sabato 14 maggio 2011

18/5 presentazione della compilation "Kay Rush presents Unlimited XI" (2 cd, Time Records) @ Just Cavalli Hollywood, Milano

18/5 presentazione della compilation "Kay Rush presents Unlimited XI" (2 cd, Time Records) @ Just Cavalli Hollywood, Milano

Just Cavalli Hollywood, Milano
via Camoens c/o Torre Branca
18/5, dalle 19 e 30

Ufficio Stampa Time: Lorenzo Tiezzi 

COPERTINA IN HI RES 
(si scarica in un solo click)

FOTO HI RES KAY RUSH
(si scarica in un solo click)


"Kay Rush presents Unlimited XI"


Unlimited, la serie di compilation che Kay Rush da anni seleziona e che è amatissima da chi ascolta solo la musica più cool, arriva all'XI doppio cd. In copertina c'è la stessa Kay, da anni voce ed anima musicale dell'omonimo programma radiofonico, oggi trasformatosi in Radio Kay Kay, la nuova web radio online 24 ore al giorno su Radiomontecarlo.net. Questa volta Kay è al timone di vascello che naviga in un mare in tempesta: l'approdo, comunque, non è lontano e ovviamente la colonna sonora è a cinque stelle. Unlimited XI: deep & soulful house, un pizzico di chill e tanta, tanta, classe purissima.


CD 1 

1. RANDY MULLER BOOM CHANG BANG "Devotion" tom moulton mix 
2. RASMUS FABER feat. FRIDA SUNDEMO "Hidden Thoughts" comp version 
3. REEL PEOPLE feat. DARIEN "Sure" album mix 
4. THE LAYABOUTS feat. SHEA SOUL "Perfectly" the layabouts vocal mix 
5. TEVO HOWARD feat. TRACY THORN "Without Me" original 
6. PIRAHNAHEAD feat. YAMINAH "I Do Love U" abicah soul vocal mix 
7. KERRI CHANDLER & CHRISTOPHER MCCRAY "Heaven" original vocal mix 
8. VERSION "Nothing" original mix 
9. MAYA JANE COLES "What They Say" 
10. JULIUS PAPP & LISA SHAW "Way Back" doruk ozlen vocal mix 
11. HARLEY&MUSCLE feat. JOI CARDWELL "How Deep Is Your Love?" 
12. DJ MAN-X & VICK LAVENDER feat. SHAWNEE TAYLOR  "Happy Endings" reelsoul vocal mix 
13. KENNY BOBIEN "About Love" groove assassin original mix 
14. MARK GRANT & SWAYLO "Relax" soul pass vocal 
15. KINGS OF TOMORROW feat. APRIL "Take Me Back" sandy rivera's  original mix 

CD2 
1. HARLEY&MUSCLE feat. LEM SPRINGSTEEN "Number 1" 
2. RASMUS FABER feat. DYANNA FEARON "Yes" the realm vocal remix 
3. KENNY DOPE feat. JOSH MILAN "Stay With Me" kenny dope main mix 
4. YASS, TONY LORETO & ARNOLD JARVIS "Let Go" main mix 
5. RICHARD EARNSHAW feat. ERIC DILLARD and ROY AYERS  "In Time" grant nelson remix 
6. GUY ROBIN feat. SHERONA KNIGHT "Still Standing" vox mix 
7. LEM SPRINGSTEEN "New Beginning" main mix 
8. DJNPROJECT feat. FREEWAY "Lady" dasoul & fabry diglio us touch 
9. REELSOUL "Spend My Life" sted-e & hybrid heights peaktime mix 
10. PHIL ASHER & THE MIGHTY ZAF feat. ZANSIKA  "Shakin It Up (Part 1)" main mix 
11. DAVID HERRERO "Spanish Lick" 
12. GRANT NELSON feat. CATHY BATTISTESSA "Black Water" vocal mix 
13. SANDY RIVERA &. RAE "Hide U" sandy rivera's & c.casterl remix 
14. JULIUS PAPP & DAVE WARRIN  "Disco Moroder" jask's jedthai vision mix 
15. ULTRA NATÉ "Party Girl (Turn Me Loose)" the blue note remix


★ photo hi res: www.lorenzotiezzi.it



★ Mail sent by Lorenzo Tiezzi (pr, journalist, etc)
★ mob. +39 339 3433962





Riapre dopo 100 anni a Badia Polesine Il Teatro Socile Eugenio Balzan familiarmente conosciuto come la "piccola Fenice"

 

Teatro Sociale Eugenio Balzan di Badia Polesine: 
dopo oltre cento anni e un attento restauro 
torna al suo antico splendore.
Martedi 17 Maggio 2011
Maratona di Note
Dalle 10,30 sino alle 23

 

Con una cerimonia ufficiale di inaugurazione, e una giornata di musica intitolata "maratona di note", la città di Badia Polesine riaprirà, martedì 17 maggio 2011, il Teatro Sociale ora intitolato a Eugenio Blazan.




Comunicato stampa

 

Dalle  10.30 del mattino sino alle 23 di martedi 17   maggio   avrà   luogo la Maratona di Note per festeggiare la riapertura  del Teatro Sociale di Badia 

Polesine  dedicato  all’illustre concittadino Eugenio Balzan, giornalista e direttore amministrativo del Corriere  della Sera.

 

Il teatro restaurato grazie al contributo  della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, del Comune di Badia Polesine  e della Regione del Veneto della ditta RPM di Badia Polesine per un impegno complessivo pari a circa 2.7 milioni di euro, torna finalmente all’antico splendore.

 

Per festeggiare la riapertura della "piccola Fenice", il Comune di Badia Polesine, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo,  ha organizzato un’intera giornata dedicata alla musica, intitolata “Maratona di note” e pensata per il pubblico di ogni età.

 

Programma della giornata

 

Ore 10.30: Concerto dedicato agli studenti di Badia con

I FIATI DELL’ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO, a salire sul podio  Maffeo Scarpis.  Saranno eseguite  musiche di C. Gounod, W. A. Mozart, G. Rossini.

Ore 17.30: Prove... dove si concerta, MARIO BRUNELLO racconterà   al PUBBLICO come si prepara un brano musicale prima dell’esecuzione  e lo racconterà  con la solita eleganza, suggerendo al pubblico idee e fantasia, accompagnato dall’Orchestra d’Archi Italiana. Le musiche  in programma sono di A. Scarlatti, G. Sollima.

Ore 20.30: Taglio del nastro e inaugurazione in musica con l’ORCHESTRA D’ARCHI ITALIANA e Mario Brunello, direttore e violoncello solista, musiche di A. Scarlatti, G. Sollima.

Il concerto rientra nella rassegna “Mousiké. I concerti della Fondazione”

 

Il Teatro Sociale fu costruito nel 1812 per volontà e a spese del badiese Bartolomeo Dente e recenti ricerche storiche hanno portato alla luce un atto notarile datato 17 dicembre 1812 nel quale si fa riferimento al disegno del teatro dell'architetto Sante Baseggio (1749-1822) di Rovigo.

Nel 1836 passa in proprietà di una Società di Palchisti o Palchettisti e assume il nome di Teatro Sociale.

Nel 1855 il teatro viene restaurato e ampliato: si aggiungono i palchi di proscenio e il paliotto con le Muse. Per la profusione di fregi in rilievo e a foglia d'oro, da sempre è definito "scatola d'oro" o "la piccola Fenice" per la somiglianza con il grande teatro veneziano.

La decorazione pittorica è del ferrarese Francesco Saraceni e del veneto Giovanni Abriani; i fregi intagliati sono del lendinarese Luigi Voltolini.

Il teatro è noto soprattutto per le stagioni d’opera che si organizzavano nel  periodo della sagra di ferragosto e presso la locale biblioteca civica sono conservate alcune cartelle di documenti provenienti dall’archivio comunale dove è possibile ricostruire, ma solo in parte, alcuni spettacoli ospitati nel bel teatro.

Nel 1905 si ricorda l'allestimento della Tosca, ultima rappresentazione data al Teatro Sociale di Badia Polesine.

L’’attività teatrale cessò nei primi anni del Novecento  e da allora non fu più  utilizzato.

Grazie al prof. Ivan Tardivello, Ispettore onorario delle Belle Artiper la città di Badia Polesine, a partire dagli anni '70 del secolo scorso, si riesce ad inserire il Teatro Sociale nel piano di restauri di edifici e monumenti del Veneto e ad effettuare, con il controllo della stessa Soprintendenza, un primo intervento di restauro.

 

L’intera proprietà dello storico teatro viene assegnata al Comune di Badia Polesine per diritto di usucapione e superato anche questo adempimento il 24 maggio 1983 iniziano i lavori di restauro dello storico edificio che ha visto l’avvicendarsi di diversi direttori dei lavori e revisione per arrivare finalmente al termine in questi giorni.

 

 Il teatro  è stato  riportato alla luce su progetto dell’architetto Paolo Trovato, con Eidostudio di Badia Polesine.

Da oggi i Badiesi  si riappropriano del  teatro dotato di platea e tre  ordini di palchi in grado di soddisfare le esigenze della cultura badiese con la disponibilità di 270posti a sedere.

Presso la suggestiva sede del Teatro Sociale sarà attivo dalle ore 9.30 alle ore 18.30 il servizio filatelico temporaneo di Poste Italiane con speciale annullo filatelico dedicato all’inaugurazione e con una particolare cartolina stampata per l’occasione.

 

 

 

Ufficio Stampa


STUDIO P.R.P.

Alessandra CanellaVia del Vescovado, 7935141 Padova

 Tel. 049 – 8753166

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


LA PADANIA 15 MAGGIO VOTA IL CANILE MIGLIORE: COLLELUNA O TODI? FOLIGNO O STRONCONE?

 

 LA PADANIA 15 MAGGIO  VOTA IL CANILE MIGLIORE: COLLELUNA O TODI? FOLIGNO O STRONCONE?

 

Chissà se qualcuno che si rilassa sotto le ombrose frasche degli alberi secolari dell'ubertosa Umbria, ha un conatino di recrudescenza del senso  della legalità, leggendo la Padania del 15 maggio!

E desidera passare ai fatti, ovvero indagare nella filiera dell'indifferenza, oltre la quieta apparenza?
Chiliamacisegua aspetta l'assolo di chi si ribella e che brandirà l'elegante e arguta inchiesta di Stefania Piazzo, per rimettere le cose al loro posto.

Stefania ritorna in Umbria, affonda in Umbria dove il cuore riposa nell'ozio del bello. Ritorna in Umbria, con un viaggio de la Padania nel quadrilatero ... del benessere silenzioso e dell'eccellenza dei canili che sorridono per forza grazie  ai Sindaci e alle Asl.

Colleluna, Todi, Foligno e Stroncone sono modello di  vigilanza e salute? Modello di adozioni facili e di altrettanti rientri facilitati?  Di registri che ti dicono alla perfezione chi entra, chi esce, chi muore? Di acqua limpida in ciotola e di fogne che sembrano la Grotta Azzurra, di cani  mai a catena? Di zone d'isolamento che pare di essere alla Nasa, di cibo e  farmaci cosi protetti che quasi sembrano Parmigiano sottovuoto?


E' una bella gara dire chi e' meglio, s'interroga il bisturi di Stefania Piazzo.

E allora  si voti il canile migliore, la Padania lancia il tagliando-sondaggio.
Geniale siluro di gratitudine, inviato dagli ospiti dei canili umbri.

Good morning Umbria, seconda puntata.

Buona lettura e che porti indignazione!

Chiliamacisegua

www.chiliamacisegua.org

 

GALLERIA DI FOTO

clip_image002clip_image004

clip_image006 clip_image008

clip_image010

Alcune immagini di cani adottati e adottabili nei canili umbri

 

 

clip_image012

 

 

Vota l'eccellenza umbra, guarda negli occhi i cani e vota secondo coscienza!

 

LA PADANIA 15 MAGGIO

VIAGGIO NELL'ITALIA BESTIALE A CURA DI STEFANIA PIAZZO

OTTANTASEIESIMA PUNTATA

VOTA IL CANILE MIGLIORE: COLLELUNA O TODI? FOLIGNO O STRONCONE?

clip_image013 

Gara per l'eccellenza in Umbria

clip_image014

Registri, chip, acqua, adozioni. Dove sono i più virtuosi e dove sono le Asl, i Comuni dove tutto torna, modello di perfezione e attenta vigilanza

 "«Amore, chi t'ama non sta ozioso, tanto li par dolce de te gustare, ma tutta ora vive desideroso, como te possa stretto più amare».

Si dice che Todi sia la città più vivibile al mondo. Ma non si dice cosa ne pensino gli ospiti del canile nella frazione di Monticello. Non lo si dice anche per uno dei canili di Foligno, nella struttura di via Caracciolo.

E chissà cosa si può dire su Stroncone e Colleluna che ricadono, identica sorte, nella vigilanza di Terni.

E allora votate. Diteci quale canile preferite.

Anche in Umbria ci sono cani e cani. Quelli che possono laudare come Jacopone, e quelli che laudano arrivando secondi.

L'opposto di lodare dovrebbe essere sparlare, irretire, trascurare. Ma i cani non sono capaci di fare il contrario di ciò che è bene.

E quelli che hanno a che fare con i canili? Istituzioni vigilanti e privati gestori? Di certo non recitano la ballata perché «A me venga el mal de l'asmo, iongasece quel del pasmo, como al can me venga el rasmo ed en bocca la grancìa».

Che, a quel tempo, era per dire: Signore, non sono stato mica buono con te, che me la merito qualche pena...

Ma in Umbria non c'è guerra tra Asl e gestori.

Tutto va bene.

Ma al can ci viene el rasmo, in Umbria?..........

COLLELUNA

Good morning Umbria, seconda puntata, secondo viaggio. Prima fermata era stata Colleluna. Ma ci torniamo. Un appalto strepitoso, una cooperativa degna di nota, l'Alis, un accordo per vincere l'appalto con una ditta, la Tecnovett, che è risultata anche inattiva dopo la chiusura dell'attività al canile di Rieti. E altre singolari tenzoni, di facile e precisa puntualità. Facciamo qualche domanda, certi che ci saranno immediate risposte. Quanti cani?.................

TODI

E che dicono da Todi? A Todi il "Dominus" è l'Animal House in frazione Monticello. Cani come sopra, circa. 250 più un'altra manciata nella frazione di San Damiano in una struttura desiderosa di imminenti cure. La facilità con cui si adottano i cani è lodevole e soprattutto è straordinaria la velocità con cui gli adottati rientrano in canile se il proprietario per scelta sua li appoggia in pensione. Ma appoggiare i cani in pensione usciti da un canile è immorale, non è etico, non è economico, non è tollerabile.

E allora per fortuna c'è l'encomiabile gesto di generosità del gestore che si prende di nuovo in carico  due maremmane perché il proprietario è impossibilitato ad ospitare i cani presso la propria abitazione per motivi personali. Un gesto di altruismo senza tempo. Firma unilaterale, e via.  Firme di passaggio di proprietà l'Asl, o chi di competenza, potrà verificarle per vedere se i microchip hanno cambiato unilateralmente dominus. Il caso di generosità è tuttavia finito disgraziatamente sul tavolo della Task Force del ministero della Salute, per studiare l'innovativa prassi di questo "rientro" della Provvidenza………..

TODI-FOLIGNO

Todi si intreccia anche con Foligno. Foligno si appoggiava a due realtà locali. Ma quando una di queste per ragioni di sovraffollamento fu alleggerita, i cani di San Feliciano vescovo andarono a Todi. Il Comune, d'intesa con la Lega del cane locale, l'assessore per le Politiche e le iniziative per la tutela degli animali e il dirigente dell'area sanità, avevano concordato di realizzare sul sito del Comune una pagina web per pubblicare le foto dei loro cani per incentivare le adozioni. Bisognava andare in canile. Ma non tutto fu immediato. D'altra parte, che bisogno c'era di entrare e fotografare di persona i cani, quando Todi è già modello di adozioni e le foto poteva mandarle da sè... I cani, come testimoniano i volontari, starebbero tutti bene, mescolati insieme promiscui anche in 16-17 per box belli grandi e spaziosi.

L'Asl certifica che nessun cane è a catena, e che nessuno ha problemi comportamentali, nessun cane è irritabile e non servono barriere speciali. Ora qualcuno vorrebbe verificare come mai i cani folignati deceduti (natura del decesso, ndr?) risulterebbero ancora vivi nei registri dell'Asl. Su 23, sette morti, sfuggiti al depennamento. Cosucce,……………..

FOLIGNO

Come accade anche altrove, ci si appoggia a una cooperativa. Ci sono una cinquantina di cani. La struttura ha bisogno di adeguamenti e infatti non sono mancate le ordinanze né le proroghe. Nel frattempo che il tempo si allunga e non si finiscono le opere che fa l'Asl? Nullaosta? Sceglie la strada migliore. Come mangiano i cani a Foligno? Sempre bene, il mangime come in tutti i canili è sigillato e stoccato lontano da escrementi.

L'Asl3 sa bene come vigilare sulla conservazione degli alimenti, come tenerli separati dagli animali sani, i cani convalescenti sono adeguatamente isolati rispetto agli altri e al cibo………………

STRONCONE

Quando ancora esisteva il canile di Rieti, nel primo tentativo di porlo sotto sequestro nel 2001, molti cani vennero appoggiati a Stroncone. Divenne da allora una sorta di "canile secondario", tanto che diversi sindaci dopo l'esperienza spostarono i loro cani da Colle Arpea a questa struttura. Poi, negli ultimi mesi della gestione di Rieti, i volontari avevano avuto mezza idea di riportare i cani da Stroncone alla vecchia Rieti. Gli pareva meglio. Giudizio soggettivo, ovviamente…….."

s.piazzo@lapadania.net;

(86-continua)

 

LA PRIMA PUNTATA DI GOOD MORNING UMBRIA QUI

http://www.chiliamacisegua.org/2011/05/08/la-padania-8-maggio-che-avventura-dalle-marmore-a-colleluna/

LA PADANIA 8 MAGGIO CHE AVVENTURA, DALLE…MARMORE A COLLELUNA

 

RAPPRESENTANTI ISTITUZIONALI UMBRI

clip_image016

Catiuscia Marini Presidente Regione Umbria

 

clip_image017

Maurizio Rosi Assessore alla Sanità Regione Umbria

 

clip_image019

Antonino Ruggiano  Sindaco di Todi

clip_image021

Leopoldo di Girolamo Sindaco di Terni

clip_image023

Nando Mismetti Sindaco di Foligno

 

 

 

 

Ambulatorio Antiusura: "CON IL DL SVILUPPO LA SOCIETÀ FA UN PERICOLOSO PASSO INDIETRO IN FAVORE DELLE BANCHE"

Era nell'aria da tempo, ma con il Decreto sviluppo diventa realtà. L'introduzione delle nuove modalità di definizione dei tassi d'interesse usuraio aggrava la condizione di ciascun cittadino innalzando, di fatto, le soglie d'interesse passivo e sottraendo parzialmente le banche al controllo della legge

L'Ambulatorio Antiusura Onlus di Roma è fermamente contrario al provvedimento del Decreto "sviluppo" che va nella direzione opposta a quella richiesta dall'attuale situazione sociale ed economica.

Nel momento in cui sarebbe necessario introdurre maggiori misure di tutela e prevenzione per contrastare il sovraindebitamento dilagante, l'azione del Governo è tesa a consentire alle banche di alzare il tasso soglia dei prestiti.

«L'effetto che si otterrà con l'introduzione di tale norma - afferma l'Avv. Luigi Ciatti, Presidente dell'Ambulatorio Antiusura Onlus di Roma - sarà assolutamente distante da ciò di cui la società ha bisogno e di fatto renderà legali tassi di interesse fino ad oggi ritenuti usurai.

Gli istituti di credito, infatti, potranno liberamente continuare a rifiutare i finanziamenti ai soggetti a rischio insolvenza. Al contempo, potranno aumentare, fino al nuovo tetto, le percentuali d'interesse per i mutui. E tale aumento andrà a gravare pesantemente sui bilanci familiari, creando nuove situazioni di rischio usura.

Lo sforzo in questo senso, da parte di banche e istituzioni - conclude Ciatti - è un impegno di cui tutti avremmo volentieri fatto a meno.»

L'eccessiva rapidità con la quale vengono deliberate tali norme stride contro il lassismo nei confronti di provvedimenti più urgenti ed efficaci. Il varo della Legge di contrasto al sovraindebitamento, l'attualizzazione della Legge 108/96, il rifinanziamento del Fondo di prevenzione: sono tutte azioni da lungo attese e che non possono attendere oltre.

Terra Lucana a Policoro per "Sapore di fragola 2011"


 
 
Decibel Studio 
Decibel Studio
 Matera
  
 
Comunicato Stampa
 
TERRA LUCANA 
A POLICORO PER 
"SAPORE DI FRAGOLA 2011"
 
 di emissione del comunicato:
14 maggio 2011

La troupe di Terra Lucana, il programma televisivo prodotto da Decibel Studio, ha dedicato la sua nuova puntata all'evento "Sapore di.. fragola", che ha avuto luogo a Policoro dal 6 all'8 maggio scorsi. Giunto alla sua terza edizione, "Sapore di... fragola" è un evento culturale di promozione del territorio e della sua produzione agroalimentare, organizzato dal comune dell'importante centro jonico.

 

Le telecamere dirette da Michele Ninivaggi hanno seguito i principali momenti della manifestazione - che ha registrato un'ottima affluenza di pubblico, affascinato dalle diverse qualità di fragole esposte in numerosi stand e gazebo allestiti nella centrale piazza Eraclea. Frutto pregiato di rinomata bontà, la fragola coltivata a Policoro e nelle zone circostanti ha contribuito a far conoscere l'intera produzione agroalimentare lucana in tutto in tutto il mondo.

 

A completare la produzione televisiva, le interviste al sindaco di Policoro, Nicola Lopatriello, e all'assessore all'agricoltura Saverio Carbone.

 

Terra Lucana è diffuso a livello nazionale da una ventina di emittenti locali; una selezione delle puntate della serie è visibile sul canale YouTube della trasmissione televisiva, all'indirizzo www.youtube.com/terralucana.

__________________________________________________________   
Per informazioni:  

Decibel Studio 
Decibel Studio
Via Andersen 2
75100 Matera
tel. 0835/382862

 


Michele Ninivaggi Mobile +39 348 5640848  e-mail: info@decibelstudio.it
 internet u.r.l.: www.decibelstudio.it
_____________________________________________________________________________
Ufficio Stampa:
ServiziStampa by Resolvis

ServiziStampa by Resolvis


Via Passarelli, 50
75100 Matera (Italy)
Telefono +39 0835 331871 - Fax +39 0835 1820303
Angelo Tarantino - Mobile: +39 348 8515452 Find us on Facebook Follow us on Twitter
- Internet u.r.l.: www.servizistampa.it
ServiziStampa e Resolvis marchi registrati. Tutti i diritti sono riservati.
Rel. 1.0/1


"Se una non è suora non può vestirsi da suora" Spettacolo teatrale a cura de "La Compagnia del Tassello"

Domenica 15 Maggio alle ore 21 presso il Teatro del Mare sito a Riccione in via Don Minzoni 1, andrà in scena  "Se una non è suora non può vestirsi da suora" spettacolo interpretato dai giovani attori della "Compagnia del Tassello". Ingresso unico 5

Per il terzo anno consecutivo, dopo "È solo una storia" e "Tutta colpa di Wagner", la Compagnia Teatrale dell'Associazione Il Tassello Mancante torna a calcare il palco del Teatro del Mare con la inverosimile storia del convento di Santa Brigida.

Lo spettacolo:

Al centrò della scena la faranno da padroni i preparativi della giovane novizia Bianca prima di partire per una missione umanitaria in Sud America. Quale sarà la causa del mistero che cerca di fermarla? Che ci sia un intruso nel convento?

Un intreccio surreale, nato da un improbabile scambio di "persona", sfocerà nelle più incredibili conseguenze, grazie alla fantasia di due orfane ingenue e sognatrici, che indagheranno all'insaputa della Madre Superiora su quanto accadde durante la clausura di Bianca: grazie a loro la soluzione del mistero sembrerà semplicissima.

La Compagnia del Tassello:

La commedia è la conclusione del laboratorio teatrale gratuito tenuto alla Casa della Cultura, iniziato a novembre 2010 con i ragazzi della Compagnia del Tassello (Cecilia Basaglia, Chiara Conti, Ambra Di Stefano, Massimiliano Fabbri, Maria Laura Felici, Francesca Frontini, Debora Grossi, Rossella Pasquinelli, Mattia Tordi), che hanno collaborato liberamente anche alla stesura del testo e alla regia, curate da Jacopo Galavotti.

Lo spettacolo è patrocinato dal Comune di Riccione.

Info e contatti:

3405615682 –  Enea Conti, Ufficio Stampa Il Tassello Mancante

www.iltassellomancante.org - info@iltassellomancante.org -cell: 3287653857



--
Casa della Cultura "Il Tassello Mancante"
 
Ex-Farmacia - Centro di Quartiere Fontanelle
Via Sicilia 59 Riccione
 

Cell: 3287653857
 

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE ONDA D’ARTE 2011 (Scadenza 15/06/2011)



La Pro Loco di Ceriale e il Comune di Ceriale, Assessorato alla Cultura con la collaborazione dell'Associazione Il tempo ritrovato, presentano la settima edizione del Concorso Letterario Nazionale "Onda d'arte 2011", per autori d'ogni etnia, nazionalità, sesso, lingua, credo politico e religioso, cultura, orientamento sessuale.
Non è richiesta alcuna tassa di partecipazione.

REGOLAMENTO

Sono istituite due sezioni:
1. RACCONTO INEDITO

a) Si concorre inviando un'opera di lunghezza non superiore alle 5 cartelle dattiloscritte (equivalenti
a 9000 battute spazi compresi) (#) che dovrà prendere le mosse dal seguente incipit che lo scrittore Bruno Morchio (*) ha pensato appositamente per il nostro concorso:
"La luce di mezzogiorno rivestiva gli alberi di uno smalto inusuale, avvolgendo l'uliveto in un cerchio abbagliante che gli ricordò l'aureola di certi santi, dipinti sugli altari delle chiese di campagna della sua infanzia. Il vecchio sorrise e proseguì la salita lungo il sentiero tra le fasce. Il silenzio era rotto, a tratti, da una cicala che si faceva sentire, mimetizzata sulla corteccia di un albero. Il vecchio teneva le mani nelle tasche della tuta da lavoro e con la destra stringeva il manico ruvido della pistola. L'aria era immobile e il caldo insopportabile. Sudava e respirava con fatica. Si domandò se fosse il caldo o la paura. Quando raggiunse la cima della collina, dove gli ulivi si facevano più radi, il riverbero del sole lo accecò. Avvertì un rumore, si voltò e finalmente la vide. La giovane aveva capelli biondi tagliati corti e occhi dello stesso colore del mare che in lontananza invadeva l'orizzonte. Lo stava fissando con uno sguardo indifferente e quasi sprezz
 ante. Anche lei teneva le mani nelle tasche dei jeans."

b) Sono ammesse al concorso solo opere inedite, in lingua italiana, non premiate o segnalate in altri concorsi. Il racconto non deve essere stato pubblicato all'interno di siti internet, di antologie o in romanzi. Non saranno accettate opere diverse dal testo narrativo.

c) Ciascuna cartella dovrà essere preferibilmente redatta con le seguenti caratteristiche di stampa:
interlinea: 1.5
tipo carattere: Arial;
dimensione carattere: 12 pt.
no.battute a pagina (compreso spazi): 1800

d) Sul foglio non potrà essere indicato né l'autore né alcun altro segno identificativo. Lo stesso testo non potrà contenere esplicite allusioni che rendano evidente chi ne sia l'autore, né dediche sotto qualsiasi forma, a pena di esclusione.

e) I lavori dovranno pervenire entro e non oltre le ore 23:59 del 15 giugno 2011, esclusivamente via email all'indirizzo di posta elettronica concorsi.plceriale@libero.it allegando, al testo della mail, due files: il primo contenente il racconto in formato MS Word per Windows XP o txt, il secondo contenente la scheda di partecipazione;

f) Il vincitore assoluto del Concorso riceverà un assegno del valore di € 500.00.
Il secondo classificato riceverà un assegno del valore di € 400.00.
Il terzo classificato riceverà un assegno del valore di € 300.00.

g) La comunicazione al primo, secondo e terzo classificato avverrà tramite raccomandata. La Commissione si riserva di rilasciare menzioni speciali o premi aggiuntivi in caso di opere meritorie. La Commissione si riserva di non assegnare premi nel caso in cui nessuna delle opere presentate fosse  ritenuta meritevole.


(#) le battute verranno computate utilizzando la funzione di Microsoft Office Word accessibile, per la versione 2003, dal menu File/Proprietà/Statistiche/Caratteri (con spazi)

(*) Bruno Morchio, psicologo e psicoterapeuta genovese, è autore di alcuni romanzi che hanno per protagonista il detective Bacci Pagano, più volte ristampati. Bruno Morchio pubblica con Garzanti e Fratelli Frilli Editore (http://it.wikipedia.org/wiki/Bruno_Morchio).



2. VOLUMI EDITI

a) Si concorre inviando DUE COPIE di un volume edito di racconti, fiabe o favole dedicate ai bambini o ragazzi (anche illustrato).

b) I lavori dovranno pervenire entro e non oltre le ore 23:59 del 15 giugno 2011 alla segreteria del premio, al seguente indirizzo: Pro Loco Ceriale, Lungomare A.Diaz 66, 17023 Ceriale (Sv). In busta chiusa allegata ai volumi andrà inviata la scheda di partecipazione debitamente compilata.

c) Il vincitore assoluto del Concorso riceverà un assegno del valore di € 500.00.
Il secondo classificato riceverà un assegno del valore di € 400.00.
Il terzo classificato riceverà un assegno del valore di € 300.00.

d) La comunicazione al primo, secondo e terzo classificato avverrà tramite raccomandata. La Commissione si riserva di rilasciare menzioni speciali o premi aggiuntivi in caso di opere meritorie. La Commissione si riserva di non assegnare premi nel caso in cui nessuna delle opere presentate fosse ritenuta meritevole.


PER ENTRAMBE LE SEZIONI:
1. La partecipazione al Concorso comporta la piena accettazione del presente regolamento, premesse comprese. L'Autore garantisce alla Pro Loco di Ceriale la liceità dei testi, dichiarando di essere l'unico Autore e l'esclusivo proprietario dell'opera. L'Autore dà anche piena assicurazione che l'eventuale pubblicazione dell'opera non violerà, né in tutto, né in parte, diritti di terzi di qualsiasi natura. L'Associazione si riterrà sollevata da eventuali rivalse di terzi di cui risponderà esclusivamente e personalmente l'Autore.

2. La partecipazione al premio è individuale e riservata ai maggiori di 18 anni. Per i concorrenti minorenni è necessario che un genitore (o chi ne fa le veci) firmi, quale autorizzazione, la scheda di partecipazione debitamente compilata.

3. I lavori che giungeranno oltre il termine indicato non saranno tenuti in considerazione. Non sono concesse proroghe né ammessi ritardi, anche se dovuti a cause di forza maggiore.

4. La valutazione delle opere verrà effettuata da una Commissione liberamente scelta dagli Enti ed Associazioni coinvolte nell'organizzazione.

5. La Pro Loco Ceriale si riserva, in base al numero e alla qualità delle opere pervenute, di pubblicare e riprodurre, anche nei propri siti Internet ovvero in propri atti, documenti, materiali pubblicitari, i racconti migliori o stralci dei volumi inviati senza che ciò comporti alcun preavviso né il riconoscimento di alcun diritto per gli autori se non la loro citazione e la pubblicazione di un breve curriculum.

6. La Pro Loco si riserva la possibilità di pubblicare i migliori racconti o stralci dei volumi inviati in un'antologia da distribuire e porre in vendita. La selezione dei brani verrà eseguita direttamente dalla Pro Loco, e potrà anche non tenere conto della classifica stilata dalla Commissione Giudicatrice.

7. La partecipazione al presente concorso letterario è vietata ai soci ordinari della Pro Loco Ceriale, dell'Associazione "Il tempo ritrovato", ai dipendenti del Comune di Ceriale e della Biblioteca Civica Agostino Sasso.

8. La premiazione ufficiale dei racconti finalisti e l'assegnazione del Premio Letterario "Onda d'arte 2011" si effettuerà nella serata di sabato 6 agosto 2011. Verrà data ampia pubblicità all'evento attraverso il sito dell'Associazione e comunicati agli organi di stampa. Per l'assegnazione del Premio è richiesta la presenza dell'Autore vincitore. La data è ancora suscettibile di variazioni.
Nel caso in cui un vincitore decida di non partecipare alla premiazione, verrà automaticamente declassato a menzione speciale. La prima delle menzioni speciali verrà così elevata a terza classificata e così via nel caso di più di una rinuncia.
I vincitori dei racconti verranno invitati ad assistere alla manifestazione e saranno ospiti del Comune di Ceriale, presso una struttura alberghiera cittadina, nella notte tra il 6 e il 7 agosto 2011. Non è prevista alcuna altra somma a titolo di rimborso spese. Non è prevista alcuna altra somma a titolo di rimborso spese neppure a favore dei concorrenti che decideranno di partecipare all'evento.

9. I lavori pervenuti non saranno riconsegnati e resteranno patrimonio della Pro Loco Ceriale.

10. I Concorrenti finalisti verranno informati dalla Segreteria del Premio. Entro il mese successivo alla premiazione verrà pubblicata, sul sito dell'Associazione (www.prolococeriale.it) la classifica dei volumi editi e dei primi 100 racconti classificati, indicando solo il titolo del racconto, ma non l'autore. Si invitano i concorrenti, perciò, ad utilizzare titoli originali facilmente riconoscibili dagli stessi.
Non verranno fornite altre informazioni relative al piazzamento conquistato dai partecipanti.

11. Ai sensi del D.Lgs. 30 giugno 2003, n.196 e successive modifiche ed integrazioni (tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali), la Pro Loco di Ceriale informa i concorrenti che il trattamento dei loro dati personali, che avverrà con modalità informatiche, avrà lo scopo, oltre che di individuare i vincitori, di identificare gli autori dei racconti e di comunicare agli stessi  eventuali altre manifestazioni culturali e turistiche.

12. L'inosservanza di una qualsiasi norma del presente regolamento costituisce motivo di esclusione dalla graduatoria.

13. Per quanto non previsto dal presente regolamento valgono le deliberazioni della Commissione.
Il giudizio della Commissione è inappellabile.

SEGRETERIA DEL PREMIO LETTERARIO
"ONDA D'ARTE 2011"
PRO LOCO CERIALE
LUNGOMARE A.DIAZ 66
17023 CERIALE (Sv)
cell.338.5453805
email: concorsi.plceriale@libero.it
Il bando è anche disponibile su: www.prolococeriale.it



Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota