sabato 20 novembre 2010

LaNostraTv.it - Il Blog che parla di Televisione

E' finalmente online "LaNostraTv.it" un Blog di televisione che si avvale del prezioso supporto di ben 11 Redattori preparati, professionali e accuratamente selezionati. Un progetto ambizioso, voluto da Francesco Califano (apprezzato Casting Director e già Direttore del noto portale Internet "Lavorare Nello Spettacolo") e coordinato dal Caporedattore Fabio Giuffrida.


"Era da tempo che lavoravo all'idea di questo nuovo blog, fuori da ogni logica maniacale di fare numeri, ma che guardasse soprattutto alla qualità e alla correttezza dell'informazione e che mettesse in condizione l'utente di capire realmente le cause che si celano dietro il successo/insuccesso di un programma televisvo e/o di un personaggio noto" - sono queste le parole espresse dal direttore de "LaNostraTv.it" Francesco Califano.


Caporedattore del progetto sarà Fabio Giuffrida che avrà il compito di coordinare il lavoro degli undici redattori e mirare al raggiungimento degli obiettivi fissati.

Sito Internet: http://www.lanostratv.it


Io, Anna e Napoli" di Carlo Delle Piane e Giuseppe Aquino al Teatro Greco dal 24 al 28 novembre

 

Euforika Napoli

Presenta

       Dal 24 al 28 novembre 2010

     Io,  Anna e Napoli

"Tra parole e musica"

con ANNA CRISPINO

scritto e diretto da Carlo Delle Piane e Giuseppe Aquino

 

ANNA CRISPINO,VOCE

ALESSANDRO TOMEI,SASSOFONI

SERGIO COLICCHIO,PIANOFORTE

ANDREA PINTUCCI,CONTRABBASSO

JACOPO BARBATO,CHITARRA CLASSICA

FERDINANDO OLIVIERI, CHITARRA PORTOGHESE

 

Tema. Titolo: "Descrivete la figura di vostro padre. Il suo lavoro, le sue abitudini, le sue aspirazioni". Svolgimento: "Mio padre non è quello che si dice un bell'uomo. Una volta che lui litigò in autobus uno lo chiamò scucchione…". È l'inizio di una delle memorabili sequenze di "Guardie e ladri". Carlo Delle Piane duetta con Totò, padre ladro di un figlio a cui non difetta la sincerità né l'arguzia, in uno dei momenti di quattro film che l'attore romano girerà con il Principe De Curtis nella sua ormai plurisessantennale carriera sul set. Le immagini dei film interpretati con Totò sono fra quelle che appaiono sullo sfondo di "Io, Anna e Napoli", recital-spettacolo (scritto da Carlo Delle Piane e Giuseppe Aquino) che spazia fra i ricordi di una brillante carriera cinematografica, qual è stata ed è quella di Carlo Delle Piane, e la voce ricca di fascino e di sfumature di Anna Crispino, cantante napoletana dei Quartieri Spagnoli. Il legame fra Carlo Delle Piane e il "Palcoscenico d'Italia" (come l'attore ama definire Napoli), è un intreccio profondo di conoscenze, amicizie, rapporti professionali e amori. È un legame nato e racchiuso in una serie interminabile di incontri avvenuti sui set e continuati nella vita di tutti i giorni, che portano a personaggi della statura artistica e umana di Totò, Sophia Loren, Peppino, Eduardo e Titina De Filippo, Pietro De Vico, Nino Taranto, Antonio Cifariello fino a "Caramella" Tina Pica e al ciociaro di Napoli Vittorio De Sica, primo "maestro" di Delle Piane sul set di "Cuore". Un rapporto a tutto tondo che vede "Delle Piane-Cesarione" amante della canzone napoletana e delle luci, dei colori, degli odori dei mille luoghi caratteristici di una città unica al mondo per intelligenza, creatività e quella sottile ironia che le consente di affrontare anche i momenti più difficili della quotidianità.

Sul palcoscenico di "Io, Anna e Napoli" si alternano parole e canzoni, immagini e ricordi che contribuiscono a dipingere un affresco non solo della memoria, ma anche del presente e del futuro prossimo di una città entrata prepotentemente nel sangue di un figlio di Campo dei Fiori abituato a saper cogliere il meglio dai fatti della scena della vita. Anna Crispino, supportata da una band di prim'ordine composta dal pianista Sergio Colicchio (autore degli accattivanti arrangiamenti delle canzoni), da Riccardo Boni al sassofono, e  Andrea Pintucci al contrabbasso,  Marco Poeta chitarra portoghese ,ripercorre la storia della canzone napoletana di ieri e di oggi, partendo dai classici come "Passione  e "Maruzzella", fino ad arrivare alle composizioni di Enzo Gragnaniello. Ed è Anna Crispino che si trasforma in intervistatrice quando con Carlo Delle Piane, fa rivivere agli spettatori i momenti più esaltanti di una carriera, e di una vita privata, resa per immagini in uno spettacolo che fila via liscio tra "parole e musica", tra "finzione e realtà". Un gioco scenico che scopre sentimenti fino a far vivere emozioni.

 

Inizio spettacoli: ore 21

Domenica Ore 17,30

Biglietti: €25 (intero) -  €20 (ridotto)

 

Ufficio Promozione
Via R. Leoncavallo 10 - 00199 Roma
Tel - Fax 06 8607513

e- mail: promozione@teatrogreco.it

sito: www.teatrogreco.it

 

Ufficio Stampa Teatro Greco:

Guido Scialpi – Mob. 3479823727 – guidoscialpi@tiscali.it

Veronica Rocco – T. 06 8608047 – Mob. 328 8961461 – info@teatrogreco.it

 

 

 



__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 5634 (20101119) __________

Il messaggio è stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it

RECITAZIONE TV E CINEMA - Corso di Tatiana Lepore - Febbraio 2011

 


La OASI NEWSLETTER
Se non desideri più ricevere questa newsletter clicca qui

L'Associazione Culturale OASI presenta
Laboratorio di recitazione
TV e Cinematografica

Condotto da Tatiana Lepore



Per chi?
Il corso è rivolto a chi desidera approfondire gli strumenti tecnici ed artistici specifici della recitazione cinematografica e televisiva.
Per attori professionisti e non professionisti.

Contenuti
Analisi di scene tratte da vari film di generi diversi,
laboratorio di recitazione con fasi filmate da video operatore in interno ed esterno, verifica ed esame delle riprese video.
Consegna di Dvd per ogni allievo con il materiale che lo riguarda, girato e montato durante il laboratorio, utilizzabile per provini, siti web, show reel o altro.

Introduzione
L'attore e il provino di cinema
(interviste, improvvisazioni guidate e analisi di alcuni spezzoni di film)
Il lavoro sul set, i ruoli, il vocabolario, le regole basilari.
Come leggere
Sceneggiatura (cinema, tv, spot e altro)
Scene a due (la parola, i piani d'ascolto)
Monologhi
La comprensione dei personaggi e le mille possibilità di una battuta
Le pause
L'allenamento alla memoria
Il ritmo
Prove preparatorie alle riprese
Il movimento (corpo, volto, sguardo)
Problematiche tecniche e problematiche artistiche
Come si prepara l'attore
La naturalezza e l'efficacia.
Prova pratica di riprese
Riprese con operatore, in interno e in esterno
La gestione del tempo e la concentrazione sul set
Visione e analisi critica del materiale filmato
Consegna dei dvd

VEDI LA SCHEDA DEL CORSO

Il corso è condotto da Tatiana Lepore, attrice di teatro, cinema e TV, acting coach. Collabora con vari registi e compagnie teatrali: Elfo-Theatriditalia, Luca Ronconi e ATIR di Milano, Laboratorio Teatro Settimo, A. Baricco, Assemblea Teatro, Egumteatro, Festival delle Colline Torinesi, Fondazione T.P.E. e Teatro Stabile di Torino, Teatro Stabile delle Marche, Pontedera Teatro, Romaeuropa Festival, Pierpaolo Sepe e Compagnia delle Indie Occidentali di Roma, C.S.S. di Udine e Napoli Teatro Festival, Reggimento Carri di Bari.
In Cinema e Televisione lavora con: Silvio Soldini (Pane e Tulipani, Agata e la Tempesta, Giorni e Nuvole, Cosa voglio di più), Alessandro D'Alatri (Casomai) Antonello Grimaldi (Un delitto impossibile, I Soliti Sospetti, Distretto di Polizia 2 e 6, Le Stagioni del Cuore, Caos Calmo, Il mostro, Suocere), Maurizio Zaccaro (Cuore, Le ragazze dello Swing), Francesca Archibugi (Renzo e Lucia), Claudio Bondì (L'Educazione di Giulio), Marco Turco (La Straniera), Roberto De Maria (Miccia corta), Saverio Costanzo (La solitudine dei numeri primi), A. Rohrwacher (Corpo Celeste).
Ha prodotto e realizzato in forma indipendente alcuni cortometraggi e un lungometraggio per televisione (Rido, Fuoriorario, Scatadascio, Su la testa, ecc...) e cinema (Colorado) e ha lavorato come assistente alla regia e acting coach per A. Grimaldi, M. Papeschi, P. Rota, A. Rohrwacher, J. De Petris.

Febbraio
2011
FORMULA DOPPIO WEEK END INTENSIVO
31 ore totali
Sabato 5/2 9,30-18,30
Domenica 6/2 9,00-13,00
Venerdì 11/2 20,00-23,00
Sabato 12/2 9,30-18,30
Domenica 13/2 9,30-18,30

Il corso si terrà con un minimo di 7 ed un massimo di 10 iscritti
presso TOPOS, in Via Pinelli 23 a Torino (zona P.za Statuto)
VEDI DOVE

L'Associazione Culturale OASI è una struttura professionistica attiva dal '96 nell'ambito dell'organizzazione di spettacoli e di attività didattiche;
in particolare, corsi legati alla comunicazione (dizione, lettura ad alta voce, uso della voce, public speaking, comunicazione efficace), stage e laboratori teatrali e di canto.

Per informazioni dettagliate su contenuti, costi e modalità di iscrizione:
OASI - 011/6699594, oasi@oasitopos.eu, www.oasitopos.eu, Facebook Oasi&Topos!.


TOPOS è la sede corsi dell'Associazione Culturale OASI - Torino
Le attività di OASI presso TOPOS sono rivolte ai Soci. Associarsi a Oasi è
gratuito.


Con il Patrocinio della Città di Torino

NOTA: il tuo indirizzo di posta elettronica proviene dall'elenco dei nostri amici simpatizzanti, oppure è stato recuperato nel web da liste che lo hanno reso pubblico, o recuperato da email inviate da amici che abbiamo in comune e verrà trattato ai sensi del D.Lgs 196/2003.





La Regione del Veneto per il Cinema di Qualità. La Regione ti porta al cinema con due euro - Martedì 23 novembre

La Regione del Veneto per il Cinema di Qualità

La Regione ti porta al cinema con due euro – Martedì 23 novembre

 

Terzo appuntamento di novembre con i film super scontati proposti dalla Regione con i suoi “Martedì al cinema”, organizzati in collaborazione con la F.I.C.E (Federazione Italiana Cinema d’Essai) delle Tre Venezie. Anche martedì 23 novembre in 14 sale cinematografiche di tutte e sette le province il biglietto costerà solo 2 euro. Da vedere commedie e cartoni animati, prime visioni e film d’essai, italiani e stranieri, scelti tra quelli in programmazione. Non è che una delle tante iniziative portate avanti dalla nostra Regione per promuovere il cinema, come “Le giornate della Mostra” con una selezioni di titoli presentati alla “Settimana della critica” al Lido, e le rassegne con film dalle sezioni Orizzonti e Retrospettiva. Non c’è che l’imbarazzo della scelta: tra i registi James Ivory e François Ozon, Pupi Avati e David Fincher, star come Anthony Hopkins, Gerard Depardieu e Catherine Deneuve e attori di alta caratura come Toni Servillo, senza dimenticare il cinema d’animazione e la commedia italiana di Claudio Bisio e Paola Cortellesi. Variegati anche gli orari, dal pomeriggio fino a sera inoltrata.

 

BELLUNO – Due i film a soli 2 euro proposti dalla Regione al Cinema Italia il 23 novembre: "Gorbaciof” di Stefano Incerti, con Toni Servillo nei panni di un cassiere napoletano con il vizio del gioco, chiamato come l’ex presidente dell’Urss per una voglia che ha sulla fronte (alle 18.15 e 20) e il francese François Ozon con la commedia “Potiche – la bella statuina” (alle 21.45). Siamo negli anni Settanta: Catherine Deneuve, moglie imbranata e sottomessa da un marito ipermaschilista, si ritrova improvvisamente a sostituirlo alla guida della sua azienda, rivelandosi una donna in carriera bella, capace e brillante. Sorprendendo tutti, a partire dai suoi familiari.

 

PADOVA – Anche per il terzo appuntamento di novembre due i multisala scelti dalla Regione per i suoi progetti di sostegno al cinema di qualità: martedì 23 biglietto a soli 2 euro all’Mpx per “Dalla vita in poi” di Gianfrancesco Lazotti, con Cristiana Capotondi e Filippo Nigro (alle 18.10, 20.15 e 22.20). E’ la versione al femminile di Cyrano: Katia, costretta sulla sedia a rotelle, aiuta la sua migliore amica a scrivere lettere d’amore al fidanzato, in carcere per trent’anni. E continuerà a farlo anche dopo che l’amica avrà deciso di troncare la relazione. Al MultiAstra (Arcella) da non perdere “Una vita tranquilla” del regista padovano Claudio Cupellini, vincitore all’ultimo festival del cinema di Roma con Toni Servillo come miglior attore (alle 20.45).

 

ROVIGO – Due i film da vedere a soli 2 euro al Cinergia martedì 23 novembre grazie alla Regione, in orari diversi per accontentare i diversi tipi di pubblico. A partire dai bambini, invitati a vedere il cartoon “Winx club-Magica avventura” (alle 18.25): le fatine italiane più famose del mondo dovranno ristabilire l’equilibrio nella dimensione magica e riavvicinare Sky a Bloom. In serata “Last Night” di Massy Tadjedin, con Keira Knightley e Eva Mendes (alle 20.20 e 22.25). Michael e Joanna sono una giovane coppia di Manhattan. Durante una festa però Joanna coglie un certo grado di intimità tra suo marito e la nuova assistente di lui, Laura. In provincia di Rovigo, il multisala Politeama di Badia Polesine propone a 2 euro l’ultimo film di James Ivory, “Quella sera dorata” (alle 21.15), tratto dal romanzo di Peter Cameron, con Anthony Hopkins e Charlotte Gainsbourgh, ambientato in Uruguay.

 

TREVISO – “I martedì al cinema” con il biglietto super scontato a soli 2 euro fanno tappa il 23 novembre ancora una volta al multisala Corso con l’ultimo lavoro di Pupi Avati, “Una sconfinata giovinezza”(alle 17.30, 19.45 e 22) , con Francesca Neri moglie premurosa e complice di Fabrizio Bentivoglio, affermato giornalista vittima dell’Alzheimer. In provincia, al multisala Italia di Montebelluna da vedere “Uomini di Dio” di Xavier Beauvois, acclamato dalla critica (a Cannes ha vinto il Grand Prix du Jury), sulla strage dei monaci di un convento cistercense dell’Algeria nel 1996, in pieno scontro tra fondamentalisti e governo (alle 15.30, 19 e 21.20).

 

VENEZIA – due le sale della provincia veneziana coinvolte per tutto il mese di novembre dal progetto della Regione “I martedì al cinema” con biglietto superscontato a soli 2 euro. A Mirano, al cinema teatro Mirano, “Niente paura-come siamo come eravamo e le canzoni di Luciano Ligabue” di Piergiorgio Gay, con Luciano Ligabue, Paolo Rossi e Carlo Verdone (alle 17.30 e 21.15). Film documentario sull’identità nazionale non razzista, il film racconta di uomini e donne comuni e delle loro origini, che poi sono anche le nostre. Al cinema teatro oratorio di Robegano, una frazione di Salzano, da non perdere “Departures” di Yojro Tkita, vincitore del premio Oscar 2009 come miglior film straniero (alle 20.30): dopo lo scioglimento dell'orchestra in cui suonava come violoncellista a Tokyo, Daigo Kobayashi torna insieme alla moglie a Yamagata in una provincia rurale del nord del Giappone. Alla ricerca di un nuovo lavoro, Daigo risponde a un annuncio per un impiego "di aiuto alla partenza" convinto che si tratti di un'agenzia di viaggi. In realtà si accorge che ha a che fare con un'agenzia di pompe funebri. Spinto da necessità economiche Daigo accetta comunque il posto. Immerso in questo mondo a lui sconosciuto, l'ex musicista scopre tutto sui rituali funebri, continuando a nascondere alla moglie la vera natura del suo lavoro

 

VERONA – trionfa il cinema italiano martedì 23 novembre per il terzo appuntamento autunnale dei “Martedì al cinema” organizzati dalla Regione. All’Alcione (San Michele Extra) si potrà vedere a soli 2 euro l’ultimo film di Pupi Avati, “Una sconfinata giovinezza” , con Francesca Neri moglie premurosa e complice di Fabrizio Bentivoglio, affermato giornalista vittima dell’Alzheimer (alle 15.30, 17.45 e 20.30). Due i film proposti al Rivoli in piazza Bra’: “Benvenuti al Sud” di Luca Miniero, con Claudio Bisio e Donatella Finocchiaro (alle 16). E’ il rifacimento dell’irresistibile “Giù al Nord” ambientato in Francia. Qui è la provincia di Napoli la punizione inflitta al direttore di un ufficio postale che puntava invece a Milano. Lui teme il peggio ma finisce per apprezzare persone e luoghi “terroni”. Contagerà persino la moglie iperapprensiva e razzista. Il secondo film è “Maschi contro Femmine” di Fausto Brizzi, commedia con Nicolas Vaporidis e Paola Cortellesi (alle 20.20 e 22.40): l’ennesima “guerra tra sessi”, con ironia e tanta voglia di divertirci, scavando tra amori finiti male, tradimenti e stravaganze tra rapporti a prima vista tradizionali.

 

VICENZA – due le sale della città dove faranno tappa il 23 novembre “I martedì al cinema” a soli 2 euro voluti dalla Regione. All’Araceli in via Borgo Scroffa da non perdere il francese François Ozon con la commedia “Potiche – la bella statuina” (alle 20.30). Siamo negli anni Settanta: Catherine Deneuve, moglie imbranata e sottomessa da un marito ipermaschilista, si ritrova improvvisamente a sostituirlo alla guida della sua azienda, rivelandosi una donna in carriera bella, capace e brillante. Sorprendendo tutti, a partire dai suoi familiari. All’Odeon in corso Palladio va in scena a soli 2 euro“I figli delle stelle” di Lucio Pellegrini, con un quintetto di improbabili rapitori, impersonati da Fabio Volo, Giuseppe Battiston, Claudia Pandolfi, Paolo Sassanelli e Pierfrancesco Favino (alle 16, 18, 20 e 22). Prendono di mira un ministro ma sbagliano e rapiscono un oscuro e onesto sottosegretario. Nella provincia vicentina, da non perdere al Metropolis di Bassano del GrappaThe social Network” di David Fincher, con Jesse Eisenberg e Justin Timberlake (alle 20 e 22.20): racconta la storia di Mark Zuckerberg, l’inventore di Facebook, da quand’era studente ad Harward al successo planetario con 500 milioni di clienti “amici”.

 

Per i film in programmazione nelle sale cinematografiche

http://martedialcinema.agistriveneto.it

 

Per informazioni:

Federazione Italiana Cinema d'Essai Tre Venezie

Tel: 049.8750851

fice3ve@agistriveneto.it

http://www.spettacoloveneto.it

 

Ufficio Stampa

STUDIO P.R.P.

Alessandra Canella

Via del Vescovado, 79

35141 Padova Tel. 049 - 8753166

canella@studiopierrepi.it

http://www.studiopierrepi.it

 

 

 

 

"LA VETRINA DELL¹AUTORE" a GENOVA presso CROONER SWING CLUB domenica 28 novembre a partire dalle ore 18 -

LA VETRINA DELL’AUTORE
Liberodiscrivere®

domenica 28 novembre 2010 a partire dalle ore 18

presso il CROONER SWING CLUB Via dei Giustiniani 69/71r, Genova
www.Liberodiscrivere.it <http://www.Liberodiscrivere.it>


Gli autori che hanno un libro da proporre edito con qualsiasi casa editrice o autoedito, potranno incontrarsi sia con gli autori di Liberodiscrivere® sia con i loro potenziali lettori e acquirenti. Un vero e proprio happening letterario aperto a tutti. Una vetrina che unisce la tradizionale 'bancarella dei libri' all'incontro conviviale fra pubblico e autori. Ogni autore salirà sul palco, si presenterà al folto pubblico accompagnato da buona musica, uno stuzzicante aperitivo seguito da una ricca cena a buffet. I titoli, di tutti gli autori presenti, saranno esposti in un apposito spazio libreria all’ingresso del locale. L’incasso delle copie vendute resterà all’autore.
 
Aperitivo e Cena tutto compreso Euro 28,00

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Maria Cristina De Felice
tel. 3356900223 - mail: cdefelice@liberodiscrivere.it

Antonello Cassan
P Help save paper not printing if not needing

Liberodiscrivere® edizioni
è un marchio registrato di STUDIO64 s.r.l. stampa
Via G.T. Invrea 38 rosso 16129 Genova
Telefono 010.540464    Fax 010.8632411
E-mail: acassan@liberodiscrivere.it
http://www.liberodiscrivere.it

FB
http://www.facebook.com/pages/LiberodiscrivereR-edizioni/83182712279

Se desidera essere cancellato dalla nostra mailing list risponda alla presente con una mail specificando in oggetto: CANCELLAZIONE  Siamo coscienti che e-mail indesiderate sono oggetto di disturbo, quindi La preghiamo di accettare le nostre più sincere scuse se la presente non è di Suo interesse. A norma del decreto legislativo n. 196 del 30.06.2003 (Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali) la Sua e-mail è stata inserita nel nostro database perché espressamente da Lei richiesto o da fonti di pubblico dominio o attraverso e-mail da noi ricevute. Questo messaggio non può essere considerato SPAM poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica e tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy Dlgs n.196 del 30.06.03). Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse, per motivi indipendenti dalla nostra volontà,  La preghiamo di segnalarcelo e ce ne scusiamo sin d'ora.

 


------ Fine del messaggio inoltrato

------ Fine del messaggio inoltrato

Osservatorio Aduc-Firenze. Prato del Duomo: l'inutile rottamazione. Alcune domande all'amministrazione Renzi

Qui il comunicato online:
http://www.aduc.it/comunicato/osservatorio+aduc+firenze+prato+duomo+inutile_18404.php
-------------------------------

Osservatorio Aduc-Firenze. Prato del Duomo: l'inutile rottamazione. Alcune domande all'amministrazione Renzi

Firenze, 20 novembre 2010. Anche nelle piccole cose è possibile giudicare l'operato di una amministrazione. E la vicenda dell'erba utilizzata per adornare il Duomo durante l'evento Florens 2010 ci lascia basiti e poco fiduciosi sulle capacità amministrative nel nostro Comune.
In breve, sono stati acquistati circa 4mila metri quadri di prato verde da calcio -il piu' costoso, all'ingrosso venduto a 8 euro al metro quadro, il doppio rispetto al prato da giardino- per pavimentare il Duomo per poche ore. Questo prato è stato successivamente destinato in parte ad una società sportiva di Bagno a Ripoli, che con sforzi per lei non indifferenti aveva preparato il proprio campo da calcio per la stesura, e in parte ad una scuola fiorentina dismessa (Caterina de' Medici in viale Guidoni). Risultato: il campo da calcio è verde solo a metà, in quanto era insufficiente la quantità inviata alla società sportiva (1), e buona parte di questo costoso manto erboso sta irrimediabilmente marcendo nel cortile di una scuola abbandonata (2).
Non ci esprimiamo sull'opportunità di tale spesa -che potrebbe aggirarsi intorno ai 30mila euro- perche' non ci e' dato sapere se sono stati utilizzati soldi pubblici. Se cosi' fosse, non potremmo che condannare questa scelta di fronte alle emergenze che attanagliano questa città.
Chiediamo quindi all'Amministrazione Renzi: sono stati spesi soldi pubblici, e quanti, per l'acquisto del prato? Perche' si è acquistato il tipo di prato più costoso? E se anche il prato fosse stato acquistato esclusivamente con fondi privati, chi sono i responsabili pubblici di questo spreco? Perche' parte del prato e' stato scaricato nel cortile di una scuola che non esiste piu' senza un progetto per utilizzarlo entro breve, prima che marcisse?

Foto
1 - il campetto di calcio verde solo a meta':
http://www.aduc.it/generale/files/file/allegati/20101120-pratoDuomo-2.jpg
2 - il prato che marcisce nella scuola abbandonata:
http://www.aduc.it/generale/files/file/allegati/20101120-pratoDuomo.jpg

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it
Email aduc@aduc.it
Tel. 055290606
Ufficio stampa: Tel. 055291408

17 anni fa rapivano Giuseppe Di Matteo, la sua storia in un libro

Martedì prossimo cade l'anniversario del giorno del rapimento del piccolo Di Matteo, figlio di Santino che, dopo le bombe che costarono la vita a Falcone e Borsellino, cominciò a collaborare con lo Stato. Fu il primo a rivelare i retroscena delle stragi.

Un vertice tra Matteo Messina Denaro, Giuseppe Graviano, Leoluca Bagarella e Giovanni Brusca, decise di fermare il fenomeno delle collaborazioni nelle famiglie mafiose rapendo un bambino e tenendolo segregato per più di 2 anni, prima di eliminarlo in modo orribile: strangolato e sciolto nell'acido.

Il rapimento avvenne nel maneggio di Villabate, dove Giuseppe, piccolo campione di salto a ostacoli, amava rifugiarsi appena aveva un po' di tempo libero. Si presentarono, travestiti da poliziotti della DIA, gli uomini del famigerato gruppo di fuoco di Brancaccio, guidati da Gaspare Spatuzza e del quale faceva parte anche il killer di padre Pino Puglisi, Salvatore Grigoli.La storia del bambino rapito dalla mafia la ricordano tutti, finora ne avevano scritto solo i carnefici, Giovanni Brusca, nel libro "Ho ucciso Giovanni Falcone", e Giuseppe Monticciolo, in "Era il figlio di un pentito", ma da alcune settimane è arrivato in libreria "Il bambino che sognava i cavalli - 779 giorni ostaggio dei corleonesi" che racconta -per la prima volta- questa storia dalla parte delle vittime. Il libro di Pino Nazio, nato da un incontro con Santino Di Matteo, è alla prima ristampa, dopo che la prima edizione è andata esaurita in pochi giorni. Il libro, associato da qualcuno al filone delle non fiction novel, arriva dopo una ricerca di oltre due anni, basata non solo su una lunga serie di incontri con il pentito Santino Di Matteo, la madre Franca Castellese, il fratello, il nonno e lo zio del bambino, ma anche da sopralluoghi in Sicilia, colloqui con i magistrati che si sono occupati del caso e con gli avvocati che sono stati a contatto con gli assassini, da minuziose ricerche tra carte processuali che sembravano dimenticate.

"Il bambino che sognava i cavalli" è dunque uno spaccato sulla mafia, sui suoi intrecci con finanza e politica, sulla cultura e sulla mentalità che ancora oggi condiziona una parte del Sud, sulla nascita e la fine dei terribili corleonesi di Totò Riina.

Giuseppe Di Matteo, diventato il il simbolo della fine della mafia stragista e più sanguinaria, ha contribuito a infliggere agli uomini del disonore che si sono accaniti contro di lui, decine e decine di ergastoli, a togliere la maschera ai picciotti che parlavano di un codice d'onore che li voleva rispettosi delle donne e dei bambini, a rompere il fronte dell'omertà che proteggeva Cosa Nostra, a infondere nella gente rabbia, indignazione e voglia di spezzare antiche, invisibili, catene. Se la lotta per la legalità in Sicilia oggi è più incisiva, lo si deve al lavoro di coraggiosi magistrati e appartenenti alle forze dell'ordine, di giornalisti e testimoni, ma anche al piccolo Giuseppe Di Matteo, giustamente definito "il bambino che ha sconfitto la mafia".

Pino Nazio (Roma, 1958) è sociologo, giornalista, attualmente firma il programma di Raitre "Chi l'ha visto?".

Santino di Matteo (Altofonte 1954) è stato un soldato dei corleonesi, per conto dei quali ha commesso dieci omicidi e ha partecipato alla strage di Capaci. Ha deciso di collaborare con la giustizia, aprendo la strada per arrivare alla verità sulle stragi. Dal 1993 vive sotto falsa identità in una località protetta.

Roma, 20 novembre 2010

Contatti: Serena Pieralli 3386356630 Lucia Pasquini 06.5894525 3288976669 Pino Nazio


Ricostruzione Unghie: Roma presenta Queenly Nails

Ricostruzione Unghie: Roma presenta Queenly Nails Roma.
Nasce Queenly Nails -Centro Specializzato di Ricostruzione Unghie e Rivendita di Prodotti Professionali. Un nuovo tempio dedicato al culto della cura e della bellezza delle mani in cui si utilizzano le unghie come tele su cui realizzare piccoli capolavori. Tra glitter scintillanti, in una cornice elegante e sfarzosa, Queenly Nails ha fatto il suo ingresso nel mondo dedicato alla Ricostruzione Unghie proponendo uno stile inconfondibile frutto dell' attenzione costante alle innovazioni e della conoscenza di tecniche avanzate di costruzione e decorazione delle unghie artificiali. Il Centro di Via Tuscolana 37/c a Roma è aperto dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 20:00. Uno staff altamente qualificato è a disposizione di tutte le donne che esigono donare alle proprie mani eleganza e unicità e che desiderano“affilare le proprie armi di seduzione: LE UNGHIE”.
Il marchio specializzato Queenly Nails firma, inoltre, una propria line a di prodotti di altissima qualità per la Ricostruzione Unghie e Nail Art articolata in un'ampia gamma di prodotti studiati da tecnici esperti per soddisfare le diverse esigenze di tutti i consumatori. Già attivi anche i corsi di formazione ottimi per chi vuole costruire il proprio futuro e avviarsi alla professione di Onicotecnica professionista. Queenly Nails è anche su facebook: il social network ospita un gruppo ufficiale del marchio dove gli utenti possono interagire con lo staff tecnico per informazioni e suggerimenti e apprezzare, nelle gallery, i cataloghi completi dei lavori realizzati. Impossibile non rimanere incantati dalla perfezione del risultato.
Queenly Nails- Centro Specializzato di Ricostruzione Unghie e Rivendita di Prodotti Professionali- Via Tuscolana 37/c - 00182- ROMA 340-3826864
<

venerdì 19 novembre 2010

"Le Giornate della Mostra - 6 edizione 2010 Orizzonti e Retrospettiva": Hong Sangsoo al Multisala Cinergia di Rovigo

LA REGIONE DEL VENETO PER IL CINEMA DI QUALITA’

LE GIORNATE DELLA MOSTRA - 6° EDIZIONE 2010

ORIZZONTI e RETROSPETTIVA

a Belluno, Padova, Rovigo, Verona, Vicenza e Vittorio Veneto

 

 

ROVIGO

Multisala CINERGIA  Ore 21,00 

OK-HUI-UI YEONGHWA (OKI’S MOVIE) di Hong Sangsoo

Biglietto unico singola proiezione: 2 euro

 

 

Per il quarto appuntamento di “Orizzonti”, la Regione del Veneto,  nell’ambito del programma 2010 di attività di promozione della cultura cinematografica, ha scelto il Multisala Cinergia di Rovigo per proiettare, alle ore 21.00 al costo di due euro, dopo il successo riscosso a Padova, il film “Ok-hui-ui Yeonghwa”- “Oki’s movie del regista coreano Hong Sangsoo.

 

La sezione Orizzonti, che si inserisce nella più ampia rassegna ”Le Giornate della Mostra – 6 edizione 2010 Orizzonti e Retrospettiva”, organizzata in collaborazione con la Biennale di Venezia, la Fice (Federazione Italiana Cinema d’Essai) e l’Agis delle Tre  Venezie e con il sostegno della Fondazione Antonveneta, rappresenta un punto di riferimento nello studio delle nuove tendenze del cinema contemporaneo e laboratorio dei linguaggi artistici più innovativi.

 

La scelta del regista risulta, dunque,  quanto mai azzeccata. Hong Sangsoo è infatti considerato il vero e proprio iniziatore del nuovo cinema coreano e da un decennio a questa parte ha conseguito importanti riconoscimenti presso tutti i maggiori festival internazionali, portando la Corea del Sud al centro del proscenio cinematografico mondiale.

 

Il film “Ok-hui-ui Yeonghwa” (“Oki’s movie”) è diviso in quattro episodi. In ciascuno di essi, con il consueto gusto del regista coreano per le architetture complesse, appaiono gli stessi tre protagonisti in ruoli diversi ma sovrapponibili. L’ultimo, Oki’s Movie, è la storia di Oki, una studentessa di cinema che ha girato un film su due uomini con cui, ad un anno di distanza, si è recata in gita sul monte Acha. La ricostruzione delle due diverse esperienze è raffrontata luogo per luogo (l’ingresso, un piccolo padiglione, il ponte di legno, l’ascesa verso la montagna...). Attraverso questa composizione ci rendiamo conto di osservare un quadro d’insieme del rapporto di Oki con i due uomini.

 

ROVIGO

Multisala CINERGIA  Ore 21,00 

OK-HUI-UI YEONGHWA (OKI’S MOVIE) di Hong Sangsoo

Biglietto unico singola proiezione: 2 euro

 

Grazie alla collaborazione dell’Azienda Agricola Ca’ Lustra – Zanovello di Faedo di Cinto Euganeo (PD) al pubblico presente alle proiezioni sarà offerta una degustazione di vini.

 

Per i film in programmazione nelle sale cinematografiche

http://legiornatedellamostra.agistriveneto.it

 

Per informazioni:

Federazione Italiana Cinema d’Essai Tre Venezie

Tel: 049.8750851

fice3ve@agistriveneto.it

www.spettacoloveneto.it

 

Ufficio Stampa

STUDIO P.R.P.

Alessandra Canella

Via del Vescovado, 79

35141 Padova Tel. 049 - 8753166

canella@studiopierrepi.it

www.studiopierrepi.it

La Regione Veneto per il Cinema di Qualità. Primo appuntamento veronese con la Sezione "Retrospettiva"

LA REGIONE DEL VENETO PER IL CINEMA DI QUALITA’

LE GIORNATE DELLA MOSTRA - 6° EDIZIONE 2010

ORIZZONTI e RETROSPETTIVA

a Belluno, Padova, Rovigo, Verona, Vicenza e Vittorio Veneto

VERONA

Cinema PINDEMONTE

Ore 20.00: “GUARDIE E LADRI” (Italia 1951, regia di Steno e Mario Monicelli)

Ore 22.00: “LO SCATENATO” (Italia, 1967, regia di Franco Indovina)

Ingresso Gratuito

Primo appuntamento veronese, lunedì 22 alle ore 20.00 al Cinema Pindemonte di Verona, per la rassegna cinematografica “Le Giornate della Mostra – 6 edizione 2010” organizzata dalla Regione Veneto in collaborazione con la Biennale di Venezia, la Fice (Federazione Italiana Cinema d’Essai) e l’Agis delle Tre Venezie e con il sostegno della Fondazione Antonveneta.

Direttamente dalla 67° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, verranno proiettati due film provenienti dalla Sezione “Retrospettiva”, intitolata quest’anno “La situazione comica” curata dalla Cineteca Nazionale. Un’occasione unica per la riscoperta di opere e maestri del cinema italiano che conferma l’impegno della Regione del Veneto per la promozione del cinema di qualità. Un impegno che di anno in anno coinvolge un sempre maggior numero di sale e per periodi sempre più lunghi.

Si comincia alle ore 20.00 con il film “Guardie e Ladri” di Steno e Mario Monicelli (Italia, 1951, 106’), ambientato a Roma nel primo dopoguerra e interpretato dai grandi Totò –piccolo furfante che cerca di mantenere la famiglia con i suoi espedienti- e Aldo Fabrizi –suo complice nel truffare un turista americano.

Alle ore 22.00 seguirà la proiezione de “Lo Scatenato” di Franco Indovina (Italia, 1967, 93’), tratto da un soggetto di Tonino Guerra, con Vittorio Gassman e Carmelo Bene. Un divo della pubblicità diventa improvvisamente vittima prediletta degli animali. Si ritrova senza lavoro perseguitato da una mosca. Riuscirà a ucciderla, ma il suo sistema nervoso sarà irrimediabilmente rovinato.

Entrambe le proiezioni sono ad ingresso gratuito e saranno introdotte da uno studioso o da un docente universitario esperto in storia del cinema. Inoltre, grazie alla collaborazione dell’Azienda Agricola Ca’ Lustra – Zanovello di Faedo di Cinto Euganeo (PD), tra una proiezione e l’altra sarà offerta al pubblico presente una degustazione di vini.

VERONA

Cinema PINDEMONTE

Ore 20.00: “GUARDIE E LADRI” (Italia 1951, regia di Steno e Mario Monicelli)

Ore 22.00: “LO SCATENATO” (Italia, 1967, regia di Franco Indovina)

Ingresso Gratuito

Per i film in programmazione nelle sale cinematografiche

http://legiornatedellamostra.agistriveneto.it/

Per informazioni:

Federazione Italiana Cinema d’Essai Tre Venezie

Tel: 049.8750851

fice3ve@agistriveneto.it

http://www.spettacoloveneto.it/

Ufficio Stampa

STUDIO P.R.P.

Alessandra Canella

Via del Vescovado, 79

35141 Padova Tel. 049 - 8753166

canella@studiopierrepi.it

http://www.studiopierrepi.it/

La nuova casa sostenibile: cohousing e autocostruzione

Toscana Notizie
Agenzia di informazione della Giunta Regionale
http://www.toscana-notizie.it


CASA
La nuova ! casa sos tenibile: cohousing e autocostruzione
Allocca: "Dobbiamo creare alternative ai modelli tradizionali"

di Federico Taverniti

Dare forma ad un nuovo concetto di casa, che sia sostenibile, aggregante e accessibile.
Ecco il cuore del convegno 'L'altro abitare: dal cohousing all'autocostruzione', organizzato dall'assessorato alle politiche abitative della Regione nell'ambito di Dire e Fare, alla Fortezza da Basso a Firenze. Cohousing, autocostruzione, edilizia sostenibile ed autorecupero analizzati attraverso uno sguardo a ricerche ed esperienze condotte in Toscana, in Italia e all'estero.
Secondo l'assessore al welfare e alle politiche abitative Salvatore Allocca «Oggi che la famiglia tradizionale si sta disgregando, anche la casa dovrebbe cambiare, dovremmo costruire un'offerta diversificata per le nuove esigenze». Nel valutare positivamente l'autocostruzione e il cohousing, Allocca ha ricordato che proprio il cohousing sarà incluso dalla Regione Toscana anche nell'esperienza pubblica, come nell'edilizia popolare. «Abbiamo emanato un bando da 13 milioni di euro proprio con questo scopo, per trasfondere nel pubblico quello che finora è stato fatto soltanto nel privato».
 
Altra questione cruciale di cui si è discusso è la gestione climatica del patrimonio edilizio, responsabile di oltre un terzo dei consumi energetici complessivi.
L'edilizia consuma, in termini di gestione climatica, più di industria e trasporti, e per l'architetto Pietro Novelli «l'Italia ha il peggior patrimonio edilizio in Europa: 270 miliardi di euro o! gni anno sono dispersi da pareti e tetti dei nostri edifici». In Toscana si sta muovendo qualcosa, ha aggiunto, visto che ben 85 Comuni stanno modificando i propri regolamenti edilizi per realizzare edifici ecoefficienti, e ci sono interessanti esperienze in linea con il progetto 'Abitare Mediterraneo' (che la Regione ha affidato all'Università di Firenze e alla Scuola Sant'Anna di Pisa, ndr) come le costruzioni in legno realizzate a Capannori, con intervento pubblico, a Scarperia, a Firenze. 
 
A proposito di 'Abitare Mediterraneo', è intervenuto l'ex assessore regionale Eugenio Baronti che quasi un anno fa lanciò il progetto, sostenuto con 3,5 milioni di euro dalla Regione. «Dobbiamo creare un nostro modello di bioedilizia che si inserisca nel nostro stile di vita, recuperarando la qualità dell'abitare. Il legame tra sostenibilità sociale e ambientale – ha concluso - è fondamentale. Non dobbiamo soltanto costruire abitazioni bellissime e che consumano zero energia per trasformarle poi in bunker dove ciascuno di noi vive in solitudine. Vanno create invece anche quelle condizioni di vita in comune  che sono esigenze primarie e fondamentali per l'uomo».
Sull'autocostruzione, Nicola Solimano della Fondazione Michelucci ha presentato i risultati di una ricerca nazionale che haseguito 48 esperienze in Italia, di cui 2 in Toscana. «L'autocostruzione è la risposta alla crisi degli alloggi e all'insufficienza delle politiche tradizionali - ha affermato. Finora si è trattato principalmente di iniziative private. Con la Regione – ha concluso -  vorremmo che nei prossimi piani venissero individuati dei fondi e che fosse potenziata la normativa, soprattutto per la qualificazione professionale delle persone che hanno intenzione di ! farvi ri corso». 


Toscana Notizie
Agenzia di informazione della Giunta Regionale
Registrazione 5101/2001 presso il Tribunale di Firenze.
telefono +39 055/4384714 - fax +39 055/4384800 
e.mail web@toscana-notizie.it


Informativa per il trattamento dei dati personali legge 196/2003.
Questo comunicato, inviato agli operatori dell'informazione e a una lista selezionata di destinatari, non contiene pubblicità né promozione di tipo commerciale né contenuti osceni.
A norma della legge 675/96 abbiamo reperito la sua e-mail di persona o navigando in rete o da e-mail che l'hanno resa pubblica. Questo messaggio non  può essere considerato spam poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii. Qualora non intenda ricevere altre comunicazioni, la preghiamo di inviare una email vuota con! oggetto : cancella. Grazie


 

URBAN SAFARI DI ALVIERO MARTINI NATO DA M&M FRAGRANCES IN NOMINATION PER IL PREMIO 2011 DELL’ACCADEMIA DEL PROFUMO



Il profumo è stato selezionato per la categoria “Miglior prodotto maschile Made in Italy”.
L’assegnazione del premio ad aprile 2011 a Bologna durante il Cosmoprof.


M&M Fragrances, il primo atelier della profumeria in Italia, ha realizzato nel 2010 Urban Safari per Alviero Martini. La fragranza ha ottenuto in questi giorni la nomination per la categoria “miglior prodotto maschile Made in Italy” dall’Accademia del Profumo, l’organismo che riunisce aziende cosmetiche associate all'Unipro (Associazione Italiana delle Imprese Cosmetiche), opinion leader e principali player attivi nella filiera della profumeria.
Urban Safari è un prodotto realmente Made in Italy, poichè rispetta in tutta la filiera queste caratteristiche: oltre al brand Italiano Alviero Martini, italiana è l’azienda che ha creato l’essenza (M&M Fragrances) , italiano il naso (Enrico Scartezzini), italiana l’azienda distributrice del profumo (Pa.Co.Dis).
L’azienda M&M Fragrances nasce dall’esperienza trentennale del suo fondatore, Marco Maffei, mosso dal progetto di creare una vera e propria “sartoria del profumo”, tutta made in Italy, dove tutto viene creato su misura e in grado di instaurare un rapporto assolutamente personale con il cliente.
La fragranza realizzata per Alviero Martini si apre con note fresche come il mandarino argentino e il pompelmo e il cardamomo. Il cuore del profumo ha accenti fioriti, trasparenti e acquatici, di gelsomino e ninfea; le note di fondo sono legnose e calde, con patchouly, muschio di quercia e vetiver.
Con questo progetto il mondo Alviero Martini 1’ Classe si immerge nello spirito del Sud Africa, combina la dualità della natura e della città: scenari metropolitani e al contempo selvaggi si uniscono nelle nuove fragranze Urban Safari.
Il flacone rettangolare è disponibile in tre versioni: serigrafato per la linea basic, impreziosito con inserti in pelle cuciti a mano nella versione luxury glass & leather e infine in acciaio e legno per la linea luxury metal & wood.
L'Accademia del Profumo conferisce ogni anno il prestigioso Premio Internazionale al miglior profumo dell'anno, al miglior packaging, alla migliore comunicazione, al miglior prodotto made in Italy, al miglior prodotto di nicchia, femminile e maschile. Il premio verrà assegnato da una Giuria Tecnica formata da beauty editor, profumieri ed esperti di cinema, musica, cucina, enologia, cultura; la cerimonia di consegna avrà luogo durante una serata di gala al Cosmoprof Worldwide, la più grande e autorevole rassegna della profumeria e della cosmesi che si svolge ogni anno in aprile a Bologna.


Per Info:
M&M Fragrances
02 33496009
patrizia.fabretti@bluwom-milano.com

Tezuma & Kint: verso il futuro della musica elettronica.

I guerrieri del suono che mixano nel nome dell’Electro Rave.

 

Groove e bassi a colazione; pads con contorno di synth a pranzo; distorsioni e casse dritte come menù fisso serale.

È la dieta musicale di Tezuma & Kint, il duo electro rave più ‘up’ del momento.

Più ‘synthonizzati’ di Batman e Robin, i due ragazzi catanesi sono tra i nomi più interessanti del panorama electro rave internazionale.

Nati nel 2007, Tezuma & Kint hanno evoluto progressivamente il proprio sound fino a fargli assumere sembianze electro/nu disco.
Quello dei due ‘Guerrieri del Suono’ è un talento trasposto in synth, che ha permesso loro di condividere la consolle con gente del calibro di RESET, B RICH, GTRONIC e molti altri.
Tra le loro ultime collaborazioni, anche DOC TRASH (della Crux Records, che ha remixato per loro “R.M.E” l’ep. uscito in agosto per Kill Beat), TOTENTANZ, FOOLISH LEGACY, ROZ ROZZER.
Ogni loro serata comincia ad assumere le sembianze di un evento e c’è già chi scomoda paragoni eccellenti: il tutto grazie alla loro capacità unica di proporre sonorità nuove e remix originali.
Non è un caso che scommettano su di loro anche artisti di fama internazionale come Cyberpunkers, Mustard Pimp, Oddworld e Kick Oh, convinti che la strada intrapresa dai due ‘Guerrieri del suono’ li possa portare molto in alto.

C’era una volta la musica elettronica: oggi c’è l’electro rave di Tezuma & Kint.

 

                          

Electro rave – Tezuma & Kint

http://www.tezumakint.com/

Svolto oggi convegno Cittadinanza e Giovani: istruzioni per l'uso

Comunicato stampa

Svolto oggi il convegno 'Cittadinanza e giovani: istruzioni per l'uso.

Giovani italiani e immigrati della seconda generazione a confronto con i valori civili e delle istituzioni.

Presentati i dati emersi dalla ricerca 'Giovani e Cittadinanza': il 56,6% crede che Roma e l'Italia non offra concrete opportunità per realizzare il proprio futuro, ma il 48,8% pensa che il suo contributo possa servire a rendere il luogo dove vive migliore


Si è svolto oggi, 19 novembre, presso l'Aula Magna Romolo Di Lazzaro dell'ITS Vincenzo Arangio Ruiz di Roma, il convegno 'Cittadinanza e giovani: istruzioni per l'uso'.
L'incontro, organizzato nell'ambito della manifestazione 'I Futuri Cittadini di Roma Capitale', promosso dall'Assessorato alla Cultura e alla Comunicazione del Comune di Roma a cura di Ies Onlus in collaborazione con l'Associazione Culturale Makenoise, ha avuto lo scopo di sensibilizzare i giovani sui grandi temi sociali e civili, sviluppando una maggiore consapevolezza dell'importanza della cittadinanza attiva e responsabile. Il convegno ha visto coinvolti studenti italiani e studenti
stranieri della "Seconda Generazione", figli di immigrati, quasi sempre nati in Italia che a tutti gli effetti si sentono italiani.

Secondo i dati emersi dalla ricerca 'Giovani e Cittadinanza' il 56,6% degli intervistati crede che l'Italia non offra concrete opportunità per realizzare il proprio futuro e il 15,9% pensa di andare a vivere all'estero. Ma la fiducia non è del tutto persa, infatti, solo il 19, 7% non crede che il proprio contributo possa rendere migliore il mondo, contro il 48,8% che invece si dice ottimista affermando come attraverso piccoli gesti si possono ottenere grandi risultati.

"Dall'indagine condotta dall'Associazione Makenoise - spiega Roberta Angelilli, Vice Presidente del Parlamento Europeo - emerge una percentuale piuttosto elevata di giovani sfiduciati verso il futuro. Ai ragazzi qui presenti, vorrei dire che il primo fondamentale diritto dei giovani è sognare, per questo le istituzioni hanno il dovere di investire sulle nuove generazioni, non solo a livello economico, ma dando ai giovani la fiducia, sentimento fondamentale per poter costruire un futuro".

"Nell'indagine - ha dichiarato Paolo Masini, Consigliere Comunale e Vice Presidente Commissione Scuola - emerge che la politica è solo al terzo posto nella classifica degli interessi dei giovani. E' necessario, quindi, che la politica si sforzi di parlare un linguaggio più vicino ai giovani. E' importante, infatti, che i ragazzi partecipino più attivamente alle scelte politiche della nostra classe dirigente, in quanto le decisioni prese inevitabilmente condizionano la nostra vita".

Di fronte all'immigrazione - dichiara Federico Guidi, Consigliere Comunale e Presidente Commissione Bilancio - è importante capire quali siano le risposte che la politica è chiamata a fornire, senza trovare necessariamente soluzioni mosse da ideologie, ma guardando al bene comune del Paese".

"Io ho un sogno - Salvador Romulo Sabio, Consigliere Aggiunto per l'Asia al Comune di Roma - che tra vent'anni almeno uno di voi presente in questa sala organizzi una conferenza come questa in cui si parli di immigrazione e multiculturalità come stiamo facendo qui noi oggi."

"La nostra Associazione - ha spiegato Donatella Parisi, Responsabile progetti per le scuole del Centro Astalli, Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati in Italia - porta i rifugiati nelle scuole per far comprendere ai giovani quanto la diversità rappresenti una ricchezza, come i giovani possono trasformare queste occasioni in un patrimonio prezioso".

"E' importante - ha spiegato nel suo intervento Ferdinando Secchi, referente di Libera Roma, l'associazione che da anni si batte contro le mafie e per una cultura della legalità - che voi giovani siate informati, perché più riuscirete a comprendere e più avrete la possibilità di scegliere e quindi di essere liberi".

Sempre secondo la ricerca 'Cittadinanza e Giovani', la maggioranza dei ragazzi intervistati (l'86,9%) è convinta che la città di Roma sia un bene che va salvaguardato e valorizzato, al contrario una minoranza, il 2,8% degli intervistati è convinto che non lo sia. Inoltre il rimanente 10,3% degli intervistati risponde che la città va protetta e valorizzata in parte.
Il 60,7% si ritiene sarebbe abbastanza contenta di ricevere a scuola insegnamenti utili a tutelare l'ambiente, un'altra parte ne sarebbe entusiasta (29,7%) mentre la rimanente (9,7%) non lo sarebbe affatto.
Altri dati significativi riguardano i giovani e il volontariato: la percentuale degli intervistati che si dedica il suo tempo con costanza a svolgere attività di volontariato è bassa: il 5,8%; la maggior parte del campione, il 73,9% , non si dedica mai a questo tipo di attività. Il rimanente 20,3% degli intervistati svolge attività di volontariato saltuariamente. La percentuale cumulata ci dice che il 26,1% degli intervistati svolge una qualche attività di volontariato.

La ricerca ha inoltre evidenziato come la maggioranza dei giovani (80%) si considera informata sui fatti di attualità e che il principale mezzo attraverso il quale si tengono aggiornati è la televisione (38,8%) e internet (17,1%).

La sezione Asia del progetto "I Futuri Cittadini di Roma Capitale" prevede inoltre il Concorso Musicale "Roma Suona dal Mondo" aperto alle giovani band ed ai cantautori dai 16 ai 35 anni italiani e stranieri; il concorso si concluderà il 5 dicembre in una grande serata di spettacolo all'Alpheus con concerti ed esibizioni dal vivo dei vincitori che, inoltre, avranno l'opportunità di incidere un Master Professionale dei loro brani.

In allegato i dati della ricerca 'Cittadinanza e Giovani'


Ufficio stampa
In Media Res Comunicazione srl
www.inmediarescomunicazione.it

Alessandro Maola Tel: 339.233.55.98
Arianna Fioravanti Tel: 338.999.33.73

Novità nel settore delle termocamere infrarosso: Irisys 4015

La termocamera Irisys 4015 rivoluziona il mercato delle termocamere all'infrarosso. Creata per la termografia applicata al settore edile vi permette di effettuare ispezioni molto accurate degli edifici e degli impianti.

Termocamera Irisys 4015Thermitalia presenta Irisys 4015, una termocamera di nuova concezione contraddistinta da una elevatissima sensibilità termica che le consente di essere uno strumento di eccezionale precisione. I principali campi di applicazione della termocamera sono principalmente legati al settore della termografia edilizia e, in particolare, alla ispezione degli edifici e alla manutenzione degli impianti termici e frigoriferi sia in ambito civile che industriale.

Quello che differenzia la termocamera 4015 dalle altre termocamere infrarosso finora presenti in commercio, è la sua pressoché totale "dedizione" al settore edile. E' infatti stata pensata, progettata e realizzata per essere uno strumento in grado di rilevare le perdite di fluidi in temperatura, evidenziare i ponti termici e verificare l'efficienza dell'isolamento energetico degli edifici.

La termocamera 4015 ha una sensibilità termica di a 0,05 gradi e si contraddistingue per la possibilità di utilizzare le seguenti funzioni durante la fase di misurazione: misurazione della temperatura su tutti i pixel dell'immagine, lettura della temperatura differenziale fra due cursori termici, inseguimento automatico dei punti di caldo e freddo massimo nonché la lettura della temperatura sull'immagine congelata.

Grazie al peso molto contenuto del suo corpo macchina, solo 750 g batterie incluse e alla notevole autonomia pari a circa 5 ore, è certamente destinata a diventare una delle termocamere infrarosso più utilizzata da ingegneri, geometri, architetti ed ispettori edili. La termocamera 4015 viene venduta completa di scheda di memoria da 1 GB dove è possibile salvare le immagini acquisite. Per ulteriori informazioni visitate il sito Thermitalia.it.

Andrea Paoli - Kuna Web Agency per Thermitalia


P.S.
Category: Scienza e tecnologia, Strumenti di misura, Tecnologia
Keywords: termocamera, termocamere, termografia, infrarosso

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota