.

 

E poi il Salento, si sa, è terra di eventi e certo questi ultimi non mancheranno in questo periodo.

Primo fra tutti, la 1° edizione dell'iniziativa "BenvenOlio – Diamo il benvenuto all'Olio Nuovo" organizzato insieme a Coldiretti Lecce. L'evento avrà luogo lungo tutta la penisola salentina in tre fine settimana successivi, a cavallo tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre, precisamente il 29 e 30 ottobre, il 5 e 6 novembre ed il 12 e 13 novembre 2011. I protagonisti dell'iniziativa sono alcuni tra i migliori frantoi del Salento, produttori di un olio pregiato e di gran qualità. Un programma ricco e diversificato che prevede alcune iniziative organizzate specificatamente dalle singole aziende agricole e altre, invece, comuni a tutti i frantoi partecipanti.

Inoltre, sempre nel periodo dell'offerta, sono in programma alcune feste popolari (San Vito, San Quintino), sagre paesane, concerti, balletti, e mostre d'arte. Non mancano poi proposte di trekking ed escursioni su tutto il territorio e alle grotte marine di Santa Maria di Leuca.

 

Da sottolineare che questa edizione della "Formula 30-20-10" è stata segnalata quale "Best practice" al progetto interregionale "I Turismi", promosso da Fondirigenti, Federmanager e Confindustria, con il coinvolgimento di enti ed istituzioni di sei territori meridionali: Salerno, Matera, Lecce, Cosenza, Siracusa e la Sardegna settentrionale con Alghero e la Gallura.

 

 

Alcuni riferimenti utili:

Formula 30-20-10: www.repubblicasalentina.it/302010

Iniziativa "BenvenOlio": www.BenvenOlio.it 

Progetto "I Turismi": www.iturismi.it 



...accoglienza e ospitalità in ottimo Stato!

Tel. 0832.306014 - Fax: 0832.303935

www.repubblicasalentina.it


Cuba: il blocco Onu contro gli Usa

Cuba: il blocco Onu contro gli Usa

 
di Fabrizio Casari    Mercoledì 26 Ottobre 2011    http://www.altrenotizie.org/esteri/4416-cuba-il-blocco-onu-contro-gli-usa.html

L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha condannato con 186 voti a favore, due contrari e due astenuti, il blocco statunitense contro Cuba. Per la ventesima volta, i governi di tutto il mondo hanno ribadito l'inaccettabilità, sul piano del diritto internazionale, dell'aspetto palese della guerra di Washington contro L'Avana. Per la ventesima volta, da quando, nel Novembre del 1992, venne calendarizzata nei lavori dell'Assemblea Generale dell'Onu, la mozione presentata da Cuba, dal titolo "Necessità di porre fine al blocco economico, commerciale e finanziario degli Stati Uniti d'America contro Cuba" ha rappresentato quindi una sonora sberla per la politica statunitense.

I voti contrari sono stati quelli degli Stati Uniti e Israele, mentre gli astenuti sono le Isole Marshall, Micronesia e Palau; se si accantona il giudizio sull'autonomia e lo spessore politico dei tre isolotti, il voto statunitense e israeliano sembra sinistramente suonare come una conferma indiretta del fatto che il blocco sia in primo luogo una violazione gigantesca dei diritti umani, oltre che una mostruosità giuridica.

Gli Stati Uniti, nel tentativo di difendere l'indifendibile, hanno sostenuto che il blocco è in realtà un embargo e che, come tale, è una scelta di politica interna statunitense, con ciò indicando una supposta inabilità dell'Onu al giudizio. Ma è facile constatare come la pretesa nordamericana sia del tutto fuori luogo. Perché se pure è vero che la scelta d'istituire il blocco è frutto di scelte di politica interna statunitense, le innumerevoli conseguenze dello stesso riguardano invece l'intera comunità internazionale, colpita dall'extraterritorialità delle disposizioni previste dalle leggi Torricelli e Helms-Burton, che sono la cornice giuridico-legislativa all'interno della quale l'aggressione all'isola caraibica si estende anche al resto della comunità internazionale. La legge Torricelli e la Helms-Burton hanno infatti esteso all'intera comunità internazionale il blocco Usa contro Cuba, azzerandone così qualunque dimensione bilaterale per trasformarla in questione internazionale.

Proprio quindi per la sua extraterritorialità, oltre che per l'ossessivo minuzioso dettaglio delle sanzioni (a Cuba e a terzi) oggetto dei numerosi dispositivi ad esse collegate, definire il blocco come embargo è falso; come minimo è perniciosamente riduttivo, incongruo rispetto alle dimensioni, la durata e l'extraterritorialità dei provvedimenti e alle conseguenze che ha provocato e che provoca tanto all'isola come al resto della comunità internazionale. E il fatto che le misure siano prese ai danni di un paese con il quale formalmente non vige uno stato di guerra, rende il tutto solo più vigliacco, vergognoso e ingiustificabile. Per i suoi obiettivi, per la sua portata e per i mezzi impiegati per ottenerli, il blocco degli Stati Uniti contro Cuba si qualifica come un atto di genocidio in base a ciò che sancisce la Convenzione per la prevenzione e la repressione del delitto di genocidio del 9 dicembre 1948, e come un atto di guerra economica, in base alla Conferenza Navale di Londra del 1909.

L'embargo, infatti, è solitamente usato come misura esclusivamente commerciale a carattere temporaneo, mentre nel caso di Cuba il blocco si regge su un insieme di leggi, decreti presidenziali e misure amministrative interne ed estere che comportano una guerra di tipo politico, commerciale, finanziario e giuridico sull'intero teatro internazionale, cui si aggiungono operazioni d'intelligence, militari e di sostegno diretto e dimostrato ad attività terroristiche. E anche sotto il profilo riguardante le operazioni commerciali e finanziarie, si deve ricordare che qualunque paese al mondo che intrattenga relazioni finanziarie e commerciali con Cuba viene coinvolto.

Se, infatti, una qualunque impresa, di qual si voglia paese, dispone di filiali  o consociate nel territorio statunitense o, comunque, realizza iniziative imprenditoriali con imprese statunitensi, ove commerci anche con Cuba rischia di vedersi congelati i fondi e persino l'arresto dei suoi manager (legge Helms-Burton). Dunque, l'unico elemento di verità nelle dichiarazioni statunitensi è che il blocco è un insieme di leggi, norme e disposizioni interne degli Stati Uniti e, in questo senso, il fatto che si estendano al resto del mondo non ne muta la genesi; ma l'originaria disposizione di embargo decisa da Kennedy nel 1962 con il Proclama 3447, che ampliò le restrizioni commerciali varate da Eisenhower nell'ottobre 1960, è profondamente mutata nel corso dei decenni, assumendo un'aperta ed illegale connotazione extraterritoriale che la connota da anni come un fulgido esempio di pirateria internazionale. Questo per sottolineare la coerenza nei difensori del libero scambio..

Sull'aspetto interno agli Usa del blocco contro Cuba ci si potrebbe chiedere perché, dati i cinquanta e passa anni di vigenza del blocco e reiterata la sua inutilità nei confronti dei fini dichiarati, procedere ancora, infischiandosene della mancanza di risultati e persino della riprovazione internazionale oltre che dei danni provocati alle stesse imprese Usa che si vedono private di relazioni commerciali in un'area territorialmente vicina? Perché - e questo è l'unico elemento di verità nella posizione Usa - il blocco contro Cuba rappresenta sì un aspetto importante della politica interna: la vittoria elettorale in Florida, stato decisivo per le elezioni alla Casa Bianca, è legata al livello di alleanza tra i due partiti con la lobby terroristico-mafiosa cubano-americana con sede a Miami. E le centinaia di milioni di dollari veicolati dalla NED, dall'USAID e dalla stessa CIA che corrono sull'onda dei progetti spionistici contro Cuba definiti elegantemente come "fondi per la democrazia a Cuba", fanno gola al piccolo esercito di politici e affaristi della Florida che ne utilizzano buona parte per incrementare i loro collegi elettorali.

Ma non si tratta solo di questo. Ad un livello diverso, peraltro maggiormente preoccupante, risulta ulteriormente determinante nel mantenimento del blocco l'intreccio ricattatorio tra le agenzie militari e spionistiche statunitensi e le organizzazioni terroristiche dei fuoriusciti cubani, manovalanza storica delle covert action degli Stati Uniti in Centro e Sud America. Un'eventuale inversione di rotta degli Usa che riportasse l'interesse nazionale al centro della politica regionale, comporterebbe in automatico una presa di distanza dal conglomerato blocco terroristico-mafioso cubano-americano, il quale non esiterebbe a reagire, scoperchiando il velo di segretezza che copre le nefandezze spionistiche e terroristiche di Washington nel continente e non solo. Dallas ha insegnato qualcosa.

D'altra parte, le organizzazioni dei fuoriusciti cubani rappresentano la manovalanza più affidabile per le operazioni segrete proprio perché l'intreccio di convenienza reciproca - che vede la loro sopravvivenza come risultato della benevolenza della Casa Bianca e di Langley - si sposa perfettamente con la convenienza del governo Usa nell'utilizzo della manovalanza terroristica per le sue politiche di "contenimento del comunismo", come definiva eufemisticamente Kissinger operazioni come il colpo di stato in Cile. Difficilissimo rompere quel vincolo senza prima ripensare una linea politica che non scambi gli interessi statunitensi di dominio dell'area con una politica regionale di dialogo e integrazione. Fantascienza allo stato attuale.

E a rappresentare anche simbolicamente la relazione tra la politica estera della Casa Bianca e i gusanos di Miami, c'è (tra gli altri) Ileana Ros-Lehtinen, detta "la lupa feroce". Nota per non essere proprio una cima, è esponente della destra più oltranzista, amica del golpista hondureno Micheletti e amica intima e sostenitrice del terrorista Luis Posada Carriles, definito negli Usa il "bin Ladin delle Americhe". Proprio in virtù di quest'amicizia, la Lehtinen è stata anche la presidentessa d'onore del "Fondo Legale Luis Posada Carriles", nato con l'obiettivo di riscuotere fondi per il terrorista che organizzò l'attentato contro un aeroplano civile cubano dove morirono 73 persone.

La signora Lehtinen, eletta nel Partito Repubblicano con il voto della lobby cubano-americana, negli ultimi giorni ha chiesto a Obama rispettivamente di: bombardare Cuba come la Libia; proibire l'esibizione negli Usa della compagnia teatrale di bambini "La Colmenita" di Cuba, definendo i piccoli attori come "spie di Castro"; minacciare la Spagna per la presenza della Repsol nelle perforazioni petrolifere a Cuba.

L'equilibrio mentale della signora è da sempre oggetto di curiosità tra gli osservatori politici negli Stati Uniti, ma forse non è un caso che sia diventata Presidente della Commissione Esteri del Congresso Usa, riferendo in ciò implicitamente il valore assoluto dell'istituzione legislativa statunitense. Il blocco contro Cuba, che é nato, vive e prospera nel rapporto torbido che intercorre tra terroristi cubano-americani e Casa Bianca, trova nel ruolo della signora Lehtinen una sintesi simbolica perfetta.

UNIONE SINDACALE DI BASE - LIBERTA' DI LICENZIAMENTO: SCIOPERO GENERALE

Per vostra informazione.   USB Monza Brianza       www.usb.it   

 

Resa totale a banche e finanza europea: è necessario un nuovo sciopero generale!

 
27/10/2011

In allegato la lettera del governo

Mentre l'Europa regala i primi 106 miliardi alle banche, pagando loro le perdite causate dalle speculazioni finanziarie, Berlusconi conferma tutte le pesanti misure già previste dalle due manovre di Luglio e di Agosto, accelera i tempi della loro realizzazione, ne peggiora i contenuti e non introduce assolutamente elementi rispetto ad evasione fiscale, patrimoniale e lotta al lavoro nero, le uniche misure che avrebbero un qualche senso in termini economici e di equità sociale. Libertà di licenziare, privatizzazioni e liberalizzazioni, peggioramento delle pensioni e delle condizioni di lavoro del pubblico impiego: così Berlusconi recepisce e applica del tutto gli ordini della BCE.

Il programma che il governo ha presentato a Nicolas Sarkozy e ad Angela Merkel ha assunto così quasi del tutto i contenuti della famosa lettera d'agosto della BCE, firmata da Draghi e da Trichet: una chiara e incontrovertibile resa incondizionata alle pretese e agli ordini dell'Europa che conta, quella delle banche e della finanza.

Insieme alla conferma, alla calendarizzazione ed al peggioramento sostanziale di temi quali le pensioni, le liberalizzazioni e le vendite del patrimonio pubblico (almeno per 15 miliardi in 3 anni), assistiamo all'ennesimo attacco sul fronte dei licenziamenti e su quello dei lavoratori del pubblico impiego.

Il documento prevede infatti "...una nuova regolazione dei licenziamenti per motivi economici nei contratti di lavoro a tempo indeterminato..." che può voler dire soltanto completa mano libera di licenziare per le aziende, visto che esiste già una legge per mobilità e licenziamenti in caso di crisi (la legge 223) ed il famigerato articolo 8 della manovra di agosto. Si vuole arrivare chiaramente anche alla cancellazione dell'art. 18 dello Statuto dei Lavoratori, in linea con quanto previsto dallo Statuto dei Lavori di Sacconi.

Per il pubblico impiego si prevede la "...piena attuazione della Riforma Brunetta..." (che significa taglio degli stipendi con la decurtazione del salario accessorio per il 75% dei dipendenti) e che "...Per rendere più efficiente, trasparente, flessibile e meno costosa la pubblica amministrazione tanto a livello centrale quanto a livello degli enti territoriali (oltre al vigente blocco del turnover del personale) renderemo effettivi con meccanismi cogenti/sanzionatori: a. la mobilità obbligatoria del personale; b. la messa a disposizione (Cassa Integrazione Guadagni) con conseguente riduzione salariale e del personale (e possibilità di licenziamento); c. il superamento delle dotazioni organiche....", cioè la cancellazione delle "piante organiche" e di ogni relativo elemento oggettivo di valutazione delle funzioni e dei carichi di lavoro e quindi del personale necessario. L'insieme di queste misure portano ad una sola conclusione: futuri licenziamenti anche nel pubblico impiego.

Ci stupiscono non poco le dichiarazioni di Cgil, Cisl e Uil che parlano ora di attacco al lavoro e alle pensioni, quando sono state esse stesse le artefici del peggiore accordo sindacale firmato negli ultimi anni, quello del 28 giugno 2011 che ha aperto la strada all'art. 8 della manovra del governo che prevede il superamento del contratto nazionale e la possibilità di derogare addirittura alle leggi dello stato.

Come assurdi ci sembrano i commenti di gran parte delle forze di opposizione che addirittura bollano come inconcludenti le misure contenute nel documento del Governo, quasi a sottolineare che ne servirebbero di peggiori, soprattutto sul versante pensioni.

D'altra parte anche il Presidente Napolitano negli ultimi giorni non fa che ribadire la necessità di misure "impopolari", quasi come se il salvataggio dell'economia italiana dipendesse da chi lavora e da chi il lavoro non lo ha, piuttosto che dalle banche, dai grandi gruppi finanziari che ricercano famelici la perpetuazione dei loro profitti.

Così non si va avanti: USB intensificherà le mobilitazioni che vedranno il 7 novembre scioperare a livello nazionale il personale del trasporto pubblico locale contro le privatizzazioni e per l'occupazione e l'8 novembre i dipendenti pubblici attuare azioni di protesta in tutto il paese.

Nelle prossime ore valuteremo poi al nostro interno ed insieme ad altre forze sindacali conflittuali, la possibilità e la tempistica di altre forme di mobilitazione, compresa l'indizione di un nuovo sciopero generale.

Mobilitazioni che sono certamente contro il governo Berlusconi e le misure antipopolari che ha realizzato da luglio in poi, ma anche contro l'Europa delle banche e dei finanzieri che sta strangolando interi paesi e riducendo alla fame decine di milioni di cittadini.

SNAIDERO presenta WAY: bellezza discreta, funzionalita’ eccellente. al passo coi tempi.





Snaidero ha presentato, in occasione del MADE, Way: un progetto rigoroso nelle proporzioni, minimale nelle linee compositive e sofisticato nella scelta di finiture e cromatismi.

Way completa la sfida progettuale di Snaidero, iniziata con Orange e proseguita con Code, di sviluppare una proposta industriale moderna ed integrata in grado di posizionarsi in modo distintivo nel mercato, in termini di design, qualità, personalizzazione e competitività.

Way è una cucina dalla linea architettonica netta e rigorosa. I volumi si compenetrano e la componibilità è valorizzata da un’apparente semplicità che sottende ad un accurato studio dei dettagli.

Rigorosa nei dettagli tecnici, ma anche e soprattutto rilassante e naturale nell’atmosfera domestica complessiva, la progettazione di Way si pone come obiettivo la realizzazione di un’eleganza contemporanea e senza tempo, basata su una ricerca continua di materiali e finiture in grado di ricreare atmosfere naturali. Way preferisce così finiture come il legno abbinato a nuances sofisticate ma non prevalenti, proposte in un’ampia gamma di colori e tecnologie produttive che spaziano dalle soluzioni in laccato, laccato metalizzato fino all’innovativa ed esclusiva laccatura micalizzata in grado di donare alle superfici un preziosità estremamente discreta.

Decisamente elegante risulta la proposta di Way con anta in Rovere Smoke che, grazie a un particolare trattamento, acquisisce una colorazione naturale che varia dal nocciola al marrone scuro quasi nero. L’offerta di Way in termini di finiture legno è ampia e ricercata, e contempla tra gli altri anche le eleganti finiture Noce Cannella e Rovere Puro per suggestioni più naturali e nordiche.

L’anima green di Way ben si evidenzia nella scelta di utilizzare legno ecologico proveniente da riserve certificate dal Forest Stewerdship Council (FSC) che stabilisce un giusto equilibrio tra taglio e piantumazione. Ma soprattutto, Way adotta per il fusto della cucina un pannello low emission di particelle di legno a bassissima emissione di formaldeide con emissione drasticamente ridotta a meno della metà dello standard europeo E1.


Per ulteriori informazioni:

Snaidero

www.snaidero.it

Digital PR a cura di Blu Wom Milano

http://bluwom-milano.com/clienti.asp

02 87384640

=?ISO-8859-1?Q?richiesta di pubblicazione comunicato AmaroLimonc=E8?=

Amaro Limoncè approda sul web e sui social media e invita i consumatori all'assaggio gratuito nei ristoranti e pizzerie d'Italia

 

 

27 ottobre 2011 -- Da oggi è online il sito internet di Amaro Limoncè (http://www.amarolimonce.it). La presenza di Amaro Limoncè sul web non si limita al solo sito; sono stati infatti aperti una pagina ufficiale su Facebook (http://facebook.com/amarolimonce) e il canale YouTube (http://youtube.com/amarolimonce ) con l'obiettivo di creare luoghi di contatto diretto con i consumatori e non, proponendo di volta in volta iniziative speciali e creando dialogo e relazione con la marca.

 

La veste grafica del sito e degli ambienti social si rifà al posizionamento del prodotto che richiama il concetto di eclissi, di incontro tra il giorno e la notte, per rimarcare l'unicità della ricetta di Amaro Limoncè data dall'incontro tra più di 30 erbe di montagna e la solarità dei profumati limoni italiani.

 

In occasione di questo lancio, Amaro Limoncè promuove un'iniziativa speciale su tutto il territorio italiano: dal 3 al 6 Novembre 2011, semplicemente recandosi in più di 1.000 ristoranti e pizzerie d'Italia, sarà possibile assaggiare gratuitamente Amaro Limoncè. Per conoscere i locali aderenti all'iniziativa più vicini è sufficiente accedere al sito internet e inserire la propria località nello "store locator" (http://www.amarolimonce.it/Invitoallaprova.aspx )

 

Il progetto di lancio è stato gestito da un team multidisciplinare che comprende l'agenzia di comunicazione The FiftySeven, Evolution PR per la parte social e contenutistica e Drake per la progettazione del sito web.

 

Per ulteriori informazioni

rudra.chakraborty@evolutionpr.it

Venditori di tempo

Il tempo è una risorsa che ormai è carente per tutti, soprattutto nelle grandi città dove i ritmi di lavoro sono frenetici, dove non ci si può fermare neppure un secondo e dove tutti, uomini compresi, devono imparare a essere multitasking anche nelle attività personali quotidiane.

Ma non sempre è possibile perché il tempo è un gran tiranno e oggi anche le attività più banali sono diventate un lusso.

The Substitute, una società italiana, si è specializzata nella "vendita di tempo", il che non significa che ha trovato l'elisir di lunga vita, bensì che ha creato una struttura in grado di svolgere , al posto di chi non ha tempo, qualsiasi incombenza. Offre infatti servizi che vanno dal semplice ritiro in posta di una raccomandata, fino all'organizzazione di un matrimonio, il tutto avvalendosi di fornitori altamente qualificati e di proprio personale specializzato nell'organizzazione.

Le Aziende stanno comprendendo il valore di tale attività, soprattutto se impiegata come supporto al bilanciamento vita personale/vita lavorativa dei propri dipendenti e quindi ne fanno uno strumento per trattenere e motivare i talenti.

http://www.thesubstitute.it
email: staff@thesubstitute.it

Venditori di tempo

Il tempo è una risorsa che ormai è carente per tutti, soprattutto nelle grandi città dove i ritmi di lavoro sono frenetici, dove non ci si può fermare neppure un secondo e dove tutti, uomini compresi, devono imparare a essere multitasking anche nelle attività personali quotidiane.

Ma non sempre è possibile perché il tempo è un gran tiranno e oggi anche le attività più banali sono diventate un lusso.

The Substitute, una società italiana, si è specializzata nella "vendita di tempo", il che non significa che ha trovato l'elisir di lunga vita, bensì che ha creato una struttura in grado di svolgere , al posto di chi non ha tempo, qualsiasi incombenza. Offre infatti servizi che vanno dal semplice ritiro in posta di una raccomandata, fino all'organizzazione di un matrimonio, il tutto avvalendosi di fornitori altamente qualificati e di proprio personale specializzato nell'organizzazione.

Le Aziende stanno comprendendo il valore di tale attività, soprattutto se impiegata come supporto al bilanciamento vita personale/vita lavorativa dei propri dipendenti e quindi ne fanno uno strumento per trattenere e motivare i talenti.

http://www.thesubstitute.it
email: staff@thesubstitute.it

Fisso o incrementale, il Jackpot Bingo ti aspetta nelle Sale gioco online di Winga!

Non vedi l'ora di sederti a tavola il giorno di Natale e sfidare la famiglia con la vecchia cara tombolata? Inizia già da ora ad allenarti con il Bingo online di Winga! Basterà saper scegliere le cartelle fortunate e attendere l'estrazione dei numeri, per poter vincere i ricchi premi della Cinquina e del Bingo, e magari sperare di conquistare il Jackpot Bingo, un jackpot speciale ripartito nelle diverse Sale Bingo di Winga. I jackpot Bingo vengono messi in palio solo in alcune delle estrazioni programmate e possono essere realizzati solo se si è fatto Bingo con un numero di estratti inferiore o uguale rispetto ad una quantità prefissata, solitamente notificata al giocatore prima dell'inizio della partita stessa.

Nei Jackpot a progressivo di estrazione fisso l'ammontare del premio corrisponde ad una quota percentuale del fondo di accumulo del montepremi. I premi speciali incrementali (Jackpot One), sono invece messi in palio nella partita successiva a quella che in cui il montepremi accumulato nell'apposito fondo ha raggiunto un importo prestabilito. Ad esempio, nella Sala Rubino di Winga il jackpot One corrisponde ai seguenti parametri: una percentuale di accantonamento al fondo del 6 per cento, un ammontare di 400 euro, un progressivo di estrazione a partire dal numero 50. Nella stessa Sala Bingo il Jackpot fisso, invece, è definito unicamente dal 3 per cento del fondo accantonato. In ciascuna delle quattro Sale Bingo di Winga, è possibile trovare un ricchissimo palinsesto di partite, con jackpot in palio o senza, e tantissime opportunità di divertimento e vincita.

Termocamini MCZ: il vecchio focolare rinasce con i nuovi inseriti a pellet e a legna

MCZ presenta Powerbox e Boxtherm, i nuovi inseriti a pellet e a legna predisposti per l’inserimento in vecchi focolari esistenti e in nuove installazioni, in grado di garantire un rendimento elevato e ridurre al massimo le dispersioni di calore, grazie a una struttura improntata alla massima efficienza energetica.

Powerbox è l'inserto a pellet in metallo dotato di tecnologia Active System, un sistema posizionato all’interno del termocoamino, capace di adeguare l’aria comburente alla quantità di pellet presente nel braciere e di bruciarlo in modo efficace ed efficiente. Powerbox è disponibile nella versione Compact, che permette di caricare il pellet tramite un cassetto integrato, e anche nella versione Link, con caricamento da uno sportellino estetico posto superiormente e collegato al camino tramite un tubo flessibile. Per chi non ha la possibilità di sfondare la cappa, inoltre, la versione 'Compact' prevede l'uscita aria calda frontale.

La gestione del termocamino avviene tramite l’utilizzo di un telecomando intuitivo che permette di: programmare accensione e spegnimento, impostare la temperatura desiderata, regolare potenza e ventilazione, così come i flussi d’aria per le diverse canalizzazioni. Tutto il corpo macchina inoltre è facilmente estraibile per una comoda e più pratica manutenzione periodica dello scarico fumario.

Boxtherm è l'inserto termocamino a legna frontale, ad aria calda forzata, in acciaio e con focolare interamente in Alutec®, l'esclusivo materiale sviluppato e brevettato da MCZ ad alto contenuto di allumina, che dona alla fiamma una lucentezza insuperabile e, raggiunta la temperatura di 300°C, innesca una reazione chimica che garantisce l'autopulizia del focolare. Boxtherm è disponibile nelle versioni a convezione naturale, a ventilazione forzata e con il sistema Comfort Air, tecnologia brevettata che può scaldare più ambienti anche non comunicanti, fino a una distanza massima di 8 metri con 60°C in uscita.


Per informazioni:

www.mcz.it

0434 599599

patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

Digital PR a cura di Blu Wom Milano

www.bluwom-milano.com

comunicato ANCI. MALTEMPO: REGGI (ANCI), PER OPERARE IN EMERGENZA SERVONO CERTEZZE

MALTEMPO: REGGI (ANCI), PER OPERARE IN EMERGENZA SERVONO CERTEZZE

Bene Anci Regionale e pronti ad attivare gemellaggi con i Comuni colpiti

''Voglio innanzitutto esprimere la mia solidarieta' ai Sindaci, alle popolazioni locali colpite e alle famiglie delle vittime. La situazione presenta ancora adesso diverse criticita' ed abbiamo costantemente il quadro della situazione attraverso l'Anci Regionale alla quale voglio esprimere il mio apprezzamento per il lavoro svolto gia' nelle prime ore a seguito dell'emergenza''. E' quanto dichiara Roberto Reggi, Sindaco di Piacenza e Vicepresidente ANCI.

''Ho avuto modo di sentire stamane Marta Vincenzi, Sindaco di Genova e Presidente dell'Anci Liguria e le ho manifestato la disponibilita' ad attivare immediatamente, anche nelle forme del gemellaggio tra Comuni, il sostegno necessario ad uscire dalla fase critica e per il rientro graduale alla normalita'. Questo e' il momento di agire. Poi – conclude Reggi - ci sara' anche il momento di riflettere sui problemi che si sono verificati e le eventuali questioni legate al coordinamento dei soccorsi''.

Roma, 27 ottobre 2011

Aduc: piove, Italia frana. Colpa dei cambiamenti climatici?



Piove, l'Italia frana. Colpa dei cambiamenti climatici?

Roma, 27 Ottobre 2011. Giovedi 20 Ottobre a Roma e' caduta la stessa quantita' di pioggia di giovedi 27 Luglio. A Luglio non e' successo granche', a Ottobre ci sono stati morti e sono state allagate le stazioni della metropolitana. Ci sara' un motivo se alla stessa quantita' di pioggia si hanno effetti diversi? Per esempio le foglie che ostruiscono tombini e caditoie e, guarda caso, ad ottobre cadono le foglie oltre alla mancanza di manutenzione? In Liguria la pioggia ha causato disastri e morti. Si potevano evitare? Si, certo, bastava fare manutenzione e impedire di costruire laddove le condizioni idrogeologiche non lo consentivano. Qualcuno dice che i disastri sono l'effetto dei cambiamenti climatici dovuti all'inquinamento, i quali, pero', hanno tempi diversi di svolgimento: milioni di anni. Nella pianura padana ci sono stati i periodi freddi, con i mammut, e periodi caldi con gli ippopotami. Certo l'inquinamento non fa bene all'ambiente ma attribuire la responsabilita' di quanto successo ai cambiamenti climatici sa di furbizia. I Sindaci sono i primi responsabili del loro territorio. Che si rimbocchino le maniche!

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it – Email: aduc@aduc.it
Ufficio stampa: Tel.055290606





Salvamamme presenta Progetto Passerotti



Comunicato stampa


Salvamamme presenta il Progetto 'Passerotti' con il Dipartimento per le Politiche della Famiglia,  l'Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini, e Croce Rossa Italiana.
Il 28 ottobre conferenza stampa di presentazione dell iniziativa e inaugurazione nuova sede Salvamamme

Si terrà il 28 ottobre, alle ore 12,00 presso l Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini, nell ex casetta delle suore, la presentazione del progetto  Salvamamme Passerotti , che si propone di sostenere le famiglie in condizioni di disagio socio-economico con bambini nati con particolari fragilità nell importante percorso di crescita nel loro primo anno di vita.
Il progetto  Salvamamme Passerotti  è tra i vincitori del bando della Presidenza del Consiglio - Dipartimento per le Politiche della Famiglia, per lo stanziamento di contributi dedicati a progetti a favore delle famiglie anno 2010.

Porterà il saluto dell Europa l on. Roberta Angelilli, Vice Presidente del Parlamento Europeo, nel quadro dell anno europeo del contrasto alla povertà (2010) e nell anno del volontariato (2011).

Per il Dipartimento per le Politiche della Famiglia saranno presenti il dott. Roberto Marino, Capo Dipartimento e il dott. Angelo Mari, Direttore  Dipartimento.

Per l Azienda Ospedaliera porteranno il loro saluto il dott. Diamante Pacchiarini, Direttore Sanitario, Prof. Claudio Donadio, Capo Dipartimento Materno Infantile e la Dott.ssa Elsa Buffone, primario del Reparto Materno Infantile.

Interverranno anche il dott. Mario Falcone, Presidente Ordine dei Medici di Roma, la dott.ssa Angela Leonetti, Commissario Comitato Femminile Roma di Croce Rossa Italiana e Responsabile regionale CRI per i rapporti con Salvamamme che si occuperà dei corsi di formazione per le famiglie utenti del progetto, l avv. Antonino Galletti, dell Associazione Cantiere Europa, che curerà la parte scientifica, dott.ssa Veronica Marica, Presidente di Makenoise, che si occuperà dell area della comunicazione.
Durante la conferenza sarà presentato anche uno spot del Progetto ed un dossier di approfondimento sul tema della mortalità infantile e la disabilità.
Sarà presente, insieme all équipe Family Trainer, Maria Grazia Passeri, Presidente Salvamamme.

Con l'occasione sarà inaugurata la nuova sede di Salvamamme, ristrutturata dalla Fondazione Nando Peretti.

Per il taglio del nastro saranno presenti l on. Roberta Angelilli, Vice Presidente del Parlamento Europeo, il dott. Diamante Pacchiarini, Direttore Sanitario dell Azienda Ospedaliera, il dott. Stefano Palumbo, Presidente dalla Fondazione  Nando Peretti , e la sig.ra Elena Colecchi Donadio, responsabile Salvamamme presso il San Camillo.

Da anni Salvamamme lavora al fianco del San Camillo per rispondere alle esigenze dei bebè con famiglie che versano in gravi difficoltà ed ora, grazie alla Presidenza del Consiglio -  Dipartimento per le Politiche della Famiglia potrà sostenere in modo ancora più completo i neonati più fragili, estendendo i propri servizi ed aprendo una nuova sede.

Durante la conferenza stampa verrà proiettato anche lo spot del progetto realizzato dall Associazione culturale Makenoise

Spot Passerotti
A cura di Makenoise

Regia di Pietro Freddi
Fotografia di Manolo Cinti
Musiche di Pietro Freddi
Attori:
Francesco D Amico, Valentina Leotta, Luna Romani, Maria Sandrelli, Riccardo Vannuccini.
Si ringrazia per la partecipazione la piccola Ilaria
Location gentilmente concesse dall Ospedale San Camillo-Forlanini


Ufficio Stampa
In Media Res Comunicazione srl
www.inmediarescomunicazione.it

Express Release, la nuova piattaforma per la distribuzione di notizie

Nasce oggi "Express Release" il nuovo sito generalista che permette di diffondere gratuitamente contenuti relativi a prodotti e servizi al fine di aumentare la visibilità online sui motori di ricerca.
L'article marketing è una attività molto importante per le aziende che vogliono promuovere il loro business.
La diffusione di comunicati stampa di qualità, infatti, genera traffico verso un sito web, aumenta la link popularity (più link in entrata), incrementa la brand reputation e la brand awareness.
Collegati a Express Release, iscriviti subito e inizia a pubblicare!



La Liquirizia di Calabria riceve il riconoscimento D.O.P.

La Liquirizia di Calabria riceve il riconoscimento D.O.P.

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Regolamento di Esecuzione

                                                                        

 

Bruxelles. Il 20 ottobre u.s. la Comunità Europea ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Regolamento di Esecuzione (UE) N. 1072/2011 con il quale si ufficializza la registrazione del riconoscimento di Denominazione di Origine Protetta per la Liquirizia di Calabria.

 

Si tratta di un risultato molto combattuto e tanto atteso che, dopo 10 anni, permette alla Liquirizia di Calabria di affermarsi come unica e diversa da tutte le altre e di posizionarsi al n°230 nell’elenco dei prodotti italiani certificati DOP.

 

Dopo aver confrontato questa liquirizia con radici provenienti da altre nazioni o da altre regioni della stessa penisola italiana (Abruzzo, Basilicata, Sicilia), si è determinata la sua tipicità derivante non solo dal bassissimo contenuto di acido glicirizzico e dal basso contenuto di zuccheri (per lo più saccarosio) ma, soprattutto, dal particolare equilibrio delle sostanze che la compongono.

 

Pur trattandosi di una pianta comune e presente in diverse parti del mondo, la liquirizia sembra aver trovato il suo ambiente ideale nel suolo calabrese che, grazie al clima caratterizzato da lunghe estati asciutte ed inverni miti e grazie alle sue caratteristiche orogeografiche, offre a questo arbusto ed alla sua radice un habitat perfetto in cui svilupparsi.

 

“In questo giorno importante, in cui finalmente si conferma l’unicità delle radici calabresi, la mia riconoscenza e la mia gratitudine vanno a coloro i quali hanno sostenuto la nostra causa” - afferma il Dott. Antonio Massarotto, Presidente del C.d.A. del Consorzio di Tutela della D.O.P. Liquirizia di Calabria - “mostrando il loro entusiasmo fin dall’inizio. Quindi non solo ai fondatori del Consorzio di Tutela e Promozione delle Pianti Officinali in Calabria, ente promotore della richiesta di D.O.P., ma anche a chi ci ha sostenuto dal punto di vista scientifico, tecnico e politico.”

 

Per la prima volta il riconoscimento D.O.P. è stato assegnato a due tipologie di prodotto: la radice e l’estratto di radice. Si tratta di un esito molto positivo, che vede l’affiancamento dei raccoglitori, dei produttori e dei trasformatori, in una filiera in cui ognuno può dare il suo contributo.

“Sono certo – continua Massarotto - che presto il numero di consorziati aumenterà notevolmente e che sempre più tangibile sarà l’apporto positivo che questo riconoscimento potrà offrire alla nostra terra, rappresentando anche un motivo di sviluppo economico”.

 

L’ente designato e preposto al controllo ed alla certificazione sarà l’ICEA (Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale).



Contatto: Antonio Massarotto - Presidente del C.d.A. Consorzio Tutela e Valorizzazione della DOP Liquirizia di Calabria
C.so L. Fera, 79 - 87100 Cosenza
tel. 0984.407763
fax 0984.393495

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota