sabato 5 agosto 2006

PIAZZA ARMERINA (EN), PALIO DEI NORMANNI. LAV: DOPO 3 CAVALLI MORTI NESSUN CAMBIAMENTO

Comunicato Stampa LAV Sicilia:
 
PIAZZA ARMERINA (ENNA), A FERRAGOSTO IL 'PALIO DEI NORMANNI' LA LAV: ''DOPO I 3 CAVALLI MORTI LO SCORSO ANNO, DAL COMUNE NESSUN CAMBIAMENTO. BASTA ANIMALI SACRIFICATI IN NOME DELLE TRADIZIONI''
 
GENERICA LA RISPOSTA DEL SINDACO. LA GIOSTRA DEL SARACINO SI CORRERA’ NELLO STESSO LUOGO E CON LE  STESSE MODALITA’ DELLA TRAGICA EDIZIONE DELL’ANNO SCORSO
 
 
Con una lettera al sindaco di Piazza Armerina (Enna), Maurizio Prestifilippo, la LAV ha espresso profondo rammarico nel constatare che anche quest'anno, il 14 agosto, verra' organizzato il Palio dei Normanni ''che nella scorsa edizione e' balzato agli onori della cronaca nazionale per i tragici episodi di maltrattamenti dei cavalli'': l'edizione 2005, infatti, si concluse con l'agghiacciante bilancio di tre cavalli morti - due dei quali poi furono macellati e mangiati - e altri due feriti.

Gli incidenti si verificarono sia durante le prove sia durante la giostra ''Quintana del Saracino'' a causa del terreno inadeguato dello stadio comunale, della eccessiva velocita' della corsa ma anche delle prove troppo sfiancanti per i cavalli. La vicenda vide anche l'intervento di parlamentari nazionali che, indignati per i gravi episodi occorsi durante e dopo il palio, chiesero l'intervento del Ministro dell'Interno e del Prefetto di Enna. La LAV ricorda che, all'indomani di quei tragici eventi, il Sindaco aveva espresso ''indignazione per la superficialita' con cui i rappresentanti delle squadre hanno esposto i cavalli a rischi così gravi sin dallo svolgimento delle prove'' promettendo ''mai piu' cavalli a rischio al palio''.

''Ed invece nessun segnale di cambiamento e' possibile riscontrare dal programma della ''Quintana del Saracino'' che si svolgera' con le identiche modalita' e nello stesso campo sportivo tristemente noti per essere stati cause concatenate dell'ecatombe dei cavalli'',  afferma nella lettera Marcella Porpora, coordinatrice regionale della LAV. ''Gli aspetti storici, artistici e folkloristici del Palio dei Normanni possono continuare ad esercitare il loro fascino - prosegue - anche rinunciando a quei residuali momenti che prevedono l'uso agonistico dei cavalli. Sarebbe stato un gesto di grande civilta' da parte della Sua Amministrazione adeguare taluni aspetti delle proprie tradizioni alla mutata sensibilita' della collettivita' che riconosce negli animali esseri dotati di sensibilita', dignita' e diritti individuali incompatibili con il loro uso in manifestazioni come la giostra in questione''.
 

Con una email di risposta, il Sindaco Prestifilippo assicura molto genericamentesulle notevoli innovazioni apportate” al Palio dei Normanni “sia di tipo regolamentare che tattico onde scongiurare qualsivoglia incidente”, accorgimenti presi “d'intesa con il servizio veterinario dell'Asl 4 di Enna, nonché della Federazione italiana giochi storici”. Per la LAV non si tratta affatto di modifiche sostanziali che direttamente riguardano i cavalli usati nella giostra, il luogo, le modalità della quintana e gli esercizi imposti ai cavalli. Il Comune dovrebbe invece impegnarsi a ridurre, anche gradualmente, le occasioni di impiego dei cavalli limitatamente alla quintana, fino ad arrivare alla totale sostituzione degli stessi unicamente con giochi di destrezza ed abilità umane.


Visto, quindi, che sostanzialmente nulla e' cambiato rispetto allo scorso anno, la LAV annuncia che ''mettera' in atto quanto necessario per assicurare il rispetto del benessere degli animali e la loro assoluta incolumita', affinche' non abbiano piu' ad essere protagonisti di episodi tragici ed infamanti, in primis per il decoro della stessa citta' di Piazza Armerina''. La LAV, tuttavia, confida in un veloce ripensamento degli organizzatori della giostra per scongiurare altri gravi maltrattamenti ed inaccettabili sacrifici di animali in nome della tradizione.

05.08.2006


LINK SUGLI INCIDENTI ED I CAVALLI UCCISI

Ufficio Stampa LAV Nazionale: 064461325 - www.lav.it
------------------------------------------------------------
 
Per ricevere i comunicati stampa iscriviti a questa comunita'
www.domeus.it/groups/comunicati_stampa_lavsicilia
oppure invia una e-mail vuota a:
comunicati_stampa_lavsicilia-subscribe@domeus.it

venerdì 4 agosto 2006

Marfin.it: servizi assicurativi alle migliori condizioni

04.08.2006 – San Donà di Piave (VE)

MarFin propone prodotti assicurativi di alto livello che coprono tutte le esigenze di tutela della persona, della famiglia, del patrimonio, nell’arco di tutta la vita.

Grazie all’apertura nei confronti di primarie compagnie assicurative italiane ed internazionali, MarFin è in grado di proporre soluzioni personalizzate a condizioni convenienti.

Dalle polizze assicurative tradizionali come quelle RC Auto oppure quelle contro gli infortuni; a quelle più innovative come LONG TERM CARE che garantisce una cifra mensile nel caso di ricovero dell’assicurato in strutture per non autosufficienti.

Attraverso il sito web www.marfin.it è possibile avere informazioni sintetiche sulle varie tipologie di prodotti assicurativi e di richiedere un preventivo online, ad esempio per l’ assicurazione RC Auto.

MarFin è una realtà importante nel settore assicurativo che si sta espandendo geograficamente con l’apertura di nuovi uffici; e quindi è fondamentale far conoscere i servizi che l’ azienda propone ad una fascia sempre più vasta di potenziali clienti; ecco perché abbiamo accuratamente selezionato, in collaborazione con l’azienda, le parole-chiave strategiche per poter posizionare www.marfin.it nei primi posti dei risultati dei motori di ricerca e l’azienda è rimasta soddisfatta dei risultati ottenuti – spiega Andrea Caminiti direttore marketing di Promozione-Online – tanto che Marfin ha deciso di re-investire anche quest’anno nella campagna di search engine positioning”.

Ufficio stampa Promozione Online

 

Comunicato stampa: NETASQ mantiene il suo elevato ritmo di crescita in Europa

Villeneuve d’Ascq - Francia, li 4. Agosto 2006

 

NETASQ annuncia un incremento del fatturato del 33% nel primo semestre 2006 rispetto al primo semestre 2005.

 

Tale crescita é conforme alle attese ed al piano di sviluppo che prevede di superare i 15M€ di fatturato nel 2006, senza operazioni di crescita esterne. Peraltro il secondo trimestre  2006 corrisponde al settimo trimestre di crescita consecutiva dell’azienda. Questo incremento si ripartisce equamente tra i diversi Paesi in cui NETASQ é presente : Francia, Italia, Benelux e Gran Bretagna.

 

Inoltre il margine lordo é migliorato di 2 punti rispetto allo stesso periodo dell’anno pur implementando i programmi che hanno consentito all’azienda di conformarsi alla direttiva europea ROHS entro il 1. di luglio.

 

L’incremento delle vendite registrerà un’ulteriore accelerazione grazie ai contratti conclusi di recente da NETASQ in Europa ed in particolare quelli con la Télécom portoghese, la BT/Albacom e Wind.

 

 

Informazioni su NETASQ

 

Fondata nel 1998, NETASQ é il primo produttore europeo di soluzioni di sicurezza UTM che rispondono alle esigenze di aziende di ogni dimensione : PME-PMI,  grandi aziende ed enti governativi. La Società sviluppa e distribuisce dispositivi che associano una tecnologia unica di prevenzione contro le intrusioni in tempo reale, l’ASQ (« Active Security Qualification ») alle funzioni di firewall per reti e applicazioni, VPN IPSec e SSL, filtraggio dei contenuti e protezione del traffico generato dal VoIP. La vera innovazione tecnologica dei prodotti NETASQ é l’integrazione di tutte le funzioni di sicurezza indispensabili in un solo apparecchio. NETASQ possiede inoltre il controllo totale della propria tecnologia ASQ, offerta come standard in tutti i suoi apparecchi. L’azienda garantisce ai propri clienti una protezione ottimale combinando strumenti d’analisi innovativi. Con l’ASQ NETASQ mantiene in maniera concreta la promessa di salvaguardare le reti e le applicazioni dagli «attacchi del giorno zero». 

 

Per ulteriori dettagli pregasi consultare: http://www.netasq.com

 

 

 

CONTATTI PER LA STAMPA

 

 
NETASQ UFFICIO STAMPA

Leila Dadoun – Tel. : +33 (0)1 46 21 82 30leila.dadoun@netasq.com

 

NETASQ ITALIA

Alberto Brera  – Tel. : +33 02 38093751info@netasq.it

 

 

 Informazioni su NETASQ, immagini ad alta risoluzione e schede prodotti possono essere richiesti anche presso

 
 


SAB Marketing Services

Ufficio stampa

Email: press@sab-mcs.com

Tel.     +39 0376 944492

 

 

 

APPELLO DELLA LAV: ''FILIERA'' CAVALLI NELL'ILLEGALITA', E' EMERGENZA A CATANIA E IN SICILIA

Comunicato Stampa LAV Sicilia:


DOPO I SEQUESTRI DI NAS E CARABINIERI DI CARNE DI CAVALLO A CATANIA
''FILIERA'' CAVALLI NELL'ILLEGALITA',
E' EMERGENZA A CATANIA E IN SICILIA

 
APPELLO DELLA LAV AL COMUNE DI CATANIA ED ALLE FORZE DELL'ORDINE: ''STOP ALLE STALLE ABUSIVE CITTADINE ED ALLE CORSE DI CAVALLI''


''L'operazione condotta ieri da NAS, Carabinieri e ASL di Catania in
numerose trattorie e rivendite di carne di cavallo, trova il pieno
apprezzamento e plauso della LAV perche' e' stata doppiamente utile: da una
parte ha ripristinato la legalita', dall'altra ha contribuito a reprimere lo
sfruttamento degli animali allevati, trasportati e macellati in un contesto
permeato da profondi maltrattamenti. Sintomatico di questa diffusa
illegalita' e' stato il ritrovamento di 48 kg. di carne di cavallo di cui i
titolari degli esercizi controllati non hanno saputo indicare nemmeno la
provenienza''. Cosi' la LAV all'indomani del blitz nel rione marinaro di
Ognina contro l'abusiva vendita di panini e carne di cavallo.

Secondo Ciro Troiano, responsabile dell'Osservatorio Nazionale Zoomafia
della LAV, ''A Catania come nel resto della Sicilia ormai e' emergenza
legalità nella ''filiera'' cavalli, sempre piu' inquinata da infiltrazioni
illecite che non risparmiano nessun settore relativo ai cavalli. Esattamente
un mese fa, i Carabinieri hanno bloccato l'ennesima corsa clandestina di
cavalli a Palagonia (Ct) denunciando cinque persone; la scorsa settimana il
Prefetto di Siracusa ha vietato il palio di Avola per infiltrazioni mafiose
e, poche settimane prima, a Floridia (Sr) venivano denuncianti fantini e
proprietari di cavalli che hanno corso il locale palio per il massiccio uso
di doping. Oggi si scoprono queste gravi irregolarita' sanitarie anche nella
vendita e consumo delle carni di cavallo, ancora molto diffuso in certe zone
della Sicilia''.

Per continuare a contrastare questi fenomeni la LAV rivolge un appello
all'Amministrazione comunale di Catania ed alle locali Forze dell'Ordine
affinche' si attivino per incrementare le azioni di contrasto come quelle
sul commercio di carne equina, concentrando l'attenzione anche su due
fenomeni peculiari della citta': le tante stalle, piu' o meno abusive, in
alcuni quartieri storici di Catania, e le corse clandestine di cavalli e
dei calessi per le vie della citta'. E' noto, infatti, che il settore delle
corse abusive di cavalli e' spesso in mano ad organizzazioni criminali
che fanno dello sfruttamento degli animali un lucroso business tra
scommesse clandestine e macellazioni abusive.

Info:
www.infolav.org/lenostrecampagne/osservatorionazionalezoomafia/presentazione/index.htm

4.08.2006


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Ufficio Stampa LAV Sicilia:  178.2256188 www.lavpalermo.it
Ufficio Stampa LAV Nazionale: 06.4461325 www.lav.it
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

 

giovedì 3 agosto 2006

Prometeo n. 26, la newsletter-webzine di Comunicazione Italiana

Se non visualizzi correttamente la newsletter clicca qui.
» a cura di Comunicazione Italiana
In Primo Piano
Il valore delle relazioni.

Il Cliente è l'asset più importante per un'azienda. Investire nelle Relazioni con il Cliente significa investire nel futuro dell'azienda. L'espressione marketing relazionale è l'orientamento di un'impresa a costruire, mantenere e sviluppare, vere e proprie relazioni con la clientela volte a realizzare scambi più … leggi »
» a cura di Fabrizio Cataldi
Community
In uscita gli e-Book della Comunicazione Italiana.

A sei mesi dall'uscita dell'edizione 2006, dell'Atlante della Comunicazione Italiana, sono in uscita gli e-Book della Comunicazione, strumenti specialistici di relazione che integrano l'edizione cartacea dell'Atlante e permettono di avere a portata di mano i contatti aggiornati dei professionisti del network della Communication Community di … leggi »
» a cura di Gianluca Arnesano
Re-Marketing
TrendSetter di tutto il mondo unitevi.

Cosa accadrebbe se i principali trendsetter di tutto il mondo improvvisamente si fermassero? se coloro che con la loro stravaganza e la loro influenza smettessero per un attimo di dettare le regole del costume e della moda. Se coloro che guardiamo con occhio divertito, aspettando che le loro trovate diventino l'ultima moda, cessassero di incrociare … leggi »
» a cura di Mattia Camellini
il Diretto
Come scrivere un'e-mail efficace (2): i contenuti e la frequenza dei contatti.

Dopo aver accennato alla "forma" dei messaggi ( Prometeo 25 » ), parlerò ora dei "contenuti" e della "frequenza" ottimale delle e-mail pubblicitarie a un potenziale cliente. Che cosa scrivere? È essenziale che il contenuto della nostra e-mail sia di rilevante interesse per chi la riceve. Non … leggi »
» a cura di Marco Maglio
il Diritto
La privacy on line. Quali regole?

Internet enciclopedia contemporanea Quali regole vanno seguite per raccogliere informazioni in Internet? La domanda è frequente perché ormai la Rete è diventata il luogo nel quale è più facile ed economico raccogliere notizie e dati. In particolare per chi svolge attività commerciale e di comunicazione, … leggi »
» a cura di Vittorio Correale
la Sfida
Orgoglio & Story-board.

Quella notte il Direttore Marketing Livio De Nutis fece finalmente un sogno degno di questo nome. Uno di quei sogni da registrare e rivedere in slow motion, selezionando i momenti più sapidi ed appaganti. E invece non sarebbe più tornato, come un palloncino lasciato andare per sempre nel cielo della mediocrità. Il mondo era … leggi »
Compubblica
Comunicare: un esercizio di democrazia.

Negli ultimi quarant'anni, non ricordo un politico sconfitto che non abbia praticato il consolatorio rito del "non siamo stati capaci di comunicare". Eppure di quei governi, di quei presidenti, di quei sindaci non era trascorso giorno senza che televisione, radio e giornali non ne avessero dato conto, parlato e spiegato. Quale … leggi »
» a cura di Elisabeth Och
la Parola P.A.
Comunicazione pubblica: spesa o investimento?

La Legge Finanziaria del 23 dicembre 2005 ha apportato tagli del 50% alla spesa in comunicazione della Pubblica Amministrazione. Come intervenire dunque in una stagione che, per mancanza di risorse, dovrà far diventare tutti più virtuosi? Ne parla Vittorino Spessotto, direttore e segretario generale del Comune trevigiano di Pieve di … leggi »
il Cliente
Realismo e consapevolezza.

A livello progettuale l'Europa sembra privilegiare lo "sviluppo sostenibile", l'"integrazione sociale", la "responsabilità collettiva": L'economista americano J. Rifkin, quindi, non è molto lontano dal vero quando descrive questo scenario economico-sociale. Certamente, tale progetto è espressione … leggi »
» a cura di Comunicazione Italiana
Associazioni
Analisi Assorel 2005 - Andamento di mercato delle Relazioni Pubbliche.

• Corre il mercato delle Relazioni Pubbliche rappresentato dalle agenzie associate che incrementano il fatturato dell'8% nel 2005 e superano per la prima volta i 100 milioni di fatturato di soli onorari. • Crescono la Comunicazione di prodotto, le Relazioni con i Media e gli Eventi. • Largo Consumo, Finanza/Assicurazioni, … leggi »
» a cura di Comunicazione Italiana
Comunicati
Sosta Solidale alla stazione di Pescara: occhi nuovi per cambiare il mondo.

Roma, 28/07/2006 Dal 25 luglio al 3 agosto, la stazione di Pescara ospita la seconda tappa di "Sosta Solidale", evento nazionale di informazione e sensibilizzazione sulle tematiche della solidarietà e della Cooperazione Internazionale che toccherà, fino ad ottobre, alcune importanti stazioni ferroviarie e metropolitane … leggi »




mercoledì 2 agosto 2006

Tuttoruote.it: per acquistare e vendere online veicoli usati di tutte le marche

02.08.2006 – Lioni (AV)

La ricerca di un veicolo usato, si tratti di auto, veicolo industriale, caravan o altro, è di solito un processo lungo e difficile.

Oggi questa ricerca è diventata più facile grazie a Tuttoruotewww.tuttoruote.it vetrina online di veicoli usati di tutte le marche. Grazie ad un potente motore di ricerca interno è possibile ricercare l’autoveicolo in base al modello e la marca, oppure per fascia di prezzo. Inoltre, dopo registrazione gratuita, è possibile inserire nel portale la propria offerta di autoveicolo usato e renderla disponibile ai visitatori di tuttoruote.it che provengono da tutta Italia.

Il nostro lavoro principale con Tuttoruote è stato ed è quello di posizionarlo nei primi posti dei motori di ricerca per le parole-chiave più significative che usano gli utenti quando ricercano un veicolo usato - spiega Andrea Caminiti direttore marketing di Promozione-Online, .Dato il mercato molto concorrenziale si tratta di un lavoro molto specialistico teso a valorizzare i punti di forza di Tuttoruote. Questo lavoro ha già dato ottimi frutti dato che Tuttoruote ha deciso di investire anche quest’anno nella campagna di serach engine marketing”.

Ufficio stampa Promozione-Online

ALTEA: un esperimento italiano sulla Stazione Spaziale Internazionale studierà per la prima volta gli effetti della radiazione cosmica sul cervello umano

Comunicato stampa Roma, 2 agosto 2006



                                                                      
Presentazione dell'esperimento sulle condizioni estreme nello spazio in previsione
dei futuri viaggi umani verso Marte.

ALTEA: un esperimento italiano sulla Stazione Spaziale Internazionale studierà per la prima volta gli effetti della radiazione cosmica
sul cervello degli
astronauti.


Mercoledì 9 agosto 2006 ore 14:30
Università degli Studi Tor Vergata
Dipartimento di Fisica - Laboratorio Altea UHB
via della Ricerca Scientifica, 1
00133 Roma

Roma, 2 agosto 2006 - Mercoledì 9 agosto, alle ore 10:30, presso il Dipartimento di Fisica dell'Università
di Tor Vergata, si assisterà all'attivazione dell'esperimento ALTEA, condotto da un team di ricercatori italiani, volto a misurare gli effetti delle radiazioni cosmiche sul sistema nervoso degli astronauti.

ALTEA ( Anomalous Long Term Effects on Astronauts), questo il nome del progetto multidisciplinare che vede coinvolti, oltre all'Università di Tor Vergata , l'ASI (Agenzia Spaziale Italiana), l'INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), l'Università di Genova , l'Alcatel-Alenia Space di Milano, il MARS (Microgravity
Advanced Research and Support Center) di Napoli .

Grazie al supporto della NASA (National Aeronautics and Space Administration) verrà stabilito un collegamento in tempo reale tra la Stazione Spaziale Internazionale e l'UHB (User Home Base), un apposito laboratorio dell'Università di Tor Vergata, che permetterà agli studiosi di essere in contatto con gli astronauti per seguire l'attivazione e lo svolgimento dell'esperimento. Nell'UHB verranno inoltre ricevuti e analizzati in tempo reale i dati prodotti dalla ricerca.

Lo studio riveste una grande rilevanza scientifica e medica in quanto consentirà di studiare gli effetti delle radiazioni sull'uomo, anche in previsione dei futuri viaggi verso Marte.

ALTEA è stato portata a bordo della Stazione Spaziale Internazionale con l'ultimo volo Shuttle, partito da Cape Canaveral il 4 luglio scorso, e rimarrà operativa almeno fino alla fine del 2007.

La collaborazione internazionale è coordinata dal Professor Livio Narici dell'Università di Tor Vergata.

-------------------------------------------------------------------------------

Il collegamento con la Stazione Spaziale è previsto a partire dalle 10.30 del 9 agosto, orario soggetto a variazioni da parte della NASA.

I giornalisti interessati ad assistere dal vivo all'attivazione dell'esperimento possono contattare e inviare richiesta di accredito stampa, indicando la testata di appartenenza.

Fotografi e cineoperatori, invece, dovranno fare apposita richiesta di ammissione di apparecchiature fotografiche e telecamere.


Comunicazione e relazioni pubbliche:
Cristina Di Fino, cell. 349.2631235, email: cristina.df@fastwebnnet.it, skype: cristina.df

NETASQ inclusa nell'ultimo rapporto " Enterprise Network Firewall Magic Quadrant "

COMUNICATO STAMPA
per la pubblicazione immediata

 

NETASQ inclusa nell’ultimo rapporto « Enterprise Network Firewall Magic Quadrant »

 

Villeneuve d’Ascq – Francia, li 1. Agosto 2006

 

NETASQ, leader europeo dei produttori di dispositivi di sicurezza UTM annuncia oggi di essere stata inclusa nel rapporto « Magic Quadrant for Enterprise Network Firewalls » pubblicato da Gartner il 5 giugno 2006.

 

L’evoluzione delle esigenze legate all’impiego di firewall di rete viene esplicata chiaramente in questo rapporto : « Di fronte alla crescente complessità degli attacchi che si inseriscono nel traffico TCP/IP i firewall devono essere in grado di offrire ben di più che mere analisi protocollari stateful ».

 

« Noi consideriamo il nostro ingresso nel Magic Quadrant di Gartner come un riconoscimento dei nostri continui sforzi per fornire ai nostri clienti delle soluzioni di sicurezza efficaci ed all’avanguardia » commenta Jean-Pierre Tomaszek, CEO di NETASQ.  « Negli scorsi anni abbiamo dimostrato la nostra reale competenza in merito all’anticipazione delle minacce più avanzate. L’anno 2006 porterà nuovamente ai clienti di NETASQ un numero importante di innovazioni e nuovi prodotti ».

 

Liberatoria « Magic Quadrant »

 

Il rapporto Magic Quadrant pubblicato nel giugno 2006 da Gartner Inc. é protetto dai diritti d’autore ed é utilizzabile solo con l’approvazione dell’azienda stessa. Il Magic Quadrant é una rappresentazione grafica di un dato marchio in un dato periodo. Si tratta di un’analisi di Gartner relativa alla capacità dei produttori di rispondere a determinati criteri in un dato mercato. Gartner non é legata ad alcuna delle aziende, dei prodotti o dei servizi indicati nel Magic Quadrant e non consiglia agli utenti informatici di selezionare unicamente i produttori inseriti nel quadrante dei « leader ».  Il Magic Quadrant é destinato a servire esclusivamente come strumento di ricerca e non é inteso come guida specifica. Infine, Gartner declina ogni garanzia esplicita o implicita che possa emergere da tale ricerca, ivi compresa qualunque garanzia in merito alla qualità dei prodotti o alla loro capacità di rispondere a qual si voglia esigenza.

 

 

Informazioni su NETASQ

Fondata nel 1998, NETASQ é il primo produttore europeo di soluzioni di sicurezza UTM che rispondono alle esigenze di aziende di ogni dimensione : PME-PMI,  grandi aziende ed enti governativi. La Società sviluppa e distribuisce dispositivi che associano una tecnologia unica di prevenzione contro le intrusioni in tempo reale, l’ASQ (« Active Security Qualification ») alle funzioni di firewall per reti e applicazioni, VPN IPSec e SSL, filtraggio dei contenuti e protezione del traffico generato dal VoIP. La vera innovazione tecnologica dei prodotti NETASQ é l’integrazione di tutte le funzioni di sicurezza indispensabili in un solo apparecchio. NETASQ possiede inoltre il controllo totale della propria tecnologia ASQ, offerta come standard in tutti i suoi apparecchi. L’azienda garantisce ai propri clienti una protezione ottimale combinando strumenti d’analisi innovativi. Con l’ASQ NETASQ mantiene in maniera concreta la promessa di salvaguardare le reti e le applicazioni dagli «attacchi del giorno zero». 

 

Per ulteriori dettagli pregasi consultare: http://www.netasq.com

 

 

 

CONTATTI PER LA STAMPA

 

NETASQ UFFICIO STAMPA

Leila Dadoun – Tel. : +33 (0)1 46 21 82 30leila.dadoun@netasq.com

 

NETASQ ITALIA

Alberto Brera  – Tel. : +33 02 38093751info@netasq.it

 

 

 

Informazioni su NETASQ, schede prodotti, immagini ad alta risoluzione possono essere richieste presso

 

 

SAB Marketing Services
Ufficio stampa

Email: press@sab-mcs.com

Tel.     +39 0376 944492

 

 

 

 

 

martedì 1 agosto 2006

Goletta Laghi: dichiarazioni Legambiente

LEGAMBIENTE LAZIO

Goletta dei Laghi: qualche preoccupazione per le acque dei laghi in Provincia di Roma con otto punti su ventidue “leggermente inquinamenti”, due “fortemente inquinati”.


Legambiente “Subito controlli alla rete fognaria, monitoraggio degli scarichi abusivi.

Diverse criticità emerse durante le tappe: forte incremento demografico con piani regolatori sovradimensionati, abusivismo, terreni agricoli sacrificati al cemento e inquinamento; abbassamento dei livelli idrometrici, con troppi prelievi di acqua, spesso abusivi e incontrollati. Ripartire dai laghi per ridisegnare un futuro diverso per i territori: salvaguardia, laboratori innovativi, turismo di qualità.”

Questa mattina, nell’ambito della conferenza stampa tenutasi nella Sala della Pace a Palazzo Valentini, al termine delle tappe in Provincia di Roma di Goletta dei Laghi "Cigno Azzurro 2006", la prima campagna nazionale per la tutela e il monitoraggio delle località lacustri italiane realizzata da Legambiente, con la collaborazione nel nostro territorio della Vice Presidenza Assessorato alla Tutela Ambientale della Provincia di Roma e il contributo nazionale di COOU, Consorzio obbligatorio oli usati, e COBAT, Consorzio obbligatorio batterie esauste sono state rilasciate dai rappresentanti di Legambiente le seguenti dichiarazioni:

“Sulla base del successo e dell’importanza dell’azione che abbiamo avuto sui mari negli anni scorsi con la Goletta Verde, quest’anno abbiamo voluto lanciare la nuova campagna Goletta dei Laghi, per riscoprire gli importanti ecosistemi lacustri, troppo spesso sottovalutati. E’ stato grande il successo di partecipazione da parte dei cittadini, molto attenti e interessati alla protezione di questo ecosistema. –dichiara Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio- La Goletta dei Laghi ha rappresentato un’ottima occasione per fare il punto della situazione sulla qualità delle acque, ma non solo: sono emerse diverse criticità che accomunano i nostri quattro laghi della Provincia di Roma ed i comuni che vi si affacciano, dal forte incremento demografico che ha portato con sé piani regolatori sovradimensionati, abusivismo, terreni agricoli sacrificati al cemento e inquinamento, al problema dell’abbassamento dei livelli idrometrici, causati dai tanti prelievi di acqua, spesso abusivi e incontrollati. Si può ripartire dai nostri laghi per ridisegnare un futuro diverso per questi territori, salvaguardandone gli aspetti naturalistici, ambientali e archeologici, rilanciando in questo modo anche l’economia e l’occupazione, attraverso l’attivazione di alcuni laboratori innovativi che abbiano al centro il lago, un turismo di qualità per quanto riguarda le strutture ricettive, ma anche un’offerta che non sia basata solo sulla balneabilità estiva, ma piuttosto sull’escursionismo, sull’offerta complessiva anche culturale, sulle bellezze storiche e archeologiche, sulle produzioni tipiche, anche creando una rete dei Comuni dei laghi.”

“La situazione delle acque dei laghi in Provincia di Roma desta qualche preoccupazione: i monitoraggi effettuati dai nostri tecnici hanno evidenziato che otto punti su ventidue sono in una condizione di “leggero inquinamento”, mentre due sono addirittura “fortemente inquinati”. –dichiara Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio- Le situazioni più preoccupanti sono emerse all’emissario del Lago di Albano con un valore di inquinamento organico quasi 30 volte superiore al limite di legge, e sul Lago di Nemi sotto l’abitato, con un inaspettato valore 15 volte superiore al limite di legge. Da monitorare la Foce del Fosso della Lobbra sul Lago di Bracciano, dove è visibile uno scarico che non ci dovrebbe essere e che invece getta reflui nel Lago, e i terreni agricoli a nord del Lago di Martignano. In tutti i casi sembra essere l’inquinamento di origine organica a portare al verdetto negativo, con cause che vanno ricercate negli scarichi di case sparse non collegate alla rete fognaria, oppure in scarichi abusivi: sui laghi, che sono ecosistemi chiusi, senza grossi ricambi di acqua, questi fatti sono ancora più preoccupanti. Come di consueto, le nostre analisi rappresentano solo una fotografia al momento del prelievo e non vogliono assegnare patenti di balneabilità, ma certo bisogna porre più attenzione ai nostri laghi, arrivando a collettare e depurare tutti gli scarichi. Per questo siamo particolarmente lieti che la Goletta dei Laghi abbia avuto la collaborazione della Vice Presidenza della Provincia di Roma, con la quale speriamo di trovare presto le cause di questo inquinamento per ciascuno dei punti individuati, collaborando anche con le amministrazioni locali, per affrontarle e risolverle.”

“Sulle rive dei nostri laghi si nascondono meravigliosi paesaggi, importanti sistemi ambientali che hanno una grande importanza ecologica, ma anche un valore economico importante per il turismo nel nostro paese, visto che ogni anno sulle rive lacustri si contano oltre 20 milioni di villeggiati, il 7% delle presenza annuali in Italia. –ha dichiarato Rossella Muroni, della Segreteria Nazionale di Legambiente- Per questo Legambiente quest’anno ha attraversato l’Italia con la Goletta dei Laghi, per analizzare le acque di balneazione, per parlare di turismo di qualità, per individuare e segnalare aree a rischio, per incentivare le buone pratiche di gestione sostenibile del territorio.”

Hanno preso alla conferenza stampa Rosa Rinaldi, Vice Presidente Assessore alla Tutela Ambientale della Provincia di Roma; Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio; Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio; Rossella Muroni, della Segreteria Nazionale di Legambiente; Luciano Tulli, vicepresidente del COOU; Andrea Pietrarota delle relazioni esterne del COBAT.


Legambiente Lazio
Viale Regina Margherita, 157 - 00198 Roma
Tel. 06/85358051-77 Fax 06/85355495
Email legambientelazio@legambiente.lazio.it
Sito www.legambiente.lazio.it

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota