sabato 27 agosto 2011

AGRICRETE: dai campi l’agricoltura scende in campo

 

 

Comunicato stampa n°1, 26/8/2011.

AGRICRETE, i Tesori della Terra:
dai campi l’agricoltura scende in campo

Dal 1 al 4 settembre, ad Asciano (SI), il settore primario torna “dentro” la scena: PAC, rinnovabili, sicurezza alimentare, fertilizzazione sostenibile i temi della “fiera” che riporta gli agricoltori e i loro prodotti al centro di tutto.

Il 2013 si avvicina, ma la PAC (la politica agricola comune dell’Ue) è ancora tutta da definire. Eppure da essa dipende la sopravvivenza di milioni di agricoltori, anzi della stessa agricoltura italiana. Cosa bolle in pentola? Lo sapremo il 1/9.

Energie rinnovabili, di cui tanto si parla e che sulla “terra” fanno perno: qual è lo stato dell’arte? Possono costituire una reale opportunità per il mondo agricolo? Novità il 4/9.

Sicurezza nutrizionale, biodiversità e diritti: dalla teoria alla pratica, per capire bene, tutti, di cosa si sta parlando. Accadrà il 3/9.

Fertilizzazione del terreno e sostenibilità sono un binomio da cui oggi, in agricoltura, non si può più prescindere. Quali i metodi e leprospettive? Riflettori accesi il 2/9.

Anche nei tempi del villaggio globale e del mondo virtuale, delle fiere agricole c’è sempre bisogno. Quelle dove gli agricoltori si incontrano, discutono, si scambiano informazioni, idee ed esperienze, dove si toccano con mano le macchine più nuove, si parla di prospettive e di futuro. E ci si guarda in faccia, tra “colleghi”.

Ed è a queste che punta “Agricrete – i Tesori della Terra”, la fiera – al tempo stesso antica e modernissima – che la Pro Loco di Asciano e gli agricoltori delle Crete Senesi mettono in campo dall’1 al 4 settembre. In “campo” sia perché saranno proprio i “campi”, e chi li lavora, al centro della scena; sia perché tutto avrà luogo attorno al campo sportivo del borgo ascianese e sotto le tensostrutture allestite per l’occasione.

In mostra i “fatti” (prodotti, macchinari, mezzi di produzione, accessori per l’agricoltura), ma anche le “parole”. Quelle che contano, con quattro convegni di grandissima attualità e assoluto spessore, grazie al calibro dei relatori chiamati a parlare ad agricoltori provenienti da tutta Italia. Il dibattito si preannuncia acceso.

Anche perché, ad Agricrete, la mattina di sabato 3 settembre si riunirà la costituente dei comitati agricoli nazionali, protagonisti delle cronache rurali del 2010.

Il tutto tra stand gastronomici, intrattenimenti musicali, degustazioni a tema, esposizione di macchine agricole, prove in campo e voglia di stare insieme.

Programma completo scaricabile:

http://www.ali-comunicazione.com/immagini_pommo/manifesto-agricrete-2011.pdf

Modulo di adesione scaricabile:

http://www.ali-comunicazione.com/immagini_pommo/modulo-adesione.pdf

e info su:

www.prolocoasciano.it, 0577/718666, 338/7824347

Info stampa: press@alicomunicazione.com, 0577/892927

 
 

Informativa per il trattamento dei dati personali legge 196/2003.
Questo comunicato, inviato agli operatori dell'informazione e a una lista selezionata di destinatari, non contiene pubblicità né promozione di tipo commerciale né contenuti osceni.
A norma della legge 675/96 abbiamo reperito la sua e-mail di persona o navigando in rete o da e-mail che l'hanno resa pubblica. Questo messaggio non  può essere considerato spam poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii. Qualora non intenda ricevere altre comunicazioni, la preghiamo di inviare una email vuota con oggetto: can! cella.&n bsp;Grazie

 

 

Cantautori e vip alla serata finale del Premio Anacapri Bruno Lauzi 2011

 

COMUNICATO STAMPA

Anacapri, la notte dei cantautori

In un tempo che non ha più memoria, il paesino caro ad Axel Munthe non dimentica Bruno Lauzi e lo celebra per il quarto anno consecutivo con il Premio Anacapri Bruno Lauzi - Canzone d'Autore. Il 2 settembre 2011 in Piazza San Nicola si terrà la serata di gala. Un appuntamento di fine estate tra musica, stelle e ricordo. Conduce il giornalista Andrea Vianello insieme all'attrice Francesca Ceci.

"Altissima la qualità dei brani in concorso". Questo il giudizio del Maestro Gianfranco Reverberi, presidente di giuria del prestigioso concorso musicale. Edizione questa del 2011 ancora più ricca. Oltre alla sfida tra i sette finalisti in gara (Fabiana Dota da Napoli, Walter Iuretig da Latisana (UD), Aldo Losito da Mottola (TA), Luigi Negroni da Cosenza, Alfina Scorza da Salerno, Stefania Spina da Catania, Laura Ugolini da Roma) è previsto, infatti, un salotto d'autore dedicato al tema "Musica e Bellezza" con l'intervento di Rosanna Lambertucci, Edoardo Vianello, Alessandro Cecchi Paone e Marino Bartoletti.

Ospiti della serata: Maurizio Lauzi, figlio del cantautore genovese, Peppino di Capri, Mariella Nava, Carlo Marrale, Franco Fasano, Carlo d'Angiò, Pietro Gargano ed il giornalista Alberto Zeppieri.

Le performance di alcuni dei giurati si alterneranno a quelle dei partecipanti al concorso.

Anche quest'anno verrà assegnato il "Premio Alessandra Cora" alla migliore interprete femminile. Un ricordo affettuoso, fortemente voluto da Roberto Gianani, direttore artistico del Premio, per non dimenticare una giovane cantautrice caprese vittima del terremoto dell'Aquila. Nel corso della serata sarà, inoltre, premiato Marino Bartoletti. Lo storico giornalista Rai, riceverà il "Premio Anacapri Penna d'Autore" per essersi distinto nell'ambito lavorativo con la propria professionalità, serietà e competenza. Il riconoscimento verrà consegnato da Giuseppe Aquila, amministratore delegato di Montegrappa, che donerà al cronista una penna tricolore in linea con il tema della Settembrata Anacaprese quest'anno dedicata ai 150 anni dell'Unità d'Italia.

 

Maria Rispoli

Ufficio stampa

Vele Bianche editori

Piazza Matteotti, 7

80133 Napoli – Italia

velebiancheeditori@libero.it

http://www.lisolaweb.com/

 

.





Concorso fotografico "Point of view" | I migliori scatti dell'estate 2011

Civico d.o.c. presenta il concorso fotografico "Point of view" dedicato alle immagini più belle scattate da voi durante l'estate 2011.

Il concorso è aperto a tutti gli amanti della fotografia che si dilettano semplicemente con la loro digitale compatta o con il loro cellulare di ultima generazione.

Partecipare è molto semplice: basta inviare la vostra foto all'indirizzo civicodoc@civicodoc.com entro e non oltre il 10 settembre 2011.
Un fotografo professionista sarà chiamato a giudicare le vostre foto e le prime dieci foto più belle saranno esposte in un locale di prestigio nel cuore di Roma.

In bocca al lupo e tanti scatti d.o.c.!
 
Civico d.o.c.
Comunicazione & Ufficio Stampa
civicodoc@civicodoc.com
www.civicodoc.com
Facebook: Civico doc (fan page)
http://www.facebook.com/home.php#!/event.php?eid=119736894785878

Iva 21%? Una mazzata su consumatori ed economia. Perche' non valutarne l'abolizione?

Qui il comunicato online:
http://www.aduc.it/comunicato/iva+21+mazzata+consumatori+economia+perche+non_19439.php
----------------------------


Iva 21%? Una mazzata su consumatori ed economia. Perche' non valutarne l'abolizione?

Firenze, 27 Agosto 2011. Stiamo andando spediti verso l'aumento dell'Iva dal 20 al 21%, un metodo come un altro per rastrellare soldi cosi' come impostoci dall'Ue. Un metodo, per l'appunto, come un altro che ci fa sorgere una domanda: siccome questa imposta viene pagata solo dai consumatori finali che, non essendo soggetti con partita Iva, non la scaricano, siamo sicuri che la penalizzazione dei consumi sia il metodo giusto? Siamo sicuri che questo non portera' solo ad un maggiore esborso da parte dei consumatori e non ad una contrazione degli stessi consumi? Siccome viviamo in questo Paese e non sulla Luna, tutti sappiamo che un aumento dell'aliquota Iva di un punto non significhera' che i prezzi aumenteranno della medesima percentuale, ma come minimo del 5%... non crediamo esista chi -tra produttori, distributori e commercianti- non raccogliera' l'occasione per specularci sopra.
A prezzi e costi mediamente aumentati del 5%, la contrazione dei consumi e' una logica conseguenza. Contrazione che nel breve e lungo periodo avra' la sua influenza su chi produce servizi e prodotti, contrazione che avra' anche conseguenza sui posti di lavoro, sugli investimenti produttivi e, alla fin fine, sempre e solo sul cittadino consumatore e lavoratore, con prodotti e servizi piu' costosi e meno disponibilita' di lavoro.
E' il mercato. Dipende da come lo Stato lo vede e come vi si pone: se come regolatore dello stesso o come badante/infermiere. Grandi discorsi e grandi teorie lontane? Solo per chi vuole ignorare un piccolo punto di partenza in economia: le crisi non nascono dal nulla, ma sono il risultato di politiche sbagliate da parte dei vari governi, politiche che vanno riconsiderate se si vuole non solo fare i "bravi ragazzi" nei confronti dei "maestri" dell'Ue, ma anche far cambiare rotta al proprio Paese. Raschiare nel fondo del barile e' il tipico atto dell'aumento di una tassa sui consumi, provvedimento che puo' solo portare a far crescere lo sport nazionale del contribuente italiano, l'evasione. Il barile, invece, va cambiato, a partire dall'humus che lo regge, cioe' la fiducia del contribuente; fiducia che non si conquista solo con piu' polizia e presunte pene piu' severe, ma trasformando lo Stato in un amico, e i buoni amici servono a far risparmiare soldi non a spenderne
di
piu'. Niente di meglio che abbassare le tasse e, per rimediare ai buchi, agire solo su se stessi (Stato e amministrazione) e sull'evaso.
Un Paese si risolleva non stremandolo ma dandogli nuova linfa e nuova fiducia. Come potremmo dar torto se, in un contesto come l'attuale e come quello che si prospetta nei prossimi anni,
- il consumatore sara' sempre piu' invogliato ad acquistarsi (piu' di quanto gia' non faccia oggi) un telefonino ad Hong Kong piuttosto che in negozi italiani;
- una azienda sara' sempre piu' invogliata a spostare la propria produzione in Romania o nella nascente Libia, piuttosto che mantenerla in Italia?
Per questo crediamo che muoversi nella prospettiva dell'abolizione dell'Iva possa essere una carta vincente. Certo, questo implicherebbe tante questioni, a partire dal nostro rapporto con l'Ue e il finanziamento che oggi facciamo di queste strutture comunitarie con parte di questa aliquota... ma l'Ue -che vorremmo avesse anche potere politico e non solo economico- si potrebbe finanziare anche attraverso altri canali. Cosi' come il gettito fiscale nazionale che oggi deriva dall'Iva e da tutte le altre tasse simili potrebbe arrivare da una migliore e piu' attenta imposta sul possesso di beni immobili e finanziari e da una imposta sulle transazioni monetarie. Qui il discorso si fa articolato e non lo affrontiamo ora, perche' allo stato ci interessa bloccare la tendenza distruttiva in atto, bloccando il bloccabile e indicando percorsi diversi che, proprio nei momenti peggiori in cui "tutti i nodi vengono al pettine", hanno bisogno di creativita' che sparigli il consolidato.

Vincenzo Donvito, presidente Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it Email: aduc@aduc.it
Ufficio stampa: Tel.055290606

invio 2 comunicatI 27 agosto 2011 (L'ERA L'ORA - VIABILITA')

COMUNICATO STAMPA

L'era L'ora ad Antella - Il programma dell'estate 2011

La Caffetteria L'Era L'Ora, con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli, conclude il programma di eventi e intrattenimento per l'estate 2011, ai Giardini della Resistenza di Antella (Bagno a Ripoli, Firenze), lunedì 29 agosto, alle 21, con la Serata di divulgazione e di ringraziamento del movimento Shalom.
        Informazioni: Call Center Linea Comune, tel. 055.055, da lunedì a sabato, ore 8-20.

**************

Viabilità: chiusura vie per lavori

Il Comune di Bagno a Ripoli informa che alcune vie saranno chiuse al traffico veicolare:

VIA TORTA dal 29/08/11 al 02/09/11 dalle ore 08.00 alle ore 18.00 in corrispondenza dell'intersezione con Via Baroncelli per lavori di ripristino manto stradale.

VIA DI QUARTO dal 29/08/11 al 02/09/11 dalle ore 08.00 alle ore 18.00 in corrispondenza dell'intersezione con Via dei Rosai per ripristino manto stradale.

E' possibile visionare la mappa aggiornata all'indirizzo: http://togo.055055.it

Informazioni: 055/63.11.11.

L'ADDETTO STAMPA
Enrico Zoi

Bagno a Ripoli, 27 agosto 2011
L'ente locale deve un'informazione chiara e corretta al Cittadino (Art. n. 10 Decreto Legislativo 18.8.2000, n. 267, 'Testo Unico delle Leggi sull'Ordinamento degli Enti Locali').

www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it
E-mail: urp@comune.bagno-a-ripoli.fi.it
In caso di errata trasmissione
chiamare Ufficio Stampa (tel. 055/6390.218)


Enrico Zoi

Addetto Stampa

Comune Bagno a Ripoli
Piazza della Vittoria n. 1
50012 Bagno a Ripoli (FI)
tel 055 6390.218 fax 055 6390.210 cell. 335.7632.243
e-mail enrico.zoi@comune.bagno-a-ripoli.fi.it



 _____  


Il presente messaggio, allegati inclusi, è personale, ed è rivolto unicamente alla persona a cui è indirizzato. Chiunque ricevesse questo messaggio per errore o comunque lo leggesse senza esserne legittimato è avvertito che trattenerlo, copiarlo, divulgarlo, distribuirlo a persone diverse dal destinatario è severamente proibito ed è pregato di rinviarlo immediatamente al mittente distruggendone l'originale. Grazie.








venerdì 26 agosto 2011

Confederazione Rangers - Onlus - Organizzazione di Volontariato - Cerca Resp.Coordinatori e/o Volontari per Tutta Italia

Organizzazione di Volontariato Nazionale O.d.V-Onlus (Legge quadro
266/91),Riconosciuta con Atto Notarile Pubblico,Registro Regionale delle
O.d.V,con Divisa Comune per Tutti gli Iscritti,e Divise per Guardie Decretate
Registrate in Prefettura,Marchi e Rispettivi Loghi Registrati presso
l'UIBM.gov.it del Ministero dello Sviluppo Economico, Operante nei settori:
Tutela Ambiente,Protezione Civile,Protezione Animali,Attività
Socio-Culturali-Solidarieta' Sociale,Tutela e Salvaguardia Patrimonio Beni
Culturali-Artistici-monumentali e paesaggistici, Cerca Volontari di Tutte le
Fascie d'età ..Studenti,Liberi Professionisti,Pensionati,Appartenenti alle
Forze dell'Ordine o che lavorano presso Pubbliche Amministrazioni,Tecnici
specialisti,Medici,Giornalisti,Avvocati,Professori,….anche già Iscritti O con
Esperienze in Altre Organizzazioni di Volontariato per Aprire
Sedi/Distaccamenti/Filiali in Tutta Italia e da inserire come:
Responsabili-Coordinatori Regionali,Prov.li,Comunali,Capi Nucleo di Protezione
Civile,….
Responsabili-Coordinatori Regionali,Prov.li,Comunali,Nucleo dei Beni e Attivita'
Culturali-Monumentali,..
Responsabili-Coordinatori Regionali,Prov.li,Comunali per le Attivita'
Sociali,Solidarieta' Sociale.
Responsabili-Coordinatori Regionali,Prov.li,Comunali,Nucleo
Tutela,Valorizzazione e Salvaguardia Ambientale (Guardie Giurate Decretate nei
settori: Ambiente,Ittica,Venatoria,Zoofila,Rurale).
Responsabili-Coordinatori Regionali,Prov.li,Comunali,Capi Nucleo per la
Protezione Animali.
Anche Come semplici Volontari o Gruppi di Volontari Iscritti e/o
Simpatizzanti,Sostenitori. Per chi fosse interessato contattare il Numero di
Reperibilità 347/6695942 (o contattate l'Organizzazione inviando mail al Form
sotto del sito).
N.B.: Si Raccomanda alle Persone che Contattano la "Confederazione Rangers" che
e' Piu' Gradita la Telefonata Diretta al Numero di Reperibilita' in modo Tale
da Capire meglio in che Settore/Specializzazione le persone sono piu'
intenzionate/interessate a far parte.Un Nostro Operatore Vi Rispondera' e Vi
dara' Tutte Le informazioni necessarie. N.B.: Stiamo Approvando altre Nuove
Specializzazioni/Settori,Brevetti-Marchi della Confederazione Rangers nel Campo
della Cinofilia,Equitazione,Montane,soccorso aereo,nautico,…. Per Gli
Interessati,Possibilita' anche di accedere ad Incarichi Nazionali di Prestigio.


La Segreteria
Confederazione Rangers
segreteria@confederazionerangers.it
www.confederazionerangers.it

Le truffe di Enel energia. Procura indaga, ma il fenomeno dilaga

Qui il comunicato online:
http://www.aduc.it/comunicato/truffe+enel+energia+procura+indaga+ma+fenomeno_19437.php
----------------------------


Le truffe di Enel energia. Procura indaga, ma il fenomeno dilaga

Firenze, 26 Agosto 2011. La Procura della Repubblica di Firenze ha aperto un indagine per truffa e falso (1) nei confronti di un promotore di Enel Energia che, all'insaputa dei malcapitati, firmava i contratti di quelli a cui si era rivolto per proporgli un servizio in alternativa all'altra Enel, quella del mercato protetto che tutti conosciamo.
E' solo una piccola mosca che gravita sulla cloaca dei servizi commerciali di questo gestore di luce e gas. Il nostro servizio di consulenza e informazione e' sommerso da segnalazioni del genere (1) e a tutti consigliamo:
- raccomandata A/R di diffida per disconoscere il contratto, chiedendone copia dello stesso per la verifica della falsita' della firma;
- denuncia all'Autorita' per l'energia e il Gas;
- esposto in Procura della Repubblica;
- rimborso danni.
Ma occorre che facciano attenzione anche coloro che, scelto magari il servizio elettrico del mercato libero, si ritrovano, senza averlo richiesto, un contratto anche per il servizio del gas: la modulistica di Enel energia comprende entrambe le opzioni e mettere qualche crocetta in piu', per promotori disonesti, e' molto facile.. diversi i casi che abbiamo smascherato dopo aver dimostrato che la grafia della crocetta sull'opzione gas era diversa da quella della crocetta sulla luce.
La situazione, a nostro avviso e' tragica, proprio perche' parte da un fatto anomalo per chi dice di essere in un mercato libero: Enel mercato protetto, la stessa Enel che e' proprietaria anche delle reti di distribuzione, decide di essere anche sul mercato libero con l'aggiunta del gas, e come decide di presentarsi? Col nome di Enel, ovviamente.... chiaro il giochetto, no?
Quanto accaduto, ed oggi posto sotto indagine da parte della Procura, e' la logica conseguenza di questa anomalia del mercato italiano della liberalizzazione dell'energia.
Noi non crediamo ai buoni propositi di Enel Energia che, in casi del genere, si scusa e fa mostra di mettere alla gogna i propri promotori. Troppi episodi del genere sono accaduti e continuano ad accadere. Forse ci crederemo solo se chi bussera' alla nostra porta per proporci un nuovo contratto energetico non dira': buongiorno sono dell'Enel.

(1) http://www.aduc.it/notizia/promotore+enel+energia+indagato+truffa+falso_123768.php
(2) http://www.aduc.it/info/google.php?cx=014274313731221348228%3Azwzhrnerwti&cof=FORID%3A11&ie=UTF-8&q=enel+energia&sa=cerca#1120

Vincenzo Donvito, presidente Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it Email: aduc@aduc.it
Ufficio stampa: Tel.055290606

La cessione del quinto della pensione: 5 buoni motivi per chiedere un prestito personale anche a 60 anni

Perché rinunciare a nuovi progetti e alle proprie passioni solo perché si hanno 60 anni e si é in pensione? La qualità della vita é costantemente migliorata nel corso degli ultimi anni e l'età pensionabile é diventata una fase in cui potersi dedicare a nuovi progetti, in poter coltivare idee mai realizzate e, perché no, fare degli investimenti. Che siano anche per il futuro dei propri figli. Oggi é possibile investire nel 'nuovo' proprio grazie a forme di prestito personale dedicate ai pensionati. Un esempio su tutti é quello della cessione del quinto della pensione. La cessione del quinto della pensione é una forma di prestito personale flessibile e davvero conveniente per i pensionati. Scopriamo i 5 buoni motivi per chiedere un prestito personale tramite cessione del quinto:
- il rimborso della rata avviene in automatico, mediante trattenuta sulla pensione
- non si corre il rischio di veder lievitata la spesa perché i tassi sono costanti
- non esistono limiti di età né occorre sottoporsi a controlli bancari
- garanzia del rimborso del finanziamento é l'istituto previdenziale presso il quale é iscritto il pensionato, che é responsabile della precisione con cui viene effettuata la trattenuta.
- la presenza dell'istituto previdenziale é una garanzia davvero solida per i distributori di prodotti finanziari che decidono se accettare o meno la richiesta di finanziamento e li spinge ad applicare tassi davvero convenienti.
Tra i distributori di prodotti finanziari più affidabili, c'é il marchio Finanzio Facile. Con il marchio Finanzio Facile i pensionati possono chiedere prestiti personali fino a 50.000 euro tramite cessione del quinto ed avere, così, la liquidità necessaria a finanziare i propri progetti. Tra le società finanziarie in Italia e a Napoli, il marchio Finanzio Facile é quello che ha la rete di agenti più diffusa sul territorio e più efficiente. Occorre solo compilare il form online con pochissime informazioni per essere ricontattati senza impegno per una consulenza gratuita; oppure chiamare numero verde 800 - 818182, gratuito anche dai cellulari.

Opg Montelupo: bene la Procura, 10 morti in 10 anni chiarire anche per il futuro!

Qui il comunicato online:
http://blog.donatellaporetti.it/?p=2411
------------------------------------

Opg Montelupo: bene la Procura, 10 morti in 10 anni chiarire anche per il futuro!

Intervento della senatrice dei Radicali, Donatella Poretti

Bene la Procura di Firenze, utili approfondimenti per chiarire cio' che e' avvenuto in passato e affinche' non succeda più in futuro. Basta una visita per rendersi conto che il reato ipotizzato -"abbandono di incapace"- e' la realta' quotidiana sanitaria e strutturale di Montelupo.
Pazienti con gravi patologie psichiatriche sono letteralmente abbandonati a loro stessi in una struttura carente di personale medico e sanitario, e in locali le cui condizioni igienico sanitario risultano assolutamente non rispettose degli standard minimi di accreditamento.
L'intervento della Procura e' una conseguenza dell'iniziativa della Commissione d'inchiesta sul servizio sanitario nazionale del Senato, presieduta da Ignazio Marino.
Tra le disposizioni cui doveva ottemperare l'Opg di Montelupo:

1. Stanza contenzione e' sotto sigilli, chiusa fino a che non si adegua ai requisiti minimi sanitari, ossia la possibilita' per la persona contenuta di chiamare aiuto ed essere monitorata continuamente. Il doppio binario sanita' e carcere, produce l'assurdo di un medico che dispone una contenzione fisica, ma che dipende dagli agenti penitenziari per accedere alla stanza anche solo per i controlli essendo nella disposizione degli agenti la chiave!

2. Celle coi sigilli da sgomberare nel reparto Ambrogiana. Delle 21 celle da sgomberare per il provvedimento della commissione sono poche quelle rimaste ancora occupate, visto che 9 internati sono stati inviati in altri Opg per i rispettivi bacini di competenza. In particolare 5 a Reggio Emilia, 2 ad Aversa e 2 a Napoli per altri stanno studiando altre soluzioni, ma al 26 agosto dovrebbe essere rispettata la scadenza.

3. Sistema antincendio. Mentre la direzione dell'Opg sta verificando la realizzabilita' dell'adeguamento alla norma di legge antincendio, per cui e' stata concessa una proroga al 30 settembre, resta da capire come la sezione ristrutturata 4 anni fa (Torre) ha potuto ricevere l'agibilita' e il nulla osta senza rispettare la normativa antincendio. Chi ha fatto i controlli e come? Con quali certificati? C'e' stata una "omissione" o una "falsificazione"?
Su questo presenteremo con il senatore Marco Perduca una interrogazione al ministro dell'Interno per quanto di competenza dei Vigili del Fuoco e della Salute per quanto di competenza delle Asl. E sopratutto al ministero della Giustizia per quanto di competenza del Dap e dell'organismo interno preposto. 

E infine a sei mesi l'adeguamento dell'intera struttura ai requisiti igienico sanitari per l'accreditamento nazionale e regionale di una struttura sanitari.

Sen. Donatella Poretti - Parlamentare Radicali -Partito Democratico
Roma, Palazzo Cenci, piazza Sant'Eustachio 83, tel.0667063265, fax 0667064771
Firenze, via Cavour 68, Tel. 0552302266 Fax 0552302452
Cellulare: 336252221
mailto: poretti_d@posta.senato.it
Sito Internet: www.donatellaporetti.it

Patrimoniale, Dibattito - Assoedilizia Colombo Clerici : qual e' la perdita di ricchezza del comparto ?

A s s o e d i l i z i a

PATRIMONIALE SUGLI IMMOBILI:
PER LA CASA UNA DEBACLE TIPO BORSA


Da Roma il presidente di Assoedilizia e di Federlombarda Edilizia Achille Colombo Clerici dichiara :


« Il dibattito sulla patrimoniale, nelle varie prese di posizione, politiche o accademiche, che si susseguono quotidianamente, sta assumendo gradatamente i toni del populismo punitivo che contrassegnavano alcune posizioni politiche nei primi anni Settanta e che da tempo non si riscontravano.

Ed anche le dichiarazioni di alcuni esponenti del mondo industriale, nel tentativo evidentemente di scaricare su altri il peso di un onere che deve essere viceversa il piu' possibile generale, e che deve partire comunque prima dallo Stato e dalle sue risorse, propongono una patrimoniale sugli immobili che finirebbe con il travolgere anche l'economia del settore produttivo primario.

Gia' il fatto che regni questo clima a livello di puro dibattito e che vengano avanzate dalle piu' diverse parti le ipotesi di tassazione del comparto immobiliare piu' disparate, ma tutte seriamente allarmanti per la loro portata espropriativa, ha prodotto e produrra' effetti nefasti sul mercato.

Chi progettava investimenti immobiliari, con gli attuali chiaroscuri, desiste volentieri dal proposito; mentre chi ha gia' investito ha fortissime perplessita' sulla convenienza di mantenere l'investimento.

Purtroppo il mercato ha ragioni diverse da quelle della politica.

Dopo l'enorme perdita di ricchezza mobiliare che ha contrassegnato l'andamento dei mercati finanziari in questo agosto, nessuno sa oggi quale perdita di ricchezza possa esser intervenuta nei risparmi delle famiglie, investiti negli immobili.

Infatti, al di la' dei valori di "affezione" che ciascuno puo' avere in mente per la propria casa, il valore reale e' quello che risulta in sede di conclusione di una transazione: la verifica solo allora si puo' ottenere.

Non vorrei esser giudicato una Cassandra.

Dico solo : trattative molte, operazioni concluse poche e risicate nei valori.

Conclusivamente credo sia auspicabile, piuttosto, che ogni esercizio di fantasia, nell'articolare "ricette" politiche e di categoria per il pareggio dei conti pubblici, si abbia ad orientare sforzandosi di trovare spazi e modalita' per la riduzione dei costi della politica, degli sprechi delle pubbliche amministrazioni e dell'evasione fiscale.

Senz' altro ne beneficierebbe l'economia nazionale.

Ahime', e' un'idea che sfiora ben pochi: e' piu' facile parlare di patrimoniale sugli immobili.

Ma contro i luoghi comuni, soprattutto se politicizzati, si perde ogni ragione, anche quella economica.»


Sent from my BlackBerry® wireless device

17/09: il Tour 'Aspettando il Gigante' arriva a Tolfa (Rm)

Sabato 17 settembre il Tour M&L 'Aspettando il Gigante' arriva a Tolfa

 

L'evento è organizzato dall'associazione culturale Chirone con il sostegno dell'Assessorato alla cultura di Tolfa

 

 

Sabato 17 settembre, a partire dalle ore 17 presso la sala conferenze all'interno del Polo culturale di Tolfa (Rm) a Largo 15 marzo 1799, si svolgerà la settima tappa del tour 'Aspettando il Gigante'.

L'autrice Diletta Nicastro non solo lancerà la raccolta '…Aspettando il Gigante – I prequels', ma rivelerà infine anche la trama dell'attesissimo 'Dio salvi il Gigante – Il sesto incarico' dell'amata saga Unesco 'Il mondo di Mauro & Lisi', in uscita il 30 settembre.

 

L'evento è organizzato dall'associazione culturale CHIRONE con il sostegno dell'Assessorato alla cultura di Tolfa. Modera l'incontro il giornalista Marco Amabili.

 

I M&L-Maniac hanno pressato per tutta l'estate per avere le anticipazioni sul prossimo libro ed infine saranno accontentati. "L'attesa sta per finire e 'Dio salvi il Gigante – Il sesto incarico' sta per essere rivelato. Sono felice che sia Tolfa la cornice dove rivelare infine gli ultimi indizi prima dell'uscita del libro. Amo molto Tolfa. E' una città molto bella, ma soprattutto ricca di storia e piena di ispirazione", ha dichiarato la Nicastro.

 

Jonathan Darcy, Mary Crawford, Midwinter, Fiona McAuley. Molti nuovi personaggi entreranno nel prossimo capitolo di M&L: "Sì! E questi sono solo una parte. Altri personaggi importantissimi non sono ancora apparsi. Neppure nei prequels. Ma tutto verrà rivelato solo il 17 settembre. Dal 19 settembre poi inizierà ad aggiornarsi anche la M&L-Pedia, l'enciclopedia virtuale di Mauro & Lisi inserita all'interno del sito ufficiale".

 

Per l'intervista completa a Diletta Nicastro scrivere ad info@ilmondodimauroelisi.it o telefonare al 331-5662381.

 

Con preghiera di segnalazione.

 

Rebecca Altoviti

Responsabile Media e Comunicazione 'Il mondo di Mauro & Lisi'

info@ilmondodimauroelisi.it

www.ilmondodimauroelisi.it

+39 331-5662381

 

Trama di '…Aspettando il Gigante':

Dai mosaici di Piazza Armerina all'arguta penna di Jane Austen, dalle calde sabbie del beach volley alle fredde trame dello spionaggio internazionale, dalla travolgente passione per il Celtic FC all'emozione per una voce a lungo attesa, dalle note intense di Beethoven al grido dei gabbiani sulle scogliere…

Amicizia, coraggio, passione e amore.

Sei prequels che anticipano 'Dio salvi il Gigante'.

Sei racconti da vivere, sognare, sfogliare e risfogliare.

 

I racconti inseriti nella raccolta:

Jonathan Darcy torna a casa, ovvero M&L incontrano Jane Austen.

Tieni duro, Mauro Cavalieri, ovvero M&L a Piazza Armerina.

Le trame di Mary Crawford

Lisi e Kieran in una sera d'estate

...Il tempo è giunto

Il sogno di Rebecca

COMUNICATO STAMPA Scampati al terremoto, reclutati per gli espianti



LEGA NAZIONALE CONTRO LA PREDAZIONE DI ORGANI
E LA MORTE A CUORE BATTENTE
24121 BERGAMO Pass. Canonici Lateranensi, 22
Tel. 035-219255 - Telefax 035-235660
nata nel 1985
COMUNICATO STAMPA
ANNO XXVII – n. 16
26 Agosto 2011
L'AQUILA
Scampati al terremoto, ora vengono reclutati per gli espianti

 
Territorio ferito dal sisma dal 2008 al 2010 con epicentri nell'intera area della città e della provincia dell'Aquila: scossa principale il 6 aprile 2009 con magnitudo 5,9 della scala Richter.
Il bilancio delle vittime è di 308 morti, oltre 1600 feriti e più di 10 miliardi di euro di danni.
 
La sofferenza degli aquilani è grande. Il Governo ha costruito centinaia di appartamenti in tempi record, ma per riportare L'Aquila alla normalità i problemi sono ben più profondi. Il terremoto ha distrutto l'economia della regione, migliaia di attività commerciali sono chiuse, quasi un quarto degli 80 mila residenti dell'Aquila riceve l'indennità di disoccupazione, mentre più di 20 mila sono sparsi nella regione in alloggiamenti provvisori.
 
Tutto questo tra sciacallaggio, liti per gli appalti e istituzioni che fanno di tutto per salvare sé stesse, comprese le istituzioni della trapiantistica. Ma si sa gli aiuti sono investimenti dei ricchi, perché gli interventi per lo sviluppo vanno a beneficio di chi li fa.
 
Il ritmo di smaltimento delle macerie è così lento che alcune stime parlano di decine di anni. Simbolica e significativa è stata la cosiddetta protesta delle carriole messa in atto in varie occasioni dagli aquilani per protestare sulla situazione di stallo nella ricostruzione. In virtù di ciò, tempi e costi, inizialmente stimati in almeno 10 anni e 10 miliardi di euro, sembrerebbero destinati a lievitare pesantemente.
 
E allora perché si finanziano le iniziative delle istituzioni trapiantistiche e loro associazioni di propaganda come nel caso del convegno del "26 agosto 2011 dall'equivoco titolo 'PER DONO' ASPETTI ETICI DEL TRAPIANTO"? Quali aspetti etici? Quante menzogne: nascondono agli aquilani che la cosiddetta "morte cerebrale" è un'invenzione e che l'espianto si pratica a cuore battente e sangue circolante su un vivo che ha perso la coscienza.
Speriamo che nessuna delle 308 vittime sia stata espiantata, ma non ci stupiremmo del contrario, perché là dove si soffre coagula meglio l'organizzazione trapiantistica.
Pur di fare i loro interessi hanno cavalcato e snaturato la festa della perdonanza celestiniana (istituita da Papa Celestino V nel 1294) per l'indulgenza plenaria a tutti i fedeli del mondo, che coincide nelle date.
Hanno perfino sporcato e manipolato l'albero della vita di Klimt attaccandogli dei cuori espiantati sinonimo di rapine su gente già provata dal dolore.
 
Gli aquilani non devono dare "PER DONO" nulla, né gli organi, né il perdono morale di siffatta avidità cieca al dolore altrui. Hanno già dato troppo in sofferenza.
Inoltre è terribile vivere pensando che c'è qualcuno che spera e forse proprio desidera una tua disgrazia per avere i tuoi organi; è una condizione che altera e distrugge l'armonia del convivere umano, anche perché non è altro che una moderna forma di cannibalismo: morte tua vita mia.
Mandate questi avidi soggetti in doppiopetto a caricar carriole per lo smaltimento delle macerie, altrimenti si potrebbe pensare che sia sciacallaggio della trapiantistica in un luogo dove il cittadino destrutturato dagli eventi diventa più facilmente preda della macellazione umana.
 
Nerina Negrello
Presidente

 
Può sostenere la nostra Associazione diventando socio o dando un  libero contributo:
- Conto Corrente Postale  n° 18066241 intestato a Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi
- Bonifico bancario IBAN IT35 S076 0111 1000 0001 8066241 su conto corrente presso Banco Posta
- Assegno Bancario non-trasferibile intestato a Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi
Se non desidera ricevere i nostri comunicati, ai sensi del D. Lgs. 196/03, risponda a questa e-mail "rimuovere". Grazie.

"Ben Hur" di Gianni Clementi | Etna in scena

 

Il 27 agosto alle ore 21.00 nell’anfiteatro Falcone Borsellino di Zafferana Etnea per la kermesse Etna in scena  si terrà lo spettacolo “Ben Hur” di Gianni Clementi con Paolo Triestino, Nicola Pistoia e Elisabetta De Vito per la regia di Nicola Pistoia. La trama ci racconta di Sergio (Nicola Pistoia), uno stuntman caduto in disgrazia: aveva iniziato la carriera alla grande, scritturato addirittura da Steven Spielberg per “Salvate il soldato Ryan” ma proprio girando questo film, ha subìto un infortunio che non si stanca di narrare e di cui attende il risarcimento. Nel frattempo si arrangia, posando mascherato come Ben Hur sotto il Colosseo. La sorella Maria, con cui divide l'appartamento, è una single "di ritorno" un po' depressa (Elisabetta De Vito). Anche lei cerca di contribuire al bilancio familiare lavorando in una chat erotica: il che la costringe a rispondere goffamente alle richieste dei clienti al telefono nei momenti più imprevedibili. A rompere la routine familiare arriva Milan (Paolo Triestino) un immigrato irregolare, pronto a tutto pur di migliorare il proprio stato. Milan è ingegnere bielorusso intraprendente, attivo, generoso, pieno di idee. La vita lo ha posto in difficoltà, lo ha costretto ad abbandonare la sua casa, gli affetti ma la cosa non lo piega, né lo rende apatico come sono i suoi nuovi amici italiani. In breve porta avanti e conclude tutti i lavori che Sergio riesce a trovare e, come centurione, sbaraglia la "concorrenza" costruendo una biga, come quella del film Ben Hur, su cui scattare fotografie e portare in giro i turisti. La sua presenza porta una ventata positiva di vitalità nel grigiore di Sergio e Maria. Ma quando il paradiso sembrava a portata di mano, Maria uccide la gallina dalle uova d’oro avendo scoperto che Milan,per il quale prova trasporto, ha moglie e figli. Secondo la tradizione della commedia all’italiana, l’autore Gianni Clementi racconta comicamente una storia in realtà tragicissima, affidando il buonumore al conflitto linguistico. In Ben Hur si aggiunge il sapore corrosivo dei tempi che respiriamo. I venti cattivi dell’intolleranza, la precarietà che inaridisce lo spirito, l’istinto di sopravvivenza che sconfina nel cinismo.

Biglietti in prevendita www.ctbox.it o al botteghino, poltrona numerata 12,00 + diritti di prevendita.

 

logo Elisa 2008++

Elisa Toscano

Relazioni Pubbliche e Marketing

tel. ufficio 095 8363299

Cell. 3737568363

Fax. 0952937685

www.parlareinpubblico.it

www.elisatoscano.it

 

CONTEMPORANEA 2011 - 100% succo di teatro. spremuto con amore [dal 26.08 al 4.09] Segni - Colleferro (Roma)

Con gentile richiesta di pubblicazione

Grazie per l'attenzione,
Cordiali Saluti
Contemporanea Teatro

Contemporane Teatro 2011.jpg






--
CONTEMPORANEA TEATRO dalla cultura ferita …
100% SUCCO DI TEATRO. SPREMUTO CON AMORE

www.contemporaneateatro.org
cerca ContemporaneaTeatro Segni anche su facebook
Chiara Crupi  +39.3382006735
Elisa Cuciniello +39.3281532362
Vera Michela Suprani +39.3283019925

Il divertimento è una cosa molto seria

E’ appena nato ed e’ gia’ un successo: il nuovo corso per Animatori – di comunita’, di gruppo, del tempo libero – sta infatti raccogliendo l’attenzione di un numero crescente di iscritti, desiderosi di apprendere tecniche e conoscenze che consentano loro di facilitare e promuovere la dimensione ludica all’interno di gruppi piccoli e grandi, stimolando la relazione creativa e il rispetto tra le persone.

Un percorso formativo originale per una professione sempre piu’ richiesta e qualificata, per la quale non basta essere giovani, disinvolti, socievoli, allegri e creativi; occorrono competenze precise, preparazione, cultura, metodo. E soprattutto una forte motivazione personale. Fare l’animatore, infatti, non significa soltanto occuparsi del divertimento di turisti in più o meno esclusivi villaggi-vacanze, ma puo’ voler dire anche “inventarsi” attivita’ ludiche e didattiche, per esempio, per bambini disabili, anziani, ecc.

 

Il nuovo Corso e’ una naturale espansione delle esperienze e del know-how maturato in questi anni di formazione per Operatori Socio Assistenziali. E come tutti i corsi firmati Istituto Cortivo prevede alcune materie obbligatorie – psicologia, sociologia, farmacologia, legislazione sociale e sanitaria, ecc. –; altre facoltative – storia, letteratura italiana, comunicazione e marketing sociale, ecc. (di queste, l’iscritto dovra’ sceglierne almeno due) –; altre ancora specifiche – creativita’ e tecniche di animazione, gestione del gruppo, contesto turistico, scenari operativi…

Prevede inoltre la partecipazione a seminari facoltativi di approfondimento e un periodo di tirocinio obbligatorio presso comunita’, centri sportivi, ludoteche, case di riposo, villaggi vacanze, campi estivi, centri per disabili… Tutto questo perche’ l’intenzione non e’ quella di formare tanti nuovi, bravissimi “Fiorelli”, ma professionisti capaci di coniugare l’arte dell’improvvisazione creativa e giocosa con le competenze specifiche di chi si prende cura delle persone bisognose di aiuto e assistenza. Il nuovo corso, infatti, pur se aperto a tutti, rappresenta un’integrazione ideale agli altri percorsi didattici dell’Istituto Cortivo.

 

Maggiori informazioni sui Corsi Osa  e sul Corso per animatori

Rivoluzione di Guido Mazzolini

Durante il concorso diVerso in Verso (Teramo) la lirica "Rivoluzione" di Guido
Mazzolini ha ricevuto una menzione.
RIportiamo la poesia premiata e la motivazione.

RIVOLUZIONE

Mi chiedi cosa sia rivoluzione
e non ti accorgi di quei pugni chiusi
serrati come morse, dei denti stretti,
della disperazione di un popolo che ha fame,
così tanto impegnato come sei
nel seminar democrazie perfette
dispensando pace a colpi precisi di mortaio
armato di coltelli e spade.
Mi chiedi cosa sia rivoluzione
e non ti accorgi dello sguardo vuoto
di un uomo che attraversa la tua strada,
non sarai mai il nero che barcolla scalzo
ubriaco e minaccioso, la giovane ragazza
che vende a poco prezzo il suo sorriso
ombrato di dolore e rabbia,
il figlio di un deserto d'Africa
vestito d'ossa e mosche,
il barbaro straniero che invade la tua casa
rubando la tua aria, sporcando le tue strade.
Mi chiedi cosa sia rivoluzione
ad occhi chiusi e un ghigno di livore ti segna netto il viso.
Destati, diventa terra arresa, spalanca le finestre,
accogli l'uomo e non temere l'invasore;
trema piuttosto per il tuo silenzio,
per la coscienza sorda e la complicità di chi non vede
celando indifferenza velenosa,
trema perché sei tu quell'uomo
quegli occhi vuoti sono i tuoi
e ti appartiene quella pelle scura
la stessa umanità che tu deplori.

N°189:Rivoluzione
Per comprendere cosa significhi il termine "Rivoluzione" bisogna vivere delle
esperienze appropriate, poiché non bastano solo le teorie. Attraverso un
crescendo di situazioni adeguate, l'autore ci fa consapevoli del chiuso egoismo
che ci domina e ci esorta ad aprire il nostro cuore alla fratellanza e all'
accoglienza. È l'indifferenza il male più grande.
Prof. Quirino Iannetti

Manovra economica. Inefficaci gli aiuti pubblici alle imprese

Qui il comunicato online:
http://www.aduc.it/comunicato/manovra+economica+inefficaci+aiuti+pubblici+alle_19435.php
-----------------------------

Manovra economica. Inefficaci gli aiuti pubblici alle imprese

Roma, 26 Agosto 2011. Circa 60 miliardi di euro in 10 anni. Sono gli aiuti pubblici alle imprese previsti in 30 leggi, per 88 interventi nazionali, in aggiunta quelli regionali (1.440 interventi). Secondo uno studio della Banca d'Italia (1,2), pero', "i contributi pubblici non sono stati in grado di produrre effetti duraturi sulla performance delle imprese sussidiate", oltre a cio' "l'attività innovativa delle imprese migliora solo temporaneamente dopo l'assegnazione di un finanziamento pubblico, inoltre, non ci sarebbero differenze significative tra le imprese sussidiate e quelle non sussidiate in termini di produttività del lavoro e crescita del fatturato"; infine, i patti regionali non hanno avuto effetti "ne' sull'occupazione né sulla crescita delle unita' gia' presenti nell'area". Circa un terzo di questi finanziamenti e' stato impiegato per l'agevolazione degli investimenti nelle aree depresse.
Una fallimento totale. A carico del contribuente.

(1) http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/econo/quest_ecofin_2/QF_60/QEF_60.pdf
(2) http://www.bancaditalia.it/studiricerche/convegni/atti/sistema_prod/sessionefinale/Rapporto_finale.pdf

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it
Email: aduc@aduc.it
Tel.055290606
Ufficio stampa: Tel.055291408

invio comunicato 26 agosto 2011

COMUNICATO STAMPA
Nuovi orari di apertura al pubblico dal 1° settembre 2011


        Il Comune di Bagno a Ripoli informa che, a partire dal 1° settembre 2011, cambia l'orario di apertura al pubblico di alcuni uffici. Questi i nuovi orari:
        Urp - Ufficio Relazioni con il Pubblico, Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1 - Piano terra: lunedì, mercoledì e venerdì 8-13; martedì e giovedì 8-12 e 14.30-18; sabato 8.30-12.30.
        Ufficio Demografici: Anagrafe - Stato Civile - Elettorale - Leva – Pensioni, Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1 - Piano terra: lunedì, mercoledì e venerdì 8-13; martedì e giovedì 8-12 e 14.30-18.
        Ambiente, Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1 - 1° Piano: lunedì 8.30-13; giovedì 14.30-18.
        Lavori Pubblici, Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1 - 1° Piano: lunedì 8.30-13; giovedì 14.30-18.
        Urbanistica - Edilizia – Condono, Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1 - 1° Piano: lunedì 8.30-13; giovedì 14.30-18.
        Cultura, Bagno a Ripoli, Via Sinigaglia 1: lunedì mattina e giovedì pomeriggio solo su appuntamento.
        Polizia Municipale – Comando Bagno a Ripoli, Via Fratelli Orsi 18-20: martedì, giovedì e sabato 10-12.
        Centro Operativo (Manutenzione - Viabilità – Traffico), Ponte a Niccheri, Via Antella 32: lunedì 8.30-13; giovedì: solo su appuntamento.
        Economato, Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1 - 3° Piano: lunedì mattina e giovedì pomeriggio solo su appuntamento.
        Risorse Umane, Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1 - 3° Piano: lunedì mattina e giovedì pomeriggio solo su appuntamento.
        Patrimonio, Bagno a Ripoli, Via di Ritortoli 29 - 1° piano: lunedì mattina e giovedì pomeriggio solo su appuntamento.
        Denunce di morte, Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1 - Piano terra: lunedì, mercoledì e venerdì 8-13; martedì e giovedì 8-12 e 14.30-18; sabato 8.30-12.30; giorni festivi 8-10.
       
Nessuna variazione per gli orari dei seguenti uffici:
        Tributi (Tarsu – Ici), Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1 - 2° Piano: lunedì 8-13; martedì e giovedì 14.30-18.
        Messi Comunali, Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1 - Piano terra: da lunedì a venerdì 8-10.
        Punto Anziani: lunedì 9-13 presso Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1 - Piano terra e in Via Fratelli Orsi 22; mercoledì 9- 13 presso Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1; venerdì 9-13 presso Bagno a Ripoli, Via Fratelli Orsi 22.
        Punto Insieme: martedì 9.30-12.30 e giovedì 14.30-17.30 presso Bagno a Ripoli, Via Fratelli Orsi 22.
        Info Handicap: martedì 9-12 presso Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1 - Piano terra; giovedì 9-13 presso Bagno a Ripoli, Via Fratelli Orsi 22.
        Assistenza, Bagno a Ripoli, Via Fratelli Orsi 22: lunedì 8-13; martedì e giovedì 14.30-18.
        Scuola, Bagno a Ripoli, Via Roma 163: lunedì 8-13; martedì e giovedì 14.30-18.
        Sport, Bagno a Ripoli, Via Roma 163: lunedì 8-13; martedì e giovedì 14.30-18.
        Polizia Municipale – Distaccamento Grassina, Via Pian di Grassina 8: lunedì, mercoledì e venerdì 10-11.
        Centro Documentazione Educativa, Ponte a Niccheri, Via di Belmonte 38: lunedì 8-13; martedì e giovedì 14.30-18.
        Use - Suap - Polizia Amministrativa - Attività produttive e sviluppo turistico, Bagno a Ripoli, Via Sinigaglia 1: lunedì 8-13; giovedì 14.30-18.
        Segreteria del Sindaco, Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1 - 2° Piano: da lunedì a venerdì 8-13; martedì e giovedì anche 14.30-18.
        Segreteria Affari Generali, Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1 - 2° Piano: da lunedì a venerdì 8-13; martedì e giovedì anche 14.30-18.
        Ragioneria, Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1 - 2° Piano: da lunedì a venerdì 8-13; martedì e giovedì anche 14.30-18.
        Biblioteca, Ponte a Niccheri, Via di Belmonte 38: lunedì, martedì e giovedì 9.00 - 19.30; mercoledì e venerdì 14.30 - 19.30; sabato 9.00 - 13.00
Informazioni: Call Center Linea Comune, tel. 055.055, da lunedì a sabato, ore 8-20.

L'ADDETTO STAMPA
Enrico Zoi

Bagno a Ripoli, 26 agosto 2011

L'ente locale deve un'informazione chiara e corretta al Cittadino (Art. n. 10 Decreto Legislativo 18.8.2000, n. 267, 'Testo Unico delle Leggi sull'Ordinamento degli Enti Locali').
www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it - E-mail: urp@comune.bagno-a-ripoli.fi.it
In caso di errata trasmissione chiamare Ufficio Stampa (tel. 055/6390.218)

«Messaggero di sant'Antonio - edizione italiana per l'estero» di settembre, 1° invio

copertina settembreGentili signori,

inviamo alcuni articoli del numero di settembre del
«Messaggero di sant'Antonio - edizione italiana per l'estero»
,
con la speranza che siano di vostro interesse per una loro eventuale diffusione.
Un cordiale saluto.

P.S. Per approfondimenti potete richiedere
una copia omaggio della rivista
all'Ufficio Stampa
o consultare il sito http://www.messaggerosantantonio.it/messaggero_emi/home.asp




a cura dell'Ufficio Stampa
del
«Messaggero di sant'Antonio»
via Orto Botanico 11
35123 Padova
tel. 049 8225707/5926

SCIOPERO GENERALE 6 SETTEMBRE INDETTO DAL SINDACALISMO DI BASE

Dichiarazione congiunta USB, Slaicobas, ORSA, Cib-Unicobas, Snater, SICobas, USI: SCIOPERO GENERALE 6 settembre 2011  

MANIFESTAZIONE MILANO  6 SETTEMBRE ORE 9,30 LARGO CAIROLI  http://www.facebook.com/#!/event.php?eid=156361711112249

DIFFONDI E NON MANCARE     www.usb.it  

 
Nazionale – mercoledì, 24 agosto 2011

Le confederazioni e le organizzazioni sindacali USB, Slaicobas, ORSA, Cib-Unicobas, Snater, SICobas e USI riunitesi il giorno 24 agosto 2011, hanno condiviso e concordato quanto segue.

 

Si considera indispensabile una forte risposta dei lavoratori alle manovre di luglio e di agosto del governo. In questo senso si indice lo sciopero generale di 8 ore per il giorno 6 settembre 2011, quale primo momento di una mobilitazione che non si esaurisce chiaramente con questa azione di lotta, a sostegno della seguente piattaforma:

 

> contro le politiche dell'Unione europea e le manovre del governo che applicano le misure imposte dall'Europa, dalle banche e dai poteri forti finanziari che hanno determinato e speculato sull'attuale crisi mondiale;

 

> per la cancellazione del debito, il blocco delle spese militari e una politica nazionale ed europea basata sui diritti e le legittime aspettative dei popoli e non della finanza e degli speculatori;

 

> contro l'evasione/elusione fiscale e contributiva e per una politica fiscale a sostegno del lavoro dipendente e dei redditi; per il diritto all'abitare;

 

> per una forte patrimoniale e la tassazione delle rendite e delle transazioni finanziarie;

 

> contro la costituzionalizzazione del pareggio di bilancio e del libero mercato;

 

> per la nazionalizzazione delle banche e delle grandi imprese strategiche per il paese e per un impegno dello stato capace di rilanciare e finanziare la produzione e i servizi;

 

> a difesa dello Statuto dei lavoratori, contro l'attacco ai diritti dei lavoratori e il patto sociale che il governo vuole trasformare in legge;

 

> riduzione dell'orario di lavoro a parità di salario, lo sblocco dei contratti di lavoro, la difesa del Contratto nazionale, l'istituzione del reddito sociale, la fine della precarietà ed il diritto al lavoro stabile;

 

> per la regolarizzazione generalizzata dei migranti e per il mantenimento del permesso di soggiorno di coloro i quali hanno perso il lavoro;

 

> contro le privatizzazioni mascherate da liberalizzazioni per la difesa dei beni comuni in coerenza con gli esiti referendari;

 

> contro la privatizzazione della scuola, della ricerca e dell'università e per il diritto al sapere;

 

> contro l'abolizione delle festività a partire dal 1° maggio e dal 25 aprile;

 

> per una legge democratica e pluralista sulla rappresentanza e la democrazia nei luoghi di lavoro.

 


La concomitanza dello sciopero con quello indetto anche dalla Cgil non deve essere interpretato come una condivisione delle motivazioni proposte da questa confederazione dalla quale ci divide nettamente anche la firma dell'accordo del 28 giugno scorso.


Il 6 settembre le scriventi confederazioni e organizzazioni sindacali manifesteranno quindi in molte città italiane su piazze diverse da quelle della Cgil.


Oltre allo sciopero generale si condivide sin da ora la necessità di individuare e praticare una serie di iniziative a livello nazionale e territoriale ed una mobilitazione incisiva e di lunga durata, a cominciare dal 6 settembre e dall'Assemblea nazionale del 10 settembre indetta a Roma.

 

USB, Slaicobas, ORSA, Cib-Unicobas, Snater, SICobas, USI

giovedì 25 agosto 2011

La stagione dell’arredamento? L’autunno


Le cucine si arredano a ottobre, le camerette a marzo

Un tempo c'era la stagione giusta per piantare i bulbi in giardino, oggi invece esiste anche la temperatura e la luce ideale per arredare gli interni della propria casa. Secondo un'indagine condotta da Moschella Arredamenti, negozio di arredamento di Roma, infatti, ogni stanza della casa viene ammobiliata in momenti diversi dell'anno. E la meteoropatia finisce dunque per influenzare anche colori e stili dell'abitazione. 


Stando a guardare i dati delle ricerche effettuate sul web, sembra che la stagione preferita per arredare la camera da letto sia l'estate. Gli utenti, infatti, ricercano letti matrimoniali e tendaggi soprattutto alla fine di agosto e durante la prima settimana di settembre.


Per le cucine, invece, si preferisce l'autunno inoltrato: di solito, infatti, la ricerca di tavoli, stoviglie, ripiani e lavelli viene effettuata alla metà di ottobre.


"La scelta di arredare la casa dopo l'estate spesso è influenzata dal periodo in cui avvengono la maggior parte dei matrimoni. Di solito ci si sposa con la bella stagione e, subito dopo, ci si preoccupa di arredare l'abitazione. Questo significa avere a disposizione tutta la luce necessaria per scegliere i colori giusti per pareti, complementi di arredo, tavoli e sedute" spiega lo staff di Moschella Arredamenti.


Quando si tratta poi dei più piccoli, la stagione prediletta diventa la primavera. A marzo, infatti, si concentra la ricerca dei mobili per le camerette dei ragazzi.


Per i soggiorni, invece, si torna ad aspettare l'autunno: durante il mese di novembre, infatti, cadono le foglie, ma fioriscono mobili per la tv, tavoli da pranzo e sedie imbottite. Possiede una stagionalità a parte, poi, il divano. Il re del salotto, infatti, viene acquistato per lo più in pieno inverno, agli inizi di gennaio.


"In estate, complice il caldo e le vacanze è più difficile effettuare acquisti impegnativi per quel che riguarda l'arredamento della casa. Di solito, quindi, da giugno ad agosto notiamo una maggiore richiesta per quanto concerne, in particolare, i complementi di arredo e i mobili da giardino" precisa lo staff di Moschella Arredamenti.


Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota