sabato 15 ottobre 2011

FERRAIOLI(IDD): CONDANNA ALLA VIOLENZA A ROMA-VICINO AI MANIFESTANTI PACIFICI ED ALLE FORZE DELL'ORDINE.

La Spezia,lì 15 Ottobre 2011
Spettabile Redazione,
di seguito Vi trasmetto una breve nota stampa.
Nel ringraziarVi per la Vs. gentile attenzione,
colgo l'occasione per slautarVi cordialmente.
Maurizio Ferraioli
Tel.329-8256232
 
NOTA STAMPA
 

FERRAIOLI(IDD): CONDANNO LA VIOLENZA A ROMA-VICINO AI MANIFESTANTI PACIFICI ED ALLE FORZE DELL'ORDINE.

Dura la mia condanna agli atti di violenza perpetrati a Roma da un gruppo che si deve solo definire  "Teppisti". Un manifestazione pacifica che poneva in primo piano il grande disagio della manacanza di prospettive future e l'assenza di un quotidiano che gradualmente svanisce per tutti, turbata dalla violenza inaudita di un gruppo numericamente minore rispetto alla stragrande folla di pacifisti.La folla di pacifisti è stata travolta spesso dai violenti.Ai Pacifisti non è stato così consentito di dare risalto alle loro legittime richieste di attenzione e auspico una condanna unanime da parte di tutte le forze politiche. La lotta quotidiana per il miglioramento della società e per poter garantire un futuro sicuro ai giovani ed alle famiglie così rischia di venire offuscata dai fatti di oggi. Il mio pensiero va a quei migliaia di manifestanti pacifici che oggi hanno impegnato tempo e le già risicate risorse per partecipare e dimostrare il loro disagio ma va anche alle forze dell'ordine attaccate, e penso ai carabinieri all'interno del blindato dato a fuoco, che per difendere e garantire la Libertà e la Democrazia per tutti hanno dovuto mettere a repentaglio la loro stessa vita. A loro sono vicino.

Sono sicuro che comunque i sani Ideali che hanno mosso i molti manifestanti pacifici produrranno sicuramente un buon frutto per il loro ed il nostro futuro.

Auspico inoltre che questi violenti siano identificati ed assicurati alla Giustizia.

Venezia - " Contarini dai Scrigni"- Riapertura Palazzo privato Contarini dai Scrigni sul Canal Grande - Festeggiamento ultimazione restauro decennale - Assoedilizia Colombo Clerici

ASSOEDILIZIA   
Informa


RIAPRE ALLA CITTA' DI VENEZIA PALAZZO CONTARINI DAI SCRIGNI

Al festeggiamento presenzia il presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici 

Venezia, 15 ottobre 2011 –

Questa sera si festeggia a Venezia il compimento dei lavori di ristrutturazione, durati 10 anni, di uno dei più insigni palazzi-monumenti della città: Palazzo Contarini dai Scrigni.

Al ricevimento organizzato dalla famiglia proprietaria, e da questa invitato, presenzia il presidente di Assoedilizia di Milano Achille Colombo Clerici assieme al patriziato veneziano e italiano, a personaggi dell'economia, della cultura, della politica.

E' un evento importante per l'intera città.

A pochi passi da Piazza San Marco affacciato sul prestigioso Canal Grande si erige in tutto il suo splendore storico e artistico Palazzo "Contarini dai Scrigni", così chiamato per i numerosi scrigni incastonati nelle pareti.

E' in stile gotico, di tre piani con grande portale sul canale.
La facciata si mostra con i due piani nobili strutturati secondo uno schema simile, con elegante quadrifora a sesto acuto balaustrata al centro e due monofore ogivali per lato: tutte le aperture sono inscritte in una cornice rettangolare.

Internamente si segnala la presenza di affreschi del XVIII secolo.
Fu edificato nel 1610 su un progetto dell'architetto Vincenzo Scamozzi, per ampliare la palazzina accanto, Palazzo Contarini Corfù, e concedere ai proprietari un maggior numero di sale da ricevimento.

Al suo interno sono ancora ben conservati affreschi pregiati e stucchi settecenteschi.

Anche nella controfacciata rimangono visibili ulteriori tracce di affreschi risalenti al 1500. 
Sent from my BlackBerry® wireless device

Italiaprogrammi beffa l'Antitrust. Nuova denuncia dell'Aduc

Qui il comunicato online:
http://www.aduc.it/articolo/italiaprogrammi+beffa+antitrust+nuova+denuncia+dell_19562.php
-------------------------------


Italiaprogrammi beffa l'Antitrust. Nuova denuncia dell'Aduc

Firenze, 15 Ottobre 2011. Fosse un gioco, sarebbe guardia e ladri. Da giugno scorso Italiaprogrammi raccoglie registrazioni di ignari utenti che credono di registrarsi ad un sito internet di download gratuiti, salvo poi vedersi richiedere (con mail minacciose e lettere a casa) 96 euro di abbonamento (1). Aduc (2) segnala la vicenda all'Antitrust che apre un fascicolo (3), ma Italiaprogrammi continua indisturbata. L'Antitrust allora ordina la sospensione della presunta pratica commerciale ingannevole (4), Italiaprogrammi finge di ottemperare. "Finge" perche' di giorno (quando gli uffici dell'Antitrust sono aperti) ottempera, e alla chiusura degli uffici torna a mietere vittime come se nulla fosse. Vediamo come.

Il 25 agosto 2011 l'Antitrust ordina a Estesa Limited - la societa' che gestisce il sito Italiaprogrammi.net - di non inviare piu' solleciti di pagamento e di rendere chiara sul proprio sito l'onerosita' del servizio.

Estesa non ha mai adempiuto all'ordine di non inviare solleciti di pagamento, mentre "pareva" avesse adempiuto all'ordine di modificare il proprio sito. Sulla pagina di registrazione, infatti, da fine settembre la dicitura "Crea il tuo account" era stata sostituita da "Crea il tuo account a soli 8 euro". Eppure Aduc continuava a ricevere centinaia di segnalazioni di utenti che avevano fatto la registrazione sul sito di Italiaprogrammi che dicevano di non aver mai letto quella dicitura.
Gli utenti segnalavano anche che il dominio http://www.mydownload-club.info/Flash-Player.html, utilizzato da Italiaprogrammi era ancora operativo sui motori di ricerca, e conduceva alla pagina di Italia programmi senza la dicitura "a soli 8 euro".

Aduc opera dunque un controllo e scopre che gli utenti hanno ragione e Italiaprogrammi sta beffando l'Antitrust. Di giorno, in orario lavorativo, la pagina di registrazione e' modificata come richiesto dall'Antitrust. Di sera pero', dalla chiusura degli uffici (Antitrust compreso...) fino alla mattina successiva, il sito viene automaticamente modificato, ricompare la vecchia schermata che ha gabbato tanti utenti.

Gli affari di Italiaprogrammi proseguono quindi indisturbati, con in piu' un nuovo - molto equivoco - escamotage.
Di giorno il loro link http://www.mydownload-club.info/Flash-Player.html non conduce alle pagine web di italiaprogrammi ma al noto, e affidabile, sito di download gratuiti Download.html (http://download.html.it/). Il sito offre lo stesso servizio di italiaprogrammi, richiede una registrazione, il tutto pero' gratuitamente, e non a pagamento. Di sera e di notte lo stesso link porta invece alla pagina di registrazione di Italiaprogrammi. Perche'?

Estesa, o chi per loro, all'insaputa dei gestori del sito Download html - lo diamo per scontato, non possiamo immaginare che Download html sia in "combutta" con Italiaprogrammi - di giorno opera un reindirizzamento automatico del link http://www.mydownload-club.info/Flash-Player.html alla pagina del noto sito. Nella barra di url non comparira' pero' l'indirizzo del sito visualizzato, ma sempre l'indirizzo sorgente, anche continuando a navigare nel sito. Estesa, nasconde all'utente il link originale di download.html.it, facendo dunque credere all'utente di:

- navigare sul noto sito;
- che dunque il sito http://www.mydownload-club.info/Flash-Player.html "appartenendo" a download.html e' un sito "sicuro", cioe' di reale download gratuito;

Delle due l'una, o il sito download.html.it e' colluso con Estesa (sinceramente lo escludiamo), oppure Estesa sta illecitamente approfittando della notorieta' e serieta' del sito Download.html.it per far abbassare la guardia agli utenti e poi fargli sottoscrivere il loro abbonamento ingenerando nello stesso l'erronea convinzione che la registrazione sia gratuita.
Qui l'integrazione di denuncia presentata oggi da Aduc: http://www.aduc.it/generale/files/file/allegati/20111015-Italia-prgrammi-Antitrust.pdf

La vicenda Italiaprogrammi e' identica a quella Easydownload, denunciata da Aduc l'anno scorso. A seguito della denuncia, L'Antitrust ha aperto una istruttoria e condannato la Eurocontent Ltd, societa' tedesca che gestiva il sito Easydownload, al pagamento di una multa esemplare, ben 960.000,00 euro, che pero' la Eurocontent non paghera' mai, perche' ha visto bene di dichiarare il fallimento ad aprile 2011. A nulla e' valsa la successiva e ulteriore multa di euro 30.000,00 comminata dall'Antitrust per non aver ottemperato al provvedimento di condanna. Si tratta di 990.000,00 euro che le casse dello Stato italiano non vedranno mai, cosi' come gli utenti truffati non vedranno mai i 96,00 pagati alla Eurocontent (secondo la stessa Antitrust si tratta di somme pagate fra i 500.000,00 euro e il milione di euro).

E forse non e' un caso - ma si resta nella sfera delle ipotesi ad oggi non dimostrate, che un'indagine penale aiuterebbe a chiarire - che all'indomani del fallimento della Eurocontent Ltd, si sia materializzata la Estesa Limited.

Questa volta pero' non in Germania, e' troppo vicina all'Italia, c'e' troppo coordinamento fra gli organi italiani e quelli tedeschi, ed entrambi i Paesi hanno normative armonizzate sotto l'egida dell'Unione Europea. Meglio cambiare continente, le Seychelles ad esempio...
Singolare pero' che le lettere di sollecito inviate a mezzo posta partano dalla Germania...

Immaginiamo che anche l'Antitrust si trovi in oggettiva difficolta', poiche' sa bene che potrebbe ripetersi la stessa storia di Easy-download, tanto lavoro di indagine, un ottimo provvedimento che si conclude con un buco nell'acqua, perche' non basta comminare sanzioni per fermare questo "mercato". Ecco allora il senso del comunicato dell'Antitrust di ieri: "L'Antitrust, che sta concludendo l'istruttoria avviata per pratica commerciale scorretta nei confronti di Estesa Limited, ha anche deciso di inviare alla Polizia Postale, alla Procura della Repubblica e alla Guardia di Finanza una segnalazione sul fenomeno in atto".

L'apertura di un fascicolo penale, ammesso che non ci siano gia' indagini in corso, e l'ipotesi di una condanna per truffa saranno un deterrente migliore delle sole sanzioni economiche.

(1) http://www.aduc.it/comunicato/italia+programmi+net+consigli+aduc+consumatori_19198.php
(2) http://www.aduc.it/comunicato/italia+programmi+net+aduc+denuncia+antitrust_19197.php
(3) http://www.aduc.it/comunicato/italia+programmi+net+aduc+chiede+intervento+piu_19391.php
(4) http://www.aduc.it/comunicato/italia+programmi+net+antitrust+intima+sospensione_19442.php

Emmanuela Bertucci, legale Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it Email: aduc@aduc.it
Ufficio stampa: Tel.055290606

Aduc osservatorio Lecce – Aqp chiede il pagamento di bollette prescritte: come difendersi

Qui il comunicato online:
http://www.aduc.it/comunicato/aduc+osservatorio+lecce+aqp+chiede+pagamento_19561.php
-----------------------

Aduc osservatorio Lecce – Aqp chiede il pagamento di bollette prescritte: come difendersi

Lecce, 15 ottobre 2011. Quella che abbiamo avuto modo di verificare nei giorni scorsi pare essere l'ennesima furberia dell'acquedotto pugliese. E' noto che la prescrizione serve ad evitare che possano essere chiesti pagamenti per fatti accaduti molti anni addietro. Per le bollette essa si compie in cinque anni dalla data di emissione. Questa nozione giuridica di base sembra essere stata dimenticata dall'ufficio legale dell'AQP. Come dimostra una delle bollette che c'e' stata fornita, l'ente erogatore sta chiedendo il pagamento di fatture emesse nel 2003 e nel 2004. Dalle verifiche che e' stato possibile effettuare, quella che molti utenti stanno ricevendo in questi giorni pare essere la prima racc. a.r. di messa in mora. Ne' le fatture piu' recenti portano alcuna informazione su crediti cosi' antichi. La perniciosita' della richiesta sta anche e proprio nel fatto che dopo 7 o 8 anni, molte persone hanno gettato via le fatture e i relativi bollettini
di
pagamento. Che fare:
- chi puo' dimostrare di aver pagato, o chi non ha piu' le ricevute delle richieste dei pagamenti prescritti, si faccia valere con una messa in mora/diffida a mezzo racc. a.r (1). per intimare l'AQP a desistere dalla proprie richieste e chiedendo liberatoria;
- in entrambi i casi, in mancanza di accoglimento o risposta, occorrera' farsi valere davanti al giudice di pace (2) contro l'AQP, chiedendo anche tutte le spese e i danni del caso.

Qui la richiesta di pagamento:
http://www.aduc.it/generale/files/file/Lecce/Aqp%20bolletta.jpeg

(1) http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora_8675.php
(2) http://sosonline.aduc.it/scheda/giudice+pace_15959.php

Alessandro Gallucci, delegato Aduc-Lecce

tel. 339.7855670 fax 0832.245557 (servizio consulenza su appuntamento o mercoledi' ore 17-19), via di Porcigliano n. 46. E-mail a.gallucci@aduc.it

TRIBUNALE CATANIA, EMESSE 3MILA NOTIFICHE TELEMATICHE

 

 

Incontro di aggiornamento promosso dall'Ordine etneo dei Commercialisti

 

NOTIFICHE TELEMATICHE AL TRIBUNALE DI CATANIA

«QUASI TREMILA IN MENO DI UN MESE»

 

Giarre è la sede distaccata che ha utilizzato maggiormente il nuovo sistema

 
 
in allegato comunicato e foto

 

 

Saluti

I Press

Sala stampa e Comunicazione

Viale XX Settembre 45, Catania

tel/fax 095505133

staff@i-press.it

www.i-pressnews.it

 


Ai sensi del D.lg. 30.06.03, n. 196, informiamo che gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio provengono da richieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da fonti di pubblico dominio o attraverso mail ricevute. Tuttavia può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy D.lg. 30.06.03, n. 196). Abbiamo cura di evitare fastidiosi multipli invii, laddove ciò avvenisse vi preghiamo di segnalarcelo e ce ne scusiamo sin d'ora. Questo messaggio non può essere considerato Spam poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii.

 

 

invio comunicato 15 ottobre 2011

COMUNICATO STAMPA

Cg50012 - Centro Giovani – Ripartono le attività 2011-2012

        Tornano con il 2011/2012 i Nuovi laboratori e workshops al Centro Giovani di Bagno a Ripoli Cg50012.
        Programma dei corsi, attivi da novembre 2011 a maggio 2012:
- Corso di Hip Hop, a cura di Baba Bazzani. Per ragazzi dagli 11 ai 18 anni. Il lunedì dalle 15 alle 16.30. Contributo per tutto il corso: 35 euro.
- Corso di Fumetto, a cura di Riccardo Bogani. Per ragazzi dai 14 ai 20 anni. Il martedì o il giovedì dalle 16 alle 18. Contributo per tutto il corso: 40 euro.
        Corsi di 12 ore - Contributo per ogni corso: 20 euro - Per ragazzi dagli 11 ai 16 anni:
- Corso Dj, a cura di Claudio Bracci.
- Board Game, sperimentazione di giochi da tavolo di ruolo, di simulazione, a cura di Tiziano Falcicchio
- Laboratorio di Graffiti, a cura di Tiziano Falcicchio
- Corso di Teatro, a cura di Ilaria Solari (Associazione Il Tango delle Civiltà)
- Laboratorio di Accessori Moda con Materiali di Riciclo, a cura di Barbara Iacoviello
- Laboratorio Filosofico. Domande sulla nostra vita a partire da racconti, film, giochi, a cura di Francesco Camerlingo.
- Corso di Tastiera per principianti, a cura di Fabrizio Giovannoni
- Corso di Informatica Free Ware, a cura dell'Associazione Libera Informatica (presso la scuola media F. Granacci – Via Le Plessis Robinson, Bagno a Ripoli)
- Workshop di Circo - giocoleria, equilibrismo, a cura dell'Associazione En Piste (presso la scuola media F. Granacci – Via Le Plessis Robinson, Bagno a Ripoli)
Il Centro Giovani è in via Giusiani 29, Bagno a Ripoli (tel. 055.6510732; e-mail centrogiovani@comune.bagno-a-ripoli.fi.it). Orario per iscrizioni: dal lunedì al venerdì ore 15-19.
Informazioni anche presso Call Center Linea Comune, tel. 055.055, da lunedì a sabato, ore 8-20.
        "La stagione 2011/2012 del Centro Giovani si apre all'insegna delle novità – hanno dichiarato il Sindaco Luciano Bartolini e l'Assessore alle Politiche Giovanili Laura Guerrini -. Ai due corsi storici di durata annuale di hip hop e fumetto, si affiancheranno nove nuovi corsi, dedicati a materie inedite per la nostra struttura e con una diversa distribuzione temporale: corsi brevi, di 12 ore, che consentono un impegno di minore durata, quindi meno incidente con le varie attività pomeridiane dei ragazzi, e garantiscono la possibilità di raggiungere presto gli obiettivi di apprendimento. Nuovi corsi all'insegna anche dell'accessibilità: con soli 20 euro si può partecipare ad un corso di graffiti, a uno di teatro o a uno di informatica! Con tali novità contiamo di dare al centro Giovani un ulteriore impulso di partecipazione e vitalità. Attendiamo le iscrizioni dei nostri ragazzi!".

L'ADDETTO STAMPA E PORTAVOCE
Enrico Zoi

Bagno a Ripoli, 15 ottobre 2011
L'ente locale deve un'informazione chiara e corretta al Cittadino (Art. n. 10 Decreto Legislativo 18.8.2000, n. 267, 'Testo Unico delle Leggi sull'Ordinamento degli Enti Locali').

www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it - E-mail: urp@comune.bagno-a-ripoli.fi.it
In caso di errata trasmissione chiamare Ufficio Stampa (tel. 055/6390.218)


Enrico Zoi

Addetto Stampa

Comune Bagno a Ripoli
Piazza della Vittoria n. 1
50012 Bagno a Ripoli (FI)
tel 055 6390.218 fax 055 6390.210 cell. 335.7632.243
e-mail enrico.zoi@comune.bagno-a-ripoli.fi.it



 _____  


Il presente messaggio, allegati inclusi, è personale, ed è rivolto unicamente alla persona a cui è indirizzato. Chiunque ricevesse questo messaggio per errore o comunque lo leggesse senza esserne legittimato è avvertito che trattenerlo, copiarlo, divulgarlo, distribuirlo a persone diverse dal destinatario è severamente proibito ed è pregato di rinviarlo immediatamente al mittente distruggendone l'originale. Grazie.








II C.S. Forum Antiusura Bancaria ed Econom ie e Finaanza Contemporanea

II COMUNICATO STAMPA

Palermo, 15 Ottobre 2011

I CONGRESSO 

FORUM NAZIONALE ANTIUSURA BANCARIA

TUTELA CONSUMATORI E CONTRIBUENTI

http://www.forumantiusura.it

COORDINAMENTO REGIONE SICILIA

–  Sabato 29 e Lunedì 31  Ottobre - ore 9,00

PALERMO

 

Tutto ciò che sta accadendo in questi giorni nelle economie occidentali, è il termometro della situazione  sociale esplosiva, causata ad arte dai grandi capitalisti internazionali, che ormai hanno assunto il dominio totale dell'economia e della finanza, indebitando oltremisura gli Stati nei loro confronti,e soggiogando la politica ai loro voleri;ormai ,il vero potere non è più nelle democrazie garantite dalle costituzioni vigenti in quasi tutto il mondo,ma negli oligopoli e monopoli finanziari-capitalistici internazionali ,nelle logge occulte,nei poteri criminali,e la gente si sta finalmente rendendo conto di ciò. Le manifestazioni,i sit-in,le "intendade" sotto la banca d'Italia e tutte le altre banche del mondo occidentale,sono la cartina di tornasole del problema, e se i governi non tornano a governare in nome e per conto della gente che li ha eletti ci sono dei veri rischi di tenuta della sicurezza pubblica. Considerato che in Parlamento oggi il governo ha avuto la ennesima scontata fiducia,l'opposizione si occupi dei veri problemi del Paese e contribuisca a fare proposte serie per come si intendono risolvere tali problemi,invece di giocare allo sfascio del paese, mentre vi sono 1.600.000 disoccupati,1.200.000 pignoramenti immobiliari, 6 milioni di cittadini protestati,25 milioni iscritti in centrali rischi senza possibilità di accesso al credito,e un sistema bancario arroccato in posizioni da dittatura economica-finanziaria,spalleggiato da una BCE  che impone ai governi la politica economica,ingerendo negli affari interni dei singoli Stati-Sovrani. Cosa che ,ai sensi dell'art.127 del trattato di Lisbona,gli Stati non possono fare nei confronti della BCE stessa,ma dove sta la fregatura?

  Sabato 29 e Lunedì  31 Ottobre 2011 alle 9,00 saranno aperti i lavori del I Congresso Regionale organizzato dalla delegazione siciliana del FORUM NAZIONALE ANTIUSURA BANCARIA TUTELA CONSUMATORI E CONTRIBUENTI.

 "Finanza, banche ed etica: la sfida per una società moralmente, socialmente e responsabilmente vivibile, soluzioni possibili (secondo le più antiche tradizioni religiose mondiali)" E' possibile un modello di banca innovativa, che operi con l'etica di prestare denaro dietro nessuna corresponsione d'interesse?"

Saranno presenti il Presidente Regionale Giuseppe Marino e il Presidente nazionale l'On.le Dott. Domenico Scilipoti i delegati delle nove provincie Siciliane e i responsabili delle città e tutte le cariche istituzionali del forum, che in questi mesi si sono riuniti per dare struttura, anche in Sicilia, il sottosegretario Bruno Cesarioprenderà parte ai lavori della mattina.

 

Info e contatti:  Portavoce  Regionale  Dr. Sabrina Gianforte  393 93 72 277 -  Palermo  -gianfortesabrina@tiscali.it 

  Segretaria Regionale  Dott.ssa Angela Randisi   340 78 34 407 -  forumantius.sicilia.a.st@email.it




E' nata indoona: chiama, videochiama e messaggia Gratis.
Scarica indoona per iPhone, Android e PC

Sephora Italia apre due nuove fanpage



Il mondo Sephora da sempre si contraddistingue per l'audacia, anche nell'approccio alla comunicazione con la propria clientela. Al via il lancio di un nuovo progetto nell'ambito digitale, per essere ancora più vicina ai propri utenti: il 12 settembre Sephora Italia è arrivata anche su Facebook. In cosa consiste l'audacia di questa nuova impresa comunicativa? Nella scelta di aprire ben due fanpage istituzionali, con due obiettivi diversi e complementari tra di loro.  

La pagina Sephora Italia è la fanpage per comunicare con tutti gli appassionati (clienti e non) e stabilire con loro un rapporto diretto, basato sul dialogo: verranno presentati i lanci di nuovi prodotti, illustrate le iniziative speciali e veicolati tutti gli eventi sul territorio. L'obiettivo primario rimane quello di interagire con la base di utenti presente su Facebook, con la creatività e l'originalità che contraddistingue da sempre il brand. La fanpage di Sephora diventerà lo spazio dedicato quindi non solo a presentare le novità del brand in termini di prodotti e iniziative, ma anche finalizzato all'interazione diretta con i nuovi fan, sulla base del dialogo reciproco, proprio della filosofia e della pratiche nell'ambito social media.  

E le novità non sono finite!

La seconda pagina istituzionale si chiama Sephora, The Unique Job Experience, ed è nata con l'obiettivo di raccontare il mondo Sephora dall'interno, nell'ambito HR, per far scoprire cosa succede dietro le quinte dell'azienda: l'attivazione di nuovi concorsi dedicati ai dipendenti professionisti, i "lavori in corso" messi in opera per l'apertura di nuovi store, le opportunità di lavoro, i percorsi professionali dei dipendenti e tutto quello che riguarda il mondo Sephora, con uno sguardo dall'interno.  

Facebook è il canale di comunicazione che Sephora Italia ha scelto per inaugurare una nuova forma di dialogo con gli utenti, in modo diretto. Non si tratterà della solita fanpage aziendale, ma di uno spazio in cui i fan potranno non solo interagire con la creatività del brand, ma anche conoscere la realtà dell'azienda dall'interno.  

Il link per la fanpage è
http://www.facebook.com/sephora.italia

Tag: facebook fanpage, sephora italia, comunicazione digitale, social media

venerdì 14 ottobre 2011

Comunicato Stampa Domenica 23 ottobre

Orbetello, Laguna di Levante - località "La spiaggetta".

 

Domenica 23 ottobre 2011 ore 9,00

 

GIORNATA ECOLOGICA in LAGUNA

 

L'Assessorato Ambiente del Comune di ORBETELLO organizza, assieme all'Associazione Diportisti di Orbetello una giornata ecologica in laguna dedicata alla pulizia di un tratto di sponda della laguna di levante nello specchio d'acqua denominato "La Spiaggetta", antistante la zona ove al sabato si svolge il mercato.

 

La manifestazione avrà il seguente orario:

 

Ore 9,00      Accoglienza dei partecipanti alla manifestazione e consegna dei materiali per la raccolta dei rifiuti.

Ore  10,00   Inizio delle attività di pulizia. I sommozzatori si caleranno in acqua per ripulire una parte della laguna di levante, mentre i volontari inizieranno la raccolta dei rifiuti nella pineta antistante.

Ore 12,30    Termine della raccolta dei rifiuti sia in acqua che a terra. I rifiuti, dopo una adeguata selezione saranno raccolti in sacchi che verranno ritirati dalla Tekneko.

Ore 13,00    Consumazione di un pasto offerta dall'Associazione Diportisti Orbetello in collaborazione con la cooperativa "I Pescatori".

Ore 15,00    Chiusura della manifestazione.

 

Edoardo Federici

 

 

Allego:

locandina della manifestazione formato Jpg.

 

Vacanze nel Salento: i migliori villaggi!

Stai cercando idee per delle vacanze nel Salento? Il tuo budget è limitato oppure stai cercando una sistemazione di lusso? Trascorrerai le vacanze con la tua famiglia, con gli amici, con la fidanzata, da solo oppure con l'amante? Qualunque sia la risposta la soluzione giusta la troverai solo su Salentobooking.net, il nuovo portale web specializzato nell'organizzazione di viaggi e vacanze nella penisola del Salento. Nelle varie vetrine dedicate alle strutture ricettive potrai trovare senza alcun dubbio la soluzione adatta alle tue personali esigenze. Contatta senza alcun impegno il nostro personale di booking al fine di ricevere tutte le informazioni necessarie a scegliere la tua struttura preferita. Visita la pagina villaggi salento dedicata interamente ai migliori villaggi nel Salento: tutti i villaggi sono corredati da un'ampia scheda che in un unico colpo d'occhio mette in evidenza delle carateristiche e gli elmenti principali che contraddistinguono la struttura visonata rispetto alle altre. Buone vacanze in salento con Salentobooking.net.


Omosessualità e lavoro: discriminazione e coming out

Un omosessuale su 4 sul posto di lavoro preferisce non rivelare la propria identità sessuale per timore di discriminazioni e scorrettezze, e per tutelarsi. Lo rivela una ricerca di Arcigay, che ha raccolto attraverso dei questionari le risposte di 2229 tra gay, lesbiche, bisessuali e trans gender. Ma non è tutto: il problema della discriminazione sessuale porta, secondo la ricerca, ad avere maggiori difficoltà a trovare un lavoro. Il 13% degli intervistati, infatti, dichiara di essersi visto rifiutare un posto di lavoro negli ultimi 10 anni a causa della propria identità sessuale, e la percentuale sale a 45 nel caso dei trans.

Oltre un quarto degli intervistati è “invisibile” sul posto di lavoro (26,6%), nel senso che preferisce tenere celato il proprio orientamento sessuale, mentre il 39,4% lo rende visibile con la maggioranza dei colleghi o clienti. E se anche il 48% di coloro che hanno avuto il coraggio di uscire allo scoperto ha dichiarato che la propria situazione non è cambiata né peggiorata, esiste comunque un preoccupante 4,8% che, dopo il coming out, è stato licenziato o il cui contratto non è stato rinnovato, negli ultimi dieci anni. Il 19,1% ha dichiarato di essere stato discriminato sul luogo di lavoro in quanto omosessuale, con un picco che sale al 45,8% nei trans da femminile a maschile e addirittura al 56,3% delle persone trans da maschile a femminile.

“Il problema dell’omosessualità”, afferma la psicoterapeuta Valeria Cani di Psicologo 360, “è grave se porta discriminazione, oltre che nella vita di tutti i giorni, persino sul luogo di lavoro, dove il soggetto deve trascorrere la maggior parte della propria giornata. Per questo è utile un supporto psicologico che sia di aiuto e sostegno al soggetto discriminato, per affrontare con consapevolezza le situazioni e reagire senza sentirsi vittima”. Attraverso Psicologo360 è possibile, anche mantenendo l’anonimato e in totale sicurezza della propria privacy e delle proprie informazioni, consultare online – attraverso chat, e-mail o videocall - uno psicologo o psicoterapeuta, per un preliminare orientamento. Una soluzione che può offrire sostegno e conforto chi viene discriminato per la propria identità di genere sul posto di lavoro.

8/10 al via la III edizione di "Equo per tutti" di Altromercato con eventi e promozioni

In allegato comunicato stampa completo della manifestazione nazionale “Equo per tutti” di Altromercato con gli appuntamenti in programma a Milano.

 

Ufficio stampa

Ombretta Sparacino

Cooperativa Chico Mendes

02.54107745 interno 20 - 347.9840747

www.chicomendes.it

 


 

A MILANO IL COMMERCIO EQUO SCENDE IN PIAZZA

CON LA TERZA EDIZIONE DI “EQUO PER TUTTI”

 

UN FILO DIRETTO TRA NORD E SUD DEL MONDO

PER PROVARE UN CIBO BUONO E GIUSTO FINO IN FONDO

CON I TANTI EVENTI IN PROGRAMMA A MILANO

 

“Tutti hanno diritto a una buona colazione”:
caffè, tè, marmellata, biscotti e cacao sono i prodotti simbolo del commercio equo e solidale
al centro della terza edizione della manifestazione nazionale di Altromercato.

Dall’8 al 23 ottobre in tutte le Botteghe del Mondo i consumatori responsabili
potranno assaggiare prodotti buoni, sani e giusti e conoscere le filiere equosolidali
con degustazioni, eventi e tante promozioni!

 

 

 

 

Milano, 30 settembre 2011 – Arriva anche a Milano nelle Botteghe della cooperativa Chico Mendes – Socia del consorzio Ctm altromercato – la manifestazione nazionale “Equo per tutti”: dall’8 al 23 ottobre due settimane di eventi e promozioni per far conoscere ai “milanesi responsabili” uno stile di consumo più equo e sostenibile che rispetta i diritti dei produttori del Sud del mondo e l’ambiente. “Equo per tutti” è l’occasione per promuovere il concetto di filiera trasparente ed equosolidale, che dal produttore al consumatore è costruita sull’equità e il dialogo tra i soggetti coinvolti. Un filo diretto tra Nord e Sud del mondo per far conoscere ai consumatori attenti e responsabili un cibo buono per chi lo consuma e giusto per chi lo produce.

 

La manifestazione cade nel periodo in cui si celebra la Giornata Mondiale dell’Alimentazione (16 ottobre 2011), quest’anno dedicata al tema dei prezzi degli alimenti: il commercio equo – assicurando un compenso minimo ai propri produttori – da sempre contrasta i meccanismi di speculazione finanziaria che portano alla fluttuazione dei prezzi delle materie prime alimentari a discapito sulla sicurezza alimentare delle popolazioni più povere.

 

“Per chi è disponibile a capovolgere il proprio punto di vista si apre un mondo di esperienze, di partecipazione, di gusto, di qualità unico. E’ il mondo Altromercato,  è la possibilità di praticare uno stile di vita consapevole verso le comunità svantaggiate in Asia come in Italia,  verso l’ambiente e verso se stessi. I prodotti, i servizi, le storie, le informazioni Altromercato si possono incontrare nelle oltre 350 Botteghe Altromercato in Italia. Dalle banane ai biscotti, dal caffé ai detersivi, dalla cosmesi alle scarpe, dall’artigianato alla moda, dai viaggi alla finanza etica, ogni giorno chiunque può praticare un’economia di giustizia senza rinunce”. Paolo Palomba, DG di Altromercato.


 

CHICO MENDES ALTROMERCATO – 20 anni di commercio equo e solidale a Milano

 

Chico Mendes Altromercato è una cooperativa sociale senza fini di lucro fondata a Milano nel 1990 per diffondere il commercio equo e solidale sul territorio milanese. E’ un soggetto dell’economia solidale che propone prodotti, progetti e servizi con l’obiettivo di costruire una rapporto di solidarietà e di fiducia tra chi produce, chi distribuisce e chi acquista.

 

La Chico Mendes è socia del consorzio Ctm altromercato – la maggiore organizzazione di commercio equo in Italia – e di AGICES – l'Assemblea  Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale che monitora le organizzazioni di fair trade.

                       

 

 

 

UNIONE SINDCALE DI BASE - CESED PAGA GLI STIPENDI

 

CESED HA PAGATO GLI STIPENDI DI LUGLIO E AGOSTO

 

 

LO SCIOPERO DEL 17 OTTOBRE

E' REVOCATO

 

 

      LA MOBILITAZIONE DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI DI CESED HA RAGGIUNTO L'OBIETTIVO PREFISSATO, LE CONDIZIONI MINIME PER UN RAPPORTO CORRETTO TRA AZIENDA E DIPENDENTI SONO STATE RIPRISTINATE.

 

      RINGRAZIAMO TUTTE LE LAVORATRICI E I LAVORATORI CHE, CON LA LORO DETERMINAZIONE, HANNO PERMESSO QUESTO RISULTATO.

 

      RINGRAZIAMO GLI ENTI LOCALI PER TUTTI GLI ATTI DA LORO COMPIUTI IN QUESTE SETTIMANE, ALLO SCOPO DI RISTABILIRE LA REGOLARITA' DEI RAPPORTI NEGLI APPALTI AFFIDATI A CESED.

 

      RINGRAZIAMO CESED PERCHE' CON I FATTI HA DIMOSTRATO CHE AVEVAMO RAGIONE NOI, QUANDO – NEL TENTATIVO DI CONCILIAZIONE FALLITO PRESSO LA PREFETTURA DI MONZA – CHIEDEVAMO TEMPI CERTI, CHE INVECE NESSUNO SI SENTIVA DI GARANTIRE: I FATTI INVECE CI DANNO RAGIONE, PERCHE' LA SOLUZIONE CHE AUSPICAVAMO E' ARRIVATA IN DUE SETTIMANE.

 

      RINGRAZIAMO INFINE LE FAMIGLIE E LA CITTADINANZA, PER LA COMPRENSIONE E LA CONCRETA SOLIDARIETA' CHE IN QUESTE SETTIMANE HANNO DIMOSTRATO ALLE LAVORATRICI E AI LAVORATORI.

 

 

p. le Segreterie

F.P. CGIL – USB MONZA BRIANZA

Conferenza stampa 19 ottobre ore 13 Palazzo Vecchio

 Invio invito a Conferenza Stampa mercoledì 19 ottobre

Grazie per la partecipazione,
Ana Maria Sanchez Duran

Associazione Italiana Mediatori Familiari
Consiglio Regionale della Toscana

INCONTRO CON LA STAMPA 19 OTTOBRE 2011 ORE 13.00 
Sala Incontri Palazzo Vecchio, Firenze
in occasione della presentazione della 
Giornata Nazionale della Mediazione Familiare 20 ottobre 2011
"Dallo scontro ... al confronto. Per riorganizzarsi nel conflitto con dignità e riconoscimento"

L'Associazione Italiana Mediatori Familiari promuove in tutta Italia la seconda edizione della "Giornata Nazionale della Mediazione Familiare" per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'efficacia della Mediazione Familiare, sia come strumento qualificato ad affrontare le problematiche della coppia in crisi che sta decidendo di separarsi, sia come intervento di prevenzione a tutela di una sana ed equilibrata crescita dei figli.La data del 20 ottobre 2011 coincide con l' "International Conflict Resolution Day" proclamato dall' A.C.R. (Association for Conflict Resolution http://www.acrnet.org/crday/), e dal World Mediation Forum.
L'iniziativa al livello locale ha ottenuto il patrocinio della Provincia di Firenze e del Comune di Firenze per secondo anno consecutivo.
Il Presidente della Commissione Pari opportunità del Consiglio Comunale Federica Giuliani e il Consigliere Regionale dell' Associazione Italiana Mediatori Familiari, Ana Maria Sanchez Duran saranno a disposizione della stampa alle ore 13 del p.v. mercoledì 19 ottobre nella Sala Incontri di Palazzo Vecchio per illustrare l'iniziativa.

Dott.ssa Ana Maria Sanchez Duran

Consigliere Regionale AIMeF Toscana 
Via Fra' Bartolommeo 24 primo piano (c/o studio medico)
50132 Firenze
328 8875679


Bankitalia - Reintroduzione ICI prima casa - ICI Abitazione principale in proprieta' - Assoedilizia Colombo Clerici

A s s o e d i l i z i a

COMST

Da Bologna il presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici dichiara:

« Non meraviglia che Bankitalia abbia chiesto al Governo una riflessione sulla reintroduzione della ICI relativa alle abitazioni principali in proprieta'.

Questa misura, infatti, per le modalita' con le quali si attiva, contiene fattori di sperequazione e distorsivi.

Anzitutto, essa introduce una agevolazione fiscale, non legata alle condizioni economiche soggettive dei contribuenti, bensi' alla qualita' oggettiva dell'immobile derivante da una sua destinazione funzionale di fatto e dalla classificazione catastale.
Per cui si puo' abitare in case presentanti i requisiti di lusso o avere redditi elevati e godere egualmente della esenzione.

Inoltre, l'esclusione dalla esenzione delle unita' appartenenti alla categoria catastale A1 comporta l'effetto distorsivo della diffusa tendenza di Comuni e Agenzia del territorio a classificare come tali anche abitazioni che non ne presentano i requisiti, al fine del loro assoggetamento all'imposta.

Inoltre, essa si pone in controtendenza rispetto al processo di federalismo fiscale municipale, rientrante negli obiettivi politici dichiarati dal Governo.

Questa misura, infatti realizza di fatto uno spostamento di prelievo e conseguentemente di risorse finanziarie dagli enti locali allo Stato.
I Comuni incassano di meno e lo Stato avrebbe dovuto ripianare, con trasferimenti compensativi, il minor introito fiscale.
Nella prospettiva della riforma derivante dalle diverse manovre sopravvenute, ormai i trasferimenti si ridurranno al lumicino; dovendo dunque i Comuni provvedere, prevalentemente con misure proprie, al finanziamento dei bilanci.
Conseguenze: aggravio del carico ICI per i contribuenti che vi sono tenuti, tasse di scopo, addizionali, aumento delle tariffe varie per i servizi.

Piu' corretto ed opportuno sarebbe stato ammettere l'esenzione nella forma della detrazione dalle imposte erariali, legandola ad effettive e comprovate condizioni economiche del contribuente. »


Sent from my BlackBerry® wireless device

comunicato stampa/Invito mostra - JUNA "I fili dell'invisibile"

JUNA

I fili dell'invisibile

presentazione e testo critico di Giancarlo Bonomo

a cura di Riccardo Tartaglia

direzione artistica di Tiziana Todi

Inaugurazione martedì 18 ottobre 2011 ore 18,00

GALLERIA VITTORIA

18 ottobre - 1 novembre 2011

Martedì 18 ottobre 2011 si inaugura, alle ore 18.00, con la presentazione critica di Giancarlo Bonomo, la mostra personale "I fili dell'invisibile" di Juna Beqiraj nella famosa via Margutta (la via degli artisti), presso la storica galleria Vittoria diretta da Tiziana Todi. L'esposizione farà anche parte della manifestazione Cento Pittori che si svolge dal 28 ottobre al 2 novembre.

Tale evento, basato su un progetto ideato da Riccardo Tartaglia, direttore artistico della galleria Tartaglia Arte di Roma, in collaborazione con la galleria Salone d'Arte Contemporanea di Trieste, ha l'intento di far conoscere artisti del nord-est Italia attraverso una serie di mostre che si svolgono a Roma in vari ambiti.

Juna Beqiraj nasce a Tirana nel 1970 in una famiglia di artisti e risiede in Italia da diversi anni. E' laureata all'Accademia delle Belle Arti di Bologna nell'anno accademico 2008-2009 con ottimi risultati; personalità estrosa ed estroversa, compie numerosi viaggi di studio in Italia ed all'estero in particolare in Gran Bretagna e Germania, luoghi e percorsi che segnano il mondo fantastico ed irreale che si percepisce nelle sue opere.

...La pittura di Juna respiro alto e profondo, contemplazione sublime non tanto della natura manifesta quanto di una dimensione interiore dominata da venti lievi, afflati celesti e sottili malinconie specchio di una realtà emozionale e di pensiero che sembra percorrere i sentieri dell'umana solitudine. Gli spazi, le luci ed i colori della natura sono i pretesti per sviluppare l'indagine di un sentimento privatissimo nei confronti della vita e del suo mistero. Juna non ricerca lo spettacolo conclamato...Ella dipinge anzitutto per s, per conoscersi, libera dal giudizio altrui. Non vuol piacere ad ogni costo, non vittima di questa ossessione. ... Giancarlo Bonomo

titolo mostra: I fili dell'invisibile

autore: Juna Beqiraj

apertura mostra: martedì18 ottobre ore 18,00

presentazione e testo critico: Giancarlo Bonomo

Periodo mostra:dal 18 ottobre al 1 novembre - ingresso libero

Sede: Galleria Vittoria via Margutta 103 Roma - Tel. 06.36001878 - Fax. 06.3242599

orario e giorni: dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19, fuori orario per appuntamento

a cura di: Riccardo Tartaglia

direzione artistica: Tiziana Todi

sito web: www.tartagliaarte.it - www.galleriavittoria.com

Ufficio stampa: TAAR Mariangela Mutti e Regina Nobrez ufficiostampataar@tartagliaarte.it

scarica l'invito/brochure

scarica il comunicato stampa in .doc

scarica la locandina


Iscriviti alla nostra SMS list, riceverai gratuitamente un messaggio invito sulle mostre personali, collettive, sulle novit e degli eventi culturali organizzati dall'organizzazione artistica Tartaglia Arte
invia un SMS al 3486622952 con oggetto "SMS invito"

Facebook Twitter MySpace

A Torino si prepara la "nuova storia" del Gruppo G Comunicazione

Il  28 ottobre l'agenzia pubblicitaria torinese si mette in mostra alle OGR

 
 
Venerdì 28 ottobre, il Gruppo G Comunicazione, storica Communication&Advertising Factory del capoluogo piemontese, presenterà ad un selezionato gruppo di ospiti, presso la Stazione Futuro delle Officine Grandi Riparazioni, la sua nuova struttura con una mostra/evento esclusiva. 
Oltre alla proprietà, passata definitivamente in mano alla famiglia Marino, cambiano anche la direzione creativa e lo staff tecnico dell'Agenzia.
Ultima di una lunga serie di realtà che hanno reso "storica" la dinastia della grande "G" arancione, il nuovo team volta decisamente pagina e, accomiatandosi dal passato, accoglie una nuova stagione avvalendosi di nuove persone e rinnovate professionalità.
Lo spazio incontri delle Ex officine Grandi Riparazioni, centro di avanguardia nella revisione e riparazione di locomotive e carrozze ferroviarie nato nella seconda metà del XIXesimo secolo ora dedicato alle più importanti mostre di "Esperienza Italia 150", permetterà agli ospiti di visionare in esclusiva parte del materiale storico dell'Agenzia. Quanto esposto non sarà legato soltanto agli ultimi anni di produzione, ma anche ai creativi ed alle strutture che hanno preceduto e contribuito a creare quella che è divenuta oggi la nuova "Gruppo G" in una kermesse visiva e culturale che porterà il visitatore a scoprire parte della storia della comunicazione e della pubblicità del nostro paese.
 
 
 
 
Per maggiori informazioni contattare:

Gruppo G Comunicazione

Giorgia Edvige Garrone
Tel: 011/5160029

MeetMe unisce il mondo virtuale e quello reale con la sua nuova applicazione!


Con MeetMe Presence per tutti i grandi eventi da adesso si potranno gestire le presenze dei partecipanti non solo nel posto fisico ma anche su Facebook

Meetme, il software per la gestione eventi di Infordata Sistemi, incorpora una nuova funzionalita' d'accordo con le esigenze delle nuove societa', sempre piu' digitali, permettendo a tutti gli organizzatori di eventi offrire un servizio piu' interattivo.

I partecipanti agli eventi riceveranno, come succedeva prima, una tessera RFID ma, d'ora in poi, la potranno associare al proprio account di Facebook. Il collegamento si fa in modo semplice accedendo all'applicazione Meetme Presence attraversp Facebook, dopodiche' c'e' solo bisogno di autorizzare l'applicazione ad accedere all'account personale. Una volta concessa l'autorizzazione, l'applicazione potra' essere utilizzata e rimossa in qualsiasi momento dalla stessa pagina.

MeetMe Presence permette agli invitati di poter caricare fotografie semplicemente avvicinando la loro tessera alla fotografia desiderata, fare like su servizi o prodotti e relazionarsi piu' facilmente tra di loro giacche' scattando una fotografia avranno gia' il nome di tutti gli altri partecipanti taggati nella foto. MeetMe Presence offre un'esperienza di condivisione in tempo reale.  

Quest'applicazione e' ottima per tutti gli eventi che coinvolgono i giovani tra cui: festival, serate, congressi, fiere, discoteche, clubs, ecc.

MeetMe diventa una soluzione sempre piu' completa per la gestione congressi, gestione fiere e gestione eventi in generale.

MeetMe Presence, la nuova applicazione di Facebook per la gestione delle presenze online:


Su Infordata
Infordata Sistemi S.r.l. e' una societa' con sede a Trieste che fornisce servizi e prodotti legati alla card technology, l'identificazione automatica e l'automazione delle aziende fornitrici di beni e servizi. Si avvale di collaboratori interni e aziende Partner sul territorio nazionale ed estero per offrire consulenza e supporto ai propri clienti.



Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota