sabato 13 febbraio 2010

Stefano Torrione "JEMAA EL FNA L'INTANGIBLE". Fotografia e Video

Sabato 06 Marzo 2010 wavephotogallery inaugura  la mostra di Stefano Torrione  "JEMAA EL FNA L'INTANGIBLE".  Fotografia e Video

cinquanta immagini a colori e un video per spiegare la piazza Jemaa el Fna di Marrakech:             

misterioso teatro vivente per cantastorie, acrobati, incantatori di serpenti, attori, musicisti, erboristi e uomini di medicina, profeti e astronomi.

 

Stefano Torrione arriva a Marrakech per la prima volta nel 2002. Da allora tanti altri passaggi. L'idea è quella di fotografare l'intangibile, lavorare cioè ad un progetto fotografico sulla piazza Jemaa el Fna, piazza proclamata nel 2001 Patrimonio Immateriale dell'Umanità dall'Unesco. Un laboratorio umano in continua evoluzione e movimento, una zona franca di incontro di lingue, dialetti, culture e musiche, un palcoscenico dove è possibile vedere rappresentati contemporaneamente diversi secoli del Marocco.

Così Torrione ci racconta: "Ho conosciuto molto del mondo «immateriale» di Jemaa el Fna, ho seguito gli ultimi 7 cantastorie, gli artisti e gli acrobati durante i loro spettacoli fino alle loro case nella Medina, registrando voci suoni e rumori. Ho esplorato la Place cercando il più possibile di viverla dall'interno per cercare di «meritarla», come mi aveva insegnato un vecchio amico della piazza il farmacista di Marrakech: «La place il faut se la mériter» ".

 

per info:


WAVE PHOTOGALLERY
via Trieste 32/a   Brescia - Italy
Tel. +39 030 2943711

www.wavephotogallery.com

www.zoom-net.com

Informativa ai sensi della 196/03
Gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio provengono o da richieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito, da dati forniti dall'utente al fine dell'espletamento del servizio richiesto o da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. Si ricorda che e' sufficiente inviare un messaggio con titolo "RIMOZIONE LISTA" per essere rimossi dall'archivio. 

 

 

17 Febbraio: Iran: La resa dei conti

 

Narcotraffico/Afghanistan. Olio di oliva al posto di oppio? Meglio oppio legale contro il dolore! Si puo' fare

Qui il comunicato online:
http://blog.donatellaporetti.it/?p=1197
-------------------------

Narcotraffico/Afghanistan. Olio di oliva al posto di oppio? Meglio oppio legale contro il dolore! Si puo' fare

Intervento della sen. Donatella Poretti, Radicali-Pd, segretaria commissione Igiene e Sanita'

Il ministro degli Affari Esteri, Franco Frattini, in un'intervista al "Quotidiano di Sicilia" ha ventilato l'ipotesi di produrre in Afghanistan olio di oliva al posto di oppio (1). Un tentativo per indurre i coltivatori di quel Paese a non continuare a vendere i propri prodotti al mercato clandestino del narcotraffico che, dall'Afghanistan, invade essenzialmente l'Europa. A parte gli aspetti tecnici di piantagioni di ulivi a quelle alture (tutte da verificare), il nostro ministro fa un'ennesima proposta buonista che non sta in piedi.
Ennesima perche' non sarebbe la prima volta che in Afghanistan si fanno investimenti per colture alternative all'oppio e, puntualmente, per evidenti problemi di ricavi economici, i coltivatori incassano i soldi erogati alla bisogna e tornano a coltivare i loro papaveri da oppio.
Buonista perche' parte dal presupposto di cio' che ufficialmente sia bene o male e, stabilito che la droga sia "male", procede a vanvera. Cioe' senza rendersi conto di quella realta', delle loro necessita', dei loro tempi e di un conflitto politico in corso che non ha alcuna intenzioni di farsi penetrare da culture e colture a loro estranee, quella dell'ulivo per l'appunto (gastronomicamente ed economicamente).
Per avvallare queste proposte si tengono ben nascosti i fallimenti delle politiche di eradicazione e sostituzione delle colture che costano ingenti risorse umane e finanziarie. E' dello scorso ottobre l'ennesimo rapporto dell'Ufficio ONU contro la Droga e il Crimine (UNODC), incentrato su "Tossicodipendenza, Criminalità e Insurrezione" in Afghanistan, rapporto che documenta il fallimento delle politiche mondiali in quel Paese (2).
Il problema, invece, potrebbe essere incanalato nella produzione legale di oppiacei per la cura del dolore andando a incontrare la domanda reale di analgesici per miliardi di poveri.
Una direzione sanitaria che non sarebbe tanto campata in aria, visto che sono gia' diversi i Paesi nel mondo che si stanno attrezzando per il recupero di quelle droghe oggi illegali che, invece, possono essere utilizzate nelle terapie del dolore. Tendenza a cui anche l'Italia non e' estranea: lo scorso 27 gennaio il Senato ha approvato un'ordinanza sulla cannabis terapeutica, grazie alla quale da subito si puo' partire per la produzione e distribuzione italiana di questo farmaco antidolore (3). Questo a significare che il tabu' sulle attuali droghe illegali e' facilmente superabile se si affronta la questione da un punto di vista medico e scientifico. Punto di vista che potrebbe essere utilizzato altrettanto in Afghanistan, trasformando quel Paese nel produttore per eccellenza di oppiacei contro il dolore.
E' solo questione di scelte accurate e non, come quelle del nostro ministro Frattini, solo propagandistiche e, sostanzialmente inutili e dannose, alla scienza medica, ai malati e all'Afghanistan

(1) http://droghe.aduc.it/notizia/frattini+olio+oliva+al+posto+dell+oppio_115968.php
(2) http://droghe.aduc.it/notizia/miracoli+proibizionismo+talebani+superpotenza_113266.php
(3) http://blog.donatellaporetti.it/?p=1176


Sen. Donatella Poretti - Parlamentare Radicali -Partito Democratico
Roma, Palazzo Cenci, piazza Sant'Eustachio 83, tel.0667063265, fax 0667064771
Firenze, via Cavour 68, Tel. 0552302266 Fax 0552302452
Cellulare: 336252221
mailto: poretti_d@posta.senato.it
Sito Internet: www.donatellaporetti.it

venerdì 12 febbraio 2010

ROMA Master di Recitazione Cinematografica in prima nazionale con l' attrice pluripremiata FRANCESCA INAUDI




Come superare un provino di cinema. Al TEATRO IN SCATOLA zona porta portese www.francescainaudi.it
Libera Accademia Cinematografica
e
Kostant-Lee Studio
PROMUOVONO in prima nazionale a ROMA
6 e 7 Marzo
Master di recitazione cinematografica per professionisti con
FRANCESCA INAUDI ATTRICE
Curriculum completo suwww.francescainaudi.it Diplomata alla scuola del Piccolo Teatro di Milano tra gli insegnanti: Giorgio Strehler , Enrico D'Amato, Marise Flach, Lydia Stix, Michele Abbondanza, Giulia Lazzarini, Franca Nuti, Gianfranco Mauri, Ferruccio Soleri, Iva Formigoni.Stage di danza contemporanea con Carolyn Carlson – Danio ManfrediniStage di recitazione con Bruce Myers (attore di Peter Brook)Vincitrice della Borsa di Studio "Gianni Agus" al premio Hystrio alla vocazione , Milano Teatro Litta , giugno 1999Vincitrice del premio del pubblico al premio Flaiano 2004 per "Dopo Mezzanotte"Candidata ai Nastri d'Argento 2005 come miglior attrice protagonista per "Dopo Mezzanotte" Vincitrice della Grolla d'oro 2005 al Festival di S. Vincent per "Dopo Mezzanotte", miglior film innovazione del 2004Candidata ai Nastri d'Argento 2007 come migliore attrice non protagonista per "N-Io e Napoleone"

Nel corso dello stage, il cui fine è pedagogico e formativo, si lavorerà su testi da sceneggiature di cinema .In due giornate di intenso lavoro si percorreranno le tappe che conducono ad una buona interpretazione, lavorando sulle debolezze e le difficoltà che si possono incontrare durante un provino. "Cercheremo di 'leggere' il testo per entrare in contatto con la nostra visione e sensazione del personaggio, per darle forma e rendere così l'interpretazione unica e originale ma nello stesso tempo aderente alla sceneggiatura" (F. Inaudi)
Orario sabato 12-20
domenica 11- 19 (pausa pranzo dalle 14 alle 15)
Max 16 partecipanti Termine iscrizioni 27 febbraio
* E' prevista la pausa pranzo nelle lezione della domenica
Per prenotazioni telefonare al numero 366.1682541 – 338.3819006
Foto e curriculum da inviare a hamlette@libero.it
Oggetto : INAUDI


--
Libera Accademia Cinematografica



--
Libera Accademia Cinematografica

Comunicato stampa

PERCHE' E' SANTO
Il libro che rivela le ragioni della beatificazione di Papa Wojtyla



A pochi mesi dalla beatificazione di Giovanni Paolo II, prevista per il prossimo ottobre, esce un libro che ci presenta un lato inedito e sconosciuto di questo amatissimo Papa: "Perché è Santo. Il vero Giovanni Paolo II raccontato dal postulatore della causa di beatificazione".

L'autore, monsignor Slawomir Oder, ci presenta Karol Wojtyla attraverso le testimonianze delle 114 persone sentite dal Vaticano durante la causa di beatificazione. Ne emerge una figura mistica, umile, pronta al perdono, come dimostra la lettera al suo attentatore Ali Agca, fino ad ora mai resa pubblica.

Un libro consigliato a tutti coloro che vogliono approfondire la conoscenza di Giovanni Paolo II anche nei suoi aspetti più intimi e personali. A chi desidera scoprire il volto meno conosciuto di uno degli uomini che ha segnato, non solo dal punto di vista religioso, la storia del secolo scorso.



Cortesemente alla frase "Perché è Santo. Il vero Giovanni Paolo II raccontato dal postulatore della causa di beatificazione" deve corrispondere il link: http://www.libreriadelsanto.it/libri/9788817038300/perche-e-santo-il-vero-giovanni-paolo-ii-raccontato-dal-postulatore-della-causa-di.html

Un cordiale saluto.
--
LibreriadelSanto.it
di Antonianum S.r.l.
Via Orto Botanico 11
35123 PADOVA
P.I. 04405170285
Tel. 049 860 33 53
Fax 049 966 69 08
www.libreriadelsanto.it
informazioni@libreriadelsanto.it

L'artista Amanda Nebiolo invitata a esporre a Londra

Mentre si prepara per esporre nella capitale inglese, invitata dalla Camden Art Gallery in 61, Chalk Farm Road (Camden Town – London), l'artista torinese Amanda Nebiolo farà ancora una tappa a Brindisi, dove esporrà presso la Sala Giorgio de Chirico nel corso della Mostra d'Arte Contemporanea "Woman in Art".

WOMAN IN ART
Sala Espositivia Giorgio de Chirico
Via Carmine, 63
Brindisi

8-15 marzo 2010

Passeggini a rischio amputazione delle dita. Dalla Cina

Qui il comunicato online:
http://avvertenze.aduc.it/comunicato/passeggini+rischio+amputazione+dita+dalla+cina_17096.php
-----------------------------

Passeggini a rischio amputazione delle dita. Dalla Cina

Roma, 12 Febbraio 2010. Ci mancavano anche i passeggini a rischio amputazione delle dita dei bambini. L'allarme viene dagli Stati Uniti, dalla Commissione per la sicurezza dei prodotti destinati ai consumatori (CPSC) e dal Canada (1) e riguarda un passeggino importato dalla Cina dalla Britax Child Safety (!), modello "Blink", dotato cioe' di parapioggia. La cerniera che consente la chiusura del passeggino puo' provocare l'amputazione delle dita o, comunque, la lacerazione della cute. Il prodotto e' stato ritirato dal mercato. Non sappiamo se tale tipologia di passeggino e' venduto, o e' presente, anche in Italia. Sarebbe opportuna una indagine del ministero della Salute e comunque allertiamo tutti coloro che ne sono in possesso perche' non ne facciano uso e lo restituiscano al venditore.

(1) www.cpsc.gov; www.hc-sc.gc.ca

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.itEmail aduc@aduc.it
Tel.055290606
Ufficio stampa: Tel.055291408

Parto cesareo e analgesia. Una lotta senza fine col ministero che vuole solo far partorire nel dolore

Qui il comunicato online:
http://blog.donatellaporetti.it/?p=1195
---------------------------------

Parto cesareo e analgesia. Una lotta senza fine col ministero che vuole solo far partorire nel dolore

Intervento della sen.Donatella Poretti, Radicali-Pd, segretaria commissione Igiene e Sanita'

Ieri l'Istituto Superiore della Sanita' ha presentato le proprie linee guida per cercare di contenere i parti cesarei (1). Un fenomeno che vede il nostro Paese al primo posto in Europa e con un trend di crescita (38% nel 2008).
Linee guida che si esplicano in due opuscoli, uno per le gestanti (2) e l'altro per i sanitari (3). Opuscoli in cui si da' per scontato che l'unica alternativa al parto cesareo sia quello vaginale del "partorirai nel dolore": sono sostanzialmente assenti le spiegazioni di come quest'ultimo possa essere affrontato con meno dolore; assenza che e' grave in considerazione del fatto che la maggior parte delle gestanti sceglie il cesareo proprio per paura del dolore.
Le spiegazioni e la presentazione dell'analgesia epidurale e' assente nell'opuscolo per le gestanti. Altrettanto in quello per i sanitari, salvo poi leggervi: "qualora il motivo della richiesta di taglio cesareo da parte della donna sia riconducibile primariamente alla paura del parto, si raccomanda di offrire, gia' durante la gravidanza, interventi informativi e di supporto standardizzati e validati (come l'assistenza one-to-one e l'offerta di parto-analgesia anche non farmacologica), in grado di rassicurare la gestante e sostenerla nel processo decisionale". "Parto-analgesia anche non farmacologica"? Dando per scontato che chi legga sappia gia' che c'e' quella farmacologica e comunque "rassicurandola" -farmaci cattivi?- che potrebbe anche non soffrire senza l'uso dei farmaci... se questo non e' un tabu', cos'altro potrebbe essere?
Nella passata legislatura (ministro Livia Turco) l'analgesia epidurale fu inserita tra i Lea (livelli essenziali di assistenza), ma si trattava di un decreto poi bloccato dalla tesoreria di Stato. Poi promesse, date preannunciate e una legge sul dolore che avrebbe potuto benissimo includerla. Ma niente. Addirittura un emendamento della Leganord (quindi di maggioranza, sen. Fabio Rizzi), sostenuto anche da diversi parlamentari dell'opposizione, su pressione del Governo, fu ritirato.
Ora questi opuscoli dell'Iss che la dicono lunga: c'e' un'opposizione ideologica all'uso dell'analgesia epidurale. Credo, essenzialmente, per due motivi, entrambi di potere sanitario:
- nel parto cesareo e' sempre il medico che decide se procedere o meno (e, giustamente, non potrebbe essere altrimenti);
- il parto vaginale e' visto solo come momento di forte dolore e, di conseguenza, altrettanta sudditanza della gestante verso chi puo' in qualche modo (molto a parole) renderglielo meno doloroso.
L'analgesia epidurale darebbe invece la scelta e il controllo della situazione solo alla gestante, con i sanitari solo a supporto delle scelte di quest'ultima... non credo di sembrare prevenuta se credo che certe scelte di privilegiare il potere medico alla libera decisione della gestante siano fatte nell'ambito di un servizio sanitario piu' che altro attento ai propri operatori piuttosto che alle utenti; servizio sanitario, inoltre, che subisce tutti i condizionamenti del potere maschilista (istituzionale o meno che sia) sul corpo e sulle scelte della donna.


(1) http://www.iss.it/pres/prim/cont.php?id=1044&lang=1&tipo=6
(2) opuscolo per gestanti : http://www.iss.it/binary/pres/cont/opuscolo_cesareo.pdf
(3) opuscolo per sanitari: http://www.iss.it/binary/pres/cont/LG_cesareo_def.pdf


Sen. Donatella Poretti - Parlamentare Radicali -Partito Democratico
Roma, Palazzo Cenci, piazza Sant'Eustachio 83, tel.0667063265, fax 0667064771
Firenze, via Cavour 68, Tel. 0552302266 Fax 0552302452
Cellulare: 336252221
mailto: poretti_d@posta.senato.it
Sito Internet: www.donatellaporetti.it

Flag Gruppo Soprema comunica con Adwell

Milano,  febbraio 2010 – Adwell, società di consulenza in comunicazione d’impresa, informa  dell’avvio in Italia della sua collaborazione con Flag Spa Gruppo Soprema, azienda leader nella produzione di sistemi impermeabili sintetici (PVC e TPO).
Adwell, gestirà le attività di ufficio stampa e media relations per Flag Spa Gruppo Soprema.
Flag Spa Gruppo Soprema produce manti impermeabili in cloruro di polivinile (FLAGON PVC) ed in poliolefina modificata (FLAGON TPO). Coperture, opere interrate, opere idrauliche e piscine, questi i principali campi di applicazione per i prodotti Flag conosciuti ed apprezzati in tutto il mondo. Dal 1963, anno di fondazione, la crescita della società è stata costante ed il suo sviluppo estremamente dinamico.

Passione e determinazione nell’affrontare sfide internazionali hanno reso quest’ azienda protagonista indiscussa del settore.Nel 2008 Flag Spa entra a far parte del gruppo francese Soprema, 150 milioni di mq prodotti nel 2009, che con 16 siti produttivi localizzati in tutto il mondo, può vantare un’offerta che copre tutte le esigenze di impermeabilizzazione: manti sintetici in PVC e TPO, membrane in bitume SBS e APP e impermeabilizzazioni liquide.

Miglioramento e ottimizzazione delle metodologie produttive, riduzione degli sprechi, sfruttamento delle risorse rinnovabili, contenimento e valorizzazione degli scarti di lavorazione.

L’ impegno di Flag in materia di sostenibilità ambientale ed ecologica, si concretizza nell’adozione di un modello di sviluppo innovativo, orientato allo sviluppo sostenibile e alla responsabilità d’impresa: il modello Durablement di Soprema. Un esempio concreto:  nei reparti di produzione Flag,  tutti gli sfridi derivanti dalle operazioni di taglio, cambi di colore etc, vengono frantumati e reimmessi nel ciclo produttivo, evitando così l'accumulo di rifiuti da smaltire.

Grazie ad un programma integrato di ricerca e ad un’innovazione continua i prodotti Flag concentrano in sé tutte le caratteristiche richieste da un mercato estremamente esigente.

Per maggiori informazioni sui prodotti Flag Spa Gruppo Soprema consultare il sito www.flag.it

Ufficio Stampa Adwell

Marco Lotti – m.lotti@adwell.it

Francesca Di Carlo – f.dicarlo@adwell.it

Tel  +39 02 3655 2644

Fax +39 02 3655 3474

 

APPARTAMENTI PESCARA: QUELLI PIÙ CONVENIENTI SONO ON LINE

Le proposte di affitto di appartamenti a Pescara non sono più solo nelle agenzie, ma sono a portata di mouse! Si può andare sul sito di Italia Affitti e trovare comodamente l’appartamento a Pescara che si cerca fra tutti gli annunci immobiliari presenti.

Sul sito di Italia Affitti infatti ci sono tutte le offerte più convenienti di appartamenti in affitto della città e di tanti altri comuni della regione Abruzzo.
È possibile sfogliare vere e proprie occasioni di appartamenti a Pescara e avere la certezza di trovare proposte sempre aggiornate e accuratamente selezionate.

Si possono visionare tutte le offerte di appartamenti Pescara oppure scegliere direttamente la casa per tipologia, fascia di prezzo e zona e avere così, in un click, quello che si cerca! In questo modo, ci si può districare facilmente tra i vari annunci grazie al motore di ricerca che consente di impostare tutte le caratteristiche e trovare solo gli appartamenti a Pescara in affitto più adatti alle proprie esigenze. Subito dopo basta contattare l’agenzia per chiedere di visionare l’appartamento a Pescara scelto e verificare di persona se corrisponde proprio a quello che si desidera.

Il sito di Italia Affitti è un modo sicuro e semplice per poter cogliere la migliore occasione di affitto a Pescara senza muoversi dalla propria scrivania!


Anna Angelica Serra
Area Web Marketing
anna.serra@italiaaffitti.com


Italia Affitti s.a.s
Corso Umberto I, n.18
65100 Pescara PE
Tel: 0854219081
www.italiaaffitti.it

Cure mediche e crisi. Difficoltà per un italiano su dieci

 
Trovate qui la nota di Altroconsumo
 
CURE MEDICHE E CRISI ECONOMICA
 
UN ITALIANO SU DIECI HA AVUTO DIFFICOLTA’
A SALDARE I CONTI
 
 
Buon lavoro,
liliana cantone
 
 
-----------------------------------------
Liliana Cantone
responsabile relazioni esterne ufficio stampa
Altroconsumo
tel. 0039.02.66890205-279-334
gsm 0039.335.7372294
 
 

giovedì 11 febbraio 2010

GAMBE IN MOSTRA



GAMBE IN MOSTRA

 

Migliorare le gambe con tecniche poco invasive:

una nuova metodica per eliminare cellulite e adiposità localizzate.

Dottor Borriello Alfredo

 

Milano, 11 febbraio 2010 - Gambe più belle e più snelle anche per chi non vuole sottoporsi ad interventi troppo invasivi. Ridurre la circonferenza delle gambe, tonificare la pelle, diminuire smagliature, cellulite e cicatrici retraenti: è un problema tutto femminile che interessa l'80% delle donne senza distinzione di età e costituzione. " Non è un sogno, ma  oggi grazie al laser e alla Carbossiterapia è possibile" afferma il Dottor Alfredo Borriello, direttore dell'unità operativa di Chirurgia plastica dell'Ospedale Pellegrini di Napoli.

 

 La carbossiterapia – spiega il Dottor Borriello – è una tecnica semplice ed efficace ed ampiamente collaudata. Consiste in microiniezioni localizzate di anidride carbonica per migliorare le alterazioni del microcircolo e ad effetto drenante. Viene insufflata al di sotto del derma, attraverso una semplice puntura, una dose controllata di gas che distrugge le cellule adipose e riattiva la circolazione sanguigna deficitaria che è la causa principale della cellulite .Non è una terapia pericolosa ed il tempo e la quantità delle sedute che occorrono è un fattore estremamente individuale. Sono, però, necessarie più sedute per raggiungere maggiori risultati. L'altra novità è rappresentata dallo Smooth Shape appena approvata dalla FDA negli Stati Uniti. "Si tratta – afferma il Dott. Borriello – di una tecnologia che utilizza due differenti tipi di laser abbinati ad un massaggio connettivale ed ad un'azione di aspirazione negativa-positiva sui tessuti per ottenere lo scioglimento degli accumuli adiposi". Ogni seduta dura dai 20 ai 60 minuti, è indolore e ne servono due alla settimana per 4 settimane. Attualmente sia la carbossiterapia sia le tecnologie laser, rappresentano una valida alternativa ad interventi chirurgici invasivi, quali la liposuzione, che, anzi – spiega il Dottor Borriello – il più delle volte non serve in caso di cellulite, perché elimina solo gli strati di tessuto adiposo alterando la continuità del mesoderma con conseguente comparsa di avallamenti che possono peggiorare il problema. 

 

 

Dr. Alfredo Borriello

Medico Chirurgo

Specialista in chirurgia plastica ricostruttiva - estetica

Dirigente Responsabile Unità Operativa Chirurgia Plastica Ospedale Pellegrini ASL 1 - Napoli

 

Studio di  Napoli:

Via San Pasquale, 55 – 80100 Napoli

Via F. Persico, 62 – 80141 Napoli

Tel. E Fax. 081/7808051

 

Studio di  Roma:

Via M. Dionigi, 29 – 00100 Roma

Cell. 337 949491

e-mail: alfredo.borriello@tin.it

 

 

Aqqua Zone srl - Ufficio Stampa

Via San Simpliciano, 1 Ang. Via Pontaccio - 20121 Milano

Tel. +39 02 4390230 - fax. +39 02 45496289

aqquazone@aqquazone.it

VII Conferenza immigrazione: TUTTI DIVERSI TUTTI UGUALI - Napoli, Stazione Marittima - 19/20 febbraio 2010



 

VII Conferenza per l'immigrazione

 

TUTTI DIVERSI TUTTI UGUALI

 

19/20 febbraio 2010

 

Napoli, Stazione Marittima, Piazza Municipio

 

Il Programma Strategico Triennale per l'integrazione dei cittadini migranti 2009-2011, ribadisce che "la presenza straniera in Campania non è più riconducibile ad un fenomeno, costituisce piuttosto una dimensione della realtà regionale". Infatti, a partire dagli anni Novanta la Campania ha visto la crescita esponenziale della presenza di immigrati, con significative implicazioni sul quadro demografico regionale, e il progressivo stabilizzarsi del fenomeno sul territorio. Alla luce di tali cambiamenti, il processo d'inclusione richiama ad una riflessione costante sui bisogni emergenti e sulle possibili risposte che, nei vari ambiti, esprime la cittadinanza.

La VII Conferenza per l'immigrazione, che si terrà il 19 e 20 febbraio 2010 presso la Stazione Marittima di Napoli, sarà l'occasione per condividere le strategie messe in campo dall'Amministrazione regionale per favorire un'estensione del sistema di welfare a garanzia di una coesione sociale che possa rispondere all'accresciuta complessità della presenza immigrata. La Conferenza sarà anche un momento di confronto concreto con tutte le realtà operanti nel settore che potranno usufruire di uno spazio dedicato per fornire spunti di riflessione e proposte per poter creare le condizioni di un'interazione positiva tra immigrati e servizi, ridurre pregiudizi e discriminazioni, promuovere sinergie inedite in una società in profonda trasformazione.

 

Iscrizione on-line: VII Conferenza per l'Immigrazione

http://www.rcservizi.it/eventi/_index.php?id_evento=108

 

Programma Evento

http://resources.regione.campania.it/slide/files/Documenti%20Eventi/2010/2010%2001/file_10100_GNR.pdf

 

 

Cordiali saluti.

 

Ivana Sanna

 

Pigreco s.r.l.

via A.Manzoni, 120

80123 Napoli

tel. e fax 081 7147521

sanna@pigrecoeventi.it


Disabili e famiglie povere in vacanza con lo sconto


12 febbraio seminario internazionale sul turismo sociale a Sangemini, Terni

 


 ore 10, Centro Congressi "Albert Bruce Sabin" Fonti Sangemini


 


Non tutti possono permettersi una vacanza a causa di problemi economici o di disabilità. In alcuni Paesi europei questa impossibilità è riconosciuta come un aspetto significativo della povertà delle famiglie. Garantire a tutti la possibilità di fruire di una vacanza significa dare una risposta positiva ad un diritto di cittadinanza e, nel contempo, raggiungere l'obbiettivo della riduzione della stagionalità della domanda.

L'incontro, organizzato dall'associazione de 'I borghi più belli d'Italia', sarà un momento di discussione nel quale verranno anche prese iniziative concrete in vista del Congresso Mondiale della Borsa Internazionale del Turismo Sociale di Rimini.

 

All'interno dell'evento verrà anche presentato il progetto del Ministero per il Turismo dei Buoni Vacanze Italia che, finalmente, ha preso il via a partire proprio dal 2010.


Interverranno: il sindaco di San Gemini, Leonardo Grimani, Feliciano Polli, Presidente della Provincia di Terni; Carlo Liviantoni, Vice Presidente Regione Umbria; Fiorello Primi, Presidente de "I Borghi più Belli d'Italia", Silvano Vinceti, Ministero del Turismo; Benito Perli, Presidente Fitus (Federazione Italiana Turismo Sociale); Enzo Nocifora, Università La Sapienza Roma; Norberto Tonini, Presidente Mondiale BITS.



- Il turismo sociale si basa sul principio di sostenibilità sociale, ambientale ed economica: offre l'occasione di privilegiare i servizi alla persona, di promuovere il rispetto delle diversità culturali dei paesi di accoglienza e dell'ambiente, di valorizzare il patrimonio di ogni realtà locale, di incentivare la crescita economica e occupazionale sia dei Paesi avanzati che di quelli in via di sviluppo


 
Cristiano Tinazzi
ufficio stampa de 'I borghi più belli d'Italia'
Mail/Msn:cristiantinazzi@hotmail.com
Skype: cristiano.tinazzi
Mobile +39 320089186


La tua privacy è al sicuro con Internet Explorer 8. Scopri di più

Ci sai fare con le parole? Scoprilo su Typectionary!

Sicurezza caschi moto. Diffida e ricorso TAR contro ministero Trasporti

 
Trovate qui la nota di Altroconsumo
 
SICUREZZA CASCHI MOTO
 
ALTROCONSUMO DIFFIDA IL MINISTERO TRASPORTI
 
E RICORRE AL TAR
 
 
Buon lavoro,
liliana cantone
 
 
-----------------------------------------
Liliana Cantone
responsabile relazioni esterne ufficio stampa
Altroconsumo
tel. 0039.02.66890205-279-334
gsm 0039.335.7372294
 
 

Fare business opensource: OpenMind diventa Premium Partner di Magnolia

Da sempre OpenMind (www.openmindonline.it) basa i propri progetti su software opensource nei quali investe le proprie risorse interne per favorire il continuo sviluppo e una sempre maggiore crescita e divulgazione.

La scelta di OpenMind di operare in questo mondo è dovuta soprattutto, alla possibilità di intervento e modifica di software e applicativi che la comunità mondiale di sviluppatori elabora continuamente e all'integrazione di nuove soluzioni testate e condivise, che permettono la risoluzione tempestiva di bug.

Magnolia è uno tra i più diffusi CMS (Content Management System) al mondo, pensato e sviluppato totalmente in Europa; dal suo primo rilascio nel 2003 è passato da una valutazione di qualche migliaia di Euro a oltre 100 milioni di Euro (fonte ohloh www.ohloo.net). La sua forza è l'utilizzo di una tecnologia all'avanguardia unita ad un'interfaccia utente semplice e usabile anche da chi non ha dimestichezza con la programmazione, anzi Magnolia è pensato appositamente per rivolgersi ad una platea di utenti senza competenze specifiche ma che hanno un ruolo chiave all'interno delle varie business units quali ad esempio i marketing managers o i responsabili della comunicazione.

OpenMind  fin dall'inizio ha  partecipato allo sviluppo di Magnolia  e nel 2010 Magnolia l'ha scelta come Premium Partner, unica al mondo; essere Premium Partner significa svolgere un ruolo attivo all'interno della community di Magnolia, dedicare tempo e risorse allo sviluppo del prodotto non solo in funzione di un singolo cliente ma in un'ottica di miglioramento generale delle prestazioni.

"L'attenzione al mondo dell'opensource è in costante crescita" - ha dichiarato Ivano Cauli, Amministratore Delegato di OpenMind – "perché le grandi aziende hanno capito che l'opensource fornisce maggiori garanzie in fatto di solidità ed evoluzione agevolando l'evoluzione stessa delle aziende e la personalizzazione dei progetti web based." I progetti realizzati utilizzando le risorse opensource spaziano dalle applicazioni e-commerce ai portali dedicati alla formazione a quelli di gestione e controllo del business aziendale coprendo a 360° le aree aziendali.

Tutto ciò permette di offrire al propri clienti soluzioni non solo vantaggiose ma anche elaborazioni ad hoc di progetti su misura per il web business

OpenMind - Cosa propone e come opera

OpenMind dal 1996 realizza progetti e soluzioni IT tecnologicamente all'avanguardia costruiti utilizzando soprattutto le potenzialità di innovazione, evoluzione e sviluppo del mondo open source nel quale opera anche come promotrice di integrazioni per nuove soluzioni in grado di fornire risposte complete alle esigenze di grandi aziende la cui presenza nel web è fondamentale per gli sviluppi del business presente e futuro.

La mission di OpenMind si indirizza principalmente nel fornire strumenti, metodi e avanzata tecnologia per lo sviluppo di progetti web based a totale soddisfazione dell'esigenza relazionale dei propri clienti con il mercato di riferimento.

Per assolvere appieno ai propri mandati mette in atto un metodo di lavoro che integra la consulenza di business, di marketing e di ricerca con una profonda esperienza nelle tecnologie e nel project management.

OpenMind svolge quindi un'azione multidisciplinare a partire dalla condivisione strategica degli obiettivi per individuare la soluzione customizzata più efficace utilizzando le risorse tatticamente opportune per garantire un'interfaccia unica attraverso tutte le fasi di analisi, progettazione e realizzazione della migliore soluzione IT.

Risultati in crescita e referenze di alto valore aggiunto

 

Questi plus hanno portato OpenMind ad una crescita esponenziale del proprio business e delle proprie risorse interne, un team di valore sul quale OpenMind continua ad investire per anticipare le richieste di un mercato in continua evoluzione che posiziona nel web il proprio core business o che attraverso esso dialoga e si relaziona con pubblici sia professionali che privati.E' per questo che grandi aziende quali Tecnocasa, Feltrinelli, Genialloyd, Maserati, Marazzi, Pirelli, De Agostini e Barilla, solo per citarne alcune, hanno scelto la professionalità e la visione  prospettica  e anticipatrice  di OpenMind.

Ufficio Stampa OpenMind

DMS Diffusione Immagine

+39 0229512003

silvana.caroli@dmspr.it

 

Openmind srl

www.openmindonline.it

info@openmindonline.it

 
Silvana Caroli
DMS Diffusione Immagine
Viale Piave, 40/b - 20129 Milano
+39 02 29512003
silvana.caroli@dmspr.it
www.dmspr.it
 
 
 

Multe. Il calvario di un cittadino che rispetta le leggi

Qui il comunicato online:
http://www.aduc.it/comunicato/multe+calvario+cittadino+che+rispetta+leggi_17094.php
----------------------------

Multe. Il calvario di un cittadino che rispetta le leggi

Roma, 11 Febbraio 2010. Pagare una multa e vedersi contestare il mancato pagamento 4 anni dopo. La storia insegna che fidarsi della pubblica amministrazione e' un lusso che non ci possiamo permettere. Vediamo la storia del nostro cittadino.
* Anno 2005. Comune di Fiumicino: il nostro cittadino si vede elevare una multa per divieto di sosta. Diligentemente paga, entro i termini prescritti.
* Anno 2009, luglio. Quattro anni dopo, con una raccomandata recapitata il 31 luglio (si badi bene alla data), viene notificata una cartella di pagamento da Equitalia per mancata oblazione della multa, con le maggiorazioni del caso, infatti, la multa passa da 48 a 143 euro.
Il nostro cittadino telefona a Equitalia che rimanda al comune di Fiumicino la competenza per l'esenzione del pagamento, visto che la multa era gia' stata pagata. Dopo numerosi tentativi telefonici, finalmente, il cittadino riesce a parlare con il "competente ufficio" che chiede l'invio del documentazione attestante il pagamento. Fatto il tutto, entro agosto (mese di vacanze), sia via fax che con raccomandata, si attende l'esonero. Il nostro cittadino nelle settimane successive telefona ripetutamente al comune di Fiumicino; viene rassicurato che a breve tutto sara' risolto. Non e' cosi' perche' nel mese di novembre Equitalia invia un sollecito di pagamento. Il nostro cittadino, dopo altre traversie telefoniche, si fa rilasciare dal comune di Fiumicino un attestato di "discarico", che trasmette a Equitalia. Ulteriori telefonate a Equitalia e al Comune di Fiumicino si susseguono nel mese di dicembre.
* Anno 2010, febbraio. Il nostro cittadino, con ulteriore telefonate a Equitalia apprende che il provvedimento di esonero e' stato recepito.

Che dire? Quanto e' costato in tempo e stress il rapporto con la pubblica amministrazione e perche' mai si impiegano quasi 5 anni per risolvere un semplice problema? Ricercare una ricevuta di 4 anni prima, passare ore al telefono, impiegare parte delle proprie vacanze, fare la fila all'ufficio postale, ecc., ha un prezzo o paga solo il cittadino? O qualche "responsabile del procedimento" deve essere sanzionato e obbligato a pagare il "disturbo" ad un cittadino ligio alla legge?

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.itEmail aduc@aduc.it
Tel.055290606
Ufficio stampa: Tel.055291408

Manifesti illegali: il Governo pone la fiducia sulla legge della giungla!

Qui il comunicato online:
http://blog.donatellaporetti.it/?p=1194
--------------------------

Manifesti illegali: il Governo pone la fiducia sulla legge della giungla!

Intervento della sen. Donatella Poretti, Radicali-Pd

Non sono tanti quelli che si scandalizzano per i manifesti selvaggi affissi per strada. In diversi, invece, si stracciano le vesti su una informazione presunta imbavagliata dai regolamenti della Commissione di Vigilanza radiotelevisiva; non si vuole digerire che sia stata sancita parita' di condizioni e di accesso e, come dimostrato da oltre 40 sentenze in dieci anni dell'Autorita' delle Comunicazioni, sia stato posto un freno all'uso privatistico che trasmissioni e conduttori fanno del mezzo pubblico.
Ed ecco, quindi, cosa accade: per la campagna elettorale ci sara' certezza della legge della giungla, la legge del piu' forte, del piu' prepotente.
Sulle strade e nei muri non sara' in vigore la legge che disciplina le affissioni pubblicitarie, ma il manifesto selvaggio sancito dalla legge che disapplica la legge. La sanatoria del decreto 'milleproroghe' su cui oggi il Governo pone la fiducia costera' alle casse degli enti locali (per minori introiti e per costi di ripulitura) circa 100 milioni di euro. Alla faccia del federalismo.
La norma prevede che fino all'entrata in vigore del decreto (la cui pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e' prevista intorno al 10 marzo) i partiti e i comitati elettorali potranno imbrattare a piacimento i muri e pagare mille euro di sanzione, non a violazione commessa, ma forfetario per tutta la campagna elettorale e per tutto il Comune!
Forse qualcuno pensa che per gli ultimi 10 giorni circa della campagna elettorale, non essendoci piu' la sanatoria, come miracolo finiranno le violazioni? Tranquilli, se questa volta e' straordinariamente preventiva ed ex-ante la sanatoria, negli ultimi dieci anni le abbiamo avute ex-post...

Di seguito il testo del Governo, ripreso da un emendamento presentato in Commissione Affari Costituzionali dai senatori Pontone (Pdl) e Lusi (Pd), dopo quello gia' approvato dalla Commissione stessa della Lega Nord.

8-novies. Per le sole violazioni commesse dal 10 marzo 2009 alla data di entrata in vigore della 7 legge di conversione del presente decreto continuano ad applicarsi le norme di cui all'articolo 42-bis del decreto legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito con modificazioni dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14; per tali violazioni le scadenze fissate dal comma 2 del citato articolo al 30
settembre e al 31 marzo 2009 sono prorogate rispettivamente al 30settembre e al 10 marzo 2010.

Sen. Donatella Poretti - Parlamentare Radicali -Partito Democratico
Roma, Palazzo Cenci, piazza Sant'Eustachio 83, tel.0667063265, fax 0667064771
Firenze, via Cavour 68, Tel. 0552302266 Fax 0552302452
Cellulare: 336252221
mailto: poretti_d@posta.senato.it
Sito Internet: www.donatellaporetti.it

Aduc-Immobili. Nomina amministratore di condominio: come fare e a chi rivolgersi

Qui il comunicato online:
http://www.aduc.it/comunicato/aduc+immobili+nomina+amministratore+condominio+come_17092.php
-----------------------------------

Aduc-Immobili. Nomina amministratore di condominio: come fare e a chi rivolgersi

Firenze, 11 febbraio 2010. In molti palazzi di nuova costruzione, o anche in quelli gia' esistenti, sorge la necessita' di provvedere alla nomina dell'amministratore.
Per i condomini con piu' di quattro partecipanti (cioe' con almeno 5 diversi proprietari di altrettante unita' immobiliari) questa necessità e' un obbligo imposto dalla legge (art. 1129 c.c.).
Che cosa fare?
La competenza per la nomina spetta all'assemblea. Ogni condomino potra' prendere l'iniziativa di convocare la riunione per scegliere l'amministratore.
Per la validita' della deliberazione e' necessario che tutti i condomini siano stati regolarmente invitati all'assemblea e che la decisione sia adottata dalla maggioranza degli intervenuti che rappresentino almeno 500 millesimi.
Se l'assemblea non riesce a nominare un amministratore, ogni singolo condomino potra' rivolgersi all'Autorita' Giudiziaria affinche' sia essa a provvedere a tale incombenza.
Si tratta di un procedimento di volontaria giurisdizione per il quale non ci sono particolari formalita' da rispettare se non quelle di depositare il ricorso, notificarlo assieme al decreto di fissazione dell'udienza nel termine indicato nello stesso e partecipare all'udienza.
Il costo base, che puo' essere ammortizzato se piu' condomini congiuntamente propongono quest'azione giudiziaria, e' di euro 70 (il contributo unificato) cui vanno aggiunte le spese di notifica, quelle di richiesta copie (che variano a seconda del numero di persone a cui notificare) e quelle per l'assistenza legale (la quale tra le altre cose e' dubbio sia obbligatoria in quanto si tratta di procedimento di volontaria giurisdizione).


Alessandro Gallucci, legale Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it
Email aduc@aduc.it
Tel. 055290606
Ufficio stampa: Tel. 055291408

Workshop Creatività e Innovazione

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Grande interesse per il workshop "Creatività e Innovazione: lo sviluppo del Made in Italy tra Promozione e Protezione” che si è tenuto a Perugia il 4 Febbraio scorso presso l’Università per Stanieri. Si è trattato di una giornata di riflessione e studio incentrata su questi temi.

 

In una gremita sala Goldoni presso l’università per Stranieri di Perugia, si è tenuto il workshop dal titolo “Creatività e Innovazione: lo sviluppo del Made in Italy tra Promozione e Protezione”. 

I temi che sono stati affrontati da esperti e operatori del settore si basavano su creatività e innovazione come fattori decisivi per il successo.

 

Dal workshop è emerso come la creatività e l’inconfrontabilità siano fattori determinanti per il mantenimento di quel valore aggiunto che caratterizza il sistema del Made in Italy. Il tema della tracciabilità volontaria è emerso in modo forte poiché è attraverso questo meccanismo che si può salvaguardare la qualità dei prodotti italiani, non solo nel settore della moda ma anche nei comparti alimentari e artigianali in genere. Inoltre è stato evidenziato come la tracciabilità e la sua verifica siano elementi fondamentali per rendere riconoscibile al consumatore la provenienza dei prodotti in tutta la filiera garantendone la realizzazione nel rispetto di norme etiche universali.

 

I punti chiave dell’incontro possono quindi essere sintetizzati da 3 fattori determinanti: Valore, Velocità e Vicinanza.

Il Valore trova la sua massima espressione quando il processo creativo si compie in modo innovativo e si realizza attraverso una formazione integrata e trasversale che sia al passo con i tempi e in sintonia con il mondo del lavoro.  

La Velocità si ottiene attraverso le tecnologie, utilizzando strumenti innovativi nella produzione creativa ma anche con l’utilizzo dei sistemi formativi più innovativi a supporto del mondo produttivo messi a punto da SMR Studio Moda Rossella, che insieme all’Università per Stranieri di Perugia ha organizzato l’evento. La Velocità si realizza anche attraverso la creatività intesa come capacità di adattamento ai continui mutamenti degli scenari attuali, questa “velocità della creatività” potrebbe essere un fattore vincente del Made in Italy.

Infine come terzo punto emerso dal workshop troviamo la Vicinanza e quindi la territorialità che permette uno sviluppo dei processi creativi che si esplicano attraverso un legame forte con le tradizioni locali particolarmente importanti nelle zone di Perugia e Arezzo. La presenza e le analisi delle rispettive Camere di Commercio provinciali di Perugia ed Arezzo ha evidenziato l’importanza della Vicinanza come fattore competitivo rispetto alle produzioni a basso valore aggiunto dei mercati emergenti.

 

Grande affluenza è stata registrata anche presso il “Vecchio Caffè” dove era stata allestita la mostra espositiva con abiti e creazioni realizzati da allievi stilisti di SMR Studio Moda Rossella.

L’interesse mostrato dal numeroso pubblico accorso all’evento per gli argomenti trattati ha convinto gli organizzatori a ripetere l’evento con cadenza annuale.

 

 

Per ulteriori informazioni e per richiedere materiale fotografico e video contattare:

Studio Moda Rossella

Enzo Piccini - Presidente

enzo.piccini@rossella.net

Tel: 0575 744057

 

 

Ecolamp: come riciclare le lampade a basso consumo

Ecolamp: come riciclare le lampade a basso consumo

ecolamp: lampade a basso consumo
In occasione del vivace Carnevale di Venezia il consorzio ECOLAMP per il recupero e lo smaltimento di apparecchiature d'illuminazione colora le calle di Venezia con il neon a basso consumo VOLTONIO e il contenitore verde di Ecolamp BIDONIA (vedi foto), al fine di promuovere il riciclo delle lampade a basso consumo.

Le imprese coinvolte nel Consorzio (General Electric, Filometallica, Leuci, Osram, Philips e Havells Sylvania), produttori delle stesse lampade, s'impegnano a riciclare i materiali delle lampade una volta esaurita la loro funzione d'illuminazione grazie ai raccoglitori di Ecolamp, affidati alle 6000 isole ecologiche distribuite in tutt'Italia. Verifica cliccando qui qual è l'isola ecologica più vicina a casa tua.

È necessario buttare in appositi raccoglitori le lampade a basso consumo poiché contengono sostanze tossiche come il mercurio ad argon. Perciò non bisogna disperdere le lampade a basso consumo nell'ambiente perché possono diventare seriamente dannose per l'ambiente e per la nostra salute.

Le lampade a basso consumo, durante il loro funzionamento non sono nocive alla nostra salute: ma attenzione, l'inquinamento elettromagnetico generato da tali lampadine può però diventare dannoso in caso di prolungate esposizioni a pochi decimetri di distanze.

Nei contenitori Ecolamp si possono o meglio si devono gettare:
• i tubi fluorescenti lineari e non;
• le lampade fluorescenti compatte non integrate;
• le lampade fluorescenti compatte integrate a risparmio di energia;
• le lampade a scarica ad alta intensità, ad alta e a bassa pressione.

Per maggiori informazioni sull'iniziativa di Ecolamp vi consiglio di visitare il sito oppure di andare a Venezia!

mercoledì 10 febbraio 2010

Acciaierie Lucchini “Parlamentari toscani al tavolo con il ministro Scajola”



Acciaierie Lucchini di Piombino. Bosi (Udc): "Parlamentari toscani al tavolo con il ministro Scajola"

 

Dichiarazione del candidato alla presidenza della Regione Toscana per l'Udc Francesco Bosi sulla crisi delle acciaierie Lucchini di Piombino.
"Credo che il Governo, come accade per lo stabilimento di Termini Imerese, debba urgentemente farsi carico del problema delle acciaierie Lucchini di Piombino.La grave crisi di prospettive che sta attraversando il secondo polo siderurgico d'Italia, non può rimanere un problema locale perché interessa tutta la politica industriale del nostro Paese.

Rivolgo un appello al ministro Scajola perché convochi al tavolo del 17 febbraio siano presenti anche i parlamentari toscani. Il salvataggio dell'industria piombinese è un obiettivo cruciale e significativo per misurare la capacità della classe politica toscana di fare sistema per la difesa degli interessi regionali".
 

L'Ambulatorio Antiusura Onlus di Roma sull'inaugurazione de "La Casa del Cittadino"

Il Municipio Roma II dà il via a "La Casa del Cittadino", lo sportello pubblico polifunzionale al quale ha aderito anche Ambulatorio Antiusura Onlus di Roma. Sarà un'occasione in più per fornire un servizio gratuito ai cittadini in situazioni di sovraindebitamento o usura

L'Ambulatorio Antiusura Onlus di Roma ha aderito al progetto coordinato dall'Associazione Culturale Arsmedia "La Casa del Cittadino", che prenderà il via domani, giovedì 11 febbraio.

Lo sportello polifunzionale di via Gerolamo Frescobaldi 22 potrà vantare, tra gli altri, della consulenza e dell'assistenza dei professionisti dell'Ambulatorio. Il servizio è rivolto a chi si trova in difficoltà economica ed è a rischio usura e chi ne è già vittima.

"L'importanza della presenza sul territorio di un punto di riferimento per il cittadino - dichiara l'Avv. Luigi Ciatti, Presidente dell'Ambulatorio Antiusura - è fondamentale affinché le famiglie in difficoltà, non si sentano abbandonate. Perché è nel vuoto di assistenza e di servizi che il crimine trae nutrimento.

Il lavoro degli operatori di "La Casa del Cittadino" al fianco dei cittadini e delle istituzioni del Municipio Roma II, sarà una lezione di alto valore civico e un atto concreto di lotta al disagio e all'illegalità".


Ambulatorio Antiusura Onlus
Tel. 06 44252248
Add. Rel. Est. Fabrizio Comerci
Cell. 340/8747837

Divieto alcolici a Firenze. Ordinanze inutili che non affrontano i problemi. Autodenuncia

Divieto alcolici a Firenze. Ordinanze inutili che non affrontano i problemi. Autodenuncia

Firenze, 10 Febbraio 2010. Il Sindaco di Firenze, Matteo Renzi, dopo un'ordinanza che ha vietato la vendita di alcolici da asporto nel centro storico della citta' dalle 22 alle 3, ne ha emesso un'altra in cui si vieta il possesso di alcolici in quantita' superiore al normale uso, e questo per tutto l'arco delle 24 ore. Ordinanze valide fino al 31 maggio, probabilmente perche' dopo quella data verrebbero compromesse le varie iniziative notturne che caratterizzano le estati fiorentine.
Prima di tutto mi autodenuncio, perche' ho l'abitudine di andare ogni tanto al supermercato (quasi sempre in bicicletta) e caricarmi di bottiglie di vino in quantita' tale (anche una ventina) che chiunque potrebbe valutare come sia oltre il mio "normale uso quotidiano". La prossima volta che vado al supermercato telefonero' ai vigili perche' vengano a prendermi all'uscita del mio supermercato preferito per constare che venti bottiglie di Chianti, Barbera, Morellino di Scansano, Vermentino, etc. sono ben oltre il mio consumo quotidiano a cena.
Quanto sopra non e' una battuta, ma la conseguenza di quanto puo' accadere con ordinanze che vengono emesse solo per mostrare una mascella dura e sperare che l'esposizione sia di per se' foriera di consapevolezza nei bevitori smodati. E infatti oltre questo non si andra', come sempre accade con tutti i provvedimenti proibizionisti, che' rendono piu' accattivante l'oggetto del divieto, soprattutto se si tratta di un prodotto di largo e diffuso consumo come gli alcolici. Inoltre l'ordinanza produrra' clandestinita', violazioni sistematiche e certezza -nei consumatori- che le norme, se si vuole vivere sereni e in pace, vanno violate: bell'educazione alla legalita'.
I problemi ovviamente sono altri e possono essere affrontati con le norme che gia' ci sono, cioe' quelle relative all'ordine pubblico. Questo perche' non ci sara' una persona che si scoraggera' al consumo in seguito a queste ordinanze e, siccome l'obiettivo e' evitare l'ubriachezza molesta per strada, basta applicare le leggi che ci sono intensificare la vigilanza nei luoghi piu' delicati. Ma questo, forse, non porta il clamore mediatico a chi si erge a fustigatore di consumi e abitudini individuali nel nome del bene pubblico....

Vincenzo Donvito, presidente Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it
Email aduc@aduc.it
Tel. 055290606
Ufficio stampa: Tel. 055291408

Il NUOVO SITO ITALIA AFFITTI È ANCORA PIÙ UTILE E SEMPLICE DA USARE

<!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} a:link, span.MsoHyperlink {color:blue; text-decoration:underline; text-underline:single;} a:visited, span.MsoHyperlinkFollowed {color:purple; text-decoration:underline; text-underline:single;} @page Section1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} -->

 

Italia Affitti è un franchising immobiliare, attualmente specializzato nelle locazioni immobiliari di tutta la regione abruzzese, è un marchio dinamico e in espansione che da oggi vuole farsi conoscere attraverso un sito tutto nuovo.

Da oggi, infatti, è on line il nuovo sito Italia Affitti che si presenta completamente rinnovato con una veste grafica ancora più bella e intuitiva, per esser navigato con maggiore facilità! È diviso in tre sezioni per i tre servizi principali ben evidenti nella home che permettono di trovare velocemente ciò che si sta cercando.

Le tre sezioni sono dedicate a  chi cerca casa, a chi vuole affittare il proprio immobile o a chi vuole aprire un franchising immobiliare: per tutti sarà semplicissimo orientarsi nelle varie pagine del nuovo sito di Italia Affitti.

 

Chi cerca una casa da affittare, ad esempio, può visualizzare con facilità la parte del sito dedicata agli annunci immobiliari di affitti Abruzzo con foto e descrizioni dettagliate oppure può impostare direttamente i criteri della propria ricerca. Se si cerca un appartamento in un comune preciso basterà fare una ricerca per città e trovare in un click, ad esempio, un affitto Pescara, bellissimi appartamenti Montesilvano o altre case in tante altre località dell’Abruzzo.

 

Chi possiede un appartamento, invece, e vuole trovare degli inquilini referenziati e affidare tutte le procedure legali a degli esperti, può andare sul nuovo sito Italia Affitti nella sezione dedicata ai proprietari. Inserendo i propri dati sarà contattato dallo staff di Italia Affitti per una valutazione gratuita!

 

E, infine, chi vuole aprire un’agenzia immobiliare tutta sua può cliccare direttamente sulla sezione apposita e avere maggiori informazioni al riguardo.

 

Il nuovo sito Italia Affitti è solo il primo segno di rinnovamento di un marchio giovane che è in continua crescita!

<!-- /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:""; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:12.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-font-family:"Times New Roman";} a:link, span.MsoHyperlink {color:blue; text-decoration:underline; text-underline:single;} a:visited, span.MsoHyperlinkFollowed {color:purple; text-decoration:underline; text-underline:single;} @page Section1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} -->

 

Anna Angelica Serra

Area Web Marketing

anna.serra@italiaaffitti.com

 

Italia Affitti s.a.s

Corso Umberto I, n.18

65100 Pescara PE

Tel: 0854219081

www.italiaaffitti.it

 

Incentivi per veicoli elettrici, una prima risposta nazionale al problema dell’inquinamento atmosferico

Ad oggi, solo il Regno Unito e gli Stati Uniti sembra siano i soli Paesi ad aver recepito al meglio il concetto moderno di auto "green", una svolta importante per il mercato della vendita di veicoli, per venire incontro e cercare di risolvere al più presto i problemi legati all'inquinamento atmosferico, all'impatto ambientale, al risparmio energetico. L'Italia dopo una fase iniziale di smarrimento e semi-incoscienza, sembra alla fine, esser riuscita a colmare il gap che la allontana, di fatto, dalle due Grandi indirizzando la sue condotte programmatiche verso un'apertura più sostanziale ed efficace nei confronti del mercato dei mezzi elettrici.
 
Le manovre di incentivi per veicoli ecologici ed elettrici varate dal Consiglio dei Ministri sono, infatti, una prova inconfutabile di un primo concreto interessamento del Governo italiano alle problematiche ambientali, nuove importanti misure per il rilancio del mercato dell'auto, in primis, e per aderire, in piena forma, agli obiettivi di riduzione del gas serra prefissati dall'Europa e contenuti nel Piano Clima della stessa Comunità Europea. D'altronde l' auto elettrica rappresenta una più che efficace risposta allo smog delle città, allo stress del traffico urbano o del parcheggio impossibile, una soluzione ottimale per chi è costretto alla mobilità nei grandi centri e deve districarsi, impietosamente, tra zone a traffico limitato e obblighi comunali di circolazione a targhe pari e dispari.
 
Estrima SRL, azienda di Pordenone è, oggi, una nuova realtà imprenditoriale nel mercato emergente della produzione e vendita di auto elettriche con soluzioni di veicoli ecologici che possano garantire eguali prestazioni e sicurezza di un mini car dello stesso segmento, con tutte le opportunità e i vantaggi delle auto a motore elettrico. Economicità, praticità, design, ambiente, questi i principi che hanno ispirato la produzione di Birò, il veicolo a quattro ruote della casa friulana, che offre un ventaglio di proposte d'autovetture elettriche competitivo ed esclusivo, un nuovo concept d'auto per sostenere la tua guida ecologica.

Le offerte Stai Con Noi di A2A: prezzo invariato e zero impatto ambientale

A2A, leader nazionale nel settore energetico, e ai primi posti come multiutility italiana per clientela e fatturato, per capacità elettrica installata, gas venduto o volumi di vendita, è alla costante ricerca di progetti e iniziative volte a rafforzare e favorire uno sviluppo ambientale sostenibile. L'utilizzo di tecnologie innovative, l'impiego di politiche gestionali ed industriali fortemente condizionate dalle problematiche energetiche, l'utilizzo esclusivo di fonti di produzione rinnovabili, evidenzia l'impegno e la volontà decisionale del gruppo A2A di creare giusto valore nel mercato del gas, dell'elettricità e dei servizi energetici, allo scopo unico di preservare l'impatto ambientale e incrementare, altresì, la soddisfazione dei propri clienti.
 
Il Gruppo A2A, attualmente impegnato nei settori della produzione, vendita e distribuzione di energia elettrica, della vendita e distribuzione del gas, della produzione, distribuzione e vendita di calore tramite reti di teleriscaldamento, della gestione dei rifiuti e della gestione del ciclo idrico integrato, ha ultimamente realizzato un progetto di fidelity aziendale per la propria clientela, al fine di assicurare e consentire nuovi vantaggi e opportunità  in termini di costo e risparmio.
 
Stai Con Noi, ultima campagna del gruppo, prevede l'introduzione di due nuovi piani di consumo per le utenze elettriche e del gas relative al settore di vendita privato, e lega la convenienza dell'offerta all'utilizzo energetico realizzato nelle singole abitazioni. Prezzo Sicuro Verde è la proposta di A2A che offre massima sicurezza per l'ambiente e una migliore combinazione di costi relativi ai consumi di energia in bolletta. Il prezzo applicato alla componente energia è fisso e non subisce alcuna variazione per ben 24 mesi, eliminando, di fatto, ogni problematica e timore relativa ad eventuali rincari di spesa. Prezzo Sicuro Gas, invece, è la proposta del gruppo per il controllo dei costi di energia con un prezzo fisso e invariato per un periodo di due anni, anche in questo caso, indipendentemente dalla variazioni del prezzo dei combustibili. Così come da ottica aziendale, si tratta, sempre di energia prodotta da fonti rinnovabili, evitando quindi qualsiasi ripercussione sull'ambiente, e con un più forte abbattimento per le emissioni di CO2.

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota