sabato 23 luglio 2011

Corso per Animatore Socio-Culturale


"SPECIALE ALTA FORMAZIONE IN RETE"
Un Voucher per il tuo corso di formazione
Fai subito domanda entro il 4 agosto

Si è aperto il 4 luglio un bando di 12 regioni che stanzia 30 milioni di euro per l'alta formazione a favore di laureati e diplomati.
Da questo momento, fino alle ore 18 del 4 agosto, tutti i residenti del Lazio possono scegliere il corso di Specializzazione per il quale intendono spendere il proprio voucher e inoltrare domanda per l'assegnazione del voucher a copertura, totale o parziale (a seconda del proprio reddito) del costo del corso.

 

Se sei interessato a potenziare le tue competenze professionali e/o a qualificarti per entrare nel mondo del lavoro, puoi accedere ad assegni formativi (voucher) per la partecipazione ai corsi del Catalogo Interregionale dell'Alta Formazione e disporre quindi di un finanziamento pubblico per frequentare uno dei corsi presenti nel catalogo della tua regione.

Vuoi lavorare nel sociale? Scegli subito il tuo corso di formazione per ANIMATORE SOCIO-CULTURALE e aggiudicati l'assegno formativo (VOUCHER).

Un'opportunità che puoi cogliere solo entro il 4 agosto!

Alta Formazione in Rete è un progetto interregionale a cui ha aderito anche la Regione Lazio ed è finalizzato a diffondere e supportare la formazione superiore tramite l'erogazione di voucher individuali fino ad un importo massimo di € 5.000,00, che finanziano la frequenza di Corsi di Specializzazione e Master Post Universitari ammessi ad un Catalogo regionale.

Lo scopo primario del progetto Alta Formazione in Rete è quello di promuovere l'accesso a percorsi altamente qualificanti da parte di giovani e adulti con titolo di studio elevato (diploma e laurea),per sostenere l'incremento delle competenze professionali e favorire l'inserimento nel mercato del lavoro.

Il progetto è quindi parte integrante delle Politiche per l'occupazione promosse dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dalla Comunità Europea e mira a favorire l'incontro tra domanda ed offerta di lavoro, contribuendo all'inserimento lavorativo dei giovani in cerca di occupazione.

 

La Logos P.A.F ha aderito al progetto interregionale Alta Formazione in Rete con lo scopo  supportare la costruzione di un percorso di formazione nel Sociale che faciliti l'inserimento nel mondo del lavoro e supporti il miglioramento della propria professionalità tramite l'erogazione di un voucher.

 

Il corso che Logos P.A.F. propone e per il quale possono essere richiesti i voucher è:

 

"Animatore socio-culturale"

 

Obiettivo del corso è preparare una figura professionale in grado di progettare e gestire attività di carattere educativo, culturale e di intrattenimento, rivolte a diverse tipologie di utenti in relazione al contesto (associazioni, comunità, scuole) in cui lavora. Deve saper svolgere la propria attività a contatto con diversi tipi di persone: bambini, adolescenti, anziani e portatori di handicap. Al termine del percorso formativo l'animatore sociale deve saper realizzare attività ricreative, artistiche e ludiche, occupandosi in autonomia degli interi aspetti organizzativi (programmazione attività, allestimento degli spazi e reperimento materiale per lo svolgimento delle iniziative).

REQUISITI PER LA RICHIESTA DI ASSEGNAZIONE VOUCHER ALTA FORMAZIONE (Lazio)

 

v      Residenza nel Lazio

v      Laurea triennale

v      Stato di disoccupazione. Lo stato di disoccupazione deve essere dimostrato tramite la dichiarazione di disponibilità all'impiego. Se ancora non ce l'hai, puoi fare la dichiarazione presso il Centro per l'impiego della tua provincia di residenza (esiste uno sportello dedicato). Per sapere dove trovarlo digita "centro per l'impiego + nome della tua città" su Google.

 

Il voucher è disponibile anche per chi è occupato (tempo determinato, indeterminato, co.co.pro, part-time, apprendistato, inserimento, occasionale, autonomo) o è in CIGO, CIGS, mobilità o in deroga.

 

v      Alla richiesta di voucher va allegato il modello ISEE 2011. Per averlo è molto semplice: contatta il CAF (Centro Assistenza Fiscale) a te più vicino. Per trovarlo digita "CAF + il nome della tua città". Prima di andare ti consigliamo di telefonare per sapere quali documenti portare. Il servizio è gratuito.

 

Dopo aver individuato il corso per il quale richiedere il voucher, registrati sul portale www.altaformazione.it e segui la procedura. Ti verrà richiesto di allegare Dichiarazione di disponibilità, ISEE e curriculum europeo. Attenzione! Il cv è importante ai fini del calcolo del punteggio per la graduatoria e deve essere esclusivamente in formato europeo, altrimenti non verrà preso in considerazione.

 

Una volta terminata la procedura il portale genererà la domanda di richiesta voucher che dovrai stampare. Fatto questo prendi una busta e inserisci:

v      Domanda di richiesta voucher stampata dal sito. Sulla domanda devi apporre una marca da bollo del valore di € 14,62 (ricordati di firmare la domanda!)

v      Dichiarazione di disponibilità all'impiego

v      Modello ISEE 2011

v      Curriculum vitae in formato europeo

v      Fotocopia leggibile di un documento di identità

 

Sulla busta scrivi il mittente (in alto a destra) e il seguente indirizzo:

 

Regione Lazio

Direzione Regionale Formazione e Lavoro

Area Programmazione Interventi – DB/05/10

Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7

00145 Roma

 

Sulla busta dovrai inoltre indicare:

"Domanda di Voucher formativi nell'ambito del Catalogo Interregionale dell'Alta Formazione – NON APRIRE"

 

ATTENZIONE: la domanda deve pervenire presso la Regione Lazio entro le ore 17.00 del 05.08.2011 per cui non fa fede il timbro postale!!! Noi ti consigliamo di portarla a mano, non si sa mai….

 

Link Utili:

Alta Formazione in Rete:www.altaformazioneinrete.it/tabid/136/Default.aspx

Alta Formazione, bando per la Regione Lazio: www.altaformazioneinrete.it/tabid/2728/Default.aspx

 

 
 

Logos P.A.F. s.r.l.
Sede Roma Nord: Via Alfredo Catalani, 27 - 00199 - Roma - Tel. 06.86.21.07.71
Sede Roma Sud: Circonvallazione Ostiense, 80 - 00154 - Roma - Tel. 06.96.04.56.73 FAX 06.86.38.10.42
www.logospaf.it

LA PADANIA 24 LUGLIO IL MAIALE CORRE AVVOLTO NEL TRICOLORE

LA PADANIA 24 LUGLIO IL MAIALE CORRE AVVOLTO NEL TRICOLORE

PDF DA SCARICARE QUI http://www.chiliamacisegua.org/2011/07/23/la-padania-24-luglio-il-maiale-corre-avvolto-nel-tricolore/

L'inchiesta di Stefania Piazzo nelle inciviltà nostrane rappresentate da sagre, fiere, feste patronali paesane, alberi della cuccagna, giostre, corse e corsette, palii et similia che si snodano nella penisola (con la benedizione della…tradizione e dei ministeri silenti che spesso gli animali li sfianca se non li uccide, altro che benedizione, una maledizione perpetua….), è arrivata alla quarta puntata. Godiamocela tutta nel suo morboso furore.. conservativo di cultura italiana!
Buona lettura e come sempre buona indignazione! Chiliamacisegua www.chiliamacisegua.org

LA PADANIA 24 LUGLIO VIAGGIO NELL'ITALIA BESTIALE A CURA DI STEFANIA PIAZZO NOVANTASEIESIMA PUNTATA IL MAIALE CORRE AVVOLTO NEL TRICOLORE DAI SALAMI DELL'UNITA' D'ITALIA ALLO STRUZZO FRANCESCANO

ARTICOLO

Bassiano, niente più gara dei porci. Ma pur di non rinunciare alla sagra, gli animali corrono in braccio muniti di bandiera Al vincitore due suini in premio. In Lombardia ed Emilia è vietato usare animali come premio per giochi, feste e sagre, lotterie, sottoscrizioni o altre attività. Genova prende esempio Né il sindaco né la Proloco, avevano mai pensato fosse necessario chiedere che autorizzazione o parere all'asl. In fin dei conti, sono futuri salami Mai l'asl era stata in questi anni interpellata. Ma avrà mai saputo, ci chiediamo, che ogni anno a fine luglio ci si divertiva così, in provincia di Latina? Un sospetto? Totale ignoranza del caso? "Qualcosa, qualcosina ina si muove. Una cosa è certa: i maiali a Bassiano in provincia di Latina non verranno più trascinati per una corda legata al garretto, non saranno più costretti a correre per far divertire in una gara dedicata al prosciutto. Non saranno più usati per un palio che li ha visti addirittura essere presi e rilanciati in volo per non perdere tempo nei confronti degli avversari loro simili, loro malgrado. Che si possa scrivere che è comunque un successo, un risultato che inverte la tendenza dopo le pagine di denuncia del nostro quotidiano e nello specifico dell'associazione Chiliamacisegua, è vero fino ad un certo punto. Certo, se non avessimo alzato la voce presso la Task Force del Ministero e qualcuno dall'altra parte del telefono non si fosse subito attaccato al proprio telefono interpellando asl, Regione Lazio e autorità locali, ebbene, i maialini avrebbero continuato a subire la corsa tra scherno, risa e totale disinteresse dell'asl. Perché... vieni poi a sapere che mai l'asl era stata in questi anni interpellata. Ma avrà mai saputo, ci chiediamo, che ogni anno a fine luglio ci si divertiva così, in provincia di Latina? Un sospetto? Totale ignoranza del caso? In ogni caso nessuno, né il sindaco né la Proloco, avevano mai pensato che fosse necessario chiedere che cosa ne avesse mai pensato un servizio veterinario. In fin dei conti, sono salami. Non i veterinari, s'intende, né il sindaco, s'intende. Un successo, si diceva, anche se è una conquista a metà. Perché i maialini correranno... in braccio. Piuttosto che niente, ci devono essere. Avvolti nel tricolore, perché questo è il 150° della nascita dell'Italia. E anche i maiali devono fare la loro parte, salami tricolore. Il 31 luglio, ha fatto sapere così l'illuminata Proloco, due maiali verranno collocati presso il "mandriglio", la casa del maiale, con mangiatoia e abbeveratoio, in pieno centro, in piazza Matteotti, per l'esposizione ai turisti. Attrazione popolare. In modo che tutti possano vedere ciò che è in palio. Esatto. Perché il primo conduttore o affidatario del maialino avvolto nel tricolore che giungerà al traguardo si prenderà come premio i due maiali. E i maialini come correranno? I quattro predestinati, provvisorio involtino nella bandiera d'Italia, saranno presi in braccio da quattro uomini e inizieranno la corsa partendo da piazza 25 luglio, percorreranno via Aldo Manunzio per arrivare a Piazza Matteotti. Insomma, a Bassiano voglio far intendere di aver messo giudizio, visto che gli animali saranno presi in braccio dai loro provvisori custodi, per essere infine portati, a gara ultimata, nelle loro dimore con codice di stalla asl. Quindi, si corre. E si vince il maiale. Come in altre regioni d'Italia dove gli animali sono lotterie e vincite. Tranne che in Lombardia, dove la legge regionale ha messo al bando da anni questa "usanza" popolare. Ma non tutte le regioni ci provano a cambiare le regole. E così, è tutto un susseguirsi di pasquette e sagre e befane animali. Come per la Proloco di Tezze sul Brenta, con porcellino vivo in palio. Come a Legnaro, in provincia di Padova con addirittura un cavallo primo premio alla Festa, niente meno che... del cavallo. Proprio nel Comune che è anche sede dell'Istituto zooprofolitattico delle Tre Venezie e che ha, tra i Centri di referenza nazionale, anche quello per la pet therapy, che ha il cavallo protagonista alla grande. E' il caso di dire... ma proprio lì, di fronte all'Izs, dovevano decidere di "andare a cavallo?". Maiali di diversi pesi e misure anche a Saletto, in provincia di Padova. Per la sagra di Sant'Anna a fine luglio i maiali sono tre: primo premio maiale da 120 chili, secondo premio maiale da 90 chili, terzo premio maiale da 60 chili. Nuovo entrato è lo struzzo col "saio" in padella. A Cava dei Tirreni, in provincia di Salerno, nella festa organizzata dal padre francescano del locale convento. Ma si sa, tra il dire e il fare, tra la professione di amore e rispetto per gli animali e la vita di tutti i giorni c'è la via di mezzo terrena. Bisogna mangiare. E allora, struzzo francescano per tutti. Tanto, san Francesco neanche sapeva che esistesse lo struzzo. Animale non contemplato fa più felice il palato. Ma, a quanto pare, la licenza terrena non è piaciuta ad un gruppo di animalisti, tanto che le contestazioni sarebbero finite quasi in rissa con il padre della pace francescana intento a far brandelli dei manifesti di protesta. E il "Mattino" di Salerno avrebbe riportato questa diplomatica dichiarazione: «Verbalmente si può aggredire in ogni modo. I termini usati sono di uso comune e d'altra parte una ragazza che si mette in mostra in questo modo non può che essere una poco di buono», con tanto di richiesta di risarcimento danni per "lucro cessante", per il mancato introito alla sagra derivante dalla vendita delle bistecche di struzzo per la pubblicità negativa dei contestatori. Ma per tornare alle lotterie, c'è chi può e chi non può. Non si può già da tempo in Lombardia ed Emilia Romagna. In Lombardia la pratica è espressamente vietata dal comma 4 dell'art. 3 della legge regionale N° 16 del 20 luglio 2006 che recita: «È vietato usare animali come premio per giochi, feste e sagre, lotterie, sottoscrizioni o altre attività». In Emilia, legge 5 del 17/2/2005, art. 7 comma 2: «Gli animali, sia cuccioli che adulti, non possono essere offerti in premio o vincita di giochi, oppure in omaggio a qualsiasi titolo nell'ambito di attività commerciali, di giochi e di spettacoli». Punto, e fine della festa. Di recente c'ha provato anche Genova con l'arrivo del nuovo garante per gli animali, Edgar Meyer, che ha prontamente suggerito al primo cittadino un nuovo "regolamento comunale sui rapporti tra cittadini e animali". Sanzioni da 50 ai 500 euro per colpire comportamenti che non rispettano "il diritto di ogni animale ad una esistenza compatibile con le proprie caratteristiche biologiche". Maltrattamento e non solo. In più una piccola task force dentro la polizia locale per indagini e sanzioni. Non solo ci sarà confisca in caso di maltrattamento, ma anche, e questo fa al caso nostro, il divieto di offrire animali in premio a lotterie e manifestazioni. Ci vuole poco, insomma. Basta la volontà e il coraggio. Lombardia e Genova fanno da apripista. Non è questione di leggi ma di civiltà, quella che di solito anticipa sempre la politica." s.piazzo@lapadania.net ( 96 - continua) Florilegio *L'etimologia in disaccordo con la logica. Chiamiamo animali gli esseri viventi ai quali neghiamo la proprietà di un'anima. Francesco Burdin *Due cose mi sorprendono: l'intelligenza delle bestie e la bestialità degli uomini. Tristan Bernard *Dicono di avere abolito i sacrifici animali! Soltanto il rito hanno abolito: li sterminano ininterrottamente, illimitatamente, senza bisogno: il sacerdote si è fatto industria. Guido Ceronetti *L'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo può ricevere in dono. Charles Darwin *Il nostro prossimo è tutto ciò che vive. Mohandas Gandhi *Non già pietà, ma giustizia si deve all'animale e nel maggior numero dei casi, se ne resta debitori. Arthur Schopenhauer *Ci sarebbero meno bambini martiri se ci fossero meno animali torturati, meno vagoni piombati che trasportano alla morte le vittime di qualsiasi dittatura, se non avessimo fatto l'abitudine ai furgoni dove le bestie agonizzano senza cibo e senz'acqua dirette al macello. Marguerite Yourcenar *Il maiale è un animale di Dio come tutti gli altri, a cui si fa l'atroce torto di paragonarlo a certi uomini. Anonimo *C'è qualcosa nell'esteriorità di un cavallo che si attaglia all'interiorità di un uomo. Sir W.Churchill


PUNTATE PRECEDENTI http://www.chiliamacisegua.org/2011/07/02/la-padania-3-luglio-tamavo-pio-bove-asino-chi-legge/
LA PADANIA 3 LUGLIO T'AMAVO PIO BOVE ASINO CHI LEGGE http://www.chiliamacisegua.org/2011/07/10/la-padania-10-luglio-e-tira-sto-obelisco/
LA PADANIA 10 LUGLIO: E TIRA STO OBELISCO http://www.chiliamacisegua.org/2011/07/16/la-padania-17-luglio-ma-porca-l%E2%80%99oca/
LA PADANIA 17 LUGLIO MA PORCA L'OCA…

NOTA Sostieni Chiliamacisegua a continuare le sue battaglie di civiltà.
Offri il tuo contributo, qualsiasi esso sia.
Grazie.
Tesseramento e donazioni http://www.chiliamacisegua.org/chisiamo/tesseramento-e-donazioni/

Gli Ordini e la Manovra

Tratto da Il Legno Storto del 15 luglio 2011

di Vito Foschi

In questi giorni di turbolenze sui mercati con il differenziale fra
Bund e Btp ai massimi, e con il rendimento dei Bot al 3,67% si è stati
costretti ad approvare la manovra finanziaria in tutta fretta per
evitare conseguenze ben peggiori. Un aumento dei tassi interessi oltre
a causare un aumento dei costi di finanziamento del debito pubblico
rischiando di vanificare gli effetti della manovra provoca il
deprezzamento del valore dei BTP che debbono allinearsi al nuovo
tasso. Questo aggrava i problemi delle banche italiane grande
detentrici di BTP. Di fatto si troverebbero nella necessità di
svalutare i titoli che hanno in pancia con le ovvie ripercussioni sul
valore delle loro azioni. Insomma un effetto a catena dagli effetti
quantomeno pericolosi.

In questo contesto si è inserita la discussione della finanziaria e
dell'ormai famigerato emendamento che introduceva l'art. 39 bis che
avrebbe abolito gli ordini professionali e liberalizzato il settore
delle professioni. Questo emendamento ha scatenato l'ira dei
parlamentari avvocati e notai appartenenti al Pdl che hanno minacciato
di non votare la fiducia alla finanziaria se non veniva bloccato il
famoso art. 39 bis. A loro si sono aggiunti i rappresentanti delle
professioni minacciando scioperi e stracciandosi le vesti per il fatto
di essere stati equiparati alle imprese. Su quest'ultimo punto,
chiederei ai liberi professionisti se lavorano per la gloria e non per
portare la pagnotta a casa come tutti gli altri uomini e donne.
Al di là di considerazioni sulla necessità o meno dell'abolizione
degli ordini professionali, istituiti, non dimentichiamolo, dal regime
fascista, e dal canto nostro ci schieriamo apertamente con
l'abolizione e per un sistema di libere associazioni in concorrenza
fra loro, quello che colpisce è la difesa corporativa ad oltranza.
Nella situazione di emergenza che stiamo vivendo in questi giorni, con
il non tanto remoto rischio di default, colpisce l'ostinazione degli
ordini che antenpogono i loro interessi personali a quelli del paese.
Anche le opposizioni con tutti le giravolte del caso hanno in qualche
modo offerto la loro collaborazione di fronte all'emergenza. Invece
avvocati e notai di fronte all'emergenza cosa fanno? Minacciano di non
votare la manovra. Siamo ragionevoli e quindi capiamo la difesa
corporativa, ma di fronte al rischio di default, la cosa lascia
sinceramente allibiti.
Infine l'emendamento è stato stralciato dalla finanziaria ripiegando
su una più generica riforma da fare più in là e questo la dice lunga
sul potere di interdizione degli ordini professionali. Questo fa
nascere seri dubbi sulla reale possibilità di fare una riforma degli
ordini professionali. Se di fronte al rischio default è prevalso
l'interesse corporativo, in una situazione normale cosa potranno fare
Parlamento e Governo? Ci si chiede se il Parlamento rappresenti
veramente gli elettori o se sia solo una dipendenza degli ordini
professionali, perché di fatto hanno dimostrato un'enorme potere di
interdizione, in particolare avvocati e notai.
Considerato ciò, ci permettiamo di chiedere ai rappresentanti di tali
categorie di far approvare un emendamento per una sforbiciata alle
tasse, per l'eliminazione delle provincie ed infine, dato che le
imprese fanno loro orrore, per privatizzare Eni, Enel, Finmeccanica,
Poste e Rai.
Concludendo, questo emendamento è l'emblema della situazione italiana,
dove il potere di interdizione delle lobbies blocca qualsiasi
possibilità seria di riforma lasciando sprofondare il paese sempre più
nella stagnazione economica e nei debiti.

Tea Party

sardinia reggae festival

4° SARDINIA REGGAE FESTIVAL 2011
Sardegna 28 -29 -30 -31 Luglio 2011

Il Sardinia Reggae Festival è un festival internazionale di musica pensato per tutti gli appassionati della musica Reggae, che si svolge in Sardegna, a fine Luglio

L'associazione culturale ''Sardinia Reggae'' in collaborazione con l'associazione ''Governo Provvisorio'' hanno creato il primo festival internazionale di musica reggae in Sardegna, quest'anno alla quarta edizione.Le prime tre nel magico paese di Banari nella provincia di Sassari.

I motivi che hanno spinto le due associazioni ad organizzare il Sardinia Reggae Festival sono diversi: la grande passione per la musica Reggae, il desiderio di creare nuove ed interessanti attività sociali per l' isola, ma sopratutto l'idea comune di far diventare la Sardegna il punto ideale per la crescita del reggae e per lo scambio con realtà internazionali.

Il Comune di Banari, e tutti gli abitanti, ha appoggiato il progetto senza alcuna esitazione, mettendo a disposizione l'intero paese, rendendo così il clima familiare e molto ospitale.

Il progetto di "Sardinia Reggae", di "Governo Provvisorio" è quello di mettere in atto un importante scambio culturale e di creare un grande ponte virtuale tra Sardegna, Europa e Jamaica, permettendo a tutto il pubblico europeo ed extraeuropeo di conoscere storia, tradizioni e cultura sarda ed al pubblico italiano, di approfondire cultura e storia della musica reggae nazionale ed internazionale.

Il festival in poche parole:
-Area festival attrezzato
-Main Area Dance hall
-Area Dance hall dislocate per tutto il paese
-Area Campeggio attrezzato – servizi igienici, in un area verde
-Area per conferenze ed interviste
-Campi di calcetto e basket
-Spettacoli di giocoleria, teatro di strada, danza e percussioni
-Negozi e alimentari
-Ristoranti - pizzerie – rosticcerie - punti di ristoro con prodotti tipici – vendita di prodotti e cibi locali
-Bancarelle (vestiti–gioielli etnici-prodotti hand-made–oggettistica–arredamento etnico ecc.)
-Parcheggi per auto e camper
-Hotel – B&B – Pensioni, anche nelle vicinanze
-Banche e posta
-Servizi di prima emergenza – centro sanitario di primo soccorso/guardia medica - ambulanze
-Servizi di Sicurezza – Guardia Boschi - Protezione civile – Carabinieri
-Uno staff a disposizione del pubblico e degli artisti composto dalle associazioni e da volontari

http://www.sardiniareggae.com/

IL PAESE DEI BALOCCHI A SERRA SAN QUIRICO: SERATA FINALE

Domenica sera in scena all'Arena del Teatro lo spettacolo finale della Compagnia Ribolle.


Serra San Quirico (AN), 23 luglio 2011 – Lo spettacolo della Compagnia Ribolle chiuderà domenica 24 luglio la XVI edizione de "Il Paese dei Balocchi", manifestazione che per cinque giorni ha trasformato le vie del centro storico di Serra San Quirico nel magico mondo del gioco e del divertimento.

Dalle ore 17:00 fino alle 20:00 il Paese dei Balocchi aprirà la "dogana" a tutti i bambini e ai loro genitori che avranno modo di riscoprire, grazie ad animazioni, giochi, spettacoli e laboratori condotti da animatori provenienti da tutta Italia, la magia del gioco. Alle 21:30, dopo una sosta allo stand gastronomico, trasferimento all'Arena del Teatro dove la Compagnia Ribolle presenterà "CantaBallaBolle", laboratorio-spettacolo in cui i partecipanti saranno guidati passo dopo passo nel magico mondo delle bolle scoprendo che esse, pur essendo fragili ed effimere, possono diventare strumento di mille giochi, trucchi ed esperienze diverse: una domenica di magia e divertimento insieme ai magici bollatori dello spettacolo di bolle di sapone più applaudito d'Italia.

C'è soddisfazione tra i membri dell'Associazione Teatro Giovani e dell'AMAT - organizzatori della manifestazione – per il grande successo che "Il Paese dei Balocchi" ha riscosso nelle migliaia di bambini con adulti al seguito che hanno raggiunto Serra San Quirico provenienti da ogni zona della regione, e non solo. I novelli Lucignolo, con indosso le proverbiali orecchie d'asino, si sono divertiti nel rispetto degli altri e dell'ambiente, tra svariati giochi, burattini, cantastorie e la presenza degli asinelli, autentiche star della manifestazione. Un'edizione, la numero sedici, dal bilancio più che positivo, per un evento ludico interamente dedicato all'infanzia che si pone come obiettivo principale quello di far divertire i bambini e i loro genitori con semplicità e autenticità, in un clima di festa e di amicizia.


Alessio Sassaroli - Ufficio Stampa ATG

cell: 338 6224630

tel: 0731/86634

e-mail: alessiosassaroli@alice.it

Associazione Teatro Giovani

Centro per la Promozione del Teatro della Scuola

Riconosciuta ai sensi dell'art. 14 DPR. 616/77 e art. 12 C.P.C. (Delibera Giunta Regionale N. 3493 del 18.12.1995)

Via Roma, 11 – 60048 Serra San Quirico (AN)

Tel. 0731/86634 – 869042 Fax 0731/880028

www.teatrogiovani.eu e-mail: atg@teatrogiovani.com

Partita Iva 01357940426

Un altro padre

Alla prima udienza Silvio, un nostro associato, ci ha riferito che il presidente del Tribunale dott. La Mattina durante l'udienza avrebbe dichiarato che dove abita la figlia abita anche la mamma ... comunque la casa va alla moglie.
Ma la legge dovrebbe tutelare il figlio minore tenendo conto :
  • delle esigenze del figlio
  • del tenore di vita goduto dal figlio in costanza di convivenza con entrambi i genitori
  • dei tempi di permanenza presso ciascun genitore
  • delle risorse economiche di entrambi i genitori
  • della valenza economica dei compiti domestici e di cura assunti da ciascun genitore.
  • Art. 155-quater. – (Assegnazione della casa familiare e prescrizioni in tema di residenza). Il godimento della casa familiare è attribuito tenendo prioritariamente conto dell'interesse dei figli. Dell'assegnazione il giudice tiene conto nella regolazione dei rapporti economici tra i genitori, considerato l'eventuale titolo di proprietà.)
  • Art. 155-bis. – (Affidamento a un solo genitore e opposizione all'affidamento condiviso). Il giudice può disporre l'affidamento dei figli ad uno solo dei genitori qualora ritenga con provvedimento motivato che l'affidamento all'altro sia contrario all'interesse del minore.
Ma se la stessa situazione fosse invertita, se invece di essere l'uomo/marito/padre fosse stata la donna/moglie/madre avremmo avuto la stessa decisione?
Noi siamo sicuri senza l'ombra di una benchè minima smentita di NO !!
La casa sarebbe stata assegnata alla donna/moglie/madre gli sarebbe stato riconosciuto un assegno di mantenimento per lei non inferiore ai 300€ e per la figlia non inferiore ai 400€ ,
l'uomo/marito/padre sarebbe stato messo alla porta senza possibilità di replica come continua a succedere nel 90% dei casi in completa disapplicazione della legge 54/2006 .
Possibile che in tutte le centinaia di separazioni che avvengono in Liguria ,le migliaia che avvengono in Italia dalla Valle D'Aosta alla Sicilia, la percentuale di inaffidabilità dei padri sia così elevata?
La società,
donna/moglie/madre ci chiede di essere più responsabili di occuparci maggiormente della casa dei figli e quando un uomo/marito/padre cerca di occuparsene allora viene trattato/usato come un semplice uomo/oggetto/bancomat.
Ma allora quali sono i parametri che vengono utilizzati per decidere a chi devono andare figli/casa/alimenti ?
Siamo in Italia e invece di applicare la legge si applica la prassi (dal dizionario Modo di procedere adottato, per consuetudine, in un'attività: seguire la p. consueta) il che significa applicare il vecchio sistema di affidare i figli/casa/alimenti alla madre perchè quella è la consuetudine
Silvio ha chiesto aiuto ai Servizi Sociali di Albissola Superiore e gli è stato risposto "... prima si rivolga ai parenti... poi semmai interveniamo noi .. potremmo magari farle avere un abbonamento per la corriera .."

Questa è la giustizia?
Nelle aule di tribunale c'è scritto " LA LEGGE È UGUALE PER TUTTI",noi dopo avere accolto centinaia di padri e madri che chiedono aiuto siamo
veramente INDIGNATI nel continuare a vedere atti come quello di Silvio.
La separazione è un evento che, diminuisce il tenore di vita di tutti i soggetti coinvolti e che rende impossibile mantenere quello avuto in matrimonio ma che alcuni abbiano diritto allo stesso tenore di vita precedente, mentre altri possano vivere al limite della soglia di povertà, è un principio insostenibile. Cosa farà Silvio ora lo decideremo insieme è certo che gli staremo vicino e saremo solidali con lui come lo siamo con il Maresciallo Fabrizio Adornato di Genova che Lunedì ricomincierà lo scioperò della fame davanti al Quirinale per protestare contro una legge inapplicata e per rivendicare il diritto ad essere un padre




Spettabile Redazione.
Chiedo il vostro aiuto perchè sono disperato!
Sono affetto dal morbo di Parkinson dal 2007 e disoccupato (quindi senza reddito) da 4 anni.
Nonostante le certificazioni di handicap e di sussistenza delle condizioni di cui all'art.21 della
legge 102/92 (invalidità superiore ai 2/3) non mi vengono che offerti lavoretti saltuari e
occasionali ma soprattutto: STO PER ESSERE SBATTUTO FUORI DI CASA
dalla mia ex moglie. La quale senza tanti scrupoli e Fattasi forza della sentenza di separazione che attribuisce a lei il domicilio della casa acquistata DA ENTRAMBI e dopo 25 anni di matrimonio, 30 di lavoro autonomo con un'unica cassa (la sua) confidandogli piena fiducia e d'azioni considerando illusoriamente come fosse a completa garanzia sufficiente la comunione dei beni. Ma sbagliavo: Mi intima di lasciarla entro 10 giorni da oggi.
Il giudice ha firmato una autorizzazione alle forze dell'ordine perchè facciano eseguire il mandato qualora mi ribellassi… (neanche fossi un pluriomicida o uno stupratore!!!!!!!!!). In mezzo ad una strada, spiantato e MALATO, (la malattia progredisce e non ho più ne genitori , ne parenti prossimi disponibili a darmi una mano.) a 53 anni.
Spero di trovare in voi l'ascolto che merita il mio caso che penso possa interessare nel merito il grande pubblico quando si finisce nelle maglie della giustizia italiana.
Non ho avuto nè dall'autorità giudiziaria, nè dall'assistenza sociale, o da qualsivoglia istituzione a cui mi sia rivolto , una qualche soluzione. In effetti in Italia resiste ancora il pregiudizio di un maschio "debole" che è una figura emarginata, al contrario se è donna viene immediatamente ascoltata!!...
Ho cercato di accettare e vivere con dignità la mia condizione di svantaggio ma a nessuno sembra importare che i miei diritti di malato e sofferente siano tutelati.
Chiedo il vostro aiuto perchè so che la vostra rubrica ha a cuore i più deboli e il loro destino.
Vi ringrazio fin d'ora per avermi ascoltato, restando in attesa di una vostra risposta che mi auguro positiva e sollecita. Ho il tempo contato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Naturalmente fornirò tutta la documentazione necessaria ad avvalorare quanto da me dichiarato.
Cordiali saluti
Silvio Manighetti
Via Vittorio Veneto 47/5
Albisola Superiore (Savona) contatto: 340-3953708
ANCORA PER POCHI GIORNI!!!!

Visita il sito www.papaseparatiliguria.it

24 LUGLIO "Taormina a 5 stelle" con Enrico Guarneri e Manuela Villa | Etna in scena

Un nuovo appuntamento di teatro sarà ospitato nell’anfiteatro comunale di Zafferana Etnea per la rassegna Etna in scena, il 24 luglio alle ore 21.00 con la commedia “Taormina a 5 stelle”.

La commedia brillante vede in scena il noto attore e comico Enrico Guarneri e Manuela Villa. Lo spettacolo, diretto dal catanese figlio d'arte Guglielmo Ferro, propone la storia di Martino Lori, un vedovo attaccatissimo alla sua unica figlia e alla memoria della moglie. La trama diventa più intricata, alla scoperta che l’amante della tanto amata moglie è il suo superiore al lavoro e che costui è il vero padre della ragazza che ha cresciuto come figlia sua.

Rendendosi conto che ogni suo tardivo tentativo di rivalsa sarebbe destinato alla frustrazione, è costretto ad accettare la situazione senza reagire. Guarneri, istrionico personaggio, ne tira fuori gli aspetti più buffi senza mai eccedere troppo. Nella vita di ogni individuo, del resto, può verificarsi un fatto rivelatore di una verità che una volta conosciuta può completamente capovolgere tutte le prospettive e sconvolgere la sua esistenza. Brillante l’intervento di Manuela Villa che con grande carisma coinvolge il pubblico con la sua interpretazione.

Elisa Toscano

Relazioni Pubbliche e Marketing

tel. ufficio 095 8363299

Cell. 3737568363

Fax. 0952937685

www.parlareinpubblico.it

www.elisatoscano.it

Selezione Artisti/Artists selection - Viterbo 2/11 settembre 2011

Iscrizioni entro fine luglio

"La Parola Rivelata" - Credenti ed Atei, un dialogo per ritrovarsi

"The Revealed Word" - Atheists and Believers, a dialogue to find himself

Selezione Artisti/Artists selection

APAI – Associazione per la Promozione delle Arti in Italia – organizza nella sala Alessandro IV di Palazzo dei Papi a Viterbo la Mostra di Arte "La Parola Rivelata" – Credenti e Atei, un dialogo per ritrovarsi - in programma dal 2 all'11 settembre 2011, limitata a 36 artisti.

L'Evento nasce da un intento puramente culturale, in cui saranno coinvolti artisti credenti e non, che, pur su posizioni diverse, non dovranno rinserrarsi in un isolazionismo sacrale o laico, o acutizzare fondamentalismi ma, ognuno con i piedi piantati in un "Cortile" separato, come il "Cortile dei Gentili" di cui ha parlato il Cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura del Vaticano, nel suo intervento su "Jesus" al Convegno del 12 febbraio 2011 a Bologna, promuoveranno un dialogo tra Credenti e Atei, in cui i pensieri e le parole, le opere (nel caso di opere artistiche) e le scelte possono confrontarsi e persino incontrarsi. Il termine "laico", nonostante l'attuale accezione dominante, contraddistingueva l'appartenente alla moltitudine degli uomini in contrapposizione agli appartenenti a una comunità chiusa, tale termine fu poi usato in ambito religioso per indicare colui che, appartenente alla moltitudine dei fedeli, non è appartenente alla gerarchia del suo clero. Il sacro autentico non si oppone al profano ma lo chiama al dialogo sui valori fondamentali dell'Etica e dell'Arte.

Questa l'essenza della mostra che viene proposta: "La parola rivelata". Sarà una libera interpretazione degli Artisti, che, attraverso la propria creatività, saranno chiamati a confrontarsi sulla parola e la vita di Gesù attraverso i Vangeli, con l'uso delle varie tecniche in loro possesso: la pittura, la scultura, la fotografia, la video-arte, le installazioni ecc.


APAI - Association for the Promotion of the Arts in Italy - organizes at Palazzo dei Papi in Viterbo the exibition "The Revealed Word" - Atheists and Believers, a dialogue to find - to be held from 2 to 11 September 2011, limited to 36 artists. The event stems from a purely cultural context in which artists will be involved and non-believers, which, although of different positions, it will lock up in an isolationist sacred or secular, or worsen, but fundamentalism, each with its feet planted in a "Court" separate, as the "Court of the Gentiles" spoken of by the Cardinal Archbishop Gianfranco Ravasi, president of the Vatican's Pontifical Council for Culture, in his speech on "Jesus" at the conference of February 12, 2011 in Bologna, will encourage dialogue between believers and atheists, in which thoughts and words, the works (in the case of artistic works) and the choices can compare and even meet. The term "secular", despite the current dominant meaning belonging to the multitude of distinguished men as opposed to belonging to a closed community, this term was later used in religious context to indicate that one belonging to the multitude of the faithful, is not belonging to the hierarchy of his clergy the real sacred to the profane, but not opposed calls for dialogue on the core values of ethics and art.

This shows that is the essence of the proposal: "The revealed word." It will be a free interpretation of the artists who, through their creativity, will be called to confront the word and the life of Jesus through the Gospels, by the use of various techniques in their possession: painting, sculpture, photography, video art, installations, etc.


Per maggiori informazioni/for more information : info.apai@virgilio.it

"Taormina a 5 stelle" con Enrico Guarneri e Manuela Villa | Etna in scena

Un nuovo appuntamento di teatro sarà ospitato nell’anfiteatro comunale di Zafferana Etnea per la rassegna Etna in scena, il 26 luglio alle ore 21.00  con la commedia “Taormina a 5 stelle”.

La commedia brillante vede in scena il noto attore e comico Enrico Guarneri e Manuela Villa. Lo spettacolo,  diretto dal catanese figlio d'arte Guglielmo Ferro, propone la storia di Martino Lori, un vedovo attaccatissimo alla sua unica figlia e alla memoria della moglie. La trama diventa più intricata, alla scoperta che l’amante della tanto amata moglie è il suo superiore al lavoro e che costui è il vero padre della ragazza che ha cresciuto come figlia sua.

Rendendosi conto che ogni suo tardivo tentativo di rivalsa sarebbe destinato alla frustrazione, è costretto ad accettare la situazione senza reagire. Guarneri, istrionico personaggio, ne tira fuori gli aspetti più buffi senza mai eccedere troppo. Nella vita di ogni individuo, del resto, può verificarsi un fatto rivelatore di una verità che una volta conosciuta può completamente capovolgere tutte le prospettive e sconvolgere la sua esistenza. Brillante l’intervento di Manuela Villa che con grande carisma coinvolge il pubblico con la sua interpretazione.

 

 

 

logo Elisa 2008++

Elisa Toscano

Relazioni Pubbliche e Marketing

tel. ufficio 095 8363299

Cell. 3737568363

Fax. 0952937685

www.parlareinpubblico.it

www.elisatoscano.it

 

invio comunicato 23 luglio 2011

COMUNICATO STAMPA

Orario di apertura al pubblico nel mese di agosto 2011: chiusura pomeridiana per gli uffici – Nuovi orari da settembre

        Il Comune di Bagno a Ripoli informa che, dal 1° al 31 agosto 2011 compresi, gli uffici del Comune di Bagno a Ripoli osserveranno la chiusura pomeridiana e il seguente orario di apertura al pubblico:
        UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO: da lunedì a venerdì ore 8-13, sabato ore 8.30-12.30;
        SERVIZI DEMOGRAFICI: da lunedì a venerdì ore 8-13;
        MESSI COMUNALI: da lunedì a venerdì ore 8-10;
        ASSISTENZA, SCUOLA, SPORT, CULTURA, AMBIENTE, LAVORI PUBBLICI, TRIBUTI: lunedì, martedì e giovedì ore 8-13;
        EDILIZIA PRIVATA E URBANISTICA: lunedì e giovedì ore 9-13;
        COMMERCIO, AGRICOLTURA, SPORTELLO UNICO: lunedì e giovedì ore 8-13;
        CENTRO OPERATIVO: martedì e giovedì ore 8.30-12.30.
        POLIZIA MUNICIPALE: Comando di via Fratelli Orsi 18-20 (Capoluogo), lunedì, mercoledì e venerdì chiusura completa; martedì, giovedì e sabato ore 11-13; Distaccamento di Grassina (via Tegolaia 104) chiuso;
        BIBLIOTECA COMUNALE/CDE (da lunedì 25 luglio a sabato 28 agosto): da lunedì a sabato ore 8.30-13.30.
Dal 1° settembre 2011 entreranno in vigore i nuovi orari di apertura al pubblico.
        Informazioni: Call Center Linea Comune, tel. 055.055, da lunedì a sabato, ore 8-20; sito web del Comune.

L'ADDETTO STAMPA
Enrico Zoi

Bagno a Ripoli, 23 luglio 2011
L'ente locale deve un'informazione chiara e corretta al Cittadino (Art. n. 10 Decreto Legislativo 18.8.2000, n. 267, 'Testo Unico delle Leggi sull'Ordinamento degli Enti Locali').

www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it - E-mail: urp@comune.bagno-a-ripoli.fi.it
In caso di errata trasmissione chiamare Ufficio Stampa (tel. 055/6390.218)


Enrico Zoi

Addetto Stampa

Comune Bagno a Ripoli
Piazza della Vittoria n. 1
50012 Bagno a Ripoli (FI)
tel 055 6390.218 fax 055 6390.210 cell. 335.7632.243
e-mail enrico.zoi@comune.bagno-a-ripoli.fi.it



 _____  


Il presente messaggio, allegati inclusi, è personale, ed è rivolto unicamente alla persona a cui è indirizzato. Chiunque ricevesse questo messaggio per errore o comunque lo leggesse senza esserne legittimato è avvertito che trattenerlo, copiarlo, divulgarlo, distribuirlo a persone diverse dal destinatario è severamente proibito ed è pregato di rinviarlo immediatamente al mittente distruggendone l'originale. Grazie.








venerdì 22 luglio 2011

Presentati i nuovi quadri tecnici del Settore Giovanile del Gsd MontecatiniMurialdo

La Società Gsd MontecatiniMurialdo ha il piacere di ufficializzare i nuovi
volti entrati a far parte del proprio Settore Tecnico. Si tratta di figure
di primo piano nel panorama delle categorie giovanili della provincia che,
con la ristrutturazione dei quadri tecnici, vedranno implementate le aree
di competenza con due nuove figure. La formazione degli Allievi regionali
´95 sarà affidata a Valter Succi, al cui attivo vi sono varie esperienze
con Juniores provinciali (con i quali ha vinto campionati a Monsummano e
Larciano) e piazzamenti di rilievo con gli Allievi del Montalbano. Il
mister ha già preso i primi contatti con la squadra, effettuando già
alcuni allenamenti oltre ad aver avuto la simpatica idea di creare una
pagina su Facebook dove raccogliere i propri ragazzi.
La conduzione degli Allievi ´96 è stata affidata a Graziano Flori,
vincitore dello scorso campionato col Capostrada, i cui trascorsi sono
stati segnati da una significativa collaborazione con il Vinci, prima a
livello giovanile (vincendo un´edizione del torneo Città di Empoli con la
categoria degli Esordienti proprio contro i più quotati rivali padroni di
casa) e poi a livello di prima squadra in Promozione ed Interregionale.
Flori vanta anche una collaborazione di alcuni anni con i professionisti
della Spal, per la quale ha curato la preparazione tecnico-atletica. I
Giovanissimi ´97 saranno affidati a mister Giuliano Cai, da 25 anni
presente sui campi di calcio con esperienze in panchine di prima e seconda
categoria e per lungo tempo con gli Allievi del Quarrata. Negli ultimi due
anni ha ricoperto l´incarico di Selezionatore per la Rappresentativa
Provinciale Allievi per la F.I.G.C. Delegazione Provinciale di Pistoia,
lavorando con entusiasmo a fianco del Presidente Riccomi e del Consigliere
Giandonati. Al giovane ma già ricco di richieste (ha rinunciato
all´Atletico Lucca per approdare al Murialdo) Daniele Pierucci andrà la
conduzione dei Giovanissimi ´98. Anche il nuovo tecnico lucchese vanta già
numerose esperienze in società di prestigio con Esordienti e Giovanissimi
nelle provincie di Lucca e Pistoia.
Dicevamo di sei figure che si prenderanno carico del Settore Giovanile del
Murialdo. Oltre ai quattro allenatori vi sarà anche il lavoro specifico
per i portieri grazie al preparatore Maurizio Burgan, un montecatinese
doc, da sempre con i colori bianco-celesti come seconda maglia. Completerà
il lavoro sul campo un altro montecatinese: Andrea Bonacchi ricoprirà il
ruolo di assistente allenatori ed allenatore tecnica individuale.

Mameli in prima ripresa mondiale | Etna in scena, Zaffera Etnea

Il 26 luglio il palcoscenico dell'anfiteatro Comunale di Zafferana Etnea ospiterà  in prima ripresa moderna mondiale per il Cartellone di Etna in scena "Mameli", opera Lirica patriottistica commemorativa di R. Leoncavallo. Libretto di Gualtiero Belvederi. Azione storica in due episodi in forma di concerto programmata, in forma scenica, per festeggiare il doppio anniversario dello sbarco dei Mille e dei 150 anni dell'Unità d'Italia. Il M° Gianfranco Pappalardo Fiumara, direttore artistico di Etna in scena, ci parla di questa anteprima: "Sono orgoglioso ed onorato, insieme al Sindaco di Zafferana Etnea dott. Alfio Russo, all'Ass. Leonardi e a Marco Grimaldi, di poter ospitare nel cartellone di Etna in scena la maestosa opera "Mameli" di Leoncavallo.  La realizzazione, in anteprima mondiale, precederà importanti festival quali quello di Torre del Lago. La realizzazione è stata resa possibile grazie alla collaborazione con la Beinecke Rare Book Library e dell'Università di New Haven (Usa) che ha concesso al Maestro Silvano Frontalini copia dell'originale dell'opera. È un importante traguardo per la nostra rassegna inaugurare in anteprima mondiale il rifacimento di quest'opera, nella sua versione integrale. Un'opera che narra delle vicende storico risorgimentali intrecciandole ad una appassionante storia d'amore. Il maestro Frontalini dirigerà l'opera confermando e attribuendo, con la sua presenza, il valore artistico e culturale della nostra kermesse che ormai, anche per questo secondo anno, esprime una grande anima lirica e classica". Il soprano Natalia Margarit ci parla della sua Delia: "è una donna che diviene facile preda di un amore giovanile per il poeta Mameli, poeta ventiduenne, un amore che nasce prima per la poesia per trasformarsi poi in un amore sensuale per l'uomo". Goffredo Mameli è interpretato dal tenore Paolo Bertolucci che afferma:"interpretare questo ruolo è una grande responsabilità sia in quanto l'opera è rappresentata in prima mondiale, sia il ruolo prevede una complessa vocalità sia nel primo che nel secondo episodio. Non si può non rimanere affascinati dall'opera e dal personaggio che trasudano un forte patriottismo che coinvolge e ci fa amare questo nostro paese". Altri interpreti sono: Carlo Terzaghi (baritono) Lorenzo Battagion; Cristina Trivulzio (mezzosoprano) Liliana Neciu e la storica compagine dell'Orchestra della Filarmonica Nazionale Rumena "Oltenia" di Craiova che ha dato lustri ad importanti interpreti del novecento.

 

 

logo Elisa 2008++

Elisa Toscano

Relazioni Pubbliche e Marketing

tel. ufficio 095 8363299

Cell. 3737568363

Fax. 0952937685

www.parlareinpubblico.it

www.elisatoscano.it

 

SELEZIONI PER LA SCUOLA DI TEATRO E MUSICAL PROFESSIONALE DIRETTA DA GIAMPIERO INGRASSIA

SELEZIONI PER L’A.A. 2011/2012 
PER LA SCUOLA DI TEATRO E MUSICAL DIRETTA DA GIAMPIERO INGRASSIA
Domenica, 11 Settembre 2011 - ore 10,00 
Fonderia delle Arti - Via Assisi, 31 Roma

La Scuola di Teatro e Musical Professionale della Fonderia delle Arti, diretta da Giampiero Ingrassia, continua le selezioni per l’A.A. 2011/2012.
Il corso multidisciplinare della durata di due anni  è rivolto a ragazzi/e dai 18 ai 28 anni e prevede una frequenza obbligatoria dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 15.
Le audizioni si svolgeranno Domenica 11 Settembre 2011 a Roma, presso la sede della scuola in Via Assisi, 31.
Ai candidati -  muniti di foto e CV - sarà chiesto di sostenere le seguenti prove: 
·      prova di recitazione: un monologo (o scena con spalla);
·      prova di canto: un brano con base da portare su cd ( no mp3 ) o spartito; 
·      prova di danza facoltativa. 

Per accedere all’audizione è obbligatorio prenotarsi contattando la segreteria della scuola: 067842112 – 3349182821

MATERIE ED INSEGNANTI:
Recitazione: Edy Angelillo, Pierluigi Cuomo, Giampiero Ingrassia, Francesco Sala; Regia: Lorenzo Gioielli; Dizione ed improvvisazione: Ilaria Amaldi; Musica: Dino Scuderi; Canto: Luca Notari, AnnaMaria Di Marco; Danza: Marco Vesica.

Orari segreteria
Luglio: lunedì -venerdì 10-14 e 16-20
Settembre: lunedì–venerdì 10-20 sabato 10-16
Per info:

Fonderia delle Arti - Scuola di Musica, Teatro e Musical, Cinema, Fotografia
Sale Prova Musicali e Teatrali
Via Assisi 31, Roma
Tel 06/7842112  -  Fax 06/78394905
Mobile 334 9182821


Le informazioni contenute in questo messaggio di posta elettronica e/o nel/i file/s allegato/i, sono da considerarsi strettamente riservate. Il loro
utilizzo è consentito esclusivamente al destinatario sopra indicato. Qualora
riceveste questo messaggio senza essere il destinatario Vi preghiamo
cortesemente di informarci con apposito messaggio e procedere alla
distruzione del messaggio stesso, cancellandolo dal Vostro sistema;
costituisce violazione alle disposizioni del Decreto Legislativo n.
196/2003, denominato "Codice in materia di protezione dei dati personali",
il trattenere il messaggio stesso, divulgarlo anche in parte, distribuirlo
ad altri soggetti, ovvero copiarlo. Se non volete ricevere più email vi 
chiediamo di rinviare un messaggio con scritto "CANCELLAMI" Grazie. 


Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota