sabato 13 maggio 2006

VIDEO MUSICALI: Mini spot artisti APbeat

Grandi novità in casa APbeat! L'attivissima etichetta romana propone per le radio e per i giornalisti l'idea di mini spot video di presentazione dei propri nuovi artisti.
 
Si tratta di veri e propri mini trailer che danno la possibilità agli operatori del settore di poter "vedere", oltrechè ascoltare, in modo rapidissimo le nuove proposte.
 
Il tutto è alla pagina: http://www.apbeat.it/video/video.htm
 
 
 
UFFICIO STAMPA APBEAT
APbeat - A&P Amati
V.le Somalia 201
00199 ROMA
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Web:
http://www.apbeat.it
e-mail: apbeat@tiscali.it
Tel.:  06-86200232
Fax: 06-233234375

MASTER COMUNIKA: LAVORARE NELL’EDITORIA

LAVORARE NELL'EDITORIA 

Puntiamo sull'Editoria per essere competitivi sul mercato. Consegniamoci al mercato con una specializzazione più  idonea, più  competitiva e concorrenziale.

Rendiamoci più appetibili! Il mercato chiama solo i più abili.

A breve, partirà una nuova edizione del Master in "Editoria e Comunicazione", organizzato dalla Casa Editrice Palombi Editori e Comunika – Istituto Specializzato nella Formazione, Sviluppo e Comunicazione.

Conoscere il funzionamento di una casa editrice o di un ufficio stampa, la normativa, le tecniche di comunicazione, promuovere un evento... non sono cose semplici e scontate.

Occorrono competenze e rispettive esperienze.

Appunto per questo, il Master con sede Roma, oltre all'attuazione di un programma teorico, garantirà uno stage qualificato.

L'obiettivo  è quello di formare esperti nel campo dell'Editoria e Comunicazione, offrendo in tal modo, la possibilità di addentrarsi nell'affascinante settore dell'immagine e della promozione.

Il tutto, in un grande network di comunicazione, inteso come unico e ampio sistema integrato.

E' previsto un massimo di 30 candidati e potranno parteciparvi laureati, laureandi e professionisti già inseriti nel settore che vogliano consolidare le proprie conoscenze.

La struttura didattica del Master si snoda in 420 ore di specializzazione da svolgersi a weekend alternati per un totale di 120 ore  e 300 di pratica.

La frequenza dello stage presso aziende partners verrà garantita per iscritto, a tutti i partecipanti.

Sono disponibili 2 borse a copertura totale, del valore di 2.900,00 euro + iva, ed altre borse parziali (agevolazioni della quota di partecipazione).

Per  info, telefonare a Comunika
Via Nomentana, 233 – 00161 Roma
Tel. 06-44291240.

Website: www.comunika.org

Per partecipare alla selezione sono necessari: CV e lettera motivazionale. Rif."Master in Editoria e Comunicazione"all'indirizzo e-mail master@comunika.org   
 

Su Alice Adsl 20 Mega e Bitstream ADD scrive all'AGCOM

 
Anti Digital Divide ha scritto all'autorità per le garanzie nelle comunicazioni, per chiedere di introdurre al più presto l'offerta bitstream e che Alice 20mb si basi su questa offerta, in modo da produrre una diminuzione delle tariffe adsl, portandole a livello degli altri stati europei. Inoltre ADD non condivide il canone supplementare sul cavo solo dati e il metodo con cui viene calcolato, cioè non utilizzando il metodo cost plus (orientato al costo effettivo) ma il retail minus che avvantaggia Telecom Italia e danneggia consumatori e operatori alternativi.

La posizione di Anti Digital Divide è quella di ritardare l'approvazione dell'offerta Alice 20Mbps fin quando Telecom Italia non commercializzi l'offerta bitstream (che si era impegnata a presentare entro la fine del 2004). Il calcolo del prezzo all'ingrosso di Alice 20Mbps dovrà basarsi sul metodo cost plus e non retail minus. Si dovrà chiarire, nel modo più trasparente possibile, che prestazioni ci si dovrà attendere da questa nuova offerta, se la velocità di 20 Mbps sarà raggiunta per tutte le operazione che si fanno in rete o solo nel caso di fruizione di contenuti Video e/o acquisto di contenuti payperview, violando così il principio di neutralità della rete. Dovrà essere spiegato per quale motivo si è deciso di adottare una velocità di upload di soli 384kbit/s, che potrebbe compromettere le prestazioni complessive del servizio, e per quale motivo non si è aumentata la banda minima garantita (MCR), rimasta ad una velocità di 20-40kbit/s, scandalosamente bassa rispetto alla velocità nominale di 20Mbps, rischiando il ripetersi dei problemi avuti con le Adsl a 4Mbps (in molti casi più lente delle adsl ad 1Mbps), problematica presa in esame anche nel documento sul "QoS dei servizi di accesso ad internet" già discusso da questa autorità, discussione a cui Anti Digital Divide ha indirettamente partecipato grazie al CNU, che ha riportato le posizioni di ADD.
Per Alice 20 mega ma anche per le altre offerte, nella descrizione ed in tutte le campagne informative/pubblicitarie, dovrà essere indicata la velocità minima garantita e l’eventuale presenza di meccanismi che limitino le caratteristiche dell’offerta, come ad esempio i filtri P2P. Questo ora non avviene, come dimostra proprio la campagna pubblicitaria di Alice 20 Mb, per cui ADD ha chiesto l'intervento dell'IAP, al fine di bloccare questa pubblicità che oltre ad essere ingannevole è anche offensiva per gli utenti digital divisi, che non possono usufruire del servizio adsl non per loro scelta, ma per colpe imputabili nella maggior parte dei casi a Telecom Italia.

Se non vi sono garanzie minime, si rischia che l'utente paghi di più per ottenere un servizio qualitativamente peggiore, tutto questo non è assolutamente accettabile, considerando che le norme a difesa dei consumatori pongono in primo piano la tutela degli utenti, la loro libertà di scelta tra i servizi ed il rispetto dei principi di obiettività, trasparenza e non discriminazione.

Il testo integrale del documento inviato all'Agcom può essere consultato a questo indirizzo.

 

venerdì 12 maggio 2006

Toscana Promozione sceglie Studio Cappello per promuoversi all'estero con i motori di ricerca

 

Toscana Promozione sceglie Studio Cappello per promuoversi all'estero con i motori di ricerca

Invest in Tuscany è il sistema di riferimento istituzionale per promuovere l'attrazione di investimenti diretti dall'estero sul territorio toscano.

Per raggiungere tale obiettivo, Invest in Tuscany si pone quale interlocutore di riferimento per le aziende estere che vogliano investire in Toscana, fornendo servizi di assistenza e promuovendo le opportunità di investimento.

Invest in Tuscany è un progetto di Toscana Promozione che vede coinvolte anche le amministrazioni provinciali toscane. Invest in Tuscany è un network parte integrante di Toscana Promozione e delle amministrazioni provinciali Toscane

La scelta dello Studio Cappello è avvenuta dopo attenta analisi dei servizi offerti da diverse agenzie, comprendenti l'analisi dei risultati ottenuti su similari tipologie di clienti.

"Siamo orgogliosi di offrire il nostro contributo per lo sviluppo all'estero di una delle Regioni più amate e gia stimate dal punto di vista turistico in tutto il mondo. Ma la Toscana è anche una delle regioni più ricche, industrializzate e produttive d'Italia. Qui bellezza dei paesaggi, tradizione e innovazione procedono di pari passo verso un ambiente che fa della qualità della vita il suo vero plus", così Andrea Cappello, amministratore WMR srl Studio Cappello.

-----------------------------------------

About WMR srl - Studio Cappello

Tra le più importanti agenzie specializzate nei motori di ricerca in Italia,con oltre 16 professionisti specializzati nell'erogazione di servizi di marketing nei motori di ricerca quali: ottimizzazione, visibilità, conversione utenti/clienti, gestione campagne pay per click, analisi del traffico del sito web.Scelta dalle aziende che vogliono ottenere i risultati più ambiziosi in termini di business.

mercoledì 10 maggio 2006

Iscrizione gratuita a Comunicazione Italiana

Gentile collega,

desidero invitarla ad iscriversi gratuitamente alla Communication Community di Comunicazione Italiana per iniziare ad interagire con il network tramite gli strumenti professionali usati quotidianamente da 9.000 professionisti della comunicazione d'impresa e pubblica.

Iscrivendosi, potrà richiedere in omaggio il libro Strumenti per Comunicare vol. 1 unitamente alla possibilità di pubblicare n. 3 comunicati sul nostro portale e di effettuare 50 ricerche nel nostro database on-line.

In attesa di un suo cortese cenno di riscontro, le auguro un buon lavoro.
Cordiali saluti.
Fabrizio Cataldi
Managing Director

Comunicazione Italiana
Via Alessandro Trotter, 3 -
00156 Roma
Telefono: +39 06 400 43 140 - +39 06 8200 41 73
Fax: +39 06 400 43 141 - +39 06 8200 41 81
info@comunicazioneitaliana.it


Se non desidera ricevere ulteriori informazioni da Comunicazione Italiana clicca qui »


manifestazione culturale PLAZA DEL PUEBLO 2006

All'interno della manifestazione

PLAZA DEL PUEBLO 2006

Festival all’aperto gratuito di arte, musica & cabaret

 

Tutti i week end dal 5 maggio all’11 giugno ‘06

Torino, corso Palestro, area mercatale

 

DOMENICA 14 MAGGIO ALLE ORE 17 

GRANDE PARTITA DI SCACCHI

tra i due esponenti più rappresentativi della scacchistica regionale

 

ENRICO PEPINO

Campione Torinese assoluto

e

 ENRICO FARAONI

Campione Torinese open

 

Dopo essersi affrontati i due maestri saranno a disposizione per partite dimostrative con il pubblico.

 

 

La manifestazione culturale PLAZA DEL PUEBLO 2006  è ideata da circolo  arci  UNIVERSITAS PUEBLO, spazio OTTOBI  e ARTèVISION, in collaborazione con ARCI e Torino Pride 2006.

Per ulteriori informazioni: ARTèVISION - Maria Barletta - 338 4114264 - 011 5187392 - Via Boucheron 15bis/a - Torino

INAUGURAZIONE MOSTRA FOTOGRAFICA di Eugenia Testa

(Con preghiera di pubblicazione)

 

ARTèVISION

 

Nell’ambito della manifestazione

Plaza del Pueblo 2006

All’interno della rassegna

ARTèVISION si mette in mostra

presenta

 

…né nel sonno, né da sveglia…

 

fotografie di

EUGENIA TESTA

 

Inaugurazione

Sabato 13 maggio 2006

alle ore 22

 

La mostra resterà aperta dal 13 al 19 maggio 2006 dal venerdì alla domenica dalle 18,00 alle 24,00

al CIRCOLO PUEBLO in corso Palestro 3 - Torino

 

Holga è una macchina di medio formato (6x6 – 4,5x6) interamente di plastica di fabbricazione cinese, oggetto di culto e passioni trascinanti tra fotografi professionisti e amatoriali di tutto il mondo.  E’ considerata una “toycamera”. I  difetti di fabbricazione e di funzionamento sono tali da rendere ogni esemplare unico nel suo genere.

Un solo tempo meccanico, una sola apertura, le opzioni: vicino lontano e lontanissimo,  vignettature imprevedibili e numerose e variabili infiltrazioni di luce rendono questa macchina un feticcio capace di sedurre fotografi ormai tediati dagli automatismi delle macchine più all’avanguardia e che riscoprono con Holga il piacere della fotografia

 

Eugenia Testa è nata ad Asti e vive a Torino.

Appassionata da sempre di fotografia ha esposto in mostre collettive a Torino e Venaria. Negli ultimi due anni ha  seguito diversi corsi avanzati da ARTèVISION fotografia, tra cui quello di stampa in bianco e nero, il workshop di reportage con Ivo Saglietti e il workshop “Holga mon amour”  tenuto da Candido Baldacchino.

In questa sua prima personale Eugenia Testa ha saputo creare immagini in cui si coniugano perfettamente i caratteri di una foto di reportage con la poesia di Holga.

 


per ulteriori informazioni: ARTèVISION - Maria Barletta - 338 4114264 - 011 5187392 - Via Boucheron 15bis/a - Torino

 

 

martedì 9 maggio 2006

il portale ViaWebInstitute è online

Dopo alcuni mesi di incubazione, il portale ViaWebInstitute è online.
ViaWebInstitute è una iniziativa che punta ad introdurre forti elementi di
innovazione nel settore della formazione online, soprattutto sotto il
profilo marketing. Già oggi, è possibile fruire gratuitamente di materiali
didattici resi disponibili da prestigiose Università internazionali, come il
M.I.T., l'University of Tokyo, il Technology Institute of Tokyo ed altre,
nell'ambito del progetto 'OpenCourseWare'. Questi materiali, in parte sono
disponibili per il download, in parte sono fruibili all'interno
dell'interfaccia grafica della piattaforma specificatamente sviluppata per
ViaWebInstitute.
Quest'area 'free' del portale è destinata a crescere, con l'aggiunta di
molti altri contributi formativi, sia provenienti dal progetto
'OpenCourseWare', sia da altre iniziative similari.
Inoltre è in cantiere un progetto 'free' targato ViaWebInstitute, che
partirà nel prossimo autunno.
Come è noto, la filosofia 'free' è uno degli aspetti (giustamente) più
rilevanti nel determinare i comportamenti dei 'navigatori' Internet. Quindi
la scelta di offrire un'ampia gamma di materiali gratuiti, ci è sembra non
solo cosa giusta, ma uno degli elementi di punta per creare, intorno al
portale stesso, una 'massa critica' di visitatori, capace di innescare un
meccanismo virtuoso di 'popolarità' - condizione basilare per il successo
dell'operazione.

Sotto il profilo degli strumenti disponibili agli utenti, la piattaforma
presenta una integrazione diretta con gli strumenti di ricerca di Google,
così da fornire la possibilità - semplice ed immediata - di trovare
approfondimenti esterni legati ai temi in esame. Per ciascuna lezione, sono
previsti tre approfondimenti 'on-demand' (oltre quelli normalmente preparati
dai Formatori), in cui vengono forniti all'utente i risultati di una
pre-ricerca sui temi del Corso.
Ciascun approfondimento offre i risultati delle prime due pagine di ricerca,
basata su 'keywords' coerenti con l'oggetto del Corso.
La prima, riporta i risultati della ricerca effettuata su Google Scholar,
uno strumento dei Google Labs, che effettua ricerche esclusivamente tra
articoli, saggi e altre pubblicazioni di carattere accademico.
La seconda, riporta i risultati della ricerca effettuata su Google Books,
un'altro strumento dei Google Labs, che effettua ricerche esclusivamente nel
contenuto dei libri disponibili online.
La terza, infine, riporta i risultati della ricerca effettuata sul motore di
ricerca Google.
Naturalmente, questa pre-ricerca è concepita solo come un suggerimento, uno
stimolo.
Per chi scegliesse di coglierlo, all'interno dell'interfaccia grafica della
piattaforma è presente un box di ricerca collegato al sistema Google; se
l'utente sta leggendo l'approfondimento tratto da Google Scholar, basterà
digitare una qualunque 'keyword' nel box, premere il pulsante, ed
automaticamente verrà aperta una nuova finestra con i risultati della
ricerca effettuata su Google Scholar. Così, se l'utente ha aperto la
l'approfondimento tratto da Google Books, la ricerca sarà effettuata su
Google Books. In qualsiasi altro caso, sempre senza che sia necessario alcun
intervento da parte dell'utente per selezionare uno dei tre strumenti di
ricerca, questa verrà effettuata sul motore Google generale.

Nei prossimi mesi, dopo una fase di lancio e di testing basata
esclusivamente sull'offerta di contenuti gratuiti, verrà avviata la fase di
distribuzione dei corsi 'commerciali'.
La strategia di marketing del ViaWebInstitute è incentrata su due
caratteristiche-base:
- costo molto contenuto
- possibilità di acquisto frazionato
Un Corso completo (articolato mediamente in 10/15 lezioni) non costerà
quindi oltre i 150/225 €, e l'utente potrà acquistare anche una sola
lezione.
Ciò che contraddistingue l'offerta del ViaWebInstitute, quindi, non è
l'utilizzo della rete Internet per fare Formazione a Distanza. La nostra
peculiarità sta nel rendere ancora più accessibili i contenuti formativi.
Proponiamo un ricco catalogo di Corsi, in continua espansione, tra i quali è
possibile acquistare anche una sola lezione per volta e non necessariamente
tutto il Corso.
Ciò consente all'utente di valutare l'effettivo interesse di un Corso, senza
per questo doverlo acquistare per intero.
É inoltre possibile acquistare solo le lezioni che interessano, trascurando
le altre; liberi di acquistarle quando si vuole, senza limiti di tempo né
scadenze da rispettare.
ViaWebInstitute, vi aspetta.
http://www.viawebinstitute.com

Enrico Tomaselli
ViaWebInstitute Staff
staff@viawebinstitute.com

lunedì 8 maggio 2006

"Connecting-Managers® Tennis Cup"

“Connecting-Managers® Tennis Cup”

Connecting-Managers®, il network relazionale al passo coi tempi e con le relazioni che si instaurano tra i professionisti e i managers non solo in un ambiente lavorativo ma anche in un ambito più disteso come può essere una competizione sportiva, si mette in gioco ancora una volta e scende in campo…da tennis!

Da sempre vicino al mondo sportivo, è promotore infatti già di manifestazioni sportive di sci, calcio, vela, moto enduro, ciclismo, sosterrà una importante manifestazione dedicata al Tennis, si tratta del “Connecting-Managers® Tennis Cup”, torneo dedicato al tennis femminile singolare che prenderà il via a giugno presso la struttura sportiva del famoso Circolo Canottieri di Napoli, sede storica dello sport in Italia.

Sarà una settimana all'insegna dello sport  nella quale si susseguiranno gli incontri agonistici che man mano decreteranno le vincitrici che saliranno sui gradini più alti del podio e porteranno a casa l'ambito trofeo messo in palio dagli sponsor.
Tra la cerimonia di apertura e quella di chiusura saranno diverse le iniziative che coinvolgeranno le tenniste, e non solo, in avvincenti partite di tennis ma anche in momenti di svago e confronto.

Il torneo sarà presentato, alla presenza di managers, professionisti e simpatizzanti dello sport,  il prossimo 18 maggio alle 18,30, presso la sala conferenze del Circolo Canottieri in Via  Molosiglio80133 Napoli.
Organizzatori dell'evento Circolo Canottieri di Napoli, Value Team Meeting & Events ed il network relazionale Connecting-Managers®. Alla presentazione prenderanno parte Michele Raccuglia, Presidente Federazione Italiana Tennis Campania, Luigi Fusco, Presidente di Connecting-Managers, Gianluca Carpio, Responsabile Marketing e vendite della Value Team Business Consulting  e Gino Giammarino, editore e fondatore della testata multimediale Il Brigante.
Moderatrice dell'evento la giornalista Simona Buonaura.

Per informazioni

http://www.connecting-managers.com/index.jsp?doc=1525

Tel. 0423.638384 Fax. 178.44.122.42               
Segreteria 24h:Tel. 199.44.16.88
info@connecting-managers.com
Skype: callto - segreteriaconnecting

domenica 7 maggio 2006

Adsl Alice 20 Mbps, offensiva e ingannevole

 
Anti Digital Divide è un’associazione che si batte per la riduzione del divario digitale, fenomeno scarsamente considerato da molti, che coinvolge circa dieci milioni di utenti Italiani. Dalle indagini portate avanti dal 2004, la nostra associazione ha potuto constatare che grande responsabilità della situazione di digital divide presente in Italia, è imputabile a Telecom Italia, che nonostante applichi tariffe e canoni tra i più alti in Europa, non investe abbastanza per l’ammodernamento della rete nelle zone digital divise, ma investe soprattutto nelle zone già coperte, dove esiste, anche se limitata, la concorrenza di altri operatori. In queste zone si aumentano qualità e contenuti delle offerte, così facendo si accentua il divario digitale.
Oltre a questo gli utenti sono anche costretti a subire la beffa di campagne informative che ignorano e, in alcuni casi, sbeffeggiano il fenomeno digital divide, esaltando invece la qualità dei servizi adsl offerti.
Ultimo e più eclatante esempio di questo modus operandi, si riscontra nella campagna pubblicitaria “Alice 20MEGA. Inizia una nuova era”.
ADD ha richiesto all'IAP (Istituto per l'autodisciplina pubblicitaria) il ritiro immediato della citata campagna pubblicitaria, poiché lesiva della dignità degli utenti internet a banda stretta (56k), impossibilitati ad usufruire della larga banda non per loro scelta, ma perchè residenti in zone non raggiunte da tale servizio, espletato in primis in Italia proprio dall'Azienda concessionaria del Servizio Universale e committente della campagna pubblicitaria stessa. Questa risulta essere anche ingannevole, poiché omette sia la velocità minima garantita che la velocità di upload, 384 Kbps, scandalosamente più bassa rispetto a quella di download 20 Mbps.
 
In particolare, la campagna tende a porre in evidenza l'enorme divario tra una connessione analogica 56kb/s ed una connessione da 20 Mb/s, paragonandola al balzo evolutivo compiuto dall'uomo dalla preistoria ad oggi. Questo parametro pone intrinsecamente chi utilizza una connessione analogica, ad un livello infinitamente inferiore rispetto alle fortunate realtà che accederanno al nuovo servizio. L'esaltazione di questa differenza non deve e non può essere vista come novità propositiva e positiva, ma come propaganda inopportuna che crea discriminazione e disagio. Tale differenza, a nostro avviso, dovrebbe essere da stimolo per migliorare la condizione di divario digitale, non per crearne di nuovi.
 
Riteniamo altamente offensivo l'accostamento della "scimmia uomo" a coloro che utilizzano la connessione ad internet a 56k, nonché a coloro che usano connessioni adsl a 640 Kb e 4Mb, vendute dalla stessa Telecom e che devono fare i conti con velocità molto inferiori a quelle di punta, grazie alle decisioni dell’incumbent di adottare come velocità minima garantita 20KB.
 
Infatti nella maggior parte dei casi si è ancora all' "età della pietra" non per propria volontà ma per volontà stessa dell'incumbent che non vuole o non può risolvere le situazioni di digital divide, riferito oltre che alla copertura anche a tariffe e qualità dei servizi, che Telecom Italia ha contribuito a creare in tutta la nazione.

Testo integrale della segnalazione

Tutte le news della Rete le trovi sul:


Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.

Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License

CorrieredelWeb.it è un'iniziativa del Cav. Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista

indirizzo skype: apietrarota